Andrea, duca di York

secondo figlio maschio di Elisabetta II del Regno Unito e di Filippo di Edimburgo
Andrea
Príncipe André do Reino Unido.jpg
Duca di York
Stemma
In carica dal 23 luglio 1986
Predecessore Albert, duca di York
Nome completo Andrew Albert Christian Edward[1]
Trattamento Altezza Reale
Altri titoli Principe del Regno Unito
Conte di Inverness
Barone Killyleagh
Nascita Buckingham Palace, Londra, 19 febbraio 1960 (60 anni)
Dinastia Windsor
Padre Filippo di Edimburgo
Madre Elisabetta II del Regno Unito
Consorte Sarah Ferguson (1986-1996, div.)
Figli Principessa Beatrice
Principessa Eugenia
Religione Anglicanesimo

Andrea, duca di York (Andrew Albert Christian Edward Mountbatten-Windsor; Londra, 19 febbraio 1960), è un principe inglese, secondo figlio maschio di Elisabetta II del Regno Unito e di Filippo di Edimburgo. Occupa l'ottava posizione nella linea di successione al trono britannico.

BiografiaModifica

I primi anni e l'educazioneModifica

Andrea nacque nella Belgian Suite di Buckingham Palace il 19 febbraio 1960, terzo figlio e secondo maschio della regina Elisabetta II e di Filippo, duca di Edimburgo, nonché terzo nipote della regina madre Elizabeth Bowes-Lyon. Egli venne battezzato nella Sala della Musica del palazzo reale l'8 aprile 1960 dall'arcivescovo di Canterbury, Geoffrey Fisher, e suoi padrini furono Henry, duca di Gloucester, la principessa Alexandra di Kent, John Elphinstone, XVII lord Elphinstone, Hugh FitzRoy conte di Euston e Georgina Kennard. Egli ebbe il nome del nonno paterno, il principe Andrea di Grecia.

Andrea fu il primo figlio nato da un monarca regnante in carica dai tempi della regina Vittoria. Come figlio di un sovrano, ottenne il titolo di Altezza Reale.

Come per i suoi fratelli maggiori, gli venne assegnata una governante a Buckingham Palace. Successivamente venne inviato alla Heatherdown Preparatory School e nel settembre 1973 a Gordonstoun, nel nord della Scozia, come il padre e il fratello maggiore Carlo, principe di Galles prima di lui. Mentre si trovava qui, Andrea trascorse sei mesi (dal gennaio al giugno del 1977) partecipando a uno scambio culturale organizzato con il Lakefield College School a Lakefield, Ontario, e nel luglio di quello stesso anno ottenne il diploma, ottenendo poi il diploma di livello A in inglese, storia, economia e scienze politiche. Andrea non frequentò l'università, preferendo invece iscriversi al Britannia Royal Naval College a Dartmouth.

Il servizio militareModifica

La Royal NavyModifica

Nel novembre del 1978 venne annunciato che Andrea sarebbe stato arruolato dall'anno successivo nella Royal Navy e nel dicembre di quell'anno fece dei test attitudinali sportivi presso l'Aircrew Selection Centre della base aerea RAF di Biggin Hill, assieme ad altri test alla base aerea della marina denominata HMS Daedalus e alla base denominata HMS Sultan[2]. Dal marzo all'aprile del 1979, venne incorporato nel Royal Naval College Flight, incominciando l'addestramento come pilota, qualificandosi come pilota di elicotteri e coscritto per 12 anni dall'11 maggio 1979. Il 1º settembre di quello stesso anno venne nominato Guardiamarina ed entrò al college di Dartmouth. Dal 1980 ottenne anche il brevetto del Green Beret commando course dei Royal Marines.

Dopo l'uscita da Dartmouth, il principe incominciò la propria formazione come pilota presso la Royal Air Force alla base RAF Leeming e successivamente presso la base aerea della marina di Culdrose, denominata HMS Seahawk, dove imparò a pilotare gli elicotteri Gazelle. Egli rimase in addestramento sino al 1982 quando venne assegnato al 820 Naval Air Squadron della Fleet Air Arm a bordo della HMS Invincible.

La guerra delle FalklandModifica

Allo scoppio della Guerra delle Falkland, la Invincible fu una delle due portaerei facenti parte della squadra navale impegnata all'epoca nell'operazione di riconquista delle isole. A ogni modo il fatto che un principe reale potesse essere ucciso in conflitto fece preoccupare il governo, che voleva il ritiro dalla prima linea del principe. Fu la madre a volere che Andrea restasse al suo posto: pertanto partecipò alle operazioni della squadriglia come pilota di Westland Sea King durante tutte le ostilità, con codice di chiamata H[3], operando tra l'altro come SAR (Search And Rescue, ovvero ricerca e soccorso) il recupero dei superstiti dell'Atlantic Conveyor, oltre che in missioni antisommergibile e antinave.

Dopo la cessazione delle ostilità, la Invincible fece ritorno a Portsmouth dove la regina e il principe Filippo si unirono alle altre famiglie per dare il benvenuto al ritorno del vascello e dei suoi marinai a bordo. Dopo quest'azione egli venne imbarcato sulla HMS Illustrious, prestò servizio alla RNAS Culdrose[4] e frequentò la Joint Services School of Intelligence. Nel volume del comandante Nigel Ward, Sea Harrier Over the Falklands, il principe Andrea viene descritto come "un pilota eccellente e un promettente ufficiale".

La carriera da ufficiale di marinaModifica

Alla fine del 1983, Andrea venne trasferito alla RNAS Portland dove prese l'abilitazione al pilotaggio degli elicotteri Lynx e venne promosso al rango di tenente di vascello il 1º febbraio 1984, data in cui la regina lo nominò suo aiutante di campo personale. Prestò poi servizio all'estero sulla HMS Brazen come pilota sino al 1986, includendo anche alcune operazioni nel Mediterraneo come parte della Standing NATO Maritime Group 2, frequentando poi il Lieutenants' Greenwich Staff Course. Il 23 ottobre 1986 il principe venne trasferito e frequentò il corso di istruttore di elicotteri presso la RNAS Yeovilton e, dopo il brevetto, prestò servizio dal febbraio 1987 all'aprile 1988 come ufficiale del 702 Naval Air Squadron, presso la RNAS Portland, così come sulla HMS Edinburgh come ufficiale di guardia e assistente nocchiere sino al 1989.

Divenuto duca di York prestò servizio come flight lieutanant e pilota di Lynx HAS3 sulla HMS Campbeltown dal 1989 al 1991, periodo durante il quale ricoprì l'incarico di Force Aviation Officer (ufficiale di aviazione della forza navale, in sostanza referente per la componente aerea imbarcata) anche dello Standing NATO Maritime Group 1 mentre la Campbeltown batté bandiera della NATO nel Nord Atlantico dal 1990 al 1991. Egli superò gli esami di comandante di squadriglia il 16 luglio 1991 e frequentò il corso di Stato Maggiore di Camberley dall'anno successivo, completandolo e divenendo Lieutenant commander dal 1º febbraio, passando infine l'esame di comando di nave il 12 marzo 1992. Dal 1993 al 1994 ebbe il comando della HMS Cottesmore, un cacciamine della classe Hunt.

Dal 1995 al 1996 venne assegnato come Senior Pilot (il pilota più anziano in grado dopo il comandante di squadriglia) presso l'815 Naval Air Squadron –la più numerosa unità di volo dell'aviazione inglese– con l'incarico di supervisionare i voli e garantire il mantenimento della capacità operativa. Nominato Commander dal 27 aprile 1999, venne assegnato al Ministero della Difesa ove terminò la propria carriera nel 2001 come ufficiale del Direttorato Diplomatico dello Stato Maggiore della Royal Navy. Nel luglio di quell'anno terminò il servizio attivo e tre anni dopo venne nominato Capitano onorario, piuttosto che venire promosso al grado di Captain come da tradizione. Il 19 febbraio 2010, in occasione del suo cinquantesimo compleanno, è stato promosso al grado di Contrammiraglio.

Matrimonio e figliModifica

Il 23 luglio 1986 ha sposato Sarah Ferguson ed è stato nominato dalla regina duca di York, conte di Inverness e barone Killyleagh. Dal matrimonio l'8 agosto 1988 è nata la figlia Beatrice di York e il 23 marzo 1990 è nata un'altra figlia, Eugenie.

Andrea ha divorziato dalla moglie il 30 maggio 1996. Essendo figlio della regina, ha il trattamento di Sua Altezza Reale.

Inchieste giudiziarieModifica

Amicizia con Epstein e accuse di abuso sessualeModifica

Nel marzo 2011 la BBC News ha riferito che l'amicizia tra il principe Andrea e Jeffrey Epstein, un finanziere americano condannato per reati sessuali, stava producendo "un flusso costante di critiche", chiedendo che il principe si dimettesse dal suo ruolo di inviato commerciale.[5] Il duca di York è stato criticato dai media anche dopo che Sarah Ferguson ha rivelato che Epstein aveva contribuito con £15.000 a pagare i suoi debiti.[6] Nel luglio 2011 il ruolo del duca di York come inviato commerciale è stato interrotto e, secondo quanto riferito, ha tagliato tutti i legami con Epstein.[7]

Il 30 dicembre 2014 un esposto al tribunale della Florida rappresentato dagli avvocati Bradley J. Edwards e Paul G. Cassell ha affermato che il principe Andrea era una delle diverse figure di spicco, tra cui "un ex primo ministro" e l'avvocato Alan Dershowitz, ad aver partecipato ad attività sessuali con una minorenne poi identificata con Virginia Roberts Giuffre,[8] che è stata presumibilmente stuprata da Epstein.[9] Una dichiarazione giurata della Giuffre era stata inclusa in una precedente causa del 2008 che accusava il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti di violare il Crime Victims Rights Act durante il primo procedimento penale contro Epstein, non permettendo a molte delle sue vittime di contestare il suo patteggiamento; il duca di York non era parte in causa.[10]

Nel gennaio 2015 ci sono state nuove pressioni da parte dell'opinione pubblica e dei media verso Buckingham Palace per spiegare i rapporti del principe Andrea con Epstein.[11] Buckingham Palace dichiarò che "qualsiasi insinuazione di comportamento inadeguato con minori è categoricamente falsa", ripetendo in seguito le smentite.[12]

Dershowitz smentì con veemenza le accuse nella dichiarazione della Giuffre e cercò delle incongruenze nella causa. Edwards e Cassell hanno citato in giudizio Dershowitz per diffamazione nel gennaio 2015.[13] Le due parti si sono accordate nel 2016 per un importo finanziario non divulgato.[14] Epstein fece causa a Edwards per reato civile ma in seguito lasciò cadere la causa; nel dicembre 2018 Edwards ha intentato l'accusa di molestie con il risultato che Epstein ha presentato scuse pubbliche all'avvocato.[15]

Virginia Giuffre (allora conosciuta con il nome da nubile di Virginia Roberts) affermò di aver fatto sesso con il principe Andrea in tre occasioni, ossia durante un viaggio a Londra nel 2001 quando aveva 17 anni e successivamente a New York e a Little Saint James nelle isole Vergini.[16] Ha sostenuto che Epstein le ha pagato $15.000 per fare sesso con il principe a Londra.[17] I registri dei voli dimostrano che il principe e la Giuffre si trovavano nei luoghi in cui ella sostiene siano avvenuta le molestie. All'epoca il principe Andrea e la Giuffre sono stati fotografati insieme con un braccio di lui attorno alla vita di lei, in una inquadratura in cui compaiono anche Epstein e Ghislaine Maxwell in piedi sullo sfondo, sebbene i difensori di Andrea abbiano ripetutamente affermato che la foto è falsa e modificata.[18] La Giuffre dichiarò di aver ricevuto pressione per fare sesso con il principe e che "non avrebbe osato rifiutare", temendo che Epstein avrebbe potuto farla "uccidere o rapire". Dall'inizio del 2015 le accuse non sono state esaminate in alcun tribunale.[19]

Il 7 aprile 2015 il giudice Kenneth Marra ha stabilito che "le accuse sessuali fatte contro il principe Andrea nei documenti giudiziari depositati in Florida devono essere cancellate dai registri pubblici".[20] Marra non si è pronunciato sul fatto che le affermazioni della Giuffre siano vere o false, specificando che potrebbe in seguito fornire prove quando il caso verrà portato in tribunale.[21]

Nell'agosto 2019 i documenti del tribunale relativi a un caso di diffamazione tra la Giuffre e la Maxwell hanno rivelato che una seconda ragazza, Johanna Sjoberg, ha dimostrato che il principe Andrea le aveva messo una mano sul petto, mentre si trovava nella dimora di Epstein in posa per una foto con la sua marionetta Spitting Image.[22] Lo stesso mese il duca di York rilasciò una dichiarazione, sostenendo "in nessuna fase del breve periodo trascorso con Epstein ho visto, assistito o sospettato qualsiasi comportamento del genere che successivamente ha portato al suo arresto e alla sua condanna", seppure abbia espresso rammarico per averlo incontrato nel 2010 dopo che Epstein si era già dichiarato colpevole di crimini sessuali per la prima volta.[23] Il principe Andrea era stato fotografato nel dicembre 2010 mentre passeggiava con Epstein a Central Park durante una visita a New York City.[16] Alla fine di agosto 2019 The New Republic ha pubblicato uno scambio di e-mail tra John Brockman ed Evgeny Morozov a partire dal settembre 2013, in cui Brockman menziona di aver visto un uomo britannico soprannominato "Andy" ricevere un massaggio ai piedi da due donne russe nella residenza di Epstein a New York durante la sua ultima visita al palazzo nel 2010.[24]

Albero genealogicoModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Giorgio I di Grecia Cristiano IX di Danimarca  
 
Luisa d'Assia-Kassel  
Andrea di Grecia  
Ol'ga Konstantinovna Romanova Konstantin Nikolaevic Romanov  
 
Alessandra di Sassonia-Altenburg  
Filippo, duca di Edimburgo  
Luigi di Battenberg Alessandro d'Assia  
 
Julia von Hauke  
Alice di Battenberg  
Vittoria d'Assia-Darmstadt Luigi IV d'Assia  
 
Alice di Sassonia-Coburgo-Gotha  
Andrea, Duca di York  
Giorgio V del Regno Unito Edoardo VII del Regno Unito  
 
Alessandra di Danimarca  
Giorgio VI del Regno Unito  
Mary di Teck Francesco di Teck  
 
Maria Adelaide di Hannover  
Elisabetta II del Regno Unito  
Lord Claude Bowes-Lyon Lord Claude Bowes-Lyon  
 
Frances Dora Smith  
Elizabeth Bowes-Lyon  
Lady Cecilia Cavendish-Bentinck Rev. Charles Cavendish-Bentinck  
 
Louisa Burnaby  
 

Titoli e trattamentoModifica

Il titolo e trattamento completo di Andrea è il seguente: "Sua Altezza Reale il Principe Andrew Albert Christian Edward, il Duca di York, Conte di Inverness in Inverness e Barone Killyleagh in Killyleagh, Cavaliere Compagno Reale del Nobilissimo Ordine della Giarrettiera, Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Vittoriano, Decorazione delle Forze Canadesi, Personale Aiutante di Campo di S.M.".

OnorificenzeModifica

 
Lo stemma personale del principe Andrea, duca di York.
 
Lo stendardo personale del principe Andrea, duca di York.
 
Il monogramma personale del principe Andrea, duca di York.

Onorificenze britannicheModifica

  Medaglia del giubileo d'argento della Regina Elisabetta II
— 6 febbraio 1977
  Comandante dell'Ordine Reale Vittoriano (K.V.O.)
— 19 dicembre 1979-2 giugno 2003
  Medaglia dell'Atlantico del Sud con rosetta
— 1982[25]
  Medaglia del giubileo d'oro della Regina Elisabetta II
— 6 febbraio 2002
  Cavaliere Comandante dell'Ordine Reale Vittoriano (K.C.V.O.)
— 2 giugno 2003-21 febbraio 2011
  Cavaliere Compagno Reale del Nobilissimo Ordine della Giarrettiera (K.G.)
— 23 aprile 2006
  Cavaliere Gran Croce dell'Ordine Reale Vittoriano (G.C.V.O.)
— 21 febbraio 2011
  Medaglia del giubileo di diamante della Regina Elisabetta II
— 6 febbraio 2012
  Medaglia navale per anzianità di servizio e buona condotta
— 2017

Onorificenze straniereModifica

  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Norvegese di Sant'Olav (Norvegia)
— 1988
  Medaglia commemorativa del 1990 della Nuova Zelanda (Nuova Zelanda)
— 1990
  Decorazione delle Forze Canadesi con barretta (C.D.w.bar, Canada)
— 2001
  Medaglia per il Centenario del Saskatchewan (Saskatchewan, Canada)
— 7 giugno 2005
  Membro di I Classe dell'Ordine della Federazione (Emirati Arabi Uniti)
— 25 novembre 2010[26]
  Fascia dell'Ordine dell'Aquila azteca (Messico)
— 3 marzo 2015[27]
  Commendatore di Numero del Reale Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna)
— 12 luglio 2017[28]

