Apri il menu principale

Preston North End Football Club

società calcistica inglese
(Reindirizzamento da Preston North End)
Preston North End FC
Calcio Football pictogram.svg
Pne clublogo.png
The Lilywhites; The invincibles
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali Bianco con lati Blu notte e celesti.svg Bianco
Dati societari
Città Preston
Nazione Inghilterra Inghilterra
Confederazione UEFA
Federazione Flag of England.svg The FA
Campionato Championship
Fondazione 1880
Presidente Inghilterra Trevor Hemmings
Allenatore Scozia Alex Neil
Stadio Deepdale
(23 408 posti)
Sito web www.pnefc.net
Palmarès
Premiership inglesePremiership inglese FA CupFA Cup
Titoli d'Inghilterra 2
Coppe d'Inghilterra 2
Dati aggiornati al 18 agosto 2019
Si invita a seguire il modello di voce

Il Preston North End Football Club, meglio noto come Preston ma altresì conosciuto come Preston North End o Preston NE, è una società calcistica inglese con sede nella città di Preston, nel Lancashire. Milita in Football League Championship, secondo livello del campionato inglese di calcio.

Il club, soprannominato Lilywhites (gigli bianchi), North End o semplicemente PNE, gioca le proprie partite casalinghe nello stadio Deepdale. Fondato nel 1880, il club è tra i fondatori della Football League e ha vinto le prime due edizioni del campionato inglese. Ha vinto anche due edizioni della FA Cup.

StoriaModifica

 
La squadra del Preston North End vincitrice del campionato inglese e della FA Cup nella stagione 1888-1889

Le origini del Preston North End possono essere fatte risalire al 1863, quando venne costituito il club che prese parte a competizioni di cricket[1]. Il club disputava le sue partite al campo Marsh, sito ad Ashton-on-Ribble, sobborgo di Preston. Nonostante alcune difficoltà finanziarie, il club riuscì a sopravvivere, spostò il suo campo da gioco presso l'area denominata Deepdale e nel 1877 venne costituita la squadra di rugby[1]. Il successo che il calcio stava riscuotendo nel Lancashire portò i membri del club a fondare nel maggio 1880 una squadra di calcio[1]. Nel marzo 1881 il Preston North End disputò la sua prima partita contro il Blackburn, perdendo 10-0[1]. Nonostante anche una sconfitta nella Lancashire Cup, l'entusiasmo non diminuì e William Sudell, membro del club sin dal 1867, iniziò a reclutare giocatori di spicco dell'epoca, principalmente dalla Scozia e tra i quali Jimmy Ross, dando loro un compenso per ogni partita giocata[1]. Questa pratica portò Sudell e il Preston N.E. a essere accusati di professionismo e venendo anche esclusi dalla FA Cup[1]. Nel 1886 Sudell completò la sua squadra con l'innesto di John Goodall, continuando con la serie di vittorie che era partita già dall'anno precedente[1]. Il 13 agosto 1887 il Preston N.E. disputò a Edimburgo la partita valida per la prima edizione della Football World Championship, una sfida tra squadre inglesi e scozzesi, venendo sconfitto per 2-1 dall'Hibernian. Nella stagione 1887-1888 il Preston North End vinse ben 42 partite consecutivamente, ma perse per 2-1 la finale di FA Cup contro il West Bromwich, nonostante la vittoria per 26-0 sull'Hyde al primo turno risulta essere la vittoria più large conseguita in un'edizione della FA Cup[2].

Nel marzo 1888 il Preston North End fu tra i dodici club fondatori della Football League[3]. Il primo campionato inglese di calcio prese il via nel settembre 1888 e Jack Gordon, calciatore del Preston North End, viene ritenuto essere il primo calciatore del nuovo campionato ad andare in rete[3]. La stagione 1888-1889 vide il Preston N.E. realizzare il primo double della storia calcistica inglese, vincendo da imbattuto con 18 vittorie e 4 pareggi il campionato inglese e vincendo anche la FA Cup senza concedere alcun gol agli avversari[3]. Grazie a questi successi e all'imbattibilità in campionato (risultato eguagliato dall'Arsenal nella stagione 2003-2004) e in coppa, la squadra si guadagnò il soprannome di The Invincibles (gli invincibili)[1]. Nella stagione successiva il Preston N.E. si ripeté vincendo il campionato inglese di First Division, mentre chiuse al secondo posto nei tre campionati seguenti.

Già nel campionato 1893-1894 il Preston N.E. concluse al quattordicesimo posto, riuscendo a mantenere la categoria vincendo il test-match contro il Notts County[4]. Negli anni successivi la squadra concluse il campionato per un paio di edizioni al quarto posto, ma principalmente in posizioni di medio-bassa classifica, finché al termine della stagione 1900-1901 venne retrocesso in Second Division, riconquistando l'accesso in First Division tre anni dopo. Gli anni precedenti la prima guerra mondiale sono ricordati come gli anni yo-yo poiché il Preston N.E. venne retrocesso in Second Division per due volte e immediatamente ritornò in First Division[1]. Nella stagione 1921-1922 il club raggiunse la finale di FA Cup, venendo, però, sconfitto dall'Huddersfield Town grazie al calcio di rigore decisivo di Billy Smith[5]. Nel biennio 1924-1925 due importanti calciatori lasciarono la maglia del Preston North End: nel 1924 Joe McCall si ritirò dopo 20 stagioni passate sul campo di Deepdale e nel 1925 Alex James venne ceduto all'Arsenal per la cifra record di 9 000 sterline[1]. Dopo queste due partenze il Preston N.E. venne retrocesso in Second Division, dove spese nove stagioni consecutive. Grazie a una campagna acquisti di alto livello, il Preston N.E. concluse al secondo posto il campionato di Second Division 1933-1934 e conquistò la promozione in massima serie[1]. La squadra raggiunse la finale di FA Cup 1936-1937, ma venne sconfitta dal Sunderland per 3-1 al Wembley Stadium. Anche nella FA Cup 1937-1938 la squadra raggiunse la finale, sempre al Wembley Stadium, ma questa volta riuscì a vincere il trofeo, il secondo della sua storia, battendo l'Huddersfield Town su calcio di rigore allo scadere dei tempi supplementari[1]. E nel 1941 arrivò la vittoria della Football League War Cup sull'Arsenal.

Gli anni successivi alla seconda guerra mondiale videro il Preston North End alternare stagioni di alto livello a stagioni a basso livello, incluse due stagioni in Second Division nel biennio 1949-1951. Spiccano due secondi posti in campionato, ma in particolare il secondo posto nella First Division 1952-1953 che vide il Preston N.E. concludere a pari punti con l'Arsenal, ma con quest'ultima vincitrice del campionato inglese per un miglior rapporto tra reti realizzate e reti subite[1]. Inoltre, il Preston N.E. raggiunse la finale di FA Cup nell'edizione 1953-1954, venendo sconfitto dal West Bromwich per 3-2. Grande protagonista di quegli anni fu Tom Finney, che entrò a far parte della squadra nel 1938 e vi rimase fino al suo ritiro nel 1960, e considerato il più forte calciatore ad aver vestito la maglia dei Lilywhites[6]. Anche in concomitanza col ritiro di Tom Finney dal calcio giocato, il Preston North End andò incontro a un declino, legato anche all'abolizione del tetto massimo salariale e alla concentrazione di club di maggior successo nelle principali aree urbane inglesi[1]. L'ultimo posto e la conseguente retrocessione dalla First Division 1960-1961 segnarono l'ultima presenza del Preston North End nella massima serie del campionato inglese di calcio. Negli anni sessanta il club partecipò alla Second Division, raggiungendo anche la finale di FA Cup 1963-1964, ma venendo sconfitto dal West Ham Utd per 3-2 con la rete decisiva realizzata al novantesimo minuto di gioco e dopo che il Preston era stato avanti per due volte[1]. Nel 1970 il Preston N.E. venne retrocesso in Third Division per la prima volta nella sua storia, ma tornando prontamente in Second Division l'anno dopo. Negli anni settanta il Preston N.E. alternò stagioni in Second Division a stagioni in Third Division, lasciando la seconda serie al termine della stagione 1980-1981. Nei vent'anni successivi il club si alternò tra il terzo e il quarto livello del campionato inglese, raggiungendo il livello più basso nella stagione 1985-1986 culminata col ventitreesimo posto in Fourth Division e successiva richiesta di ammissione al campionato[1]. Sotto la guida dello scozzese David Moyes, il club conquistò la promozione in First Division, diventata nel 1992 seconda serie nazionale, nel 2000.

Dal 2000 al 2011 il Preston North End ha partecipato al campionato di seconda serie inglese (First Division fino al 2004 e successivamente Football League Championship), accedendo in quattro occasione ai play-off promozione e raggiungendo per due volte la finale, senza riuscire a conquistare la promozione in Premiership: nella stagione 2000-2001 venne sconfitto in finale dal Bolton per 3-0, mentre nella stagione 2004-2005 venne sconfitto in finale dal West Ham Utd per 1-0. Al termine del campionato di Championship 2010-2011 il Preston N.E. venne retrocesso in Football League One, dove rimase per le quattro stagioni successive. Dopo aver partecipato ai play-off promozione nella stagione 2013-2014, il Preston N.E. concluse al terzo posto la Football League One 2014-2015 a due soli punti dal secondo posto che avrebbe portato alla promozione diretta. Nei successivi play-off il Preston N.E. superò il Chesterfield in semifinale e raggiunse la finale di Wembley, che venne vinta per 4-0 sullo Swindon Town, grazie anche a una tripletta realizzata da Jermaine Beckford, e che segnò il ritorno del Preston North End in Football League Championship[1]. Seguirono due undicesimi posti consecutivi e un settimo posto in Championship.

CronistoriaModifica

Cronistoria dello Preston North End Football Club
  Vince la FA Cup. (1º titolo)



Finale di FA Cup.

Finale di FA Cup.
  Vince la FA Cup. (2º titolo)
Finale di FA Charity Shield.

Finale di FA Cup.

Finale di FA Cup.





AllenatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori del Preston North End F.C.
Allenatori

CalciatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori del Preston North End F.C.

PalmarèsModifica

Statistiche e recordModifica

Partecipazione ai campionatiModifica

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
First Division 46 1888-1889 1959-1960 46
Second Division 31 1901-1902 1980-1981 47
First Division 4 2000-2001 2003-2004
Football League Championship 12 2004-2005 2019-2020
Third Division 14 1970-1971 1991-1992 23
Second Division 5 1992-1993 1999-2000
Football League One 4 2011-2012 2014-2015
Fourth Division 2 1985-1986 1986-1987 5
Third Division 3 1993-1994 1995-1996

OrganicoModifica

Rosa 2019-2020Modifica

Rosa e numerazione, tratte dal sito internet ufficiale della società, aggiornate al 29 agosto 2019.[7]

N. Ruolo Giocatore
1   P Declan Rudd
2   D Darnell Fisher
4   C Ben Pearson
5   D Tom Clarke  
6   D Ben Davies
7   A Tom Bayliss
8   C Alan Browne
9   A Louis Moult
10   C Josh Harrop
11   C Daniel Johnson
12   C Paul Gallagher
13   P Michael Crowe
14   D Jordan Storey
15   D Joe Rafferty
16   D Andrew Hughes
17   C Josh Ginnelly
18   C Ryan Ledson
N. Ruolo Giocatore
19   C Andre Green
20   A Jayden Stockley
21   D Patrick Bauer
23   D Paul Huntington
24   A Sean Maguire
25   P Connor Ripley
27   A Connor Simpson
28   P Mathew Hudson
29   A Tom Barkhuizen
30   C Jack Baxter
32   C Adam O'Reilly
34   D Jack Armer
35   A David Nugent
39   A Billy Bodin
44   C Brad Potts
50   A Kevin O'Connor

Rosa 2018-2019Modifica

Aggiornata al 30 agosto 2018.[8]

N. Ruolo Giocatore
1   P Declan Rudd
2   D Darnell Fisher
3   D Joshua Earl
4   C Ben Pearson
5   D Tom Clarke  
6   D Ben Davies
7   A Callum Robinson
8   C Alan Browne
9   A Louis Moult
10   C Josh Harrop
11   C Daniel Johnson
12   C Paul Gallagher
13   P Michael Crowe
14   D Jordan Storey
N. Ruolo Giocatore
15   D Calum Woods
16   D Andrew Hughes
18   C Ryan Ledson
19   A Graham Burke
21   C Brandon Barker
22   P Chris Maxwell
23   D Paul Huntington
24   A Sean Maguire
26   A Michael Howard
27   A Connor Simpson
29   A Tom Barkhuizen
39   A Billy Bodin
45   A Lukas Nmecha
  A Callum Roberts

Rosa 2017-2018Modifica

Aggiornata all'11 marzo 2018.

N. Ruolo Giocatore
1   P Declan Rudd
3   D Greg Cunningham
4   C Ben Pearson
5   D Tom Clarke
7   C Daryl Horgan
8   C Alan Browne
10   C Josh Harrop
11   C Daniel Johnson
12   C Paul Gallagher
14   D Darnell Fisher
15   D Calum Woods
17   D Tommy Spurr
19   C John Welsh
N. Ruolo Giocatore
20   D Ben Davies
21   A Louis Moult
22   P Chris Maxwell
23   D Paul Huntington
24   A Sean Maguire
27   A Connor Simpson
28   P Matthew Hudson
29   A Tom Barkhuizen
31   P Callum Roberts
32   D Josh Earl
37   A Callum Robinson
39   A Billy Bodin

Rosa 2011-2012Modifica

N. Ruolo Giocatore
1   P Thorsten Stuckmann
2   D David Gray
3   D Conor McLaughlin
4   C Ian Ashbee
5   D Clarke Carlisle
6   D Craig Morgan
7   A Iain Hume
8   C Paul Coutts
9   A Jamie Proctor
10   C Barry Nicholson
11   A Juvhel Tsoumou
12   D Brian McLean
14   D Steven Smith
15   C Adam Barton
16   C Danny Mayor
17   C Paul Parry
18   D Daniel Devine
N. Ruolo Giocatore
19   A Keammar Daley
21   P Iain Turner
22   C Graham Alexander
23   D Scott Leather
24   C Seanan Clucas
25   P Andreas Arestidou
26   D Bailey Wright
27   A Jamie Douglas
28   C George Miller
30   D Alex Billington
31   P Dominic Comrie
32   A Michael McLellan
33   A Neil Mellor
34   A Jonathan Forte
35   A Sam Hoskins
38   C Nathan Doyle
39   D Jamie McCombe

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q (EN) Storia del Preston North End Football Club, su pnefc.net. URL consultato il 20 agosto 2019.
  2. ^ (EN) FA Cup Heroes, su thefa.com. URL consultato il 20 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2013).
  3. ^ a b c (EN) The History Of The Football League, su football-league.premiumtv.co.uk. URL consultato il 20 agosto 2019 (archiviato dall'url originale l'11 aprile 2008).
  4. ^ (EN) England 1893-94, su rsssf.com, 17 agosto 1999. URL consultato il 20 agosto 2019.
  5. ^ (EN) 1922 FA Cup Final, su huddersfieldtowncollection.wordpress.com. URL consultato il 20 agosto 2019.
  6. ^ (EN) Sir Tom Finney, su pnefc.net, 14 febbraio 2014. URL consultato il 20 agosto 2019.
  7. ^ First Team Squad, su pnefc.net.
  8. ^ First Team Squad, su pnefc.net.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN156189731 · LCCN (ENnb2005009422 · WorldCat Identities (ENnb2005-009422