Apri il menu principale
Hukbong Himpapawid ng Pilipinas
Descrizione generale
Attiva1º luglio 1947 - oggi
NazioneFilippine Filippine
Servizioaeronautica militare
Dimensionecirca 15.000 effettivi
16.000 riservisti
circa 150 aeromobili[1]
Stato MaggioreManila
Parte di
Comandanti
Tenente generaleRozzano Briguez
(2018 - )[2]
Simboli
CoccardaRoundel of the Philippines.svg Roundel of the Philippines – Low Visibility.svg
BandieraFlag of the Philippine Air Force.svg
Voci su forze aeree presenti su Wikipedia

La Hukbong Himpapawid ng Pilipinas (tradotto dal filippino Forza Aerea delle Filippine, spesso abbreviata in PAF e anche conosciuta internazionalmente con la dizione in inglese Philippine Air Force) è l'attuale aeronautica militare delle Filippine ed è parte integrante delle forze armate filippine.

StoriaModifica

La Philippine Air Force può essere presa come esempio di forza aerea di dimensione intermedia decaduta drasticamente a causa della condizione economica del paese.

Le Filippine sono un arcipelago che un tempo non era oggetto di minacce dall'estero, ma oggi devono fronteggiare il crescente espansionismo cinese nel mar delle Filippine, ed internamente hanno il problema costituito dalla guerriglia dei ribelli islamisti di Abu Sayyaf e del Fronte Moro che hanno ispirazione separatista (per l'autonomia di Mindanao) e comunista.

Da sempre il paese asiatico è schierato a fianco degli Stati Uniti nella lotta al terrorismo internazionale, ricevendo da essi molti aiuti militari.[3]

Nel 1977 il governo filippino acquistò 35 Vought F-8 Crusader nella versione H già in servizio con la US Navy accantonati alla base USAF di Davis-Monthan in Arizona. Venticinque aerei vennero riportati in condizioni operative dalla Vought mentre gli altri dieci erano fonti di pezzi di ricambio. Gli aerei vennero consegnati a partire dal 1978. Nel contratto era compreso l'addestramento dei piloti filippini negli Stati Uniti usando il TF-8A.

Gli F-8 vennero ritirati dal servizio nel 1988 e smantellati nel 1991 dopo essere stati gravemente danneggiati dall'eruzione vulcanica del Pinatubo.

Alla fine degli anni ottanta le Filippine acquistano 24 esemplari del piccolo trainer a jet italiano SIAI-Marchetti S-211, impiegandolo sia nel ruolo di addestratore intermedio sia in missioni di attacco al suolo leggero.

L'S.211 anche se nel corso degli anni è stato oggetto di numerosi incidenti (6 perdite su un totale di 24 macchine consegnate; incidenti ascrivibili in genere ad errori umani e professionali, frequenti nel ruolo addestrativo) continua a costituire la prima linea dell'attacco della PAF ed essere utilizzato come aereo di punta nel ruolo di addestratore intermedio.[4]

L'SF-260 in servizio nella PAFModifica

Nell'ottobre 2007 il Dipartimento della Difesa delle Filippine ordinò 18 esemplari nuovi del diffusissimo addestratore basico ad elica italiano SF-260F/PAF all'Alenia Aermacchi, il cui costo del contratto ammontava a circa 13,8 milioni di dollari. Il contratto, che rientrava nell'ambito del programma di ammodernamento della Philippine Air Force, comprendeva, oltre agli aeroplani, anche l'addestramento dei piloti e dei tecnici, l'assistenza post-vendita e la fornitura di attrezzature di supporto a terra e di parti di ricambio. L'assemblaggio finale venne affidato "in loco" all'Aerotech Industries Philippines.[5]

Insieme all'Italia e alla Libia, l'aeronautica militare filippina è tra le principali clienti del noto SF-260, infatti lo ha avuto in servizio sin dal maggio 1973 nelle versioni SF-260MP (32 esemplari), SF-260WP (16 aerei) e SF-260TP (18 velivoli).

L'SF-260MP/WP era propulso da un motore a 6 cilindri Lycoming O-540 che azionava un'elica bipala, mentre l'SF-260TP era dotato di una turbina Allison 250-B17D con elica tripala.

Gli esemplari della versione SF-260MP sono stati impiegati per l'addestramento iniziale dal 100th Training Wing di Fernando, mentre quelli della versione SF-260WP "Warrior" furono inizialmente assegnati al 15th Strike Wing di Sangley Point e impiegati in missioni di controguerriglia nel Sud del paese e, successivamente nei primi anni ottanta del secolo scorso, trasferiti al 100th Training Wing ed adoperati come addestratori basici. Nel 1986 sei macchine di questa versione furono rivenduti al Burkina Faso.

I modelli della variante SF-260TP (ordinati nel dicembre 1991) furono assegnati al 15th Strike Wing per svolgere missioni di antiguerriglia. Essi erano predisposti per trasportare fino a 300 kg di carico bellico distribuito equamente sui due piloni alari. Il loro carico prevedeva essenzialmente bombe da 110/260 libbre, lanciarazzi LAU 68/131, lanciatori di flares Mk.24, lanciabombe da esercitazione B-37K e cannoni da 12,7 mm oppure da 7,62 mm.

Verso la metà degli anni novanta fu lanciato il programma Layang, il quale prevedeva la conversione di 18 macchine tra la versione SF-260MP e SF-260WP alla variante a turbina SF-260TP con l'avionica aggiornata; il primo aereo così convertito volò nel giugno 1996.[6]

Aeromobili in usoModifica

Aeromobile Origine Tipo Versione
(denominazione locale)
In servizio
(2018)[7][1]
Note Immagine
Aerei da combattimento
KAI FA-50 Golden Eagle   Corea del Sud Aereo d'attacco al suolo FA-50PH 12[7][1][8][9][10] Ordine per 12 esemplari sottoscritto a marzo 2014, primi due esemplari entrati in servizio a novembre 2015, mentre la commessa sarà completata nel 2017. A giugno 2017 la commessa è stata completata con la consegna degli ultimi due esemplari.[9][10]
North American OV-10 Bronco   Stati Uniti Aereo da ricognizione aereo da attacco leggero COIN OV-10A
OV-10C
1[11]
3[12][11][13][1]
8 esemplari ceduti di seconda mano dalla Thailandia nel 2003-2004, che sono stati rimotorizzati ed aggiornati per impiegare bombe a guida laser GBU-12 PAVEWAY-2, venendo utilizzati anche per compiti di attacco al suolo leggero.[7][1] In riserva si troverebbero, poi, per essere impiegati per compiti addestrativi e per reperire parti di ricambio, alcuni dei 24 OV-10M ceduti dagli Stati Uniti nel 1991.[1] Ai 4 OV-10C ed all'unico OV-10A in servizio al luglio 2018, si aggiungeranno ulteriori 2 OV-10A e 2 OV-10G+ ex USAF, che saranno consegnati dal 2019.[11] Un esemplare è andato perso a maggio 2019.[12]
Embraer EMB 314 Super Tucano   Brasile aereo da attacco leggero COIN EMB-314 0 6 aerei ordinati a novembre 2017 che saranno consegnati alla fine del 2019.[7][14][13][11]
Aerei per impieghi speciali
Cessna 208 Grand Caravan EX   Stati Uniti Aereo da ricognizione Cessna 208B EX 2[7][15] Due aerei ordinati ed equipaggiati per missioni ISR (Intelligence, Sorveglianza e Ricognizione).[10][11]
Fokker F27 Friendship   Paesi Bassi aereo da pattugliamento marittimo F-27-200MP 1[7][1] 3 consegnati.[1]
Rockwell Aero Commander   Stati Uniti aereo da pattugliamento marittimo 690A Aero Commander 1[7][1] 1 consegnato di seconda mano nel 1988 ed ammodernate nel 2016.[16][1]
Aerei da addestramento
SIAI-Marchetti S-211   Italia Aereo da addestramento intermedio AS-211 Warrior II 3[7][1] Furono acquisiti in due lotti, tra il 1989 ed il 1994, 25 esemplari, parte dei quali furono riconfigurati come AS-211 Warrior dotandoli di parte dei sensori e dei sistemi d'arma recuperati dagli F-5 dimessi nell'ambito del programma FALCON UNIFORM.[17][1]
SIAI-Marchetti SF-260   Italia Aereo da addestramento basico SF-260FH
SF-260TP
SF-260M
17[1]
18[1]
10[1]
Tra il 1972 ed il 1974 acquistati 32 SF-260M e 16 SF-260W, 18 SF-260TP nel 1991 e 18 SF-260FH nel 2008.[1]
Cessna T-41 Mescalero   Stati Uniti Aereo da addestramento basico T-41B
T-41D
15[1]
25[1]
25 T-41D in servizio dal 1968, e 15 15 T-41B sono stati donati nel 2008/2009 dalla Corea del Sud: tutti i velivoli impiegabili anche per attività di collegamento e osservazione.[1]
Aerei da trasporto
Lockheed C-130 Hercules   Stati Uniti Aereo da trasporto tattico C-130B
C-130T
3[7][18][1]
2[7][18][1]
8 C-130H consegnati (i 6 superstiti sono conservati in deposito al 2017) dal 1973 al 1977, 3 C-130B tra il 1998 ed il 2001 e 2 C-130T nel 2015-2016.[1] Ad ottobre 2016 risultano consegnati i due esemplari di C-130T presi dai surplus dei Marines.[18]
CASA C-295   Spagna Aereo da trasporto tattico C-295W 3[7][1] 3 consegnati.[16][1]
CASA C-212 Aviocar   Spagna Aereo da trasporto tattico NC-212I 2[7][1] 2 ordinati nel 2014 ed in servizio nel 2016.[16][1]
Fokker F27 Friendship   Paesi Bassi Aereo da trasporto VIP F-27-200 2[1] Impiegato per il trasporto del personale militare.
Fokker F28 Fellowship   Paesi Bassi aereo da trasporto VIP F-28-3000 1[7][1] Utilizzato per il trasporto presidenziale.
GAF Nomad   Australia Aereo da trasporto leggero N22B/C 3[7][1] Impiegato per il trasporto utility leggero.
Shorts 330   Regno Unito Aereo da trasporto leggero Shorts 330 2 2 consegnati.[16]
Elicotteri
Bell UH-1 Iroquois   Stati Uniti Elicottero da trasporto medio
SAR
UH-1H Huey II
B205A
28[7][1]
8[7][1]
MD Helicopters MD 520 Defender   Stati Uniti Elicottero d'attacco MD-520MG
MD-530MG
25[7] Consegnati tra il 1990 ed il 1995, 27 MD-520MG e 6 MD-530MG.[1]
Sikorsky S-70 Black Hawk   Stati Uniti Elicottero da trasporto medio S-70A Blackhawk 2[1] 2 consegnati[1]
Sikorsky S-76 Spirit   Stati Uniti Elicottero utility S-76A 9[7][1] Originariamente ne furono consegnati 17 unità utilizzare per SAR, MEDEVAC e trasporto VIP.[1]
AgustaWestland AW109 Power   Italia elicottero d'attacco leggero AW109K 8[7][19][1] 8 esemplari di AW109 Power ordinati nel 2013 che sono tutti in servizio al dicembre 2018.[19] [20]
Bell 412   Stati Uniti SAR
elicottero da trasporto VIP
SAR
B412HP
B412EP
5[1]
8[1]
6 B412HP consegnati dal 1995 (uno andato perso nel 2015), e 8 B412EP nel 2015.[1]
PZL W-3 Sokół   Polonia C/SAR W-3A 7[21][7][1] 8 consegnati nel 2012-2013.[1] Degli 8 esemplari in organico, uno è andato perso il 22 novembre 2018.[21]
Bell AH-1 Cobra   Stati Uniti elicottero d'attacco AH-1F 0 2 AH-1F ex aviazione giordana ordinati a maggio 2018.[7][22]

Aeromobili ritiratiModifica

BasiModifica

 
La mappa geografica dell'arcipelago delle Filippine in cui sono indicate le basi aeree militari.

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al am an ao ap "Il rinnovamento dell'Aeronautica Filippina" - "Rivista italiana difesa" N. 2 - 02/2017 pp. 61-67
  2. ^ "WESTERN COMMAND'S BRIGUEZ IS NEW AIR FORCE CHIEF", su philstar.com, 6 dicembre 2018, URL consultato il 7 dicembre 2018.
  3. ^ "Aeronautica & Difesa" n°232 anno XXI - febbraio 2006.
  4. ^ Emilio Brotzu "Aerozoom 2007" - Miligraf Editrice, Roma 2007.
  5. ^ "Aeronautica & Difesa" n°260 anno XXIII - giugno 2008.
  6. ^ "Aeronautica & Difesa" n°253 anno XXII - novembre 2007.
  7. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u (EN) World Air Force 2019 (PDF), su Flightglobal.com, p. 26. URL consultato il 27 dicembre 2018.
  8. ^ "PHILIPPINE AIR FORCE TAKES DELIVERY OF TWO MORE KAI FA-50PH FIGHTERS" Archiviato l'11 aprile 2017 in Internet Archive., su janes.com, 11 aprile 2017, URL consultato il 11 aprile 2017.
  9. ^ a b "SOUTH KOREA'S KAI COMPLETES DELIVERIES OF FA-50PH AIRCRAFT TO PHILIPPINES" Archiviato il 3 giugno 2017 in Internet Archive., su janes.com, 1 giugno 2017, URL consultato il 3 giugno 2017.
  10. ^ a b c "MANILA RAFFORZA LO STRUMENTO AEREO", su analisidifesa.it, 23 luglio 2017, URL consultato il 23 luglio 2017.
  11. ^ a b c d e "PHILIPPINES TO BOLSTER AIRBORNE COIN CAPABILITIES WITH BRONCOS, POTENTIALLY BASLERS", su janes.com, 24 luglio 2018, URL consultato il 25 luglio 2018.
  12. ^ a b "TEAM TO PROBE CRASH OF MILITARY PLANE IN CAVITE — PAF", su gmanetwork.com, 25 maggio 2019, URL consultato il 28 maggio 2019.
  13. ^ a b "Filippine. Sei Super Tucano" - "Aeronautica & Difesa" N. 375 - 01/2018 pag. 71
  14. ^ "EMBRAER SECURES SUPER TUCANO CONTRACT FROM THE PHILIPPINES" Archiviato il 30 novembre 2017 in Internet Archive., su janes.com, 30 novembre 2017, URL consultato il 30 novembre 2017.
  15. ^ "PHILIPPINE AIR FORCE RECEIVES TWO CESSNA 208B ISR AIRCRAFT FROM US" Archiviato il 29 luglio 2017 in Internet Archive., su janes.com, 27 luglio 2017, URL consultato il 27 luglio 2017.
  16. ^ a b c d "Consegnato il terzo C-295 alle Filippine" - Aeronautica & Difesa" N. 353 - 03/2016 pag. 78.
  17. ^ "Dall'S.211 all'M-345HET" - "Aeronautica & Difesa"N. 351 - 02/2017 pag. 35
  18. ^ a b c "FIRST C-130T NOW FORMALLY TRANSFERRED TO AIR FORCE", su update, 12 aprile 2016, URL consultato il 7 ottobre 2016.
  19. ^ a b "Leonardo Elicotteri: il punto sul settore militare/governativo" - "Rivista italiana difesa" N. 1 - 01/2019 pp. 24-29
  20. ^ "THE NEW PHILIPPINE AIR FORCE SAA LIFT F/A-50"[collegamento interrotto], su monewsupdate.pro, 18 ottobre 2016, URL consultato il 19 ottobre 2016.
  21. ^ a b "PHILIPPINE AIR FORCE GROUNDS SOKOL AFTER CRASH LANDING", su alert5.com, 24 novembre 2018, URL consultato il 26 novembre 2018.
  22. ^ "PHILIPPINES TO RECEIVE COBRA HELOS FROM JORDAN" Archiviato il 24 maggio 2018 in Internet Archive., su janes.com, 24 maggio 2018, URL consultato il 24 maggio 2018.

BibliografiaModifica

  • Emilio Brotzu "Aerozoom 2007" - Miligraf Editrice, Roma 2007.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0001 0433 1147 · LCCN (ENn93071359 · WorldCat Identities (ENn93-071359