Ivet Lalova-Collio

atleta bulgara
(Reindirizzamento da Ivet Lalova)

Ivet Miroslavova Lalova-Collio (in bulgaro: Ивет Мирославова Лалова?; Sofia, 18 maggio 1984) è una velocista bulgara.

Ivet Lalova-Collio
Ivet Lalova by Augustas Didzgalvis.jpg
Ivet Lalova-Collio ai Mondiali di Mosca 2013.
Nazionalità Bulgaria Bulgaria
Altezza 166 cm
Peso 52 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità Velocità
Società Levski Sofia
Record
60 m 7"14 (indoor - 2012)
100 m 10"77 Record nazionale (2004)
200 m 22"32 (2015)
200 m 22"87 Record nazionale (indoor - 2004)
Carriera
Nazionale
2001-Bulgaria Bulgaria
Palmarès
Europei 1 2 0
Europei indoor 1 0 1
Europei juniores 2 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate all'8 luglio 2016

In carriera si è laureata campionessa europea dei 100 metri piani a Helsinki 2012 e campionessa europea indoor dei 200 metri piani a Madrid 2005. Nel 2004 si è classificata 4ª nei 100 metri piani ai Giochi olimpici di Atene 2004.

BiografiaModifica

È sposata con il velocista italiano Simone Collio.[1][2]

CarrieraModifica

Il suo 10"77 sui 100 metri piani stabilito a Plovdiv il 19 giugno 2004, oltre ad essere primato nazionale bulgaro, costituisce la 10ª miglior prestazione mondiale di ogni epoca, e la migliore di un'atleta bianca, ex aequo con la russa Irina Privalova.[3]

Il 14 giugno 2005, all'età di soli 21 anni, un serio incidente ne compromise seriamente la carriera. Scontratasi in allenamento con una collega, subì la frattura del femore e dovette restare lontano dalle competizioni per poco meno di due anni.[4][5]

Il 9 giugno 2011 torna una vittoria importante in una tappa della IAAF Diamond League 2011, con un buon 11"01 ottenuto al Meeting di Oslo.

Record nazionaliModifica

SenioresModifica

ProgressioneModifica

100 metri pianiModifica

Stagione Risultato Luogo Data Rank. Mond.
2011 10"96   Sliven 2-7-2011
2010 11"43   Retimo 7-7-2010 -
2009 11"48   Berlino 16-8-2009 -
2008 11"31   Biberach 28-6-2008 71ª
2007 11"26   Belgrado 29-5-2007 51ª
2005 11"03   Ostrava 9-6-2005
2004 10"77   Plovdiv 19-6-2004
2003 11"14   Sofia 14-6-2003 18ª
2002 11"59   Sparta 1-8-2002 -
2001 11"72   Sofia 23-6-2001 -

PalmarèsModifica

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
2001 Mondiali allievi   Debrecen 200 m piani 24"39
2003 Europei juniores   Tampere 100 m piani   Oro 11"43 [6]
200 m piani   Oro 22"88 [6]
2004 Giochi olimpici   Atene 100 m piani 11"00
200 m piani 22"57
2005 Europei indoor   Madrid 200 m piani   Oro 22"91  
2007 Mondiali   Osaka 100 m piani Quarti di finale 11"33
2008 Mondiali indoor   Valencia 60 m piani Semifinale 7"31  
Giochi olimpici   Pechino 100 m piani Semifinale 11"51
200 m piani Quarti di finale 23"15
2009 Mondiali   Berlino 100 m piani Quarti di finale 11"54
200 m piani Batteria 23"60  
2010 Mondiali indoor   Doha 60 m piani Semifinale 7"41
Europei   Barcellona 100 m piani Batteria 11"58
4×100 m Batteria 44"72
2011 Mondiali   Taegu 100 m piani 11"27 [7]
200 m piani Semifinale 23"03
2012 Mondiali indoor   Istanbul 60 m piani 7"27
Europei   Helsinki 100 m piani   Oro 11"28
200 m piani Semifinale 23"26
Giochi olimpici   Londra 100 m piani Semifinale 11"31
200 m piani Semifinale 22"98  
2013 Europei indoor   Göteborg 60 m piani   Bronzo 7"12  
Mondiali   Mosca 100 m piani Semifinale 11"10
200 m piani Semifinale 22"81
2014 Europei   Zurigo 100 m piani 11"33
200 m piani Semifinale 23"30
4×100 m Batteria 44"53
2015 Europei indoor   Praga 60 m piani Semifinale 7"27
Mondiali   Pechino 100 m piani Semifinale 11"13
200 m piani 22"41
2016 Europei   Amsterdam 100 m piani   Argento 11"20
200 m piani   Argento 22"52  
Giochi olimpici   Rio de Janeiro 100 m piani Semifinale np
200 m piani 22"69
2017 Mondiali   Londra 100 m piani Semifinale 11"25  
200 m piani Semifinale 22"96
2018 Europei   Berlino 200 m piani 22"82
2019 Mondiali   Doha 200 m piani 22"77
2021 Giochi olimpici   Tokyo 200 m piani Batteria 23"39  

Altre competizioni internazionaliModifica

2004
2007

NoteModifica

  1. ^ Luigi Bolognini, L'uomo più veloce di Milano 'Il mio segreto è donna', Repubblica.it, 3 agosto 2010. URL consultato il 17 marzo 2011.
  2. ^ Collio-Lalova, su rietilife.it, 28 agosto 2010. URL consultato il 17 marzo 2011.
  3. ^ (EN) Women 100 Metres All Time, su iaaf.org. URL consultato il 17 marzo 2011.
  4. ^ (EN) Nikolai Lachkov, Lalova breaks leg in Athens, The Sofia Echo, 27 giugno 2005. URL consultato il 17 marzo 2011.
  5. ^ (EN) Bob Ramsak, Lalova making a steady recovery, IAAF.org, 2 novembre 2005. URL consultato il 17 marzo 2011.
  6. ^ a b (EN) European Junior Championships (Women), su gbrathletics.com. URL consultato il 17 marzo 2011.
  7. ^ Aveva corso in 11"09 in batteria, miglior tempo tra le qualificate.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica