Apri il menu principale

Atletica leggera ai Giochi della XXIX Olimpiade - Staffetta 4×100 metri maschile

Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
Staffetta 4×100 metri maschile
Pechino 2008
Informazioni generali
Luogo Stadio Nazionale di Pechino
Periodo 21 agosto 2008
22 agosto 2008
Partecipanti 16 squadre nazionali
Podio
Medaglia d'oro Nazionale Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago
Medaglia d'argento Nazionale Giappone Giappone
Medaglia di bronzo Nazionale Brasile Brasile
Edizione precedente e successiva
Atene 2004 Londra 2012
Atletica leggera ai
Giochi olimpici di
Pechino 2008
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 m piani   uomini   donne
200 m piani uomini donne
400 m piani uomini donne
800 m piani uomini donne
1500 m piani uomini donne
5000 m piani uomini donne
10000 m piani uomini donne
Corse ad ostacoli
110 / 100 m hs uomini donne
400 m hs uomini donne
3000 m siepi uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 20 km uomini donne
Marcia 50 km uomini
Salti
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini donne
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini donne
Lanci
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini donne
Lancio del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne

GaraModifica

In batteria gli Stati Uniti pasticciano al terzo cambio: Darvis Patton non arriva in tempo a consegnare il testimone a Tyson Gay. Gli americani sono fuori. In totale, vengono squalificate quattro squadre, inclusi i forti britannici.

In finale i giamaicani stabiliscono il nuovo record del mondo, che resisteva da 16 anni (37"40), vincendo con il più ampio margine di sempre: 96 centesimi di secondo.

Paesi Bassi e Cina vengono squalificate.

Nel 2017, a seguito della scoperta della positività all'antidoping del velocista giamaicano Nesta Carter, la squadra giamaicana viene squalificata e la classifica riscritta. Primo posto per Trinidad e Tobago, secondo per il Giappone e terzo per il Brasile.

RisultatiModifica