Basso Piemonte

Il Basso Piemonte (Bass Piemont in piemontese) indica una regione geografica del Piemonte, un tempo definita Marca Aleramica, posta a ridosso della parte meridionale della regione e in stretta connessione geografica con l'Oltregiogo di Liguria, segnato dai contrafforti dell'Appennino ligure. Sono compresi in questo territorio numerosi comuni delle seguenti province:

Un podere nel basso Monferrato
Risaia nella piana a sud di Casale

TerritorioModifica

 
Panorama di Castelletto Monferrato

La zona si articola su un territorio ondulato ricco di vallate e corsi d'acqua segnato prevalentemente da rilievi collinari coltivati a vite (da cui sono prodotti diversi vini a denominazione di origine controllata), alternati a brevi tratti pianeggianti coltivati a grano o mais e, nella parte più settentrionale, riso.

Conta al suo interno borghi e cittadine spesso di origine romana o medioevale che si svilupparono lungo l'antica via Postumia.

StoriaModifica

Numerosi sono i castelli, le fortezze, i manieri, i parchi, i giardini e le ville patrizie (alcune già residenza delle famiglie patrizie genovesi dell'antica Repubblica di Genova) presenti in questa fascia di territorio: testimoniano secoli di vicende storiche che hanno visto come protagoniste molte delle famiglie nobiliari dell'antichità.

 
Il forte di Gavi, a Gavi

Tali edifici storici, in parte di proprietà demaniale ed in parte di proprietà di privati, sono tutelati - sotto l'egida della Regione Piemonte - da un consorzio di aziende di turismo locali che fanno riferimento all'Associazione Alto Monferrato - "La strada del vino" e sono riuniti in una sorta di circuito storico-culturale denominato "Castelli Aperti".

ComunicazioniModifica

Le direttrici autostradali che attraversano longitudinalmente da ovest ad est il Basso Piemonte sono date dall'autostrada Torino-Savona (Fossano), dall'autostrada dei trafori Voltri-Predosa-Gravellona Toce (Ovada) e, sia pure marginalmente, dall'autostrada "camionale" Milano-Genova (Serravalle Scrivia/Novi Ligure). Da segnalare inoltre la costruenda Autostrada A33 Cuneo Asti, che una volta ultimata connetterà il basso Piemonte occidentale con il sistema autostradale nazionale abbreviando i tempi di percorrenza verso le altre zone del basso Piemonte nonché verso le regioni confinanti. Ricadute dirette e indirette avrebbe poi la Gronda di Genova, attualmente solo in fase di studio.

Centri di interesseModifica

Questi alcuni centri di interesse storico e culturale:

ValliModifica

Corsi d'acquaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica