Apri il menu principale

Unione Sportiva Brembillese

A.S.D. Nuova Brembillese
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Azzurro e Bianco2.svg Bianco, azzurro
Dati societari
Città Brembilla
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Fondazione 1958
Stadio Impianto Sportivo Comunale "Secomandi", Brembilla, loc."Piana"
(400 posti)
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

L'A.S.D. Brembillese, erede dell'Unione Sportiva Brembillese, è una società sportiva dilettantistica di Val Brembilla, provincia di Bergamo; La società è sorta nel 1958, e per svariati anni è stata ai vertici del calcio provinciale bergamasco e regionale lombardo, militando per diverse annate in Promozione, Eccellenza e nella "vecchia" Interregionale (ora, Serie D). Ha raggiunto il suo vertice sportivo nell'annata sportiva 1983-1984, anno in cui dispurtò il campionato di Serie C2, girone B[1]. Disputa le sue partite all'Impianto Sportivo "Secomandi", sito in località Piana, alla periferia di Brembilla, immerso tra le montagne della Valle Imagna e della Valle Brembana.

La fondazione (1958) - i primi anniModifica

La Brembillese nasce nel 1958, disputando il campionato di Seconda Divisione. Milita poi per 13 stagioni in Terza Categoria, fino a quando nel 1972 riesce ad ottenere la promozione in Seconda Categoria.

Un continuo susseguirsi di successiModifica

Nella stagione 1973-74, la Brembillese riesce ad ottenere la promozione in Prima Categoria, giungendo così per la prima volta ai livelli regionali del calcio dilettantistico. Nella stagione 1977-78, la squadra riesce ad ottenere uno storico passaggio in Promozione, seppur in tal modo costretta a disputare le partite casalinghe fuori da Brembilla, a causa dimensioni troppo esigue del vecchio campo di gioco. La Brembillese verrà ospitata prima a San Pellegrino Terme e, in seguito, a Paladina. Dopo quattro stagioni ai vertici, arriva, nell'annata sportiva 1981-82, la promozione in Interregionale.

1983-84, Serie C2/gir.BModifica

Dopo un solo anno di Interregionale, la Brembillese ottiene una clamorosa promozione in Serie C2. La permanenza in tale categoria, tuttavia, dura solo un anno (penultimo posto in classifica e retrocessione). Da ricordare, la scomparsa del Presidente Secomandi, a cui più tardi verrà dedicato il nuovo Stadio Comunale di Brembilla.

Stagioni altalenantiModifica

Dopo il "miracolo-C2", si torna a disputare campionati dilettantistici, e la Brembillese disputa tre stagioni in Interregionale, due in Promozione, ritorna ancora per il biennio 1989-1991 in Interregionale, per poi passare in Eccellenza. Gli anni novanta si chiudono con la Brembillese in Prima Categoria.

Gli anni Duemila e il presenteModifica

Nella stagione 2001-2002 la società viene nuovamente promossa in Promozione, ma le speranze di rinascita durano ben poco e si ritorna rapidamente in Prima Categoria. Nella stagione 2003-2004, invece, la Brembillese retrocede in Seconda Categoria, poi pare risorgere due anni dopo ritornando in Prima Categoria. Poi, dopo due retrocessioni consecutive, scende al livello calcistico più basso cadendo direttamente in Terza Categoria. Dopo un tentativo di fusione con la Zognese fallito in breve[2] e dopo essersi piazzata, nella stagione 2009-2010, alle spalle dei "vicini" del Fratelli Calvi e della Fiorente Bergamo, ambedue promosse in Seconda Categoria, nella stagione seguente la Brembillese lotta per il vertice piazzandosi alle spalle del Sotto il Monte ed ottiene il ripescaggio diretto in Seconda Categoria. Nella stagione successiva trova ancora una volta la promozione dopo aver vinto la finale dei play off e disputato la finalissima, nonostante i tre errori dal dischetto. [3] Nella stagione 2012-2013 milita in Prima Categoria girone D (Lombardia), terminando il campionato al sesto posto. Dopo essere ripartita dall'ultimo livello calcistico dal 2015, causa problemi economici, nella stagione 2016-17 conquista nuovamente la seconda categoria nella quale attualmente milita.

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

1982-1983 (girone B)

Competizioni regionaliModifica

1981-1982 (girone B), 1988-1989 (girone C)
1977-1978, 2001-2002
1973-1974

Competizioni provincialiModifica

1971-1972

Altri piazzamentiModifica

Secondo posto: 2009-2010, 2010-2011, 2016-2017

Calciatori e AllenatoriModifica

Organigramma della societàModifica

  • Presidente: Pierangelo Monzani
  • Allenatore: Diego Genini All.Portieri. Musitelli Roberto
  • Addetto all'Arbitro: Locatelli Luciano Carogati
  • Capitano: Alessandro Rota
  • Magazziniere: Vanotti Benvenuto

NoteModifica

  1. ^ Calciostory: Stagione Calcistica e Storia d'Italia 1983-84, su calcioitaliastory.it. URL consultato il 13-10-2014.
  2. ^ La Nuova Brembillese punta in alto[collegamento interrotto] Bergamoesport.it
  3. ^ Calcio provinciale agli sgoccioli I risultati prima delle vacanze, dal sito de L'Eco di Bergamo, su ecodibergamo.it. URL consultato il 24 maggio 2011.

BibliografiaModifica

  • Giovanni Salvi, Brembillese 1958-2008 Cinquant'anni di passione - Corponove Editrice, Bergamo - luglio 2008.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio