Pluto Nash

film del 2002 diretto da Ron Underwood
Pluto Nash
Pluto Nash.jpg
Una scena del film
Titolo originaleThe Adventures of Pluto Nash
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Australia
Anno2002
Durata95 minuti
Rapporto1.35:1
Generecommedia, fantascienza, avventura, azione
RegiaRon Underwood
SoggettoNeil Cuthbert
SceneggiaturaNeil Cuthbert
ProduttoreMartin, Michael Scott Bregman, Louis A. Stroller (produttori), Frank Capra III, Michael Klawitter (co-produttori), Cami Bourquin (produttore associato)
Produttore esecutivoBruce Berman
Casa di produzioneCastle Rock Entertainment, Village Roadshow Pictures, NPV Entertainment
Distribuzione in italianoWarner Bros.
FotografiaOliver Wood
MontaggioAlan Heim, Paul Hirsch
Effetti specialiGuillaume Murray
MusicheJohn Powell
ScenografiaBill Brzeski
CostumiHa Nguyen
TruccoAnnik Boivin, Sandra Ruel, Vera Steimberg (truccatore di Eddie Murphy)
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Pluto Nash (The Adventures of Pluto Nash) è un film commedia fantascientifica del 2002, diretto da Ron Underwood e interpretato da Eddie Murphy.

TramaModifica

Nel 2087 la Luna è stata colonizzata ed è divenuta una sorta di nuovo e selvaggio West, dove il denaro e, soprattutto, le conoscenze giuste ti possono aprire ogni porta. In questo clima, il proprietario del locale più in voga del satellite, Pluto Nash, si trova in grossi guai quando decide di non vendere il suo esclusivo club a Mogan, un gangster che sta coadiuvando il misterioso Rex Crater nel suo piano per conquistare la Luna. Nelle sue peripezie Nash è accompagnato da Bruno, la sua guardia del corpo androide, e dalla giovane Dina.

ProduzioneModifica

Il film è stato girato fra: Montréal, Los Angeles, Toronto e New York.

Accoglienza e criticaModifica

La rivista The Hollywood Reporter lo ha insignito come la peggiore delusione al botteghino del primo decennio del XXI secolo: negli Stati Uniti il film ha incassato infatti soli 4,4 milioni di dollari, contro i 100 del costo di produzione.[1]

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ I maggiori flop del decennio, su it.cinema.yahoo.com, 29 novembre 2009. URL consultato il 29 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 3 dicembre 2009).

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica