Isabella Gonzaga (1537-1579)

nobile italiana
Isabella Gonzaga
Isabel Gonzaga by Carderera.jpg
Isabella Gonzaga, Marchesa di Pescara di Valentín Carderera, 1831c, Collezione María Pilar Carderera Biblioteca nazionale di Spagna.
Principessa consorte di Francavilla
In carica 1556 –
1571
Predecessore Maria d'Aragona di Montalto
Successore Lavinia della Rovere
Altri titoli Marchesa consorte di Pescara e Vasto, Contessa consorte di Monteoderisio
Nascita Mantova, 18 aprile 1537
Morte Vicaria, 16 agosto 1579
Luogo di sepoltura Monastero di Santa Caterina, Casale Monferrato[1]
Dinastia Gonzaga
Padre Federico II Gonzaga
Madre Margherita Paleologa
Consorte di Francesco Fernando d'Avalos
Figli Alfonso Felice
Tommaso
Religione Cattolica
Ducato di Mantova
Gonzaga
Great coat of arms of the House of Gonzaga (post 1530).svg

Federico II
Francesco III
Guglielmo
Vincenzo I
Figli
Francesco IV
Figli
Ferdinando
Figli
Vincenzo II
Modifica

Isabella Gonzaga (Mantova, 18 aprile 1537Vicaria, 16 agosto 1579) è stata una nobile italiana.

BiografiaModifica

 
Dettaglio della base della "Madonna del Rosario", nella chiesa di SS. Nome di Gesù e del Rosario (Madonna del Rosario), di Ambrogio Oliva, Occimiano, Alessandria. Ritratti di notabili del Monferrato e di Mantova: l'ultima figura sul lato destro è Isabella Gonzaga.

Era figlia di Federico II Gonzaga, primo duca di Mantova e del Monferrato e di Margherita Paleologa, erede del Marchesato del Monferrato.

La nonna Anna d'Alençon le lasciò i suoi beni francesi. Ma la madre Margherita successivamente riuscirà, grazie alla rinuncia di Isabella (1564), a costituire il patrimonio per il terzo figlio, Lodovico che, recatosi in Francia, darà origine al ramo dei Gonzaga Nevers[2].

Sposò nel dicembre 1556 Francesco Fernando d'Avalos, secondo Principe di Francavilla, quarto Marchese di Pescara, terzo Marchese del Vasto e Conte di Monteodorisio.

Nel 1561 venne nominata Governatrice del Monferrato dal fratello Guglielmo, marchese di Monferrato.[1]

EreditàModifica

Luoghi dedicati a IsabellaModifica

Nel 1885, la città di Chieti, per opera del soprintendente Vincenzo Zecca, volle ricordare le frequentazioni soventi della marchesa nella città teatina, dedicandole la Scuola magistrale femminile, attuale Istituto professionale di Chieti presso la Civitella.[senza fonte]

DiscendenzaModifica

Isabella e Francesco Fernando ebbero due figli:

AscendenzaModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN304913484 · WorldCat Identities (ENviaf-304913484