NoteModifica

  1. ^ Come tutti membri della famiglia reale che godono del trattamento di Altezza Reale, Andrea formalmente non ha un cognome; nel caso in cui ne serva uno, questo può essere "Mountbatten-Windsor" oppure "Windsor".
  2. ^ Le basi della Royal Navy a terra prendono il nome di unità navali, con relativo prefisso HMS (His o Her Majesty Ship)
  3. ^ Sharkey Ward, Sea Harrier over the Falklands,, Cassell Military Paperbacks,, 1992,, ISBN 0-304-35542-9. Il nominativo di chiamata era H da His Royal Highness, pag. 143
  4. ^ RNAS - Royal Navy Air Station indica una base aerea della marina
  5. ^ (EN) Prince Andrew: Envoy career plagued with controversy, in BBC News, 21 luglio 2011. URL consultato il 3 giugno 2020.
  6. ^ (EN) Kenzie Bryant, Jeffrey Epstein Reportedly Wanted to Sue Sarah Ferguson After She Referred to Him as a Pedophile, su Vanity Fair. URL consultato il 3 giugno 2020.
  7. ^ (EN) Paul Lewis Jon Swaine in New York, Jeffrey Epstein: inside the decade of scandal entangling Prince Andrew, in The Guardian, 10 gennaio 2015. URL consultato il 3 giugno 2020.
  8. ^ (EN) U.S. Lawyer Sues in Prince Andrew Sex Claims Case, su Time. URL consultato il 3 giugno 2020.
  9. ^ (EN) Timothy Williams, Alan Dershowitz Denies Suit’s Allegations of Sex With a Minor, in The New York Times, 6 gennaio 2015. URL consultato il 3 giugno 2020.
  10. ^ (EN) Barry Meier, Alan Dershowitz on the Defense (His Own), in The New York Times, 12 dicembre 2015. URL consultato il 3 giugno 2020.
  11. ^ (EN) Robert Booth e Jon Swaine Paul Lewis in Washington, Palace digs in over Prince Andrew’s links to sex offender Jeffrey Epstein, in The Guardian, 6 gennaio 2015. URL consultato il 3 giugno 2020.
  12. ^ (EN) 'I did have sexual contact with him,' says Prince Andrew's accuser, su The Independent, 22 gennaio 2015. URL consultato il 3 giugno 2020.
  13. ^ (EN) Emma G. Fitzsimmons New York Times, January 4, 2015, 12:00 a m Email to a Friend Share on Facebook Share on TwitterPrint this Article View Comments, Suit accuses Prince Andrew, Alan Dershowitz of sex with a minor - The Boston Globe, su BostonGlobe.com. URL consultato il 3 giugno 2020.
  14. ^ (EN) Barry Meier, Alan Dershowitz and 2 Other Lawyers Settle Suit and Counter Claim, in The New York Times, 12 aprile 2016. URL consultato il 3 giugno 2020.
  15. ^ (EN) Christina Cauterucci, How a Florida Lawyer Kept the Jeffrey Epstein Case Alive, su Slate Magazine, 11 luglio 2019. URL consultato il 3 giugno 2020.
  16. ^ (EN) Tom Sykes, Flight Logs Reportedly Link Prince Andrew to Alleged Jeffrey Epstein Victim Virginia Roberts, in The Daily Beast, 20 agosto 2019. URL consultato il 3 giugno 2020.
  17. ^ (EN) Bill Gardner, Prince Andrew's supporters say his 'chubby' fingers prove photo of him with Epstein victim is fake, in The Telegraph, 28 agosto 2019. URL consultato il 3 giugno 2020.
  18. ^ (EN) Roy Greenslade, Prince Andrew story runs and runs - but editors should beware, in The Guardian, 5 gennaio 2015. URL consultato il 3 giugno 2020.
  19. ^ (EN) Andrew: Lurid underage sex claims should be thrown out, judge rules, su The Independent, 7 aprile 2015. URL consultato il 3 giugno 2020.
  20. ^ (EN) Prince Andrew named in US lawsuit over underage sex claims, su the Guardian, 3 gennaio 2015. URL consultato il 3 giugno 2020.
  21. ^ (EN) Victoria Bekiempis Jim Waterson in London, Prince Andrew groped young woman's breast at Epstein house, court files allege, in The Guardian, 9 agosto 2019. URL consultato il 3 giugno 2020.
  22. ^ Joshua Berlinger CNN, Epstein accuser says Prince Andrew 'knows exactly what he's done', su CNN. URL consultato il 3 giugno 2020.
  23. ^ (EN) Edward Helmore Kevin Rawlinson in London, Prince Andrew was seen getting foot massage from young woman at Epstein's apartment – report, in The Guardian, 22 agosto 2019. URL consultato il 3 giugno 2020.
  24. ^ www.blatherwick.net Archiviato il 21 giugno 2016 in Internet Archive.
  25. ^ Alice Johnson Khalifa, Queen Elizabeth II exchange orders. Gulf News. 26 November 2010 Retrieved 5 September 2013.
  26. ^ (EN) TRH THE PRINCE OF WALES AND THE DUCHESS OF CORNWALL AWARDED WITH THE MEXICAN ORDER OF THE AZTEC EAGLE, su Official website of the Mexican Embassy in the United Kingdom. URL consultato l'11 April 2019.
  27. ^ Royal Central.co.uk 13 luglio 2017

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN94139427 · ISNI (EN0000 0001 1495 4495 · LCCN (ENn79128351 · GND (DE122804732 · NLA (EN36020860 · WorldCat Identities (ENviaf-38201815
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie