Ada Dondini

attrice cinematografica e attrice teatrale italiana

Ada Dondini (Cosenza, 18 marzo 1883Chieti, 3 gennaio 1958) è stata un'attrice italiana.

Ada Dondini e Totò in un'immagine del film Totò sceicco

BiografiaModifica

Tra le più capaci e significative caratteriste del cinema e del teatro della prima metà del Novecento, la Dondini è storicamente la prima grande attrice "farsesca" del cinema popolare italiano sonoro, abile interprete sia di ruoli comici da avanspettacolo così come di quelli seri.

Figlia degli attori Achille Dondini e Rosa Ingargiola, nonché nipote di Cesare Dondini, esordì in teatro nel ruolo di amorosa accanto al cognato Ferruccio Benini per poi passare nel corso degli anni venti a prestigiose compagnie teatrali come quelle di Armando Falconi e Ruggero Ruggeri. Il suo aspetto divenuto matronale nel corso degli anni, la portò ad abbandonare i ruoli di eroina romantica per diventare la corpulenta caratterista di svariati lavori. Entrata a far parte di altre compagnie come la Palmer-Stival e, nel 1938, la Falconi-Besozzi-Ferrati, ottenne con quest'ultima un buon successo personale in La signorina mia madre di Louis Verneuil.

Negli anni trenta apparve con frequenza crescente anche nel cinema, dove divenne via via una presenza costante. Nei panni di arcigne e ciniche nobildonne, tenere governanti devote, antiquate zitelle o madri bonarie, la Dondini spiccò come caratterista in decine e decine di film. I personaggi che interpretò diverranno il prototipo di quelli che negli anni cinquanta saranno ad appannaggio di Ave Ninchi (non a caso interpretarono il medesimo ruolo della signorina Mattei in Ore 9: lezione di chimica e nel remake Le diciottenni) ma che l'attrice calabrese tratteggiò con minor veracità rispetto alla marchigiana, fornendo quel tocco di innata eleganza, stile misurato e pudico che la contraddistinsero fino al termine della carriera.

La Dondini raggiunse il suo miglior risultato cinematografico nel ruolo della spietata marchesa Maironi nella pellicola Piccolo mondo antico (1941) di Mario Soldati. Nel dopoguerra lavorò ancora moltissimo nel cinema ma in film di scarso rilievo artistico. Significative restano comunque le sue apparizioni in diversi film accanto a Totò, dove venne principalmente diretta da Mario Mattoli.

Attiva anche nella rivista, venne diretta da Garinei e Giovannini, Marcello Marchesi e Michele Galdieri, recitando accanto, fra gli altri, a Enrico Viarisio ed Anna Magnani.

Filmografia parzialeModifica

TeatroModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN179946188 · ISNI (EN0000 0001 3915 9682 · SBN IT\ICCU\RAVV\089368 · BNF (FRcb16530917p (data) · WorldCat Identities (ENviaf-179946188