Apri il menu principale
Geox Dragon
Dragon's Logo.png
SedeStati Uniti Stati Uniti
Categorie
IndyCar Series
Formula E
Dati generali
Anni di attivitàdal 2007
FondatoreJay Penske
IndyCar Series
Anni partecipazioneDal 2007 - 2013
Formula E
Anni partecipazioneDal 2014
Miglior risultato2º (2014-2015)
Gare disputate55
Vittorie2
Aggiornamento: E-Prix di Berlino 2019
Piloti nel 2019
Argentina José María López
Germania Maximilian Günther (1-3, 7-)
Brasile Felipe Nasr (4-6)
Vettura nel 2019Spark-Penske 701-EV

Dragon Racing è una squadra per auto da corsa che hanno disputato la IndyCar Series Izod di proprietà di Jay Penske. Il gruppo ha fatto il suo debutto nel 2007 come Luczo Drago Racing. Dal 2014 la squadra è impegnata nel campionato di Formula E.

Indice

StoriaModifica

2007-2013: IndycarModifica

La squadra ha partecipato per la prima volta alla 500 Miglia di Indianapolis nel 2007 con il pilota Ryan Briscoe. Jay Penske e Stephen J. Luczo erano allora comproprietari del nuovo marchio che si affacciava nel mondo delle corse e il debutto ad Indianapolis fu un vero successo con Briscoe qualificato 7º e arrivato 5º. La macchina aveva una livrea con colorazioni un po' "retro" che ricordavano quella di Rick Mears che vinse l'edizione del 1988 della 500 Miglia di Indianapolis. Nell'anno successivo, il 2008, il gruppo Dragon Racing partecipò ad Indianapolis col pilota Tomas Scheckter, figlio di Jody campione della Formula 1.

Il team nel 2009 per la prima volta partecipa all'intero campionato di IndyCar Series. Per la stagione 2010, la squadra si è fusa con de Ferran Motorsports per formare de Ferran Luczo Drago Racing e Gil de Ferran è così diventato co-proprietario. La squadra corse l'intera stagione col pilota Raphael Matos, oltre a Davey Hamilton che partecipò alla 500 Miglia di Indianapolis.

Per la stagione 2011 della IndyCar Series, è stato ingaggiato il pilota brasiliano Tony Kanaan. Tuttavia, nonostante l'ingaggio di un campione già affermato e nonostante la squadra fosse stata in grado di trovare molte sponsorizzazioni di rilievo, de Ferran ha licenziato Tony Kanaan. L'evento determinò il declino del team.

Nel 2011 si innescò una crisi per il team che inizialmente lo portò a chiudere i battenti per poi trovare, tramite Jay Penske, nuova vitalità e un nuovo pilota da porre sotto contratto, il canadese Paul Tracy. Inoltre il team ha partecipato con due vetture alla 500 Miglia di Indianapolis con i piloti Scott Speed e Ho-Pin Tung.

Nel gennaio 2012 partecipa al campionato con due vetture, una guidata da Katherine Legge, l'altra guidata dal quattro volte campione in Champ Car ed ex pilota di Formula 1 Sébastien Bourdais. Il 12 febbraio 2013 sono stati annunciati i nomi dei due piloti ufficiali, Sebastián Saavedra e Sébastien Bourdais.

Formula EModifica

2014-2015Modifica

Nel 2014 il team abbandona l'Indycar per concentrarsi sulla Formula E. Nella prima stagione il team riesce ad issarsi al secondo posto nella classifica mondiale, ottenendo anche una vittoria con Jérôme d'Ambrosio a Berlino.

2015-2016Modifica

Nella stagione successiva il team conferma Jérôme d'Ambrosio e Loïc Duval. Il primo riesca a conquistare una vittoria all'E-Prix di Città del Messico 2016 e la squadra termina il campionato al quarto posto.

2016-2017Modifica

Per il campionato 2016-2017 la squadra conferma entrambi i piloti e stringe un rapporto di collaborazione tecnica con Faraday Future. Questo cambia il nome della squadra in Faraday Future Dragon Racing, ma i risultati peggiorano rispetto alla stagione precedente, con la conquista di 32 punti e nessun podio. Termina al nono posto nella classifica a squadre.

2017-2018Modifica

 
D'Ambrosio a Berlino, nel 2018.

Nella stagione successiva viene confermato Jérôme d'Ambrosio, ma viene affiancato per il primo appuntamento da Neel Jani, il quale viene poi sostituito da José María López. Il miglior risultato della stagione è il terzo posto di D'Ambrosio nell'E-Prix di Zurigo, che è anche l'unico podio della stagione, che si conclude per il team al nono posto della classifica riservata alle squadre.

2018-2019Modifica

Per la stagione 2018-2019 viene confermato José María López, e viene affiancato dal debuttante Maximilian Günther.[1] A partire dalla quarta gara della stagione Günther viene sostituito da Felipe Nasr.[2]

Piloti che hanno corso per il teamModifica

IndycarModifica

Formula EModifica

Risultati in Formula EModifica

Stagione Vettura Gomma No. Piloti 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 Punti Pos
2014–15 Spark-Renault SRT 01E M PEC PUT PDE BNA MIA LBH MON BER MOS LON 171
6   Oriol Servià 7 7 9 9
  Loïc Duval 7 9 Rit 3 15 8 3
7   Jérôme d'Ambrosio 6 5 8 14 4 6 5 1 11 2 2
2015-16 Spark-Venturi VM200-FE-01 M PEC PUT PDE BNA MEX LHB PAR BER LON 143
6   Loïc Duval 4 Rit 4 6 4 8 Rit Rit Rit 4
7   Jérôme d'Ambrosio 5 14 3 16 1 7 11 16 9 3
2016-17 Spark-Penske 701-EV M HKG MAR BNA MEX MON PAR BER NYC MTR 33
6   Loïc Duval 14 18 6 Rit Rit 15 Rit 5 13 Rit 19
  Mike Conway 14
7   Jérôme d'Ambrosio 7 13 8 14 Rit Rit 13 13 Rit 10 11 9
2017-18 Spark-Penske EV-2 M HKG MAR SAN MEX PDE ROM PAR BER ZUR NYC 41
12   Neel Jani 18 18
  José María López 6 Rit 12 8 17 10 18 18 Rit Rit
7   Jérôme d'Ambrosio NC 15 15 8 11 9 7 12 19 3 13 Rit
2018-19 Spark-Penske EV-3 M DIR MAR SAN MEX HKG SAY ROM PAR MON BER BRN NYC 13
6   Maximilian Günther 15 12 Rit 19 5 Rit 14
  Felipe Nasr 19 Rit Rit
7   José María López Rit 11 9 17 11 Rit 16 13 10 20

NoteModifica

  1. ^ Gunther firma per Dragon Affiancherà l'argentino Lopez, su italiaracing.net, 12 novembre 2018. URL consultato il 12 dicembre 2018.
  2. ^ Felipe Nasr replaces Gunther at Geox Dragon ahead of Mexico, su fiaformulae.com, 5 febbraio 2019. URL consultato il 16 febbraio 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Automobilismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobilismo