Apri il menu principale

Nazioni firmatarie del protocollo di Kyoto

lista di un progetto Wikimedia

1leftarrow blue.svgVoce principale: Protocollo di Kyoto.

Le nazioni firmatarie del protocollo di Kyoto sono i Paesi che hanno firmato e/o ratificato il protocollo di Kyoto, un trattato internazionale che si prepone di combattere il riscaldamento globale stipulato il 1997 ed entrato in vigore il 2005 dopo la ratifica del trattato stesso da parte della Russia, in quanto membri dell'UNFCCC.o gianno

Indice

Entità statali firmatarie e ratificanti il protocollo di KyotoModifica

Nell'ottobre 2009 le nazioni firmatarie del protocollo di Kyoto erano 184, se escluse le isole Cook e Niue, che pur essendo poste sotto la sovranità della Nuova Zelanda, aderiscono all'UNFCCC separatamente da essa, e l'UE, che costituisce un ente separato dai suoi Stati membri.

Paesi indipendenti firmatari e ratificanti il protocollo di KyotoModifica

Nazione UNFCCC Annesso % for ratification Riduzione richiesta entro il 2012[1] Firma Ratifica Note
1   Figi Membro 17 settembre 1998 17 settembre 1998
2   Antigua e Barbuda Membro 16 marzo 1998 3 novembre 1998
3   Tuvalu Membro 16 novembre 1998 16 novembre 1998
4   Maldive Membro 16 marzo 1998 30 dicembre 1998
5   Turkmenistan Membro 28 settembre 1998 11 gennaio 1999
6   Trinidad e Tobago Membro 7 gennaio 1999 28 gennaio 1999
7   Panama Membro 8 giugno 1998 5 marzo 1999
8   Bahamas Membro 9 aprile 1999
9   Georgia Membro 16 giugno 1999
10   Micronesia Membro 17 marzo 1998 21 giugno 1999
11   Giamaica Membro 28 giugno 1999
12   Cipro Membro 16 luglio 1999 -[2]
13   Paraguay Membro 25 agosto 1998 27 agosto 1999
14   Guatemala Membro 10 luglio 1998 5 ottobre 1999
15   Uzbekistan Membro 20 novembre 1998 12 ottobre 1999
16   Nicaragua Membro 7 luglio 1998 18 novembre 1999
17   Bolivia Membro 9 luglio 1998 30 novembre 1999
18   Palau Membro 10 dicembre 1999
19   Mongolia Membro 15 dicembre 1999
20   Ecuador Membro 15 gennaio 1999 13 gennaio 2000
21   El Salvador Membro 8 giugno 1998 13 gennaio 2000
22   Honduras Membro 25 febbraio 1999 19 luglio 2000
23   Barbados Membro 7 agosto 2000
24   Guinea Equatoriale Membro 16 agosto 2000
25   Lesotho Membro 6 settembre 2000
26   Guinea Membro 7 settembre 2000
27   Kiribati Membro 7 settembre 2000
28   Messico Membro 9 giugno 1998 7 settembre 2000
29   Azerbaigian Membro 28 settembre 2000
30   Samoa Membro 16 marzo 1998 27 novembre 2000
31   Uruguay Membro 29 luglio 1998 5 febbraio 2001
32   Romania Membro I 1.24% -8%[3] 5 gennaio 1999 19 marzo 2001
33   Mauritius Membro 9 maggio 2001
34   Gambia Membro 1º giugno 2001
35   Vanuatu Membro 17 luglio 2001
