Apri il menu principale

Rotondella

comune italiano

«il Balcone dello Jonio»

Rotondella
comune
Rotondella – Stemma Rotondella – Bandiera
Rotondella – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Basilicata-Stemma.svg Basilicata
ProvinciaProvincia di Matera-Stemma.png Matera
Amministrazione
SindacoGianluca Palazzo (Fare Comunità) dal 27-5-2019
Territorio
Coordinate40°10′N 16°31′E / 40.166667°N 16.516667°E40.166667; 16.516667 (Rotondella)Coordinate: 40°10′N 16°31′E / 40.166667°N 16.516667°E40.166667; 16.516667 (Rotondella)
Altitudine576 m s.l.m.
Superficie76,72 km²
Abitanti2 550[1] (31-12-2018)
Densità33,24 ab./km²
FrazioniMortella, Rotondella Due, Trisaia
Comuni confinantiColobraro, Nova Siri, Policoro, Tursi, Valsinni
Altre informazioni
Cod. postale75026
Prefisso0835
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT077023
Cod. catastaleH591
TargaMT
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Cl. climaticazona D, 1 925 GG[2]
Nome abitantirotondellesi
Patronosant'Antonio di Padova
Giorno festivo13 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Rotondella
Rotondella
Rotondella – Mappa
Posizione del comune di Rotondella nella provincia di Matera
Sito istituzionale

Rotondella (A' Rëtunnë in dialetto lucano[3]) è un comune italiano di 2.550 abitanti[1] della provincia di Matera in Basilicata.

Geografia fisicaModifica

TerritorioModifica

Sorge su un monte a 576 m s.l.m. nella zona sud-occidentale della provincia. Il territorio confina a nord con il comune di Tursi (26 km), ad est con il comune di Policoro (22 km), a sud con il comune di Nova Siri (7 km), mentre ad ovest con i territori di Valsinni (14 km) e Colobraro (22 km). Dista 87 km da Matera e 151 km dal capoluogo di regione Potenza.

ClimaModifica

La stazione meteorologica più vicina è quella di Nova Siri. Secondo i dati medi del trentennio 1961-1990, la temperatura media del mese più freddo, gennaio, si attesta a +9,4 °C, mentre quella del mese più caldo, agosto, è di +26,7 °C [4].

NOVA SIRI Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic InvPriEst Aut
T. max. mediaC) 13,414,316,419,524,229,732,932,829,123,618,815,614,420,031,823,822,5
T. min. mediaC) 5,55,67,39,513,117,720,420,517,513,610,27,46,210,019,513,812,4

StoriaModifica

L'abitato ha origini molto antiche. Rotondella viene citato nel 1261 col nome di Rotunda Maris, termine derivato, probabilmente, dalla sua particolare posizione di fronte al mar Jonio. Il primo agglomerato urbano risale comunque al 1518

Nel comune, molto significativa è la chiesa madre dedicata a Santa Maria delle Grazie, nel cui interno sono custodite le statue lignee dell'Immacolata, della Madonna delle Grazie e di Sant'Antonio, e la chiesa di Sant'Antonio da Padova, appartenente al convento francescano degli Zoccolanti. La chiesa ed il convento, edificati nel 1652, furono abitati dai monaci fino al 1862 quando, con la legge Siccardi, divennero proprietà dello stato. La costruzione conserva un bellissimo altare in marmo policromo e alcune statue raffiguranti San Francesco d'Assisi, San Pasquale Bairo e Santa Rosa da Lima.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[5]

 

EconomiaModifica

A Rotondella è presente il Centro ricerche Trisaia dell'ENEA, sede tra le altre cose dell'impianto ITREC (oggi di proprietà della SOGIN).

AmministrazioneModifica

GemellaggiModifica

Rotondella è gemellata con:

Prodotti TipiciModifica

Denominata Terra della Albicocche, tra i suoi piatti e prodotti tradizionali meritano di essere menzionati:

NoteModifica

  1. ^ a b Bilancio demografico 2018, dati Istat, su demo.istat.it.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 557.
  4. ^ Tabella climatica[collegamento interrotto]
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Basilicata: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Basilicata