Apri il menu principale

Péter Sebestyén

pilota motociclistico ungherese
Péter Sebestyén
Nazionalità Ungheria Ungheria
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 2010 in classe 125
Gare disputate 13
Carriera in Superbike
Esordio 2014
Miglior risultato finale 33º
Gare disputate 31
Punti ottenuti 1
Carriera in Supersport
Esordio 2017
Miglior risultato finale 11°
Gare disputate 29
Punti ottenuti 68
 

Péter Sebestyén (Budapest, 16 maggio 1994) è un pilota motociclistico ungherese.

CarrieraModifica

Debutta nel motociclismo nel 2004 all'età di soli 10 anni partecipando per alcune stagioni al campionato nazionale Junior 50cm³ dedicato ai piloti fino a 15 anni. Colleziona numerosi podi e conclude al 2º posto il campionato 2005 prima di passare, nonostante la giovanissima età, a categorie maggiori come il trofeo Alpe-Adria 125cm³ nel quale corre grazie a una deroga speciale.

Partecipa nel 2007 e nel 2008 alla Red Bull Rookies Cup, classificandosi 22º il primo anno (con 7 punti) e 15º l'anno successivo, collezionando 28 punti in classifica finale.[1] Nel 2008 prende anche parte ad una gara, sul circuito di Grobnik, della coppa europea 125 GP in sella ad una Honda. Arriverà 2º e i 20 punti conquistati gli garantiranno il decimo posto in campionato a fine stagione.[2]

Nello stesso biennio corre inoltre nel campionato Alpe Adria 125 in sella a una Honda. Concluderà 18º il primo anno con il team Toth (19 punti) e secondo l'anno seguente con una moto del team Hungary (collezionando 107 punti, 5 podi e un giro veloce).[3] Nel 2009 prende parte al campionato spagnolo Velocità, nella categoria 125 GP, con un'Aprilia del team "Tey Racing". Al termine del campionato è 12º con 31 punti all'attivo.[4]

Esordisce nel motomondiale - classe 125 nel Gran Premio di Catalogna del 2010, all'età di sedici anni, alla guida dell'Aprilia del team "Right Guard Racing", concludendo la gara al 23º posto. Durante la stagione 2010 partecipa anche ad altri due GP: al Gran Premio di Aragon, sempre alla guida dell'Aprilia del team Right Guard Racing, nel quale si ritira; al Gran Premio di Valencia, alla guida dell'Aprilia dell'Ongetta Team, che conclude al 17º posto. Non avendo raccolto punti iridati, conclude la stagione 2010 come non classificato.

Nel motomondiale 2011 cambia squadra e inizia a gareggiare per il team Caretta Technology con la KTM FRR 125. Nel Gran Premio del Portogallo si qualifica 28º e conclude la gara al 23º posto, mentre nel successivo Gran Premio di Francia ottiene la 29ª casella in griglia e giunge 25º al traguardo. Nel Gran Premio di Catalogna ottiene il 22º posto finale, per poi ritirarsi nel successivo Gran Premio di Gran Bretagna, mentre in Olanda si classifica 20º. Viene sostituito dopo il Gran Premio di Indianapolis da Jack Miller. In seguito corre il Gran Premio della Comunità Valenciana in sostituzione dell'infortunato Joan Perelló, sull'Aprilia del team Matteoni Racing. Nel 2014 torna a correre in un campionato mondiale, partecipa ai primi nove gran premi del campionato mondiale Superbike in sella ad una BMW S1000 RR in configurazione EVO del team Tóth, senza riuscire ad ottenere punti validi per la classifica piloti.

Nel 2015 partecipa come pilota titolare alla Superstock 1000 FIM Cup, lo fa in sella ad una Kawasaki ZX-10R del team Pedercini, chiudendo la stagione al 29º posto con tre punti ottenuti. Nel 2016 diventa pilota titolare nel mondiale Superbike, alla guida una Yamaha YZF-R1 gestita dal Team Tóth, con compagno di squadra Imre Tóth. Ottiene un punto in gara 1 nel Gran Premio di Spagna corso a Jerez, che gli permette di chiudere al trentatreesimo posto in classifica piloti. Nel 2017 prende parte alla coppa Europa Supersport (competizione che si svolge all'interno del campionato mondiale Supersport) con una Kawasaki ZX-6R del team SSP Hungary by Pedercini Racing. Nel 2018 partecipa nuovamente al mondiale Supersport e, grazie a una striscia di tre gare consecutive a punti, chiude la stagione al ventitreesimo posto in classifica piloti. Nel 2019 è pilota titolare nel mondiale Supersport, alla guida di una Honda CBR600RR del team CIA Landlord Insurance Honda. Il compagno di squadra è Jules Danilo.[5] Porta a termine tutte le gare stagionali, mancando la zona punti in un'unica occasione, a Misano, dove si piazza sedicesimo. Al termine della stagione Sebestyén risulta il migliore pilota Honda chiudendo all'undicesimo in classifica piloti.[6]

Risultati in garaModifica

MotomondialeModifica

2010 Classe Moto                                     Punti Pos.
125 Aprilia 23 NE Rit 17 0
2011 Classe Moto                                     Punti Pos.
125 KTM e Aprilia 23 25 22 Rit 20 Rit Rit NE 26 22 18 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

Campionato mondiale SuperbikeModifica

2014 Moto                         Punti Pos.
BMW NQ NQ 20 18 Rit NP 19 Rit NQ NQ Rit 19 19 19 Rit NP Rit NP 0
2016 Moto                           Punti Pos.
Yamaha 18 18 20 20 19 20 NQ 19 Rit NP 16 18 17 16 18 16 19 18 15 Rit 20 19 1 33º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Non disputata/Non valida Non qual./Non part. Squalificato Ritirato

Campionato mondiale SupersportModifica

2017 Moto                         Punti Pos.
Kawasaki 19 24 23 25 17 17 16 21 Rit 0
2018 Moto                         Punti Pos.
Kawasaki e Honda 21 19 17 17 Rit 14 15 10 9 23º
2019 Moto                         Punti Pos.
Honda 8 12 11 12 10 10 16 11 11 10 11 11 59 11º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Red Bull Staff, Scheda di Péter Sebestyén, su redbullrookiescup.com, Red Bull.
  2. ^ UEM Annuaire 2009 - Annuario dell'Unione Europea del Motociclismo
  3. ^ Redazione Forix, Scheda di Péter Sebestyén, su forix.com, Forix Motorsport Ltd.
  4. ^ (ES) Redazione FIM CEV, Clasificación general 125GP CEV Buckler, su fimcevrepsol.com, Fimcevrepsol, 22 novembre 2009.
  5. ^ Alessandro Palma, Supersport: PTR Honda riconferma Péter Sebestyén, su corsedimoto.com, CdM Editore, 18 dicembre 2018.
  6. ^ (EN) Redazione Worldsbk, SSP 2019 - Championship Standings (PDF), su worldsbk.com, Dorna Sport S.L., 26 ottobre 2019.

Collegamenti esterniModifica