Pam Grier

attrice statunitense

Pam Grier, all'anagrafe Pamela Suzette Grier (Winston-Salem, 26 maggio 1949), è un'attrice statunitense.

Pam Grier nel 2022

Biografia modifica

Primogenita del meccanico dell'aeronautica statunitense Clarence Grier e dell'infermiera Gwendolyn Samuels, esordì nel cinema nel 1970, con una piccola parte in Lungo la valle delle bambole, diretto da Russ Meyer. Si specializzò in ruoli sensuali e diventò la regina delle pellicole d'azione, e una delle maggiori icone del genere blaxploitation, con film come Coffy (1973), Foxy Brown (1974) e Sheba, Baby (1975), diretta più volte da Jack Hill.

Pam Grier diventò in poco tempo una delle più grandi star afroamericane della storia del cinema, imponendo sul grande schermo l'immagine di una donna afroamericana indipendente, intelligente e forte. Nel 1973 interpretò La rivolta delle gladiatrici, diretta dal regista italiano Joe D'Amato, mentre negli anni ottanta recitò soprattutto in televisione, incluse due puntate da coprotagonista della celebre serie Miami Vice.

Ritornò alla ribalta grazie a Quentin Tarantino che, da grande appassionato, la ripropose in un ruolo che l'aveva sempre contraddistinta stile blaxploitation anni settanta con la pellicola Jackie Brown (1997), in cui Pam Grier interpreta una hostess over 40. Il successo di questo film le valse una candidatura ai Golden Globe del 1998 come come migliore attrice protagonista. Tornò quindi a lavorare in televisione. Dal 2004 al 2009 è stata nel cast della serie The L Word, in cui interpreta Kit, la sorella di Bette, interpretata da Jennifer Beals. È anche apparsa nel videogioco Call of Duty: Infinite Warfare (2016), nel secondo pacchetto scaricabile come "celebrità ospite".

Filmografia modifica

Attrice modifica

Cinema modifica

Televisione modifica

Doppiatrice modifica

Riconoscimenti (parziale) modifica

Doppiatrici italiane modifica

Nelle versioni in italiano delle opere in cui ha recitato, Pam Grier è stata doppiata da:

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN44485178 · ISNI (EN0000 0001 0893 536X · LCCN (ENno97071678 · GND (DE131696777 · BNE (ESXX1302588 (data) · BNF (FRcb13894723c (data) · J9U (ENHE987007461233205171 · CONOR.SI (SL10285155