Apri il menu principale

Owen Moore

attore cinematografico irlandese

BiografiaModifica

Owen Moore, nato in Irlanda, nella contea di Meath, emigrò con la famiglia negli Stati Uniti. Lui e i suoi fratelli Tom, Matt e Joe abbracciarono la carriera artistica, diventando famosi come attori. I due che ebbero più successo furono Tom e Owen. Il secondo cominciò a lavorarare alla Biograph di Griffith alla fine del 1908, interpretando The Guerrilla, la prima di 279 pellicole che avrebbe girato nella sua carriera. Fu proprio alla Biograph che, nel 1909, Owen conobbe Gladys Smith, una giovane attrice canadese proveniente dal teatro cui il famoso impresario David Belasco aveva cambiato il nome in Mary Pickford.

Con lei, Owen interpretò numerosi film diretti da David W. Griffith, iniziando una relazione amorosa osteggiata però dalla madre di lei. Così i due, quando decisero di sposarsi, lo fecero segretamente. Il matrimonio ebbe luogo il 7 gennaio 1911. L'anno seguente, Moore firmò un contratto con i Victor Studios, diventando protagonista in una serie di film a fianco dell'attrice Florence Lawrence, proprietaria degli studios.

Mary Pickford, dal canto suo, aveva lasciato la Biograph per raggiungere la Independent Moving Pictures (IMP) dove rimpiazzò proprio Florence Lawrence, star della casa di produzione. Carl Laemmle, proprietario dell'IMP - che sarebbe ben presto diventata la Universal - fece mettere una clausola nel contratto firmato da Pickford, dove Owen, marito dell'attrice, veniva a far parte della transazione.

Umiliato dalla clausola che lo metteva in secondo piano e messo in ombra dalla rapida carriera della moglie, ormai diventata una stella di prima grandezza, Owen Moore si diede al bere, diventando ben presto un alcoolizzato. Depresso, cominciò a reagire in maniera violenta, mettendo in crisi il matrimonio con Mary Pickford. La quale, nel frattempo, aveva conosciuto quello che sarebbe diventato il suo secondo marito, l'attore Douglas Fairbanks: ambedue coniugati infelicemente, però, i due famosi attori incontrarono una serie di ostacoli prima di poter divorziare e potersi poi finalmente sposare nel 1920.

Moore si sposò anche lui una seconda volta, nel 1921, di nuovo con un'attrice, Katherine Perry. La sua carriera subì un tracollo per i problemi legati all'alcool: pur essendo un bravo cantante e un buon musicista, non riuscì più a sfruttare questi suoi talenti, non utilizzabili in precedenza all'epoca del cinema muto. Quando, infatti, il cinema divenne sonoro, la sua carriera ormai era rovinata. Girò nel 1937 il suo ultimo film, È nata una stella: un soggetto che adombrava proprio la sua stessa vicenda, con protagonista una giovane attrice la cui brillante ascesa mette in ombra la carriera del marito, all'inizio più famoso di lei. Un declino inarrestabile che porterà l'uomo, depresso e alcoolizzato, alla rovina completa.

Owen Moore morì a Beverly Hills due anni dopo, il 9 giugno 1939, per un attacco cardiaco e fu sepolto al Calvary Cemetery a East Los Angeles.

RiconoscimentiModifica

Per il suo contributo all'industria cinematografica, gli venne dedicata la Star 6743 sulla Hollywood Walk of Fame al 6727 Hollywood Blvd.

FilmografiaModifica

Di seguito sono elencati i film girati da Owen Moore.
La filmografia - secondo IMDb - è completa. Quando manca il nome del regista, questo non viene riportato nei titoli[1]

1908Modifica

1909Modifica

1910Modifica

1911Modifica

1912Modifica

1913Modifica

1914Modifica

1915Modifica

1916Modifica

 
Under Cover (1916)

1917Modifica

1919Modifica

1920Modifica

1921Modifica

1922Modifica

1923Modifica

1924Modifica

1925Modifica

1926Modifica

1927Modifica

1928Modifica

1929Modifica

1930/1937Modifica

NoteModifica

  1. ^ Filmografia IMDb, su imdb.com.

BibliografiaModifica

  • Mary Pickford Sunshine and Shadow, the Autobiography of Mary Pickford, William Heinemann Ltd., prima edizione 1956

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN34012469 · ISNI (EN0000 0000 4350 9828 · LCCN (ENno89006646 · GND (DE1015529798 · BNF (FRcb146922119 (data) · WorldCat Identities (ENno89-006646