Apri il menu principale

Willy De Geest

ciclista su strada, ciclocrossista e pistard belga
Willy De Geest
Nazionalità Belgio Belgio
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada, Cross, Pista
Ritirato 1982
Carriera
Squadre di club
1968-1969 Pull Over Centrale
1970-1971 Hertekamp
1972 Van Cauter
1973-1974 Rokado
1975-1977 Brooklyn
1978 Sanson
1979 Gis Gelati
1980 Ijsboerke
1981 Capri Sonne
1982 Maufroy-Moser
 

Willy De Geest (Gand, 8 gennaio 1947) è un ex ciclista su strada, ciclocrossista e pistard belga. Professionista dal 1968 al 1982, conta diversi piazzamenti nelle classiche anche se non riuscì mai ad aggiudicarsene una.

CarrieraModifica

Passa professionista nel luglio del 1968, dopo aver maturato nelle categorie dilettantistiche esperienze su strada, pista e cross, ottenendo come primo risultato degno di nota il terzo posto nel Grand Prix d'Isbergues. Nella stagione successiva partecipa alle Classiche del pavé ed alla Vuelta a España dove conclude la classifica generale al quattordicesimo posto piazzandosi in più occasioni fra i primi di tappa. A settembre, sul finire di stagione, è decimo nella Parigi-Tours.

Nelle due annate successive non riesce a cogliere successi se non in piccole kermesse e criterium, saranno comunque numerosi i piazzamenti: settimo nella Freccia del Brabante 1970, sesto nel Giro del Piemonte, settimo nel Grand Prix Jef Scherens, terzo nel Nordwest-Schweizer-Rundfahrt e secondo nella Coppa Agostoni dietro Franco Bitossi nel 1971.

Anche il 1972 è un anno senza vittorie, ma ricco di risultati importanti. A marzo conclude, nelle corse a tappe, al sesto posto il Giro di Sardegna e all'ottavo la Parigi-Nizza, mentre in quelle in linea è quarto nella Omloop Het Volk e soprattutto secondo alla Amstel Gold Race, dove venne battuto in uno sprint ristretto dal connazionale Walter Planckaert con cui era uscito dal gruppo sul finale conducendo un proficuo inseguimento ai danni di Joop Zoetemelk, che aveva attaccato in precedenza e che venne beffato dai due belgi proprio negli ultimi metri. Ad aprile De Geest si piazzò al secondo posto nella classifica generale del Giro del Belgio battuto di meno di trenta secondi da Roger Swerts. Qualche giorno dopo concluse al quarto posto il Giro delle Fiandre. La corsa venne animata soprattutto da Eddy Merckx che, in maglia iridata, cercò a più riprese di staccare tutta la concorrenza senza però riuscirci. Alla fine rimase un gruppetto di sette uomini a giocarsi la vittoria, in volata, che arrise a Eric Leman. A fine stagione sarà protagonista ancora nelle classiche, con un terzo posto nella Parigi-Tours e un ottavo nel Giro di Lombardia.

Nel 1973 furono ancora le classiche di primavera, e in particolare quelle del pavé a vederlo protagonista, alla Freccia del Brabante chiuse al settimo posto, mentre al Grand Prix Pino Cerami fu quarto, ma soprattutto raccolse ancora un onorevole quarto posto al Giro delle Fiandre. In quest'ultima corsa, De Geest riuscì nuovamente a far parte del gruppetto che sul finale si giocò la vittoria e che comprendeva Leman, Maertens e Merckx, e nuovamente la volata finale vide imporsi Leman. Dopo questi risultati conquistò altri importanti piazzamenti nelle corse in linea fra cui un sesto posto nel Campionato di Zurigo e poté, poi, finalmente assaporare il successo aggiudicandosi una frazione del Tour de Suisse. In questa stagione prese parte anche al suo primo Tour de France che però non portò a termine, ma in cui sfiorò il successo nella prima tappa, secondo, battuto dal connazionale Willy Teirlinck in una volata ristretta al termine di una fuga, e nella terza dove fu sesto.

Le tre annate successive furono meno ricche di risultati, ottenne una vittoria in Germania alla Köln-Aachen-Köln nel 1974, e sono da segnalare i settimi posti nella Freccia del Brabante e nella Parigi-Camembert dello stesso anno, ed i quinti posti nella Nokere Koerse e nel Giro di Sardegna 1975. Tornò alla vittoria nel 1977, conquistando una tappa al Tour de Suisse, la seconda in carriera. Ottenne anche un settimo posto nel Campionato di Zurigo. Nel 1978 da menzionare solo un quarto posto al Giro di Sardegna.

Nel 1980 colse il suo ultimo successo su strada aggiudicandosi il Grand Prix de Wallonie, mentre gli ultimi piazzamenti significativi saranno l'anno seguente con un sesto posto nella Bordeaux-Parigi ed un quarto nella Driedaagse De Panne - Koksijde.

PalmarèsModifica

StradaModifica

Omloop der Zuid-West-Vlaamse Bergen
2ª tappa Tour de Suisse
Köln-Aachen-Köln

Altri successiModifica

Criterium di Kemzeke
Kermesse di Maldegem
Criterium di Gentbrugge
Criterium di Sinaai
Kermesse di Kruishoutem
Kermesse di Mere
Kermesse di Buggenhout-Opstal
Kermesse di Destelbergen
Omloop van de Vlasstreek - Heule (Kermesse)

PistaModifica

Campionati belgi, Prova del derny
Campionati belgi, Prova del derny

PiazzamentiModifica

Grandi GiriModifica

1973: ritirato (alla 7ª tappa)
1976: ritirato (aala 8ª tappa)
1975: 56º
1976: 66º
1977: 75º
1978: 50º
1979: 70º

Classiche monumentoModifica

1970: 88º
1972: 29º
1973: 18º
1974: 26º
1975: 32º
1977: 110º
1978: 71º
1979: 95º
1969: 19º
1970: 17º
1971: 37º
1972: 4º
1973: 4º
1974: 20º
1975: 20º
1981: 42º
1974: 16º
1975: 19º
1977: 17º
1971: 13º
1972: 32º
1974: 25º
1975: 12º

Collegamenti esterniModifica