Apri il menu principale

Stefano Ferrario

calciatore italiano
Stefano Ferrario
Nazionalità Italia Italia
Altezza 190 cm
Peso 86 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Tre Fiori
Carriera
Giovanili
1998-2004 Como
Squadre di club1
2004-2005 Como 17 (1)
2005-2007 Ternana 32 (0)
2007-2010 Ravenna 43 (3)[1]
2010-2012 Lecce 42 (1)
2012 Parma 4 (0)
2012-2013 Lecce 8 (0)[2]
2013-2015 Lanciano 33 (1)
2015-2016 Catania 15 (0)
2016-2017 Sambenedettese 12 (0)
2017-2018 Arezzo 14 (0)[3]
2018-2019 Forlì 12 (0)
2019- Tre Fiori0 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 9 settembre 2019

Stefano Ferrario (Rho, 28 marzo 1985) è un calciatore italiano, difensore del Tre Fiori.

CarrieraModifica

Esperienze in C1 e BModifica

Cresce nel Como, con il quale debutta in serie C1 nel 2004. Nel 2005 si trasferisce alla Ternana, dove gioca una stagione in serie B ed una in serie C1.

Nel 2007 passa al Ravenna dove gioca 7 partite in serie B, poi resta in Romagna anche nella stagione successiva in serie C1.

Lecce e parentesi a ParmaModifica

Nel gennaio 2010 passa al Lecce[4], dove si inserisce subito tra i titolari della squadra che nel maggio seguente otterrà la promozione in serie A. Debutta in massima serie il 29 agosto 2010 giocando come titolare allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano in occasione di Milan-Lecce (4-0). In tutta la stagione, culminata con la salvezza dei salentini, disputerà 20 partite in serie A. Al termine della gara vinto 2-0 contro la Juventus al del mare si frattura la mandibola che lo terrà fermo per un mese facendogli saltare la convocazione in nazionale maggiore contro la Slovenia . Rimane in giallorosso anche nella stagione 2011-2012. Segna la sua prima rete in massima serie il 10 dicembre 2011 nella gara Lecce-Lazio (2-3).

Il 25 gennaio 2012 si trasferisce con la formula del prestito con diritto di riscatto della comproprietà dal Lecce al Parma. Nell'ambito della stessa operazione di mercato, il centrocampista Manuele Blasi passa al Lecce a titolo definitivo.[5] Con i ducali scende in campo in 4 partite di massima serie.

Il Parma non riscatta il giocatore in attesa di giudizio per calcio scommesse e perciò ritorna al Lecce, nel frattempo retrocesso in Lega Pro Prima Divisione per illecito sportivo. In Salento gioca da titolare i primi due turni di Coppa Italia ed è proprio nella seconda partita (Torino-Lecce 4-2) che firma un autogol a favore dei granata. A causa di vari infortuni e risentimenti fisici non salta neanche una presenza con la maglia giallorossa fino alla partita Lecce-AlbinoLeffe (0-0) del 22 dicembre 2012. In questo match subisce un ulteriore infortunio che lo costringe a chiudere il girone d'andata con una sola presenza. Per la sua prolungata assenza il presidente Savino Tesoro lo accusa "di rubare lo stipendio"[6]. Nella finestra invernale del mercato, salta il suo passaggio al Pescara[7] e il giocatore rimane nel Salento.

Il 22 luglio 2013 rescinde il contratto che lo legava ai salentini fino al 2014.[8]

Virtus Lanciano e CataniaModifica

Dopo la squalifica per il calcioscommesse, Ferrario, il 4 dicembre dello stesso anno si accasa alla Virtus Lanciano firmando un contratto biennale. Il 22 novembre 2014 segna il suo primo gol nel pareggio interno per 1-1 contro il Crotone in Serie B. Totalizza 33 presenze e 1 gol.

Il 27 agosto 2015 firma un contratto biennale con il Catania, retrocesso in Lega Pro come conseguenza del nuovo scandalo calcioscommesse; nel contratto è presente una clausola che consente al club etneo di rescindere il contratto in caso di nuove squalifiche di Ferrario.[9][10]

Sambenedettese ed ArezzoModifica

Nell'estate 2016 passa alla Sambenedettese in Lega Pro, dove gioca 12 partite nella prima parte del campionato portando la Sambenedettese prima in classifica del girone B al cospetto di squadre come parma e Venezia . Nel gennaio 2017 si trasferisce a titolo definitivo all'Arezzo.[11]

CalcioscommesseModifica

Il 10 luglio 2013 seguente viene deferito dal procuratore federale Stefano Palazzi per illecito sportivo in riguardo al quarto filone dell'inchiesta di Cremona in relazione alla partita Lecce-Lazio del 22 maggio 2011.[12] Il 24 luglio Palazzi chiede per Ferrario una squalifica di 3 anni e 6 mesi. Prende poi la decisione di rilasciare delle dichiarazioni spontanee al pubblico ministero di Cremona Roberto Di Martino; già la settimana precedente il suo avvocato aveva chiesto un'audizione ma l'istanza era stata rigettata poiché Palazzi riteneva di non aver bisogno di altri elementi per dimostrare l'illecito consumato in Lecce-Lazio. Ferrario, oltre ad ammettere le colpe (non aver denunciato Alessandro Zamperini per la proposta, rifiutata, d'illecito) avrebbe nel corso di questi mesi messo a fuoco particolari non secondari ripensando con attenzione ai fatti dell'epoca.[13] Il 2 agosto Ferrario viene condannato in primo grado a 6 mesi di squalifica per omessa denuncia, squalifica poi ridotta in appello a 4 mesi.[14]

Il 9 febbraio 2015 la procura di Cremona termina le indagini e formula per lui e altri indagati le accuse di associazione a delinquere e frode sportiva.[15]

Il 13 agosto seguente il procuratore federale Stefano Palazzi firma una sorta di deferimento bis per alcuni degli incolpati per le due partite Lazio-Genoa del 14 maggio 2011 e Lecce-Lazio del 22 maggio dello stesso anno secondo un "ricorso per revocazione" in base all'articolo 39 del Codice di Giustizia Sportiva che consente di tornare su situazioni già giudicate in presenza di elementi nuovi e cioè in questo caso l'interrogatorio di Ilievsky del 27 aprile 2015; per Ferrario chiede 3 anni e 6 mesi di squalifica.[16] Il 30 settembre seguente la Corte Federale d'Appello della FIGC giudica però inammissibile il ricorso di Palazzi.[17]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 10 aprile 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
gen.-giu. 2010   Lecce B 14 0 CI - - - - - - - - 14 0
2010-2011 A 20 0 CI 0 0 - - - - - - 20 0
2011-gen. 2012 A 8 1 CI 1 0 - - - - - - 9 1
gen.-giu. 2012   Parma A 4 0 CI - - - - - - - - 4 0
2012-2013   Lecce 1D 8+1[18] 0 CI+CI-LP 2+2 0 - - - - - - 13 0
Totale Lecce 50+1 0 5 0 - - - - 56 0
gen.-giu. 2014   Lanciano B 12 0 CI - - - - - - - - 12 0
2014-2015 B 21 2 CI 2 0 - - - - - - 23 2
Totale Lanciano 33 2 2 0 - - - - 35 2
2015-2016   Catania LP 15 0 CI+CI-LP 0+1 0 - - - - - - 16 0
sett. 2016-gen. 2017   Sambenedettese LP 12 0 - - - - - - - - - 12 0
gen.-giu. 2017   Arezzo LP 4+1[18] 0 CI+CI-LP - - - - - - - - 5 0
2017-2018 C 10 0 CI+CI-C 1+0 0 - - - - - - 11 0
Totale Arezzo 14+1 0 1 0 - - - - 16 0
Totale carriera 128+2 3 9 0 - - - - 139 3

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Lecce: 2009-2010

NoteModifica

  1. ^ 45 (3) se si comprendono le presenze nei play-off.
  2. ^ 9 (0) se si comprendono le presenze nei play-off.
  3. ^ 15 (0) se si comprendono le presenze nei play-off.
  4. ^ UFFICIALE: Ferrario al Lecce tuttomercatoweb.it
  5. ^ Blasi in giallorosso, Ferrario a Parma Archiviato il 18 giugno 2012 in WebCite. uslecce.it
  6. ^ TMW - Lecce, Ferrario: "Frasi di Tesoro ledono la mia dignità" - TMW
  7. ^ Pescara, altra beffa: salta anche Ferrario - TMW
  8. ^ Risoluzione con Ferrario uslecce.it
  9. ^ http://www.calciocatania.it/article.php?id=31734&l= Stefano Ferrario al Catania: il difensore lombardo si è legato al nostro club fino al 30 giugno 2017
  10. ^ Giovanni Finocchiaro, Ferrario va sotto l'Etna, in La Gazzetta dello Sport, 28 agosto 2015, p. 24.
  11. ^ UFFICIALE: Sambenedettese, un difensore passa all'Arezzo Archiviato il 19 gennaio 2017 in Internet Archive. Tuttolegapro.com
  12. ^ Calcioscommesse, deferiti Mauri, Milanetto, Lazio, Genoa e Lecce
  13. ^ Francesco Ceniti, Richieste dure, in La Gazzetta dello Sport, 25 luglio 2013, p. 6.
  14. ^ Calcioscommesse, Mauri 6 mesi, alla Lazio 40000 euro di ammenda Archiviato il 6 settembre 2013 in Internet Archive.
  15. ^ Calcioscommesse, indagini chiuse per Goretti e Nicco: la lista dei 130 indagati
  16. ^ Processo bis per Genoa e Lecce: chiesto il -3. Salvi Lazio e Mauri
  17. ^ Ferrario, la CFA dichiara inammissibile ricorso Palazzi. Il difensore: “È tutto finito, ora posso pensare al mio lavoro”
  18. ^ a b Play-off.

Collegamenti esterniModifica