36   Senegal Membro 20 luglio 2001
37   Nauru Membro 16 agosto 2001
38   Argentina Membro 16 marzo 1998 28 settembre 2001
39   Burundi Membro 18 ottobre 2001
40   Bangladesh Membro 22 ottobre 2001
41   Malawi Membro 26 ottobre 2001
42   Malta Membro 17 aprile 1998 11 novembre 2001 [2]
43   Repubblica Ceca Membro I 1.24% -8%[4] 23 novembre 1998 15 novembre 2001
44   Colombia Membro 30 novembre 2001
45   Marocco Membro 25 gennaio 2002
46   Repubblica Dominicana Membro 12 febbraio 2002
47   Benin Membro 25 febbraio 2002
48   Gibuti Membro 12 marzo 2002
49   Uganda Membro 25 marzo 2002
50   Mali Membro 27 gennaio 1999 28 marzo 2002
51   Papua Nuova Guinea Membro 2 marzo 1999 28 marzo 2002
52   Cuba Membro 15 marzo 1999 30 aprile 2002
53   Isole Cook Membro 16 settembre 1998 27 agosto 2001
54   Niue Membro 8 dicembre 1998 6 maggio 1999
55   Islanda Membro I, II 0.02% +10%[5] 23 maggio 2002
56   Norvegia Membro I, II 0.26% +1%[5] 29 aprile 1998 30 maggio 2002
57-72   UE Membro[6] I, II 31.68% -8%[4] 29 aprile 1998 31 maggio 2002 Tutte le ratifiche degli Stati membri dell'Unione europea sono depositate simultaneamente.
57   Austria Membro I, II 0.4% -8% (-13%)[4] 24 settembre 1998 31 maggio 2002
58   Belgio Membro I, II 0.8% -8% (-7.5%)[4] 29 aprile 1998 31 maggio 2002
59   Danimarca Membro I, II 0.4% -8% (-21%)[4] 29 aprile 1998 31 maggio 2002  : applicato
60   Finlandia Membro I, II 0.4% -8% (0%)[4][7] 29 aprile 1998 31 maggio 2002
61   Francia Membro I, II 2.7% -8% (0%)[4][7] 29 aprile 1998 31 maggio 2002
62   Germania Membro I, II 7.4% -8% (-21%)[4] 29 aprile 1998 31 maggio 2002
63   Grecia Membro I, II 0.6% -8% (+25%),[4][5] 29 aprile 1998 31 maggio 2002
64   Irlanda Membro I, II 0.2% -8% (+13%),[4][5] 29 aprile 1998 31 maggio 2002
65   Italia Membro I, II 3.1% -8% (-6.5%)[4] 29 aprile 1998 31 maggio 2002
66   Lussemburgo Membro I, II 0.1% -8% (-28%)[4] 29 aprile 1998 31 maggio 2002
67   Paesi Bassi Membro I, II 1.2% -8% (-6%)[4] 29 aprile 1998 31 maggio 2002
68   Portogallo Membro I, II 0.3% -8% (+27%),[4][5] 29 aprile 1998 31 maggio 2002
69   Spagna Membro I, II 1.9% -8% (+15%),[4][5] 29 aprile 1998 31 maggio 2002
70   Svezia Membro I, II 0.4% -8% (+4%),[4][5] 29 aprile 1998 31 maggio 2002
71   Regno Unito Membro I, II 4.3% -8% (-12.5%)[4] 29 aprile 1998 31 maggio 2002
72   Slovacchia Membro I 0.42% -8%[4] 26 febbraio 1998 31 maggio 2002
73   Giappone Membro I, II 8.55% -6% 28 aprile 1998 4 giugno 2002
74   Lettonia Membro I 0.17% -8% 14 dicembre 1998 5 luglio 2002
75   Seychelles Membro 20 marzo 1998 22 luglio 2002
76   Sudafrica Membro 31 luglio 2002
77   Slovenia Membro I -[8] -8%[4] 21 ottobre 1998 2 agosto 2002
78   Grenada Membro 6 agosto 2002
79   Costa Rica Membro 27 aprile 1998 9 agosto 2002
80   Bulgaria Membro I 0.6% -8%[4] 18 settembre 1998 15 agosto 2002
81   Ungheria Membro I 0.52% -6%[4] 21 agosto 2002
82   Cambogia Membro 22 agosto 2002
83   Brasile Membro 29 aprile 1998 23 agosto 2002
84   Bhutan Membro 26 agosto 2002
85   Cile Membro 17 giugno 1998 26 agosto 2002
86   India Membro 26 agosto 2002
87   Tanzania Membro 26 agosto 2002
88   Camerun Membro 28 agosto 2002
89   Thailandia Membro 2 febbraio 1999 28 agosto 2002
90   Cina Membro 29 maggio 1998 30 agosto 2002
91   Sri Lanka Membro 3 settembre 2002
92   Malaysia Membro 12 marzo 1999 4 settembre 2002
93   Perù Membro 13 novembre 1998 12 settembre 2002
94   Vietnam Membro 3 dicembre 1998 25 settembre 2002
95   Estonia Membro I 0,28% -8%[4] 3 dicembre 1998 14 ottobre 2002
96   Liberia Membro 5 novembre 2002
97   Corea del Sud Membro 25 settembre 1998 8 novembre 2002
98   Polonia Membro I 3,02% -6%[4] 15 luglio 1998 13 dicembre 2002
99   Canada Membro I, II 3,33% -6% 29 aprile 1998 17 dicembre 2002
100   Nuova Zelanda Membro[9] I, II 0,19% 0%[7] 22 maggio 1998 19 dicembre 2002 I territori sotto sovranità neozelandese delle isole Cook e di Niue sono membri dell'UNFCCC separatamente da questo Paese
101   Lituania Membro I -[8] -8%[4] 21 settembre 1998 3 gennaio 2003
102   Giordania Membro 17 gennaio 2003
103   Tunisia Membro 22 gennaio 2003
104   Laos Membro 6 febbraio 2003
105   Isole Salomone Membro 29 settembre 1998 13 marzo 2003
106   Moldavia Membro 22 aprile 2003
107   Armenia Membro 25 aprile 2003
108   Kirghizistan Membro 13 maggio 2003
109   Ghana Membro 30 maggio 2003
110   Svizzera Membro I, II 0.32% -8% 16 marzo 1998 9 luglio 2003
111   Guyana Membro 5 agosto 2003
112   Botswana Membro 8 agosto 2003
113   Isole Marshall Membro 17 marzo 1998 11 agosto 2003
114   Birmania Membro 13 agosto 2003
115   Saint Lucia Membro 16 marzo 1998 20 agosto 2003
116   Namibia Membro 4 settembre 2003
117   Madagascar Membro 24 settembre 2003
118   Belize Membro 26 settembre 2003
119   Filippine Membro 15 aprile 1998 20 novembre 2003
120   Israele Membro 16 dicembre 1998 15 marzo 2004
121   Ucraina Membro I -[8] 0%[7] 15 marzo 1999 12 aprile 2004
122   Togo Membro 2 luglio 2004
123   Ruanda Membro 22 luglio 2004
124   Yemen Membro 15 settembre 2004
125   Niger Membro 23 ottobre 1998 30 settembre 2004
126   Sudan Membro 2 novembre 2004
127   Russia Membro I 17.4% 0%[7] 11 marzo 1999 18 novembre 2004 Con la ratifica da parte della Russia il 55% delle diossine prodotte dal carbone nel 1990 sono state incluse nell'Annesso I.
128   Macedonia del Nord Membro 18 novembre 2004
129   Indonesia Membro 13 luglio 1998 3 dicembre 2004
130   Liechtenstein Membro I 0.0015% -8% 29 giugno 1998 3 dicembre 2004
131   Nigeria Membro 10 dicembre 2004
132   Membro 19 marzo 1998 31 dicembre 2004
133   Pakistan Membro 11 gennaio 2005
134   Qatar Membro 11 gennaio 2005
135   Egitto Membro 15 marzo 1999 12 gennaio 2005
136   Mozambico Membro 18 gennaio 2005
137   Oman Membro 19 gennaio 2005
138   Dominica Membro 25 gennaio 2005
139   Emirati Arabi Uniti Membro 26 gennaio 2005
140   Arabia Saudita Membro 31 gennaio 2005
141   Algeria Membro 16 febbraio 2005
142   Venezuela Membro 18 febbraio 2005
143   Kenya Membro 25 febbraio 2005
144   Kuwait Membro 11 marzo 2005
145   Repubblica Democratica del Congo Membro 23 marzo 2005
146   Burkina Faso Membro 31 marzo 2005
147   Albania Membro 1º aprile 2005
148   Etiopia Membro 14 aprile 2005
149   Corea del Nord Membro 27 aprile 2005
150   Haiti Membro 6 luglio 2005
151   Mauritania Membro 22 luglio 2005
152   Eritrea Membro 28 luglio 2005
153   Iran Membro 22 agosto 2005
154   Bielorussia Membro I -[8] niente ancora[10] 26 agosto 2005
155   Nepal Membro 16 settembre 2005
156   Guinea-Bissau Membro 18 novembre 2005
157   Swaziland Membro 13 gennaio 2006
158   Siria Membro 27 gennaio 2006
159   Bahrein Membro 31 gennaio 2006
160   Capo Verde Membro 10 febbraio 2006
161   Monaco Membro I 0.0015% -8% 29 aprile 1998 27 febbraio 2006
162   Singapore Membro 12 aprile 2006
163   Zambia Membro 5 agosto 1998 7 luglio 2006
164   Libia Membro 24 agosto 2006
165   Suriname Membro 25 settembre 2006
166   Sierra Leone Membro 10 novembre 2006
167   Libano Membro 13 novembre 2006
168   Gabon Membro 12 dicembre 2006
169   Repubblica del Congo Membro 12 febbraio 2007
170   Bosnia ed Erzegovina Membro 16 aprile 2007
171   Costa d'Avorio Membro 23 aprile 2007
172   Croazia Membro I -[8] -5% 11 marzo 1999 27 aprile 2007
173   Angola Membro 8 maggio 2007
174   Montenegro Membro 4 giugno 2007
175   Serbia Membro 24 settembre 2007
176   Australia Membro I, II 2.1% +8%[5] 29 aprile 1998 3 dicembre 2007
177   Tonga Membro 14 gennaio 2008
178   Repubblica Centrafricana Membro 18 marzo 2008
179   Saint Kitts e Nevis Membro 8 aprile 2008
180   Comore Membro 10 aprile 2008
181   São Tomé e Príncipe Membro 24 luglio 2008
182   Timor Est Membro 14 ottobre 2008
183   Tagikistan Membro 5 gennaio 2009
184   Turchia Membro I, II (fino al 2001)[11] -[8] [10] 28 maggio 2009 [12][13][14][15][16]
185   Kazakistan Membro [17] -[18] [19] 12 marzo 1999[20] 19 giugno 2009
186   Zimbabwe Membro 30 giugno 2009
186 Totale Membri (186)
Osservatori (0)
I (39)
II (22)
63,9% -% (31)
0% (3)
+% (3)

Dipendenze firmatarie e ratificanti il protocollo di KyotoModifica

Nazione UNFCCC Annesso % for ratification Riduzione obiettivo entro il 2008-2012 Firmatarie Data di ratifica Note
1   Groenlandia Applicante
2   Guadalupa Applicante
3   Guyana francese Applicante
4   Hong Kong Applicante
5   Martinica Applicante
6   Riunione Applicante
6 Totale Applicanti (6)

Entità statali che hanno firmato ma non hanno ratificato il protocollo di KyotoModifica

Entità statale UNFCCC Annesso % for ratification Obiettivo di riduzione entro 2008/12 Data di firmatarie Data di ratifica
1   USA Membro I, II 36,1% -7% 12 novembre 1998
1 Totale Membri (1)
Osservatori (0)
I (1)
II (1)
36,1% -% (1)
0% (0)
+% (0 )

Entità statali che non hanno applicato il protocollo di KyotoModifica

Entità statale UNFCCC
1   Afghanistan Membro
2   Andorra Osservatore
3   Antille Olandesi Non applicante
4   Aruba Non applicante
5   Brunei Membro
6   Ciad Membro
7   Città del Vaticano Osservatore
8   Iraq Osservatore
9   Fær Øer Non applicante
10   Macao Non applicante
11   Mayotte Non applicante
12   Nuova Caledonia Non applicante
13   Palestina Non applicante
14   Polinesia francese Non applicante
15   Sahara Occidentale Non applicante
16   Saint-Pierre e Miquelon Non applicante
17   San Marino Membro
18   Somalia Osservatore
19   Taiwan Non applicante
20   Terre australi e antartiche francesi Non applicante
21   Tokelau Non applicante
22   Wallis e Futuna Non applicante
22 Totale Membri (4)
Osservatori (4)
Non applicanti (14)

NoteModifica

  1. ^ As per Kyoto protocol annex B, su unfccc.int.
  2. ^ a b Cipro e Malta sono divenuti Stati membri dell'UE successivamente alla firma del protocollo di Kyoto, ma non sono ancora giunti alla ratifica. Tuttavia, in quanto Stati membri dell'UE, sono ora obbligati ad applicarlo
  3. ^ L'UE15 ha una cifra complessiva di -8% per la riduzione; Le emissioni verranno raggruppate tra gli Stati membri attraverso le rispettive assegnazioni di riduzione dell'UE (in taluni Stati membri ci sono riduzioni maggiori di altri). I 12 Stati membri che entrarono nell'UE più tardi - nel 2004 e nel 2007 - mantengono i rispettivi obiettivi di Kyoto di ogni altro stato per non includendo Cipro e Malta.
  4. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x The EU15 has a total aggregate figure -8% for reduction; emissions will be pooled among Membro states trough internal EU reduction assignments mentioned in the brackets (thus increases in some Stati membri are compensated by bigger reductions in others). The 12 Stati membri that entered the union later - in 2004 and 2007 retain their individual Kyoto targets ranging from none for non-annex Cipro e Malta to -8%[1]
  5. ^ a b c d e f g h increase allowed
  6. ^ The EU Membro states are also Membros of the UNFCCC on their own.
  7. ^ a b c d e Neither reduction required, nor increase allowed - emissions should stay at their 1990 level
  8. ^ a b c d e f For some reason despite being annex-I states some countries' emissions are not calculated into the total percentage for entry into force of the Kyoto protocol
  9. ^ I territori sotto sovranità neozelandese delle isole Cook e di Niue sono membri dell'UNFCCC separatamente da questo Paese
  10. ^ a b I Paesi membri dell'Annesso I che non erano membri dell'UNFCCC alla firma del protocollo di Kyoto non hanno deciso un dato obiettivo alla riduzione delle emissioni molto preciso
  11. ^ Dal 2001 la Turchia non è più membra dell'Annesso II at its request its economy to be recognised as a transition economy
  12. ^ (TR) [2]
  13. ^ (TR) [3]
  14. ^ (TR) [4]
  15. ^ (EN) Copia archiviata, su bianet.org. URL consultato il 2 marzo 2009 (archiviato dall'url originale l'11 marzo 2009).
  16. ^ (EN) Articolo sul decreto a favore dell'applicazione del protocollo di Kyoto pubblicato dalla Gazzetta Ufficiale turca Archiviato il 20 febbraio 2009 in Internet Archive.
  17. ^ Il Kazakistan ha annunciato di divenire membro dell'Annesso I dopo avere ratificato il protocollo di Kyoto ma non ha ancora determinato un dato obiettivo alla riduzione delle emissioni
  18. ^ Dopo avere firmato il protocollo di Kyoto, il Kazakistan non è divenuto membro dell'Annesso I poiché non aveva ancora deciso un dato obiettivo alla riduzione delle emissioni da presentare alla data della ratifica del protocollo stesso
  19. ^ To be determined when Kazakhstan becomes annex I state
  20. ^ Articolo sull'applicazione del protocollo di Kyoto votata dal Parlamento kazako Archiviato il 7 novembre 2012 in Internet Archive.

Voci correlateModifica

  Portale Energia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di energia