Apri il menu principale

Movimenti comunisti

lista di un progetto Wikimedia

In questa voce sono elencati e analizzati i movimenti politici che si richiamano al comunismo, il cui scopo è la realizzazione di una società socialista attraverso un'azione rivoluzionaria, ritenendo che non vi sia altra via, se non in casi particolari.

I movimenti che si possono ricondurre a questa definizione sono molti, vari e talvolta in contrasto tra loro. Inizialmente sono caratterizzati da un'ideologia marxista-leninista che considera prioritaria l'azione rivoluzionaria. L'organizzazione del partito s'imposta come movimento di massa all'interno del quale si deve formare una dialettica sulle iniziative e le modalità di azione.

L'impostazione deve mantenere comunque saldi i principi del socialismo scientifico e l'azione internazionalista per lo scioglimento degli stati nazionali e il superamento del capitalismo.

Con la vittoria, nella guerra civile russa e la conquista del potere, il partito bolscevico sovietico perde parte del suo carattere rivoluzionario per assumere una veste più burocratizzata e verticistica sotto il potere di Stalin. In questa nuova fase si formano molti partiti e movimenti che si rifanno al modello stalinista, caratterizzati per una maggior specificità da un'impronta nazionalista. Allo stesso tempo però nascono movimenti, ad esempio realtà trotskiste ma non solo, che pur richiamandosi al pensiero di Karl Marx e Lenin si contrappongono a Stalin considerandolo non solo responsabile della burocratizzazione sovietica ma anche un ostacolo alla nascita di forze genuinamente internazionaliste.

La fine della seconda guerra mondiale libera l'URSS dal complesso dell'accerchiamento fondendogli una serie di stati satelliti e la possibilità di finanziare movimenti rivoluzionari comunisti e socialisti in chiave anticoloniale e antistatunitense. In questo periodo si organizzano movimenti comunisti che si distanziano dall'ideologia marxista formandone una propria o aggiungendo semplicemente un carattere di uguaglianza sociale e di proprietà statale dei mezzi di produzione a un programma di liberazione dal giogo coloniale o a una ricerca di egemonia di stampo etnico-culturale.

Alcuni esempi possono essere il maoismo, il sandinismo, il lumumbismo e gran parte dei movimenti terzomondisti. Spesso lungo il loro percorso storico mutano gli obbiettivi e le modalità con le quali raggiungerli. Con la fine dell'URSS i movimenti e i partiti di ispirazione stalinista tendono a sciogliersi e a rifondarsi su basi socialiste o socialdemocratiche; i movimenti che sono sorti dalla lotta di liberazione coloniale tendono a mantenere il nome e il potere modificando i concetti comunisti aprendosi al mercato e alla libera iniziativa.

Per ogni Stato si possono identificare partiti, organizzazioni stabili che partecipano alla vita politica sia in elezioni pubbliche che in clandestinità, associazioni e organizzazioni guerrigliere e terroriste, movimenti, organizzazioni instabili che mobilitano temporaneamente un certo numero di persone per influire sulla società, l'economia o la politica.

Indice

AfricaModifica

AlgeriaModifica

AngolaModifica

BeninModifica

Congo-BrazzavilleModifica

EgittoModifica

EtiopiaModifica

MozambicoModifica

NamibiaModifica

SenegalModifica

SomaliaModifica

SudanModifica

Sud SudanModifica

America centro-settentrionaleModifica

CanadaModifica

Costa RicaModifica

CubaModifica

  • Partito Unitario della Rivoluzione Socialista di Cuba: dal 1961 al 1965, poi Partito Comunista di Cuba (PCC)
  • Partito Socialista Popolare: dal 1925 al 1961, comunista marxista-leninista, confluito nel 1961 nel Partito Unitario della Rivoluzione Socialista di Cuba

GrenadaModifica

  • Movimento New Jewel (NJM): dal 1973 al 1983, al potere dal 1979 al 1983, comunista marxista-leninista

MessicoModifica

America meridionaleModifica

ArgentinaModifica

BoliviaModifica

CileModifica

ColombiaModifica

PerùModifica

AsiaModifica

AfghanistanModifica

ArmeniaModifica

BangladeshModifica

CambogiaModifica

CinaModifica

Corea del NordModifica

FilippineModifica

GeorgiaModifica

GiapponeModifica

IndonesiaModifica

IranModifica

Communist party of Iran Worker-communist Party of Iran (WPI)

IraqModifica

Partito Comunista Iracheno

IsraeleModifica

  • Am Ehad: dal 1999 al 2004, social-democratico

The Communist Party of Israel

LaosModifica

MongoliaModifica

NepalModifica

PalestinaModifica

TurchiaModifica

VietnamModifica

Yemen del NordModifica

Yemen del SudModifica

EuropaModifica

AlbaniaModifica

BelgioModifica

BulgariaModifica

CecoslovacchiaModifica

CiproModifica

DanimarcaModifica

FinlandiaModifica

FranciaModifica

GermaniaModifica

Gran BretagnaModifica

GreciaModifica

IrlandaModifica

ItaliaModifica

LituaniaModifica

OlandaModifica

PoloniaModifica

Repubblica Democratica di GermaniaModifica

Repubblica Federale TedescaModifica

RomaniaModifica

Russia/Unione SovieticaModifica

SpagnaModifica

SvizzeraModifica

  • Partito del Lavoro (PdL): Partito Comunista storico. La sezione del canton Ticino nel 2007 ha cambiato il proprio nome in Partito Comunista (PC).

UcrainaModifica

UngheriaModifica

JugoslaviaModifica

OceaniaModifica

AustraliaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Comunismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di comunismo