Apri il menu principale

Trentino Trasporti

azienda di trasporto pubblico italiana
(Reindirizzamento da Trentino trasporti)

La societàModifica

L'azienda nasce il 28 novembre 2002 per volontà della giunta di Lorenzo Dellai. Essa incorporò le due società precedenti operanti nel territorio: Atesina, che gestiva il trasporto su gomma in gran parte del Trentino, e Ferrovia Trento-Malé (FTM) che gestiva il trasporto su rotaia e su gomma nelle valli di Non e Sole.

La società è concessionaria del servizio urbano delle città di Trento e di Rovereto, del servizio extraurbano in tutte le valli trentine e della gestione dell'infrastruttura della linea ferroviaria Trento-Malé-Mezzana. Dal 2009, per un periodo di nove anni l'esercizio del servizio ferroviario e del servizio extraurbano è di competenza della società Trentino Trasporti Esercizio. Quest'ultima è una società di capitale interamente pubblico costituita nel marzo 2008 allo scopo di poter accedere alle modalità di affidamento diretto dei servizi di trasporto pubblico locale. È divenuta operativa il 1º gennaio dell'anno seguente ed ha ottenuto in affitto dalla TT il materiale e le infrastrutture necessarie per l'espletamento dei servizi di sua competenza[1][2].

Azionisti della società sono la Provincia autonoma di Trento (73%), i comuni e i comprensori del Trentino.

Trentino trasporti conta circa 1180 dipendenti e ha ottenuto il certificato di qualità nella gestione del sistema secondo le norme UNI ISO 9001:2000

OrganizzazioneModifica

La sede centrale dell'azienda è a Trento. Nel territorio sono presenti numerose biglietterie, ma per il servizio extraurbano è possibile comperare il titolo di viaggio a bordo del mezzo.

Per garantire un servizio capillare in tutte le vallate del Trentino, la società si è organizzata in sei diverse aree operative:

Parco mezziModifica

AutobusModifica

Trentino Trasporti dispone di 235 autobus urbani e di 462 autobus extraurbani.

 
Mercedes Integro in servizio extraurbano.

La flotta extraurbana è formata dai seguenti modelli:

La flotta urbana è composta dai seguenti modelli:

 
MAN Lion's City in servizio urbano a Trento.

Materiale rotabileModifica

 
Elettrotreno ETI 400

Ferrovia Trento-Malè-MezzanaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Ferrovia Trento-Malé-Mezzana § Materiale rotabile.
  • 14 elettrotreni Alstom ETI 8/8 serie 400, a scartamento metrico (1000 mm)
  • 4 elettrotreni FiReMa E86 immatricolati come ET 15÷18, a scartamento metrico

Ferrovia della Valsugana e Ferrovia del BrenneroModifica

Linee urbaneModifica

A Trento, Rovereto, Alto Garda (Arco e Riva del Garda) e Pergine Valsugana le linee urbane sono riconoscibili da lettere e numeri:

  • Trento: dal numero 1 al 17 e dalle lettere A, B, C, G, CM (per le ultime tre linee il tragitto viene svolto da un autonoleggiatore privato), oltre alle linee NP (Navetta Parcheggi) e 5/ (per il Polo Scientifico Fabio Ferrari dell'Università di Trento).
  • Rovereto: dal numero 1 al 7, dalle lettere A, B, P, S, V (per le ultime tre linee il tragitto viene svolto da un autonoleggiatore privato), AB (solo nei giorni festivi) e dalle linee notturne N1, N2, N3 e N6
  • Alto Garda: dal numero 1 al 3
  • Pergine Valsugana: dal numero 1 all'8

NoteModifica

  1. ^ Trentino Trasporti Esercizio Archiviato il 10 luglio 2009 in Internet Archive.
  2. ^ Trentino Trasporti Esercizio - bilancio 2009. p. 5
  3. ^ Stefano Paolini, Photorail.com - Info TT Trento-Marilleva e Valsugana, su smf.photorail.com. URL consultato il 18 febbraio 2011 (archiviato dall'url originale il 3 gennaio 2009).
  4. ^ In Valsugana 4 treni sostituiti da bus, ANSA, 21 settembre 2013. URL consultato l'8 ottobre 2013.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica