Apri il menu principale

BiografiaModifica

Dopo gli studi presso il collegio dei Gesuiti di Godinne, lascia la propria casa a 17 anni per entrare all'Istituto Tecnico Félicien Rops di Namur, dove incontra Rémy Belvaux.

Nel 1992 dirige insieme a Belvaux e Bonzel il lungometraggio Il cameraman e l'assassino (C'est arrivé près de chez vous), una sorta di film "noir", ispirato dalla famosa serie belga Strip-Tease, che ha attirato l'attenzione della critica.

Poelvoorde successivamente recita in due serie sul canale francese a pagamento Canal + e diversi film come Les Randonneurs, Le Boulet e Podium, che lo rese celebre in Francia e in Belgio. Nel 2001 recita ne Le Vélo de Ghislain Lambert, un film divertente e toccante su una delle sue passioni, il ciclismo. Nel 2002 riceve il premio Jean Gabin, riconoscimento assegnato ai giovani attori promettenti. Nel 2011 viene candidato per il Premio Magritte per il miglior attore non protagonista e riceve il premio del pubblico.

Filmografia parzialeModifica

Doppiatori italianiModifica

  • Mino Caprio in Quello che gli uomini non dicono, Kill Me Please, Emotivi anonimi, Dio esiste e vive a Bruxelles, Sono dappertutto, Una famiglia in affitto, Saint Amour, 7 uomini a mollo
  • Franco Mannella in Panico al villaggio, Il mio migliore incubo!, Tre cuori
  • Pasquale Anselmo in Asterix alle Olimpiadi, Coco avant Chanel - L'amore prima del mito
  • Leo Gullotta in Le Boulet - In fuga col cretino
  • Danilo De Girolamo in Niente da dichiarare?
  • Ambrogio Colombo in Mammuth
  • Loris Loddi in Il cameraman e l'assassino

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN74045795 · ISNI (EN0000 0001 2102 3824 · LCCN (ENn96047168 · GND (DE135621593 · BNF (FRcb13980218d (data) · WorldCat Identities (ENn96-047168
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie