Apri il menu principale

Atletica leggera ai Giochi della XXVII Olimpiade - Staffetta 4×400 metri maschile

Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
Staffetta 4×400 metri maschile
Sydney 2000
Informazioni generali
Luogo Stadio Olimpico di Sydney
Periodo 29-30 settembre 2000
Partecipanti 34 squadre
Podio
Medaglia d'oro Nazionale Nigeria Nigeria
Medaglia d'argento Nazionale Giamaica Giamaica
Medaglia di bronzo Nazionale Bahamas Bahamas
Edizione precedente e successiva
Atlanta 1996 Atene 2004
Atletica leggera ai
Giochi olimpici di
Sydney 2000
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 m piani   uomini   donne
200 m piani uomini donne
400 m piani uomini donne
800 m piani uomini donne
1500 m piani uomini donne
5000 m piani uomini donne
10000 m piani uomini donne
Corse ad ostacoli
110 / 100 m hs uomini donne
400 m hs uomini donne
3000 m siepi uomini
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 20 km uomini donne
Marcia 50 km uomini
Salti
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini donne
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini donne
Lanci
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini donne
Lancio del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne

La staffetta 4×400 metri ha fatto parte del programma di atletica leggera maschile ai Giochi della XXVII Olimpiade. La competizione si è svolta nei giorni 29-30 settembre 2000 allo Stadio Olimpico di Sydney.

La garaModifica

Vince agevolmente il quartetto degli Stati Uniti, che giunge al traguardo con quasi due secondi e mezzo di vantaggio sulla coppia formata da Nigeria e Bahamas.

Nel 2008, nell'ambito dell'inchiesta a proposito dell'allenatore Trevor Graham e delle sue false dichiarazioni sull'uso di sostanze dopanti, lo staffettista Antonio Pettigrew, mai trovato positivo ad un controllo, ammette di aver fatto uso di EPO ed ormone della crescita durante e dopo i Giochi di Atlanta 1996.

Le medaglie d'oro vengono così ritirate a tutti i componenti della squadra americana, tra cui anche Michael Johnson, l'unico di quella staffetta a non essere mai stato coinvolto in fatti di doping.

Il 21 luglio 2012 il CIO decide di far scalare tutte le staffette di una posizione assegnando così l'oro alla Nigeria, l'argento alla Giamaica e il bronzo alle Bahamas.[1]

FinaleModifica

NoteModifica