Tentara Nasional Indonesia Angkatan Darat

Tentara Nasional Indonesia Angkatan Darat (TNI-AD)
Esercito indonesiano
Insignia of the Indonesian Army.svg
Insegna del TNI-AD
Descrizione generale
Attiva5 ottobre 1945
NazioneIndonesia Indonesia
TipoEsercito
RuoloGuerra terrestre
Dimensione300.000[1]
Quartier generaleMenteng, Giacarta
MottoKartika Eka Paksi
(in sanscrito, lit:"Uccello ineguagliabile con nobili obiettivi")
Colori      Verde militare
Battaglie/guerreGuerra d'indipendenza indonesiana
Affare di Madiun
Colpo di stato dell'APRA
Rivolta di Makassar
Invasione di Ambon
Ribellione del Darul Islam
Confronto tra Indonesia e Malaysia
Invasione di Timor Est
Controguerriglia ad Aceh
Controguerriglia a Maluku
Conflitto di Papua
Operazione Madago Raya
Operazione Nemangkawi
Anniversari15 dicembre (Hari Juang Kartika, lett: Giorno dei combattimenti di Kartika)
Sito internetwww.tniad.mil.id/
Parte di
Comandanti
Comandante in capoPresidente Joko Widodo
Capo di stato maggiore dell'esercitoGenerale Andika Perkasa
Vice capo di stato maggiore dell'esercitoTenente generale Bakti Agus Fadjari
Ispettore generale dell'esercitoTenente generale Benny Susianto
Consigliere del capo di stato maggiore dell'esercitoTenente generale Wisnoe Prasetja Boedi
Simboli
BandieraFlag of the Indonesian Army.svg
Coccarda dell'Aviazione dell'EsercitoRoundel of Indonesia – Army Aviation.svg Roundel of Indonesia – Army Aviation – Low Visibility.svg
Bandiera dell'esercito & fin flashFlag of Indonesia.svg
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

L'esercito indonesiano (in indonesiano: Tentara Nasional Indonesia-Angkatan Darat (TNI–AD), letteralmente "Forza militare terrestre nazionale indonesiana"), è la componente terrestre delle forze armate nazionali indonesiane. Esso ha una forza stimata di 300.000 soldati regolari.[1] La storia dell'esercito indonesiano ha le sue radici nel 1945, quando le Tentara Keamanan Rakyat (TKR) "Forze di Sicurezza Civile" emersero per prime come corpo paramilitare e di polizia.[2]

Dal movimento per l'indipendenza della nazione, l'esercito indonesiano è stato coinvolto in molteplici operazioni che vanno dall'incorporazione della Nuova Guinea occidentale, al confronto tra Indonesia e Malaysia e all'annessione di Timor Est, così come alle operazioni di controguerriglia ad Aceh, Maluku e Papua. Le operazioni dell'esercito non sono state senza polemiche; è stato periodicamente associato a violazioni dei diritti umani, in particolare in Papua occidentale, Timor Est ed Aceh.[3][4]

L'esercito indonesiano è composto da un quartier generale, 15 comandi militari di zona, un comando di riserva strategica KOSTRAD, il comando forze speciali Kopassus, e varie unità ausiliari.

Veicoli corazzati Anoa indonesiani in parata.

StoriaModifica

La formazioneModifica

Nella settimana seguente la resa giapponese del 1945, i gruppi Giyugun (PETA) ed Heiho vennero sciolti dai giapponesi. La maggior parte dei membri di PETA e Heiho non era ancora a conoscenza della dichiarazione di indipendenza. Le strutture di comando e di appartenenza vitali per un esercito nazionale vennero di conseguenza smantellate. Così, invece di essere formate da un esercito addestrato, armato e organizzato, le forze armate repubblicane iniziarono a crescere a settembre da gruppi solitamente più giovani e meno addestrati costruiti attorno a leader carismatici.[5] La creazione di una struttura militare razionale, che fosse obbediente alla autorità centrale da tale disorganizzazione, fu uno dei principali problemi della rivoluzione, un problema che rimase fino all'età contemporanea.[6] Nell'esercito indonesiano auto-creato, gli ufficiali indonesiani addestrati dai giapponesi prevalsero su quelli formati dagli olandesi.[senza fonte]. Un ex insegnante di scuola trentenne, Sudirman, venne eletto "comandante in capo" alla prima riunione dei comandanti di divisione a Yogyakarta il 12 Novembre 1945.[7]

Consapevoli dei limiti dell'esercito di fronte all'aggressione olandese, il popolo e il governo dell'Indonesia non ebbero altra scelta che combattere le minacce straniere all'indipendenza della giovane nazione. Così, nel 1947, la Dottrina della Guerra Popolare, in cui tutto il potere delle forze armate nazionali e della comunità e le risorse vennero dispiegate per affrontare l'aggressione olandese, venne ufficialmente implementata all'interno dell'esercito e delle forze armate più ampie come strategia militare nazionale. Pertanto, l'integrità e l'esistenza della Repubblica Unitaria di Indonesia vennero mantenute con la forza militare con il popolo. Conformemente alla decisione della Ronde Tafel Conferentie (RTC), alla fine del 1949 nacquero gli Stati Uniti d'Indonesia (RIS). Di conseguenza, le forze terrestri del TNI formarono quindi parte dell'Angkatan Perang Republik Indonesia Serikat (APRIS) (in seguito Angkatan Perang Republik Indonesia o APRI quando la repubblica divenne unitaria nel 1950). Fu la fusione del TNI e dell'ex KNIL e di tutto il personale militare delle due forze, più i gruppi paramilitari indipendenti (laskar) che avevano combattuto la guerra dalla parte del movimento indipendentista.

Le azioni contro le ribellioniModifica

 
Soldati dell'esercito indonesiano nel Sinai, 1957. Facevano parte del Contingente Garuda che lavorava sotto la UNEF

Il periodo è anche chiamato il periodo della democrazia liberale è caratterizzato da varie ribellioni nel paese. Nel 1950 la maggior parte degli ex membri dell'esercito coloniale lanciò una rivolta a Bandung che è conosciuta come la rivolta della Legione di Ratu Adil/APRA ed era guidata dall'ex ufficiale KNIL Raymond Westerling. L'esercito doveva anche affrontare la rivolta a Makassar guidata da Andi Azis e dalla Repubblica delle Molucche del Sud (RMS) a Maluku. Nel frattempo, DaruI Islam a Giava ovest ampliò la sua influenza a Kalimantan meridionale, Sulawesi meridionale ed Aceh. Nel 1958 il Governo Rivoluzionario della Repubblica di Indonesia/Lotta Popolare (PRRI/Permesta) iniziò una ribellione in gran parte di Sumatra e Sulawesi settentrionale mettendo in pericolo l'integrità nazionale. Come parte delle forze armate nazionali, l'esercito contribuì a sconfiggere tutte queste rivolte, aumentando il suo prestigio agli occhi del governo e del popolo. Il futuro capo di stato maggiore dell'esercito Ahmad Yani fu determinante in una di queste prime vittorie contro i ribelli a Giava centrale.

Il 17 novembre 1952, il generale Nasution venne sospeso come capo di stato maggiore dell'esercito dopo assunto il comando e il sostegno dell'indisciplina dell'esercito che minacciava il governo. Dagli anni '50, i militari articolarono le dottrine del dwifungsi e dell'hankamrata, ruoli militari nello sviluppo socio-politico del Paese così come la sicurezza; e l'obbligo che le risorse delle persone siano al richiamo delle forze armate. Il 5 luglio 1959, Sukarno, con il sostegno delle forze armate, emise un decreto per sciogliere l'Assemblea Costituente e reintrodurre la Costituzione del 1945 con forti poteri presidenziali. Assunse il ruolo aggiuntivo di primo ministro, che completava la struttura di "democrazia guidata" e venne nominato "Presidente a vita", anche con l'aiuto dell'esercito, l'anno successivo.

Allo stesso tempo, il governo indonesiano iniziò ad inviare le sue truppe nelle missioni di pace dell'ONU. Il primo gruppo di soldati fu inviato nel Sinai, in Egitto ed era conosciuto come Contingente Garuda I. Il Contingente Garuda I iniziò il suo primo schieramento l'8 gennaio 1957 in Egitto. Il Contingente Garuda I era costituito dal personale combinato del 15° Reggimento fanteria dell'Armata Comando Territoriale (TT) IV/Diponegoro, nonché da una compagnia del 18° Reggimento fanteria TC V/Brawijaya a Malang. Questo contingente era guidato dal tenente colonnello di fanteria Hartoyo che venne poi sostituito dal tenente colonnello di fanteria Suadi Suromihardjo, mentre il suo vice era il maggiore di fanteria Soediono Suryantoro. Il contingente partì l'8 gennaio 1957 a bordo dell'aereo da trasporto Douglas C-124 Globemaster II dell'United States Air Force per Beirut, la capitale libanese. Da Beirut il contingente venne diviso in due, la maggioranza diretta ad Abu Suweir e in parte ad Al Sandhira. Inoltre, le truppe di El Sandhira si spostarono a Gaza, l'area di confine tra Egitto e Israele, mentre il comando era a Rafah. Questo contingente tornò in Indonesia il 29 settembre 1957. Il Contingente Garuda I aveva un numero totale di 559 membri dell'esercito di tutti i gradi.

Dal 1960 in poiModifica

 
Membri della Forza di guerriglia popolare del Sarawak (SPGF), dell'Esercito nazionale del Kalimantan settentrionale (NKNA) e dell'esercito indonesiano (TNI-AD) durante il confronto tra Indonesia e Malaysia

L'esercito venne fortemente coinvolto nelle stragi indonesiane del 1965-1966. Le stragi erano purghe anticomuniste a seguito di un fallito colpo di stato del Movimento 30 Settembre. Le stime più accettate sono che più di 500.000 persone vennero uccise. L'epurazione fu un evento fondamentale nella transizione al "Nuovo Ordine"; il Partito Comunista Indonesiano (PKI) venne eliminato come forza politica. Il fallito colpo di stato rilasciò odi comunisti repressi che vennero alimentati dall'esercito indonesiano, che accusò rapidamente l'infrastruttura del PKI. I comunisti vennero epurati dalla vita politica, sociale e militare e il PKI stesso venne vietato. I massacri iniziarono nell'ottobre del 1965, nelle settimane successive il tentato colpo di Stato, e raggiunsero il loro picco nel resto dell'anno prima del cedimento nei primi mesi del 1966. Iniziarono nella capitale, Giacarta, e si diffusero a Giava centrale ed orientale e, in seguito, Bali. Migliaia di vigilantes locali e unità dell'esercito uccisero reali e presunti membri del PKI. Anche se si verificarono omicidi in tutta l'Indonesia, i peggiori furono nelle roccaforti del PKI di Giava centrale, Giava orientale, Bali, e nel nord di Sumatra. È possibile che più di un milione di persone vennero detenute in un momento o in un altro.

L'equilibrismo di Sukarno del Nasakom (nazionalismo, religione e comunismo) venne svelato. Il suo più importante pilastro di sostegno, il PKI, era stato effettivamente eliminato dagli altri due pilastri, l'esercito e la politica islamica; e l'esercito era sulla strada del potere incontrastato. Nel marzo 1968, Suharto venne formalmente eletto presidente.

Gli omicidi vennero saltati nella maggior parte dei libri di storia indonesiani e ricevettero poca introspezione dagli indonesiani e relativamente poca attenzione internazionale. Spiegazioni soddisfacenti per la portata e la frenesia della violenza sfidarono gli studiosi da tutte le prospettive ideologiche. La possibilità di un ritorno a simili sconvolgimenti è citata come un fattore del conservatorismo politico dell'amministrazione del "Nuovo Ordine" e dello stretto controllo del sistema politico. La vigilanza contro una minaccia comunista percepita rimase un segno distintivo della presidenza trentennale di Suharto. La CIA descrisse il massacro come "uno dei peggiori omicidi di massa del XX secolo, insieme alle epurazioni sovietiche degli anni '30, agli omicidi di massa nazisti durante la seconda guerra mondiale e al bagno di sangue maoista dei primi anni '50."[8]

Tuttavia, le successive operazioni dell'esercito non sono state prive di controversie.[3] Il coinvolgimento nelle operazioni di pace delle Nazioni Unite è continuato, ma nel 2010 la Forza ad interim delle Nazioni Unite in Libano è stata fortemente criticata dopo che due soldati indonesiani vennero filmati in fuga da uno scontro in taxi al confine israelo-libanese.[9]

La dimensione dell'esercito si ampliò nel corso degli anni; nel luglio del 1976 l'esercito venne stimato consistere esclusivamente di 180.000 soldati, una brigata di cavalleria corazzata, parte del Kostrad (un battaglione di carri armati, più unità di supporto), 14 brigate di fanteria (90 battaglioni di fanteria, 1 di paracadutisti, 9 di artiglieria, 11 di contraerea, e 9 del Genio) di cui tre erano nel Kostrad, due brigate aviotrasportate per un totale di sei battaglioni, anch'esse parte del Kostrad, un battaglione corazzato indipendente, 7 battaglioni indipendenti di cavalleria corazzata, e quattro battaglioni para-commando indipendenti.[10]

OrganizzazioneModifica

 
Soldati di fanteria dell'esercito indonesiano del Kostrad e degli incursori durante una cerimonia

L'esercito indonesiano è attualmente organizzato in 15 regioni militari sparse in tutto l'arcipelago indonesiano. Sono posti sotto la giurisdizione del quartier generale dell'esercito. Tre hanno sede a Sumatra, quattro a Giava, due a Kalimantan, uno nelle Piccole Isole della Sonda, due a Sulawesi, uno con sede a Maluku e due con sede nella Papua. Il Komando Cadangan Strategis Angkatan Darat (forze di riserva) ed il Komando Pasukan Khusus (forze speciali) sono formazioni indipendenti e direttamente subordinate al capo di stato maggiore. Il quartier generale dell'esercito è in coordinamento con il comando delle forze armate. L'ufficiale di grado più alto all'interno dell'esercito è il capo di stato maggiore dell'esercito che ha il grado di generale a quattro stelle ed è responsabile nei confronti del comandante delle forze armate.

L'esercito indonesiano è così strutturato secondo quanto previsto dal decreto presidenziale n. 66/2019:[11]

Elementi di comandoModifica

  • Capo di stato maggiore dell'esercito indonesiano, posizione tenuta da un generale a quattro stelle.
  • Vice capo di stato maggiore dell'esercito, posizione tenuta da un generale a tre stelle.
  • Ispettore generale dell'esercito, posizione tenuta da un generale a tre stelle.
  • Consigliere del capo di stato maggiore dell'esercito, posizione tenuta da un generale a tre stelle.

Assistenti degli elementi di comandoModifica

  • Consigliere per la pianificazione e il budget dell'esercito
  • Consigliere per l'intelligence dell'esercito
  • Consigliere operativo dell'esercito
  • Consigliere per l'addestramento dell'esercito
  • Consigliere per le risorse umane dell'esercito
  • Consigliere per la logistica dell'esercito
  • Consigliere territoriale dell'esercito

Elementi di servizioModifica

  • Distaccamento quartier generale dell'esercito (Detasemen Markas Besar TNI AD)

Agenzie esecutive centraliModifica

Le agenzie con suffisso Pusat , Akademi, e Sekolah fanno capo a generali a due stelle, mentre le agenzie con suffisso Dinas e Direktorat sono guidati da un generale a una stella. Ci sono eccezioni per il Centro Territoriale, il Centro di Polizia Militare dell'Esercito e l'Ospedale dell'Esercito in quanto sono tutti diretti da un generale a tre stelle.

  1. Centro Forze Territoriali dell'esercito (Pusat Teritorial TNI Angkatan Darat), incaricato di favorire e svolgere le funzioni di difesa e sviluppo del territorio al fine di supportare le missioni di base affidate all'Esercito.
  2. Centro Polizia Militare dell'esercito (Pusat Polisi Militer TNI Angkatan Darat)
  3. Ospedale dell'esercito Gatot Soebroto (Rumah Sakit Pusat Angkatan Darat Gatot Soebroto)
  4. Centro Aviazione dell'Esercito (Pusat Penerbangan TNI Angkatan Darat)
  5. Centro Medico dell'esercito (Pusat Kesehatan TNI Angkatan Darat), incaricato di mantenere la salute del personale di servizio dell'esercito.
  6. Centro del Corpo del Genio dell'esercito (Pusat Zeni TNI Angkatan Darat)
  7. Centro Corpo delle Comunicazioni dell'esercito (Pusat Perhubungan TNI Angkatan Darat)
  8. Centro Munizioni dell'esercito (Pusat Peralatan TNI Angkatan Darat)
  9. Centro Logistica e Trasporti dell'esercito (Pusat Pembekalan Angkutan TNI Angkatan Darat)
  10. Accademia Militare dell'Indonesia (Akademi Militer / Akmil)
  11. Scuola Candidati Ufficiali dell'esercito (Sekolah Calon Perwira Angkatan Darat (Secapaad))
  12. Scuola Comando e Stato Maggiore dell'esercito (Sekolah Staf dan Komando TNI Angkatan Darat/ Seskoad)
  13. Centro Intelligence dell'esercito (Pusat Intelijen TNI Angkatan Darat),
  14. Centro Radio ed Operazioni Cibernetiche dell'esercito (Pusat Sandi dan Siber TNI Angkatan Darat)
  15. Direzione dell'Aiutante Generale dell'esercito (Direktorat Ajudan Jenderal TNI Angkatan Darat)
  16. Direzione del Servizio di Topografia dell'esercito (Direktorat Topografi TNI Angkatan Darat)
  17. Direzione del Servizio di Giustizia dell'esercito (Direktorat Hukum TNI Angkatan Darat)
  18. Direzione Corpo di Finanza dell'esercito (Direktorat Keuangan TNI Angkatan Darat)
  19. Dipartimento d'Idoneità fisica e Sport dell'esercito (Dinas Jasmani TNI Angkatan Darat), responsabile delle funzioni d'idoneità fisica compresi l'addestramento, l'aggiornamento e la manutenzione verso il personale e le unità all'interno dell'organizzazione dell'esercito.[12]
  20. Dipartimento dell'Ordinariato dell'esercito (Dinas Pembinaan Mental TNI Angkatan Darat). Questa agenzia si occupa di organizzare l'accompagnamento mentale per soldati e funzionari e le loro famiglie attraverso una mentalità di tutoraggio spirituale e ideologico al fine di supportare il compito principale dell'esercito.
  21. Dipartimento del Servizio di Psicologia dell'esercito (Dinas Psikologi TNI Angkatan Darat), responsabile degli affari psicologici nei confronti del personale e dei militari dell'esercito al fine di supportare le condotte operative dell'esercito. Questa agenzia è anche coinvolta nella selezione dei candidati, nello sviluppo della carriera e della personalità del membro del personale, nella valutazione della fattibilità psicologica dei membri, nello sviluppo della ricerca relativa alla psicologia e all'esercito nel campo della strategia sociale, della guerra e della pianificazione.
  22. Dipartimento di Ricerca & Sviluppo dell'esercito (Dinas Penelitian dan Pengembangan TNI Angkatan Darat), responsabile della pianificazione e dello sviluppo di attrezzature e strutture per l'esercito e guidato da un generale di brigata.
  23. Dipartimento del Servizio Storico dell'esercito (Dinas Sejarah TNI Angkatan Darat) - responsabile di studi di ricerca e di attività di promozione e conservazione della storia e del patrimonio dell'esercito.
  24. Dipartimento dell'Informazione e dell'Elaborazione dei dati dell'esercito (Dinas Informasi dan Pengolahan Data TNI Angkatan Darat)
  25. Dipartimento di Pubbliche Relazioni dell'esercito (Dinas Penerangan TNI Angkatan Darat), incaricato di fornire informazioni e spiegazioni al pubblico delle attività e degli incidenti associati all'esercito al fine di supportare i compiti operativi dell'esercito.
  26. Dipartimento del Servizio di Assicurazione dell'esercito (Dinas Kelaikan TNI Angkatan Darat)
  27. Dipartimento del Servizio Acquisti dell'esercito (Dinas Pengadaan TNI Angkatan Darat)

Comandi principali sotto il Quartier generale dell'esercitoModifica

Comando Strategico dell'esercitoModifica

 
Soldati del Kostrad

  Kostrad è il comando strategico operativo dell'esercito indonesiano. Il Kostrad è un comando a livello di corpo d'armata che ha circa 40.000 soldati.[13] Supervisiona inoltre la prontezza operativa tra tutti i comandi e conduce operazioni di difesa e sicurezza a livello strategico in conformità con le politiche del comandante del TNI. I berretti verdi sono indossati dal suo personale. Il Kostrad è la principale unità di combattimento di base dell'esercito indonesiano, mentre Kopassus sono le forze speciali d'élite dell'esercito indonesiano, Kostrad mantiene ancora come unità di combattimento di prima linea del TNI al di sotto del Kopassus .[14] Il Kostrad non è solo classificato come "unità di riserva", è anche usato come combattimento principale, ma è schierato in determinate circostanze ed è anche in grado di operazioni semi-speciali perché principalmente unità di fanteria aviotrasportata fanno parte di questo corpo d'armata. Il Kostrad contiene unità di fanteria (incluse le unità aviotrasportate), d'artiglieria, di cavalleria e altre unità militari da combattimento. La composizione delle 3 divisioni è:

  • 17ª Brigata fanteria aviotrasportata incursori Kujang I
    • QG Brigata
    • 305° Battaglione fanteria incursori paracadutisti/Tengkorak
    • 328° Battaglione fanteria incursori paracadutisti/Dirgahayu
    • 330° Battaglione fanteria incursori paracadutisti/Tri Dharma
  • 13ª Brigata fanteria (incursori)
    • 303° Battaglione fanteria incursori
    • 321° Battaglione fanteria incursori
    • 323° Battaglione fanteria incursori
  • 2° Reggimento d'artiglieria, Sadang, Purwakarta, Giava occidentale
    • 9° Battaglione d'artiglieria, Purwakarta
    • 10° Battaglione d'artiglieria, Bogor
    • 13° Battaglione d'artiglieria, Sukabumi
  • 1° Battaglione d'artiglieria di difesa aerea leggera ('Yon Arhanudri 1')
  • 1° Battaglione cavalleria/Badak Ceta Cakti con carri armati Leopard 2 Revolution
  • 9° Battaglione del Genio da combattimento paracadutista
  • 2° Battaglione Rifornimenti e trasporti
  • Compagnia di ricognizione di cavalleria
  • Compagnia trasporti
  • Compagnia di manutenzione
  • Compagnia medica
  • Compagnia polizia militare
  • Ufficio dell'Aiutante Generale
  • 2ª Divisione fanteria Comando QG Singosari, Malang, Giava orientale
      • 6ª Brigata fanteria incursori (meccanizzata)
        • 411° Battaglione fanteria incursori (meccanizzato)
        • 412° Battaglione fanteria incursori (meccanizzato)/Bharata Eka Sakti
        • 413° Battaglione fanteria (meccanizzato)
      • 9ª Brigata fanteria (Raider)
        • 509° Battaglione fanteria incursori
        • 514° Battaglione fanteria incursori
        • 515° Battaglione fanteria incursori
      • 18ª Brigata aviotrasportata incursori
        • 501° Battaglione fanteria paracadutista
        • 502° Battaglione fanteria paracadutista
        • 503° Battaglione fanteria paracadutista
      • 1° Reggimento d'artiglieria
      • 2° Battaglione d'artiglieria di difesa aerea leggera
      • 8° Battaglione corazzato con carri armati Leopard 2A4
      • 10° Battaglione del Genio da combattimento
      • 2° Battaglione Rifornimenti
      • Squadrone di ricognizione di cavalleria
      • Compagnia trasporti
      • Compagnia di deposito meccanico
      • Compagnia medica
      • Compagnia polizia militare
      • Ufficio dell'Aiutante Generale
  • 3ª Divisione fanteria Comando QG a Bontomarannu, Gowa, Sulawesi meridionale
  • 3ª Brigata fanteria paracadutista incursori/Tri Budi Sakti
    • Comando brigata
    • 431° Battaglione fanteria paracadutista incursori/Satria Setia Perkasa
    • 432° Battaglione fanteria paracadutista incursori/Waspada Setia Jaya
    • 433° Battaglione fanteria paracadutista incursori/Julu Siri
  • 20ª Brigata fanteria incursori/Ima Jaya Keramo
    • Comando brigata
    • 750° Battaglione fanteria incursori (sotto formazione)
    • 754° Battaglione fanteria incursori
    • 755° Battaglione fanteria incursori
  • 6° Battaglione d'artiglieria
  • Compagnia di ricognizione di cavalleria
  • 16° Battaglione d'artiglieria di difesa aerea media
  • Battaglione del Genio da combattimento (sotto formazione)
  • Distaccamento polizia militare
  • Compagnia di manutenzione
  • Compagnia medica
  • Battaglione trasporti
  • Ufficio dell'Aiutante Generale

Comando Sviluppo Dottrina, Istruzione e Formazione dell'EsercitoModifica

Il Comando Sviluppo Dottrina, Istruzione e Formazione dell'esercito (Komando Pembinaan Doktrin, Pendidikan dan Latihan TNI AD or Kodiklatad) ha il compito di fornire addestramento a tutti gli ufficiali, i warrant officer, i sottufficiali ed il personale arruolato dell'esercito.

  • QG Kodiklatad, situato a Bandung, Giava occidentale
  • Centro dell'Arma di Fanteria (Pusat Kesenjataan Infanteri (Pussenif)) situato a Bandung
  • Centro dell'Arma di Cavalleria (Pusat Kesenjataan Kavaleri (Pussenkav)) situato a Bandung
  • Centro dell'Arma d'Artiglieria di Difesa Aerea (Pusat Kesenjataan Artileri Pertahanan Udara (Pussenarhanud)) situato a Cimahi
  • Centro dell'Arma d'Artiglieria (Pusat Kesenjataan Artileri Medan (Pussenarmed)) situato a Cimahi
  • Centro d'Addestramento Operazioni di Combattimento (Pusat Latihan Tempur TNI AD (Puslatpur TNI AD)) situato a Baturaja
  • Centro di Simulazioni di Combattimento (Pusat Simulasi Tempur TNI AD (Pussimpur TNI AD)) situato a Bandung
  • Centri d'Addestramento delle Armi dell'esercito (Pusdik Kecabangan):
    • Scuola Addestramento di Fanteria (Pusat Pendidikan Infanteri (Pusdikif)) a Bandung
    • Scuola Addestramento di Cavalleria (Pusat Pendidikan Kavaleri (Pusdikkav)) a Padalarang
    • Scuola Addestramento d'Artiglieria di Difesa Aerea (Pusat Pendidikan Artileri Pertahanan Udara (Pusdikarhanud)) a Malang, Giava orientale
    • Scuola Addestramento d'Artiglieria (Pusat Pendidikan Artileri Medan (Pusdikarmed)) a Cimahi
    • Scuola Addestramento Corpo Femminile (Pusat Pendidikan Korps Wanita TNI AD (Pusdikkowad)) a Lembang
    • Centro Addestramento Corpo di Finanza (Pusat Pendidikan Keuangan (Pusdikku)) a Bandung
    • Scuola Addestramento Idoneità fisica e Sport (Pusat Pendidikan Jasmani (Pusdikjas)) a Cimahi
    • Scuola Addestramento Corpo di Polizia Militare (Pusat Pendidikan Polisi Militer (Pusdikpom)) a Cimahi
    • Centro Addestramento Corpo delle Comunicazioni (Pusat Pendidikan Perhubungan (Pusdikhub)) a Cimahi
    • Scuola Addestramento Difesa Territoriale (Pusat Pendidikan Teritorial (Pusdikter)) a Bandung
    • Scuola Addestramento Trasporti e Logistica (Pusat Pendidikan Pembekalan Angkutan (Pusdikbekang)) a Cimahi
    • Scuola Addestramento Corpo Armamenti (Pusat Pendidikan Peralatan (Pusdikpal)) a Cimahi
    • Centro Addestramento Topografia (Pusat Pendidikan Topografi (Pusdiktop)) a Bandung
    • Scuola Addestramento Corpo del Genio (Pusat Pendidikan Zeni (Pusdikzi)) a Bogor
    • Scuola di Medicina dell'Esercito (Pusat Pendidikan Kesehatan (Pusdikkes)) a Giacarta
    • Scuola Addestramento Intelligence (Pusat Pendidikan Intelijen (Pusdikintel)) a Bogor
    • Centro Addestramento Corpo dell'Aiutante Generale (Pusat Pendidikan Ajudan Jenderal (Pusdikajen)) a Lembang
    • Centro Addestramento Corpo di Giustizia (Pusat Pendidikan Hukum (Pusdikkum)) a Giacarta
    • Scuola Addestramento Militare Generale (Pusat Pendidikan Pengetahuan Militer Umum (Pusdikpengmilum)) a Cimahi
    • Scuola Addestramento Comando Aviazione dell'Esercito (Pusat Pendidikan Penerbang Angkatan Darat (Pusdikpenerbad)) a Semarang
    • Agenzia Revisione delle Applicazioni Scientifiche e Tecnologiche (Lembaga Pengkajian Teknologi/STTAD (Lemjiantek)) a Bandung
    • Politecnico (Politeknik Angkatan Darat (Poltekad)) a Malang
    • Reggimenti Addestramento Territoriale (Resimen Induk Daerah Militer (Rindam)) assegnati a tutti i 15 comandi militari regionali dell'esercito

Comando forze specialiModifica

  Comando forze speciali (Kopassus), comprende 5.530 soldati ed è composto da cinque gruppi, Grup 1/Parakomando (Para Commando), Grup 2/Parakomando (Para Commando), Centro di addestramento delle forze speciali (Pusat Pendidikan Pasukan Khusus (Training)), Grup 3/Sandhi Yudha (Intelligence di combattimento), SAT 81/Penanggulangan Teror (Antiterrorismo); oltre al personale della Brigata Guardia presidenziale (Paspampres) e del quartier generale.[15] Ogni gruppo è guidato da un colonnello e tutti i gruppi sono qualificati para-commando. Il Kopassus è noto per i suoi ruoli in operazioni ad alto rischio come il dirottamento del Woyla e la crisi degli ostaggi di Mapenduma. Tuttavia, il Kopassus è anche noto per le sue presunte violazioni dei diritti umani a Timor Est e in Papua. Il personale dell'unità si distingue per i suoi berretti rossi, simile alla maggior parte delle unità di paracadutisti e forze speciali del mondo.

Comandi territorialiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Kodam e Babinsa.
 
I comandi dell'area militare (Komanda Daerah Militer, o KODAM) a partire dal 2021
  • KODAM: Comando militare regionale (livello provinciale) - comandato da un maggiore generale
  • KOREM: Comando area militare (copre grandi aree o residenze) - ulteriormente suddiviso in 2 tipi, A e B, comandati rispettivamente da un generale di brigata e da un colonnello
  • KODIM: Comando distretto militare (livello città o reggenza) - ulteriormente suddivisi, in 3 tipi, indipendente, A e B, comandati rispettivamente da un colonnello, un tenente colonnello ed un maggiore.
  • KORAMIL: Comando settore distrettuale militare (livello Kecamatan) - ulteriormente suddiviso in 2 tipi, A e B, comandati rispettivamente da un maggiore e da un capitano.

I distretti militari delle forze armate noti come "KODAM" e l'organizzazione operativa di questi vennero stabiliti dal generale Sudirman (l'allora Comandante delle forze armate nazionali indonesiane), seguendo il modello del sistema nazista del Wehrkreise. Il sistema venne successivamente codificato in Surat Perintah Siasat No.1, firmato in dottrina nel novembre 1948.

 
Quartier generale del Comando area militare di Giacarta.

La struttura dell'esercito subì varie riorganizzazioni durante i suoi primi anni. Dal 1946 al 1952 l'esercito venne organizzato in una serie di divisioni di armi combinate. Queste vennero ulteriormente consolidate nel 1951 e poi disperse nel 1952. Dal 1952 al 1958-1959, l'esercito venne organizzato in sette Armate territoriali ("Tentara & Teritoriums") composti da reggimenti e formazioni indipendenti a livello di battaglione ed inferiori. Nell'agosto 1958, l'esercito indonesiano riconsolidò la sua organizzazione territoriale. Vennero quindi istituiti sedici comandi regionali, che mantennero i precedenti titoli divisionali; la Divisione Siliwangi, per esempio, divenne Kodam VI/Siliwangi.[16] I CR, allora come oggi, erano suddivisi amministrativamente in Aree (gli ex reggimenti territoriali), Distretti (gli ex battaglioni reggimentali) e Settori Distrettuali, e operativamente composti da un certo numero di battaglioni di specialità e in alcuni comandi regionali da una brigata di fanteria.

Una riorganizzazione nel 1985 apportò cambiamenti significativi nella catena di comando dell'esercito. I quattro Comandi di Difesa Regionale multiservizio (Kowilhan) e il Comando delle Forze Strategiche Nazionali (Kostranas) vennero eliminati dalla struttura di difesa, ristabilendo il Comando Militare Regionale (Kodam) come organizzazione chiave per operazioni strategiche, tattiche e territoriali per tutti i servizi.[17] La catena di comando scorreva direttamente dal comandante in capo dell'ABRI, tramite il capo di stato maggiore dell'esercito, ai comandanti dei dieci comandi territoriali e quindi ai comandi territoriali subordinati dell'esercito.

I comandi territoriali incorporano comandi provinciali e comandi di distretto ciascuno con un numero di battaglioni di fanteria, a volte un battaglione di cavalleria, d'artiglieria, o del Genio, e viene attivato un numero crescente di brigate di fanteria.[18] Alcuni hanno battaglioni d'incursori distaccati.

Corpi/Armi dell'esercitoModifica

Elementi di combattimentoModifica

 
Soldati di fanteria dell'esercito indonesiano
 Lo stesso argomento in dettaglio: Battaglioni di fanteria dell'esercito indonesiano e Brigate di fanteria dell'esercito indonesiano.
  • Arma di Fanteria (INF): (in indonesiano: Infanteri) - l'Arma di Fanteria è l'unità principale e maggiore dell'elemento di combattimento dell'esercito indonesiano. L'elemento di fanteria è la più grande e principale truppa da combattimento all'interno dell'esercito indonesiano. Il Kostrad ed il Kopassus fanno tutti parte di quest'arma, sebbene siano costituiti internamente anche da unità non di fanteria. In Indonesia ci sono più di 100 battaglioni di fanteria sparsi in tutto il paese. I berretti verdi sono indossati dai fanti dell'esercito indonesiano. La fanteria dell'esercito indonesiano è sotto gli auspici del Centro Arma di Fanteria ("Pussenif") che è sotto il comando di un maggiore generale. Il ramo di fanteria dell'esercito indonesiano è costituito da un numero enorme di unità mentre il Military Balance 2007 dell'International Institute for Strategic Studies elenca l'esercito con 2 brigate, (6 battaglioni), più altri 60 battaglioni in ogni distretto militare ("Kodam") e nove battaglioni nel Kostrad.[19] I battaglioni di fanteria d'élite dell'esercito indonesiano sono chiamati "Battaglioni incursori" (formati nel 2003) che sono appositamente addestrati nelle incursioni e nell'assalto aereo (comprese le operazioni antiterrorismo, estrazione, guerriglia e combattimento ravvicinato).[20] Per forza e capacità, 1 battaglione di fanteria incursori equivale a 3 battaglioni di fanteria regolare combinati. Ci sono attualmente circa 39 battaglioni incursori nell'Arma di Fanteria dell'esercito indonesiano, con una forza da 650 a 800 uomini per battaglione. È più grande rispetto ai battaglioni di fanteria regolare che consistono solo di circa 450-570 fanti. Anche se il capo di stato maggiore dell'esercito sta pianificando in futuro di qualificare tutti i battaglioni di fanteria (eccetto quelli meccanizzati) come pronti per gli "incursori",[20] ora ci sono battaglioni meccanizzati che sono qualificati "incursori" oltre al loro ruolo meccanizzato. I battaglioni di fanteria nell'esercito indonesiano provengono da diverse organizzazioni o corpi di combattimento, ci sono diversi battaglioni di fanteria parte del Kostrad e alcuni fanno parte dei comandi militari territoriali, lo stesso caso ricade anche sui battaglioni di fanteria incursori. Attualmente, ci sono ora 3 brigate di fanteria aviotrasportata nell'esercito indonesiano che sono tutte "incursori" qualificati (chiamati come: incursori paracadutisti), e fanno tutti parte del corpo del Kostrad. I colori del berretto della fanteria dell'esercito indonesiano sono come mostrato di seguito:
    • I soldati della fanteria regolare indossano: berretto verde con fucili incrociati
    • I fanti del Kostrad indossano: berretto verde con emblema del Kostrad, (alle unità aviotrasportate vengono aggiunte le insegne dell'ala dei paracadutisti sul berretto)
    • I fanti incursori indossano: berretto verde scuro con l'emblema della baionetta degli incursori
    • I fanti meccanizzati indossano: berretto verde scuro con emblema della fanteria meccanizzata

Ci sono oggi 5 tipi di battaglioni di fanteria nell'esercito indonesiano, che sono:

  1. Battaglione di fanteria incursori paracadutisti (abbreviato "Yonif Para Raider"): sono battaglioni di fanteria aviotrasportata parte del Kostrad che sono capaci anche nelle operazioni di assalto aereo e d'incursione.
  2. Battaglione di fanteria meccanizzata incursori (abbreviato "Yonif Mekanis Raider"): sono battaglioni di fanteria incursori meccanizzati che sono capaci di operazioni speciali che possono anche svolgere guerra urbana e operazioni di fanteria meccanizzata terrestri.
  3. Battaglione di fanteria incursori (abbreviato "Yonif Raider"): sono battaglioni di fanteria che sono fondamentalmente addestrati per guerra d'incursione ed assalto aereo.
  4. Battaglione di fanteria meccanizzata (abbreviato "Yonif Mekanis"): battaglioni di fanteria mobile, equipaggiati con APC e IFV.
  5. Battaglione di fanteria (abbreviato "Yonif"): sono battaglioni di fanteria leggera.

Tutti i fanti delle forze armate nazionali indonesiane (TNI) hanno capacità in guerra nella giungla, compresi i fanti del Corpo dei Marines indonesiani e dei Paskhas.

Elementi di supporto al combattimentoModifica

 
Il 1° Reggimento d'artiglieria di difesa aerea (Falatehan) del distretto militare Kodam Jaya
 
Carri armati Leopard 2 durante la parata alla cerimonia della Giornata nazionale delle forze armate indonesiane
  • Cavalleria (KAV): (in indonesiano: Kavaleri) è l'unità delle forze corazzate dell'esercito. La sua funzione principale è quella di elemento di supporto al combattimento. Le unità di cavalleria non si affidano solo a carri armati, APC e IFV come mezzi di combattimento, ma utilizzano anche cavalli appositamente addestrati per il combattimento ed il supporto al combattimento operazioni su qualsiasi terreno. I soldati indossano berretti neri. L'unità di cavalleria è sotto il Centro dell'Arma di Cavalleria (Pussenkav).
  • Artiglieria da campagna (ARM): (in indonesiano: Artileri Medan/ARMED) è l'unità di artiglieria dell'esercito. Agisce anche come supporto al combattimento simile all'unità di cavalleria. La sua funzione principale è quella di supportare la missione di combattimento terrestre per l'Arma di Fanteria. I berretti marroni sono indossati dai suoi artiglieri. Le unità di artiglieria campale si trovano sotto il Centro dell'Arma d'Artiglieria (Pussenarmed).
  • Artiglieria di difesa aerea (ARH): (in indonesiano: Artileri Pertahanan Udara /Arhanud) sono le unità di difesa antiaerea dell'esercito. La sua funzione principale è difendere altre unità terrestri da un attacco aereo ed aiutare a proteggere le installazioni dalla distruzione. Come l'artiglieria da campagna, i berretti marroni sono indossati dai suoi artiglieri e dagli equipaggi missilistici. Le unità di artiglieria della difesa aerea riportano al Centro di artiglieria della difesa aerea (Pussenarhanud). Questa unità ha 4 distaccamenti di unità di artiglieria lanciamissili chiamati: "Den Rudal" (Detasemen Rudal).

Elementi di supportoModifica

  • Corpo del Genio (CZI): (in indonesiano: Korps Zeni) - Il Corpo del Genio è un'arma specializzata dell'esercito la cui funzione principale è quella di supporto al combattimento, come la costruzione di ponti militari per il passaggio dei veicoli o la conversione di autostrade in piste temporanee. Un'altra funzione di questa unità è quella di espandere i movimenti delle truppe e restringere i movimenti dei nemici mentre si aiutano le unità amiche. Il Genio è impegnato anche in operazioni di soccorso a seguito di calamità e nella realizzazione di opere civili nelle comunità locali. I genieri, indipendentemente dal grado, indossano berretti grigi o elmetti da costruzione nelle loro uniformi. L'unità è sotto la direzione del Corpo del Genio dell'esercito.
  • Corpo degli Armamenti (CPL): (in indonesiano: Korps Peralatan) è un'unità la cui funzione principale è la manutenzione e il collaudo degli ordigni militari. L'unità è sotto la direzione del Corpo degli Armamenti dell'esercito.
  • Corpo delle Comunicazioni (CHB): (in indonesiano: Korps Perhubungan) è un'unità la cui funzione principale è fornire e mantenere le migliori informazioni possibili alle unità combattenti. L'unità è sotto la Direzione del Corpo delle Comunicazioni dell'esercito.
  • Comando Aviazione dell'Esercito (CPN): (in indonesiano: Korps Penerbang Angkatan Darat) - L'esercito ha una propria piccola arma aerea che svolge compiti di attacco, collegamento e trasporto. Gestisce 100 velivoli in cinque squadroni di elicotteri e aerei composti principalmente da velivoli leggeri e piccoli trasporti, come il prodotto IPTN CN-235.

Unità d'assistenza amministrativaModifica

 
Poliziotti militari indonesiani
  • Corpo di Polizia Militare (CPM): (in indonesiano: Polisi Militer/PM) è classificato come per l'unità di assistenza amministrativa. La sua funzione principale è quella di mantenere la disciplina, la legge e l'ordine all'interno dell'intero Esercito. Le unità MP indossano berretti blu leggeri che vengono portati sulla sinistra o elmetti PM blu. La Polizia Militare è sotto il Comando della Polizia Militare dell'Esercito.
  • Corpo dell'Aiutante Generale (CAJ): (in indonesiano: Korps Ajudan Jenderal) la funzione principale di questa unità è l'amministrazione degli affari militari, pubblici e dei dipendenti pubblici militari. L'unità dell'aiutante generale è sotto la Direzione dell'Aiutante Generale dell'esercito.
  • Corpo Logistica e Trasporti (CBA): (in indonesiano: Korps Pembekalan Angkutan/Bekang) La funzione principale di questa unità è quella di fornire servizi e trasporto di merci logistiche all'interno dell'esercito indonesiano. Berretti blu scuro sono indossati dal suo personale. Il Corpo dei trasporti logistici è sotto la Direzione del Corpo della Logistica e dei Trasporti dell'esercito.
  • Corpo Topografico (CTP): (in indonesiano: Korps Topografi) La funzione principale di questa unità è quella di effettuare ricerche topografiche e mappe sul campo di battaglia per gli scopi dell'esercito indonesiano durante le operazioni di combattimento. Questa unità è sotto la Direzione del Servizio di Topografia dell'esercito
  • Corpo Femminile (CWAD): (in indonesiano: Korps Wanita TNI-AD) Operativamente dipendente dai comandi e dai servizi dell'esercito, il Corpo Femminile funge d'arma amministrativa ufficiale delle donne che trascorrono attivamente il loro servizio militare attivo nei ranghi dell'esercito.
  • Corpo della Banda Militare (CMU) (in indonesiano: Korps Musik Upacara) - Il Corpo della Banda Militare, che è un'organizzazione amministrativa operativamente dipendente dai comandi e dai servizi dell'esercito, è responsabile dell'organizzazione delle bande militari, dei corpi di tamburi e dei corpi di tamburi e trombe all'interno dell'intero esercito, accanto a complessi dedicati (big band, gruppi rock e pop, complessi nativi, ecc.). A differenza delle altre unità di supporto, queste sono sotto il controllo diretto dei rispettivi comandanti di unità come unità QG e la supervisione generale è sotto il Corpo dell'Aiutante Generale.
  • Corpo Medico (CKM): (in indonesiano: Korps Kesehatan/Medis Militer) La funzione principale di questa unità è quella di mantenere la salute e il benessere medico di tutti gli ufficiali dell'esercito, i warrant officer, i sottufficiali, il personale arruolato e le loro famiglie. L'unità sanitaria è sotto il Dipartimento di Medicina dell'Esercito.
  • Corpo di Finanza (CKU): (in indonesiano: Korps Keuangan) La funzione principale di questa unità è quella di favorire l'amministrazione finanziaria dell'esercito. L'unità finanziaria è sotto la Direzione del Corpo delle finanze dell'esercito.
  • Corpo del Consulente Legale (CHK): (in indonesiano: Korps Hukum Militer) La funzione principale di questa unità è mantenere la legge e la giustizia all'interno dell'esercito. L'unità legale è sotto il comando della Direzione del Servizio di Giustizia dell'esercito. Questa unità è anche responsabile per i tribunali militari e gli avvocati ed i giudici militari riferiscono sotto questa unità.

Capo di stato maggiore dell'esercitoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Capo di stato maggiore dell'esercito indonesiano.

Gradi militariModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Gradi militari dell'Indonesia.

Nell'esercito, così come in altri rami delle forze armate in Indonesia, il grado è composto da ufficiale noto in indonesiano come: "Perwira", sottufficiale: "Bintara" ed arruolato: "Tamtama".

Il titolo corretto per l'indirizzo del grado sul documento ufficiale è il seguente, tutti gli ufficiali di alto grado (generali) usano il loro grado seguito da "(TNI)", mentre altri ufficiali usano il loro grado seguito dalla rispettiva abbreviazione di arma/corpo. Ad esempio, un colonnello dell'esercito dell'Arma di Fanteria usa il titolo "Kolonel INF", mentre un maggiore generale dell'esercito dell'Arma di Fanteria usa il titolo "Mayor Jendral (TNI)". Il personale arruolato non è tenuto a indicare la rispettiva specialità dell'arma/corpo.[21]

Nota: L'Indonesia non è membro della NATO, quindi non esiste un'equivalenza ufficiale tra i gradi militari indonesiani e quelli definiti dalla NATO. Il parallelo visualizzato è approssimativo e solo a scopo illustrativo.

UfficialiModifica

Gruppo gradi Ufficiali generali/di bandiera Ufficiali da campo/senior Ufficiali junior Allievo ufficiale
  Tentara Nasional Indonesia Angkatan Darat[22]
                     
Jenderal besar Jenderal Letnan jenderal Mayor jenderal Brigadir jenderal Kolonel Letnan kolonel Mayor Kapten Letnan satu Letnan dua

ArruolatiModifica

Gruppo gradi Sottufficiali senior Sottufficiali junior Arruolati
  Tentara Nasional Indonesia Angkatan Darat[22]
                       
Pembantu letnan satu
Warrant officer di prima classe
Pembantu letnan dua
Warrant officer di seconda classe
Sersan mayor
Sergente maggiore
Sersan kepala
Sergente capo
Sersan satu
Sergente scelto
Sersan dua
Sergente
Kopral kepala
Caporale scelto
Kopral satu
Caporale di prima classe
Kopral dua
Caporale
Prajurit kepala
Soldato capo
Prajurit satu
Soldato scelto
Prajurit dua
Soldato

EquipaggiamentoModifica

Armi leggere e di fanteriaModifica

Nome Origine Tipo Calibro Note
Pindad P1/P2[23]   Indonesia Pistola semiautomatica 9×19mm Copia locale della Browning Hi-Power. Approssimativamente 30.000 P1 e 2.000 P2 fabbricate.
M1911   Stati Uniti Pistola semiautomatica .45 ACP
SIG Sauer P226   Svizzera Pistola semiautomatica 9×19mm Per uso del Kopassus.
Pindad PM2[23]   Indonesia Pistola mitragliatrice 9×19mm
MP5 series   Germania Pistola mitragliatrice 9×19mm Usato dalle forze speciali
Pindad SS1[23]   Indonesia Fucile d'assalto 5.56×45mm
Pindad SS2[23]   Indonesia Fucile d'assalto 5.56×45mm SS1 modernizzato.
M16[23]   Stati Uniti Fucile d'assalto 5.56×45mm
Steyr AUG[23]   Austria Fucile d'assalto 5.56×45mm Per uso del Kopassus.
G36[24]   Germania Fucile d'assalto 5.56×45mm Usato dalle forze speciali
Accuracy International AWM[24]   Regno Unito Fucile di precisione .338 Lapua Magnum Usato dalle forze speciali
Pindad SPR-1[23]   Indonesia Fucile di precisione 7.62×51mm
Pindad SPR-3[23]   Indonesia Fucile di precisione 7.62×51mm
Pindad SPR-2[23]   Indonesia Fucile anti-materiale 12.7×99mm
Pindad SM3   Indonesia Mitragliatrice leggera 5.56×45mm Versione prodotta localmente del FN Minimi.
Pindad SM2   Indonesia Mitragliatrice media 7.62×51mm Versione prodotta localmente del FN MAG.
Pindad SMB-QCB   Indonesia Mitragliatrice pesante 12.7×99mm Versione prodotta localmente del CIS 50MG.
Nome Origine Tipo Note
M203 'Pindad SPG1'   Indonesia Canna lanciagranate Primo lanciagranate di produzione locale.
M79   Stati Uniti Lanciagranate a colpo singolo
AT-13 Metis M   Russia Lanciatore missile anticarro
AT-5 Sprandel   Russia Lanciatore missile anticarro
MBT LAW   Svezia Lanciatori missile anticarro [25][26][27]
FGM-148 Javelin   Stati Uniti Missile guidato anticarro On order[28][29][30]
C90-CR (M3)   Spagna Lanciarazzi anticarro
PF-89   Cina Lanciarazzi anticarro
M80[31]   Jugoslavia Missile sparato a spalla

Veicoli utility e logisticiModifica

Modello Tipo Quantità Acquistato Note
M151 MUTT Veicolo utility leggero
Land Rover LWB Veicolo utility leggero
Steyr Puch Haflinger 700 AP Veicolo utility leggero
Nissan Q4W73 Camion leggero
DAF YA400 Camion di trasporto
Unimog Camion medio
Isuzu Elf[32][33] Medium truck
Steyr 680M Camion leggero
Bedford MK Camion leggero e veicolo portacarri leggero
Steyr 17M29 Camion medio
Iveco Astra Veicolo portacarri pesante
Cakra FAV Veicolo d'attacco rapido

Artiglieria e sistemi di difesa aereaModifica

Modello Tipo Quantità Acquistato Note
  ASTROS II Lanciarazzi multiplo 36[34] su ordine
  Rhan 122 122mm Lanciarazzi multiplo Sconosciuto Razzi da 122 mm. Costruito da PTDI
  NDL-40 77mm Lanciarazzi multiplo 50 Razzi da 77 mm. Costruito da PTDI
  Nexter CAESAR Obice semovente da 155 mm 37[35] su ordine
  KH-179 155mm Towed artillery 18[36][37] su ordine
  FH-2000[38] Artiglieria trainata da 155 mm 8
 M101 & KH 178 105mm[38] Artiglieria trainata da 155 mm 54
  ZUR-23-2 kg Artiglieria antiaerea da 23 mm 14 .[39]
  Giant Bow I Artiglieria antiaerea da 23 mm 18 .[40]
  57 mm AZP S-60 Artiglieria antiaerea da 57mm 256
 Bofors 40 mm[senza fonte] Artiglieria antiaerea da 40mm sconosciuto
  Oerlikon Skyshield[41] Artiglieria antiaerea da 35mm 6 .[42][43][44][45][46]
  Oerlikon 35 mm[41] Artiglieria antiaerea da 35mm sconosciuto .[47][48]
  RBS-70 Missile terra-aria 45 .[49][50][51]
  TD-2000B Missile terra-aria unknown .[52][53]
  Starstreak (missile)[54] Missile terra-aria sconosciuto .[55][56][57]
  Mistral Missile terra-aria sconosciuto .[58]
  QW-3[41] Missile terra-aria sconosciuto .[52][59]
  POPRAD Grom (missile) Missile terra-aria 155

Carri armatiModifica

Modello Tipo Quantità Acquistato Note
 Leopard 2 Carro armato da combattimento 2+ (IISS 2014) Con circa US $ 287 milioni, l'Indonesia ha acquistato 40 unità del Leopard 2A4 e 63 unità del Leopard 2 Revolution più 10 unità di supporto Leopard 2.[60] 26 consegnate.[61][62][63]
  AMX-13 Carro armato leggero 275[64] Incluse le varianti di artiglieria semoventi. Non tutti operativi e i carri armati restanti saranno aggiornati.
 FV101 Scorpion 90 Carro armato leggero 60 (IISS 2014) Armato con 90mm Cockerill

Veicoli da combattimento della fanteria e trasporto truppeModifica

Modello Tipo Quantità Acquistato Note
 Marder 1A3 Veicolo da combattimento della fanteria 2+ (IISS 2014) Con l'assistenza della tedesca Rheinmetall, il PT Pindad renderà la linea di produzione sin dalle prime fasi fino al termine.[65][66][67]
 M113A1 Veicolo trasporto truppe 80[68] Acquistato dal Belgio
 Alvis Stormer Veicolo trasporto truppe 40[69] Comprende le varianti veicolo corazzato, posto di comando, ambulanza, recupero, logistica e posaponte.[70]
 AMX-VTT Veicolo trasporto truppe 75 La cifra 75 è dell'IISS Military Balance 2014.
 Doosan DST Tarantula (6x6) Veicolo corazzato da combattimento anfibio 28[71] Equipaggiato con cannone Cockerill 90 mm[72][73][74][75]
 Pindad Panser (6x6) Veicolo trasporto truppe 150 (IISS 2014)
 Pindad Panser APR-1V (4x4) Veicolo trasporto truppe 14 All'inizio predecessore del Pindad PS-3. Sulla base del telaio di un camion commerciale Isuzu. Segue su ordini annullati a seguito del terremoto e maremoto dell'Oceano Indiano del 2004.
 Véhicule de l'Avant Blindé (VAB)(4x4) Veicolo trasporto truppe 46[76] 14 originariamente forniti. Altri 32 vennero acquisiti nel 2006 per la missione di pace indonesiana in Libano.[77]
 Cadillac Gage Commando (4x4) Autoblindo leggera 100 (IISS 2014) Meno di 200 operativi
 Pindad Komodo Veicolo tattico leggero 56[78] . L'esercito indonesiano ha ufficialmente ordinato 6 Komodos. Il lanciatore mobile SAM Mistral è in programma anche per gli ordini con l'esercito indonesiano, per un totale di 56 Komodos.[79][80] An additional fifty Komodos are ordered from Pindad.[81] 8 Komodos modified to house communications equipments were also ordered.[82][83]
 Renault Sherpa 2 Veicolo tattico leggero 12[84][85] Annunciato nel luglio 2011.[86]
 BTR-40 Veicolo trasporto truppe 40 (IISS 2014) Localmente modificato dal veicolo corazzato alle varianti di corazzati da ricognizione.[87]

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b IISS Military Balance 2012, 248. La cifra potrebbe non essere stata aggiornata dall'IISS almeno dal 2006.
  2. ^ Daves, Joseph H (2013) The Indonesian Army from Revolusi to Reformasi ISBN 978-1-4929-3093-8, p 15.
  3. ^ a b Schwarz, Adam (1994) A Nation in Waiting: Indonesia in the 1990s Allen & Unwin ISBN 1-86373-635-2, p 215
  4. ^ Hill-Smith, Charlie (2009) Strange Birds in Paradise: A West Papuan Story
  5. ^ Ricklefs (1991), pages 214 – 215
  6. ^ Friend (2003), page 35.
  7. ^ Reid (1974), page 78.
  8. ^ David A. Blumenthal and Timothy L. H. McCormack (2007). The Legacy of Nuremberg: Civilising Influence or Institutionalised Vengeance? (International Humanitarian Law). Martinus Nijhoff Publishers. ISBN 90-04-15691-7 pp. 80–81.
  9. ^ Criticism as Two Indonesian Soldiers Flee Lebanese, Israeli Battle in Taxi, in The Jakarta Globe, 5 agosto 2010. URL consultato il 10 febbraio 2018.
  10. ^ IISS, The Military Balance 1976-77, p.55, ISBN 0-900492-98-8.
  11. ^ Template:Cite act
  12. ^ Syukuran HUT Disjasad di Kodam Jaya, Pos Kota, 5 giugno 2013. URL consultato il 10 maggio 2017.
  13. ^ International Institute for Strategic Studies, The Military Balance 2008, 382.
  14. ^ Kostrad Exercise Chakra II forms 1.071 fighters (Latihan Cakra II Kostrad Cetak 1,071 Petarung), in Fery Setiawan, COMMANDO magazine 6th edition vol. XII 2016, 2016, p. 17.
  15. ^ Per ulteriori dettagli autorevoli su Kopassus, vedere Ken Conboy (2003) KOPASSUS Inside Indonesia's Special Forces, Equinox Publishing, ISBN 979-95898-8-6.
  16. ^ Ken Conboy, Kopassus: Inside Indonesia's Special Forces, Equinox Publishing, Jakarta/Singapore, 2003, p.79
  17. ^ Library of Congress Country Study, Indonesia, November 1992, Organization of the Armed Forces
  18. ^ The Military Balance 2006, International Institute for Strategic Studies
  19. ^ IISS Military Balance 2007, Routledge for the IISS, London, p.352
  20. ^ a b http://www.siagaindonesia.com/149876/kasad-pembentukan-seluruh-yonif-non-mekanis-jajaran-tni-ad-jadi-yonif-raider.html
  21. ^ (ID) Peraturan Pemerintah Republik  Indonesia Nomor 39 Tahun 2010 Tentang Administrasi Prajurit Tentara Nasional Indonesia
  22. ^ a b (ID) Pangkat Harian, su tni.mil.id, Indonesian National Armed Forces. URL consultato il 4 giugno 2021 (archiviato dall'url originale il 24 novembre 2020).
  23. ^ a b c d e f g h i (ID) TNI Angkatan Darat - Situs Resmi TNI Angkatan Darat, su tniad.mil.id, 19 marzo 2011. URL consultato il 2 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 25 luglio 2012).
  24. ^ a b (HR) Kopassus & Kopaska - Specijalne Postrojbe Republike Indonezije, su hrvatski-vojnik.hr, Hrvatski Vojnik Magazine. URL consultato il 12 giugno 2010 (archiviato dall'url originale il 22 agosto 2010).
  25. ^ Pertahanan Bangsa, TNI AD Membeli ATGM NLAW dan ATGM JAVELIN 1, su pertahananbangsa.blogspot.com. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  26. ^ NurW, DEFENSE STUDIES, su defense-studies.blogspot.com. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  27. ^ TNI-AD Uji Terima Roket Anti Tank NLAW, su garudamiliter.blogspot.com, 21 marzo 2013. URL consultato il 4 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 26 settembre 2015).
  28. ^ Indonesia & Jordan; Javelin missile order Archiviato il 29 aprile 2015 in Internet Archive. - Dmilt.com, 26 May 2013.
  29. ^ TNI Borong Rudal Anti-Tank Buatan Amerika Serikat, su garudamiliter.blogspot.com, 10 giugno 2013.
  30. ^ Raytheon - Lockheed Martin's Javelin JV Gets Contract to Produce Block I Javelin Missile for Indonesia and Other Countries, su defense-studies.blogspot.com, 18 novembre 2013.
  31. ^ ANNUAL REPORT ON THE TRANSFERS OF CONTROLLED GOODS IN 2008 - Serbia, Stockholm International Peace Research Institute, 24 settembre 2010.
  32. ^ Kemhan dan Isuzu Bahas Pengadaan Truk Militer, su defense-studies.blogspot.com, 4 aprile 2013..
  33. ^ TNI Pesan 965 Truk Isuzu, su defense-studies.blogspot.com, 15 novembre 2013..
  34. ^ NurW, DEFENSE STUDIES, su defense-studies.blogspot.com. URL consultato il 24 dicembre 2014..
  35. ^ NurW, DEFENSE STUDIES, su defense-studies.blogspot.com. URL consultato il 24 dicembre 2014..
  36. ^ Iwan Hermawan, ARCinc - Kh-179, Artileri Negeri Ginseng Untuk TNI-AD, su arc.web.id. URL consultato il 24 dicembre 2014..
  37. ^ NurW, DEFENSE STUDIES, su defense-studies.blogspot.com. URL consultato il 24 dicembre 2014..
  38. ^ a b http://pussenarmed.kodiklat-tniad.mil.id/index.php?option=com_content&view=article&id=46&Itemid=57 Archiviato il 3 aprile 2014 in Internet Archive..
  39. ^ Garuda Militer, su garudamiliter.blogspot.com. URL consultato il 24 dicembre 2014..
  40. ^ Garuda Militer, su garudamiliter.blogspot.com. URL consultato il 24 dicembre 2014..
  41. ^ a b c pensosbud, Air Force Orders Anti-Aircraft Weapons, in Embassy of Indonesia in Oslo. URL consultato il 24 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 24 dicembre 2014)..
  42. ^ Senjata Oerlikon Skyshield TNI AU, su garudamiliter.blogspot.com, 28 maggio 2013..
  43. ^ Perkuat Dirgantara, Indonesia Beli Perisai Udara, su garudamiliter.blogspot.com, 29 maggio 2013..
  44. ^ Indonesia has ordered Rheinmetall-made Oerlikon Skyshield air defence system, su garudamiliter.blogspot.com, 11 febbraio 2014. URL consultato il 4 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2019)..
  45. ^ Indonesia orders more German air defense systems, su garudamiliter.blogspot.com, 20 febbraio 2014. URL consultato il 4 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2019)..
  46. ^ Skyshield 35 Mk-2 Tameng Denhannud Paskhas, su defense-studies.blogspot.com, 17 settembre 2014..
  47. ^ NurW, DEFENSE STUDIES, su defense-studies.blogspot.com. URL consultato il 24 dicembre 2014..
  48. ^ Paskhas Akan Dapat OERLIKON 35 mm, Denhanud disiapkan, su garudamiliter.blogspot.com, 18 maggio 2013..
  49. ^ Satria, Garuda Militer, su garudamiliter.blogspot.com. URL consultato il 24 dicembre 2014..
  50. ^ Garuda Militer, su garudamiliter.blogspot.com. URL consultato il 24 dicembre 2014..
  51. ^ NurW, DEFENSE STUDIES, su defense-studies.blogspot.com. URL consultato il 24 dicembre 2014..
  52. ^ a b Garuda Militer, su garudamiliter.blogspot.com. URL consultato il 24 dicembre 2014..
  53. ^ Garuda Militer, Garuda Militer, su garudamiliter.blogspot.com. URL consultato il 24 dicembre 2014..
  54. ^ Satria, Garuda Militer, su garudamiliter.blogspot.com. URL consultato il 24 dicembre 2014..
  55. ^ Thales Announces Order for FORCESHIELD Integrated Air Defence System and STARSTREAK Missiles for Indonesian Ministry of Defence, su defense-studies.blogspot.com, 15 gennaio 2014..
  56. ^ Sistem Pertahanan Udara Terintegrasi ForceSHIELD, su garudamiliter.blogspot.com, 20 gennaio 2014. URL consultato il 4 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2019)..
  57. ^ Indonesian SAMs Break Cover, Promising Enhanced Anti-UAV Capability, su defense-studies.blogspot.com, 27 giugno 2014..
  58. ^ Garuda Militer, Garuda Militer, su garudamiliter.blogspot.com. URL consultato il 24 dicembre 2014..
  59. ^ Lanud Supadio Kini Dilengkapi dengan Rudal QW-3, su defense-studies.blogspot.com, 6 giugno 2013..
  60. ^ Approves Sale of Tanks to Indonesia, su garudamiliter.blogspot.com, 8 maggio 2013.
  61. ^ Indonesia takes delivery of first Leopard 2A4 tanks and Marder armoured vehicles from Germany - Armyrecognition.com, 25 September 2013.
  62. ^ Rheinmetall to Supply the Indonesian Army With Leopard 2 Simulators, su defense-studies.blogspot.com, 23 maggio 2014.
  63. ^ Tank Leopard dan Marder Datang di Tanjung Priok, su defense-studies.blogspot.com, 31 agosto 2014.
  64. ^ AMX-13 : Tank Tempur Utama TNI-AD, su IndoMiliter. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  65. ^ Garuda Militer, Garuda Militer, su garudamiliter.blogspot.com. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  66. ^ Satria, Garuda Militer, su garudamiliter.blogspot.com. URL consultato il 24 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 2014).
  67. ^ Beli 114 tank Leopard, Indonesia dapat 50 tank, su garudamiliter.blogspot.com, 15 maggio 2013.
  68. ^ M113 A1: Transformasi Dari APC Hingga IFV Berdaya Gempur Sedang, su IndoMiliter. URL consultato il 24 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 2014).
  69. ^ Alvis Stormer : Tank APC Modern TNI-AD, su IndoMiliter. URL consultato il 24 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 31 dicembre 2014).
  70. ^ Stormer - Light Armoured Vehicles - Jane's Land Forces, su janes.com, Jane's Information Group, 18 gennaio 2011. URL consultato il 2 ottobre 2015 (archiviato il 6 maggio 2009).
  71. ^ NurW, DEFENSE STUDIES, su defense-studies.blogspot.com. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  72. ^ Production of Tarantula 6x6 has been Completed, su garudamiliter.blogspot.com, 21 maggio 2013.
  73. ^ Korea Selatan Segera Kirim Panser Tarantula Pesanan TNI AD, su garudamiliter.blogspot.com, 25 maggio 2013.
  74. ^ Tarantula 6×6 Armoured Fire Support Vehicle, su defense-studies.blogspot.com, 12 giugno 2013.
  75. ^ [Foto] Sengatan sang Laba-Laba, su garudamiliter.blogspot.com, 10 ottobre 2013.
  76. ^ VAB : Kisah Panser Perisai Ibu Kota, su IndoMiliter. URL consultato il 24 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 15 dicembre 2014).
  77. ^ TNI defends purchase of 32 armored vehicles, su thejakartapost.com, The Jakarta Post, 18 settembre 2006. URL consultato il 10 luglio 2009.
  78. ^ Satria, Garuda Militer, su garudamiliter.blogspot.com. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  79. ^ Mistral Komodo Akan Memperkuat Arhanud, su garudamiliter.blogspot.com, 6 ottobre 2012.
  80. ^ Pindad Produksi Lima Varian Rantis Komodo, su garudamiliter.blogspot.com, 13 novembre 2012.
  81. ^ (ID) Kopassus & Brimob, Pengguna Pertama Komodo Tempur, su medanbisnisdaily.com, Medan Bisnis, 22 aprile 2013. URL consultato l'8 giugno 2013 (archiviato l'8 giugno 2013).
  82. ^ PINDAD Kebut Pesanan KOMODO, su garudamiliter.blogspot.com, 13 gennaio 2013.
  83. ^ Komodo, Other Milestone for PT Pindad?, su garudamiliter.blogspot.com, 5 maggio 2013.
  84. ^ NurW, DEFENSE STUDIES, su defense-studies.blogspot.com. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  85. ^ Renault APCs set for Indonesian army, su UPI. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  86. ^ Arquus | Military Vehicles | Armored Cars | Armory Personnal Carrier | Archiviato il 21 febbraio 2014 in Internet Archive..
  87. ^ BTR-40 series of wheeled armoured vehicles

BibliografiaModifica

  • Theodore Friend, Indonesian Destinies, The Belknap Press of Harvard University Press, 2003, ISBN 0-674-01834-6.
  • Reid, Anthony. The Indonesian National Revolution 1945-1950. (Editore: Longman Pty Ltd., Melbourne, 1974) ISBN 0-582-71046-4.
  • Ricklefs, M.C. A History of Modern Indonesia Since c. 1300. (Second Edition. MacMillan, 1991)
  • Harold Crouch, The Army and Politics in Indonesia, Cornell University Press, Ithaca, New York, 1978
  • Sukarti Rinakit, The Indonesian Military after the New Order, Nordic Institute of Asian Studies, Copenhagen e Singapore, 2005

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica