Febbre d'amore

soap opera statunitense
Febbre d'amore
Febbre d'amore.png
Immagine tratta dall'ultima sigla italiana della soap opera
Titolo originaleThe Young and the Restless
PaeseStati Uniti d'America
Anno1973 – in produzione
Formatoserial TV
Generesoap opera
Stagioni48
Puntate11 000
(al 1º settembre 2016)
Durata20 minuti (1973-1980)
40 minuti (1980-in corso)
Lingua originaleinglese
Rapporto4:3 (SDTV: 1973-2001)
16:9 (HDTV: 2001-in corso)
Crediti
IdeatoreWilliams J. Bell, Lee Phillip Bell
Interpreti e personaggi
Vedi Personaggi di Febbre d'amore
Casa di produzioneBell Dramatic Serial Drama Company, Corday Productions, Sony Pictures Television
Prima visione
Prima TV originale
Dal26 marzo 1973
Alin corso
Rete televisivaCBS
Prima TV in italiano
Dal7 febbraio 1983
Al30 ottobre 2009
Rete televisivaItalia 1 (1983-1984)
Rete 4 (1984-1995;1998-2009)
Canale 5 (1995)

Febbre d'amore (The Young and the Restless; letteralmente significa Il giovane e l'Irrequieto) è una soap opera statunitense ideata dai coniugi William J. Bell e Lee Phillip Bell (in seguito creatori anche di Beautiful) e trasmessa dal 26 marzo 1973 sulla rete televisiva CBS. Dal 1988 è la soap opera più seguita negli Stati Uniti d'America.

In Italia è stata trasmessa a partire dal 7 febbraio 1983 su Italia 1 per poi passare nell'ottobre 1984 su Rete 4; nel giugno del 1995 passò brevemente a Canale 5 (con il nuovo titolo Amarsi) che la trasmise fino al settembre successivo; nell'aprile 1998 la soap è tornata in onda su Rete 4 con il titolo italiano originale, dove è stata trasmessa fino al 30 ottobre 2009 quando la programmazione è stata nuovamente interrotta, a causa degli alti costi per l'acquisto degli episodi.

TramaModifica

Ambientata a Genoa City (immaginaria cittadina del Wisconsin) narra le vicende di alcune famiglie che vi abitano: inizialmente la soap era focalizzata sulla rivalità tra due clan: i ricchi Blair ed i più modesti Foster, in seguito, col passare delle stagioni, a questi se ne sono aggiunti altri: i Chancellor, gli Abbott, i Newman, i Winters ed i Baldwin.

Un punto focale del serial è la rivalità tra le famiglie Abbott e Newman, che competono sia in campo lavorativo (possiedono infatti due potenti aziende del campo cosmetico) sia nella vita privata (con più storie d'amore che hanno avuto luogo, nel corso degli anni, tra i vari membri delle due famiglie); altra storyline centrale della soap è stata per molti anni l'accesa inimicizia tra i personaggi di Katherine Chancellor e Jill Foster.

CastModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di Febbre d'amore.

Fino al 2019, il membro del cast più longevo della soap era l'attrice Jeanne Cooper, che ha interpretato il ruolo di Katherine Chancellor per ben quarant'anni, dal 1973, anno d'inizio del serial, anche se l'attrice non è stata presente sin dalla prima puntata (entrò in scena nel mese di novembre, cinque mesi dopo la partenza della soap opera), fino alla sua morte, avvenuta l'8 maggio del 2013 a causa di una malattia. I fan della soap hanno chiesto ai produttori di non riassegnare il personaggio di Katherine Chancellor ad un'altra attrice, ma di far morire anch'esso, in segno di rispetto verso la Cooper, che l'ha interpretato per tanti anni, richiesta che è stata accolta dagli sceneggiatori. Nel 2020 il primato della Cooper è stato superato da Melody Thomas Scott, che interpreta il personaggio di Nikki Reed Newman dal 1979.

Unico personaggio rimasto sin dalla prima puntata è invece quello di Jill Foster, interpretato però, nel corso degli anni, da attrici diverse: la prima attrice ad interpretare il ruolo fu Brenda Dickson (che nel 1980 fu temporaneamente sostituita da Bond Gideon, in quanto lei era in maternità) in seguito nel 1982 abbandonò la soap ed il ruolo di Jill venne assegnato a Deborah Adair; la Adair fu poi sostituita a sua volta proprio da Brenda Dickson, che riprese ad interpretare il ruolo nel 1984; a partire dal 1987, la Dickson lasciò nuovamente Febbre d'amore e fu sostituita da Jess Walton, attrice che interpreta il ruolo di Jill Foster ancora oggi, anche se dal 2014 il personaggio è stato declassato da principale a ricorrente[1].

Messa in ondaModifica

Dal 1973 al 1980 le puntate della soap duravano 30 minuti ciascuna; a partire dal 1980 ogni singola puntata dura 40 minuti (pubblicità esclusa).

Nel 1988, anno in cui spodestò il serial della ABC General Hospital, Febbre d'amore divenne la soap opera più seguita negli Stati Uniti; nel 2009, con il raggiungimento del 21º anno consecutivo al primo posto, la soap superò il record precedentemente detenuto da Così gira il mondo (anch'essa trasmessa dalla CBS) che era rimasta la soap più seguita negli States per 20 anni di seguito, dal 1958 al 1978. Tale posizione di primato viene persa, dopo 32 anni, nel 2020, quando durante i mesi primaverili la soap è stata per la prima volta superata negli ascolti da Beautiful, creata anch'essa dai coniugi Bell, anche se in seguito ha poi ripreso la leadership degli ascolti.

Febbre d'amore va in onda, oltre che negli USA, in oltre 100 nazioni. La soap riscuote molta popolarità soprattutto in Francia in cui va in onda su TF1 dal 1989 con il titolo Les feux de l'amour (I fuochi dell'amore). Il successo della soap opera in Francia è analogo a quello che la sister-soap Beautiful ottiene in Italia; infatti nell'autunno 2008, per ringraziare i fan francesi, alcuni episodi di Febbre d'amore hanno avuto come location Parigi.

Febbre d'amore è molto seguita anche in Belgio ed in Canada. In quest'ultima nazione, Paese bilingue, vengono trasmesse sia la versione originale in lingua inglese (in contemporanea con gli Stati Uniti) che quella doppiata in francese, con puntate che hanno un ritardo di otto anni rispetto alla programmazione statunitense.

Programmazione in ItaliaModifica

In Italia è stata trasmessa a partire da lunedì 7 febbraio 1983 su Italia 1 (a partire dalle puntate statunitensi della stagione 1978/79) nella fascia preserale. Dopo la pausa estiva è stata ricollocata nel primo pomeriggio, in diretta concorrenza con le già affermate soap di Canale 5. Dall'ottobre 1984 è passata su Rete 4 alle ore 18, trovando la sua collocazione ideale per fidelizzare i telespettatori. Nel corso delle successive stagioni è stata programmata tra il tardo pomeriggio e la fascia preserale, ottenendo ascolti molto buoni e toccando share decisamente alti per il canale (in alcuni casi superiori al 20%). Nel 1990 si aggiudicò un Telegatto al Gran premio internazionale della TV come miglior soap opera.

Nel marzo 1991, a causa del grande divario di tempo tra la messa in onda italiana e quella statunitense (ben cinque anni di ritardo), i dirigenti di Rete 4 scelsero incautamente di operare un salto temporale, acquistando puntate più recenti (di un anno e mezzo di distanza) e mozzando circa tre anni di programmazione e di trame cruciali, passando dagli episodi andati in onda in USA nel marzo 1986 a quelli trasmessi negli States nel novembre 1989 con un'unica puntata riassuntiva, mossa che comportò un considerevole calo di audience (perse un terzo del suo pubblico, disorientato dal repentino cambio di scenario narrativo ed anche dal cambio di tre attori di alcuni personaggi centrali ovvero Jack Abbott, Jill Foster ed Ashley Abbott, che negli States non erano avvenuti nello stesso momento). La soap, per un periodo, assunse il titolo Febbre d'amore... tre anni dopo. A partire dall'agosto 1993, a causa degli ascolti non più soddisfacenti per la fascia preserale, è stata spostata in quella della tarda mattinata.

Nell'estate 1995 la Fininvest (divenuta in seguito Mediaset nel 1996) tentò di rilanciare Febbre d'amore, promuovendola da Rete 4 all'ammiraglia Canale 5 e modificandone il titolo in Amarsi. Fu posizionata alle 14,15 dopo la sister-soap Beautiful, strappata nel 1994 a Rai 2. Amarsi andò in onda per tre mesi, in diretta concorrenza con altre due soap statunitensi che già da parecchi anni presidiavano quello slot del palinsesto e molto amate dai telespettatori italiani: Sentieri su Rete 4 e Santa Barbara su Rai 2 e non riuscì quindi a fidelizzare abbastanza pubblico; nel settembre 1995, la soap dunque venne cancellata dal palinsesto di Canale 5 a causa degli ascolti ritenuti non soddisfacenti per la fascia pomeridiana della rete (una media del 18% di share, giudicata bassa rispetto allo share di Beautiful, che era all'epoca il programma più visto del daytime televisivo in Italia, col 34-35%) e sparì dai teleschermi italiani.

Nel 1996 circolò la notizia che la soap sarebbe tornata in onda sulla TMC di Vittorio Cecchi Gori, ma tali voci si rivelarono infondate.

Nell'aprile 1998, a due anni e mezzo dallo stop della programmazione, fu invece Rete 4 a rimetterla in onda, con il suo titolo italiano originale Febbre d'amore, ricollocandola nuovamente a metà mattina. Un mese dopo, esaurite le puntate inedite doppiate anni prima dalla cooperativa CDC Sefit Group di Roma, rimaste in magazzino dopo la sua repentina cancellazione dal pomeriggio di Canale 5, partirono quelle eseguite da una nuova società di doppiaggio, la Videodelta di Torino, mossa che comportò il repentino cambio in blocco di tutte le voci italiane, che causò parecchio malcontento tra il pubblico ed un nuovo calo di audience.

Nel marzo 1999, essendosi venuta di nuovo a creare una grande distanza tra la messa in onda italiana e quella statunitense a causa dei quasi tre anni di stop alla programmazione della soap in Italia, si decise di operare un secondo salto temporale, di ben quattro anni e mezzo, passando dagli episodi trasmessi negli Stati Uniti nel gennaio 1994 a quelli andati in onda nel novembre 1998; memori della debacle di pubblico avvenuta sette anni prima, questo secondo salto temporale avvenne però in maniera più graduale: venne infatti trasmessa un'intera settimana di puntate riassuntive (cinque, della durata di 40 minuti ciascuna) in cui vennero mostrate le vicende principali delle stagioni oggetto di questo secondo salto e presentati i nuovi personaggi entrati in scena nello stesso periodo, traghettando quindi in maniera meno traumatica le vicende a pochissimi mesi di distanza dalla messa in onda degli States, allineando la programmazione a Beautiful. Da quel momento, Febbre d'amore non ha più subito altri salti temporali e ha così potuto crearsi un seguito fedele.

A partire dal febbraio 2005 la soap però ha subito ingenti riduzioni di durata, con lunghi periodi in cui veniva trasmessa poco più di mezza puntata originale al giorno alternati ad altri in cui il formato originale veniva quasi rispettato. Nel 2008 e nel 2009 per diversi mesi le puntate sono state addirittura ridotte a una durata di soli dieci minuti al giorno, quando nel formato originale sarebbero di trentasei minuti netti. I continui cambi di orario nella fascia mattutina e la durata sempre più esigua hanno ulteriormente abbassato lo share della soap, che sino a fine 2007 era sempre stato superiore alla media di rete.

Dal 31 agosto 2009 Rete 4 stabilizzò l'orario di messa in onda; la programmazione venne però di nuovo interrotta venerdì 30 ottobre 2009, con le puntate trasmesse negli Stati Uniti nel gennaio 2007, a causa degli alti costi per l'acquisto degli episodi (circa 4000 € a puntata).

Dal 1º luglio 2011 la soap è tornata in onda in replica su CanalOne a partire dalle puntate andate in onda in Italia dall'agosto 2003 in poi. La soap è andata in onda su questo canale fino al 18 novembre 2011.

Attualmente la soap opera non viene più trasmessa in Italia.

L'edizione italiana è stata curata dapprima da Elena Sansonetti (episodi trasmessi dal 1983 al 2007), poi da Ludovica Bonanome (episodi trasmessi dal 2007 al 2009) per Mediaset.

SiglaModifica

La sigla utilizzata dal 2000 al 2009 in Italia è stato il brano The Extra Mile interpretato da Laura Pausini, già usato come colonna sonora del film Pokémon 2 - La forza di uno. In precedenza la soap ha avuto come sigle italiane: la canzone What Am I Gonna Do di Linda Wesley (dal 1983 al 1984), poi fu adottata la sigla statunitense originale, il brano strumentale Nadia's theme (dal 1984 al 1991), in seguito la canzone Fallen di Lauren Wood (dal 1991 al 1993), poi il brano I Don't Wanna Fight di Tina Turner (dal 1993 al 1995) ed in seguito nuovamente la sigla originale statunitense Nadia's theme (nell'estate 1995 durante la breve parentesi Amarsi, e dal 1998 al 2000). Su CanalOne le repliche venivano trasmesse avendo come sigla il brano Nadia's theme.

Puntate in prima serataModifica

Dal giugno all'ottobre 1987, Rete 4 trasmise eccezionalmente Febbre d'amore in prima serata ogni sabato con doppio episodio per la programmazione estiva, in virtù degli ottimi share raggiunti nel daytime. Negli Stati Uniti questo è accaduto due volte, nel 1993 e nel 1995. In questa seconda occasione, l'aitante Don Diamont (Brad Carlton) fu protagonista di una scena piuttosto audace, comparendo nudo sotto la doccia.

Cross-overModifica

Febbre d'amore nel corso degli anni ha legato più volte la sua trama con quella di Beautiful: molti personaggi infatti hanno fatto la spola tra le due soap per lunghi periodi o con almeno una breve apparizione da guest star; le attrici che hanno interpretato lo stesso ruolo in entrambe le soap sono state: Kimberlin Brown (Sheila Carter #1), Tracey E. Bregman (Lauren Fenmore), Jeanne Cooper (Katherine Chancellor), Katherine Kelly Lang (Brooke Logan), Susan Flannery (Stephanie Douglas Forrester), Adrienne Frantz (Amber Moore), Andrea Evans (Tawny Moore), Eileen Davidson (Ashley Abbott #1), Beth Maitland (Traci Abbott), Judith Chapman (Gloria Bardwell Abbott #2), Lauralee Bell (Christine "Cricket" Blair), Marilyn Alex (Molly Carter), Darcy Rose Byrnes (Abby Carlton #2), Susan Seaforth Hayes (Joanna Manning), Tonya Lee Williams (Olivia Barber), Lesli Kay (Felicia Forrester #2), Linsey Godfrey (Caroline Spencer Jr.), Kate Linder (Esther Valentine), Sharon Case (Sharon Newman) e Courtney Hope (Sally Spectra Jr.). Tra gli attori invece abbiamo Eric Braeden (Victor Newman), John McCook (Eric Forrester), Peter Barton (Scott Grainger), Peter Bergman (Jack Abbott), Ian Buchanan (James Warwick), Aaron Lustig (Dr. Tim Reid), Sean Kanan (Deacon Sharpe), Zack Conroy (Oliver Jones) e Jacob Young (Rick Forrester #2). Un curioso caso è quello di Don Diamont che per molti anni (dal 1985 al 2009) ha interpretato il personaggio di Brad Carlton in Febbre d'amore, per poi passare a Beautiful nel 2009 nel ruolo di Bill Spencer Jr.: l'attore infatti è apparso in tutte e due le soap con entrambi i ruoli.

Inoltre alcuni attori hanno lavorato in entrambe le soap opera dei coniugi Bell, anche se con due ruoli diversi: Darlene Conley (Rose De Ville e Sally Spectra), John McCook (Lance Prentiss ed Eric Forrester), Katherine Kelly Lang (Gretchen e Brooke Logan), Don Diamont (Brad Carlton e Bill Spencer Jr.), Barbara Crampton (Leanna Love e Maggie Forrester Warwick), Mary Sheldon (Nancy Nolan e Donna Logan #2), Andrea Evans (Patti Williams #2 e Tawny Moore), Ashley Jones (Megan Dennison e Bridget Forrester #4), Jennifer Gareis (Grace Turner #2 e Donna Logan #3), Heather Tom (Victoria Newman #1 e Katie Logan #2), John Castellanos (John Silva e Jeff Talon), Daniel McVicar (un assistente della Newman Enterprises e Clark Garrison), Rick Hearst (Matt Clark #2 e Whip Jones), Michael Tylo (Alexander Bladeson e Sherman Gale), Amanda Pace e Rachel Pace (Abby Carlton #1 ed Hope Logan #2), Eva Longoria (Isabella Braña ed una modella della Forrester), Ricky Paull Goldin (Gary Dawson e Jesse Torres), Peter Brown (Robert Laurence e Blake Hayes), Tracy Melchior (Veronica Landers e Kristen Forrester Dominguez #2), Lauren Koslow (Lindsey Wells e Margot Maclaine Lynley Spencer), Jim Storm (Neil Fenmore e Bill Spencer Sr.), Marla Adams (Dina Mergeron Abbott e Beth Henderson Logan #3), Shari Shattuck (Ashley Abbott #3 ed Heather Thompson), Sean Whalen (impiegato di un motel e Carl Ferret), Justin Baldoni (Ben e Graham Darros), Vincent Irizarry (David Chow e Jordan Armstrong) e Matthew Atkinson (Austin Travers e Thomas Forrester #5).

Oltre ai numerosi crossover con la sister-soap Beautiful, Febbre d'amore ebbe degli intrecci narrativi con una storica soap della CBS, Così gira il mondo (conclusasi nel 2010). Nel 2005 l'avvocato Michael Baldwin si è recato nella cittadina di Oakdale per assistere Jack Snyder in un processo. La cosa curiosa è che Christian Jules LeBlanc, negli anni ottanta, aveva interpretato per diverso tempo un ruolo differente in quella soap. Nel 2007 Adrienne Frantz diede vita ad un incrocio di ben tre soap opera (infatti Amber Moore, personaggio di Beautiful in quel periodo presente a Febbre d'amore, interagì con Emily Stewart, personaggio di Così gira il mondo).

Nel 1995, Victoria Rowell (Drucilla Winters) propose alla CBS di realizzare una sorta di crossover con il telefilm di cui era coprotagonista, Un detective in corsia. L'attrice, nell'episodio della seconda stagione intitolato Attrice per caso, interpreta quindi sia sé stessa che recita il ruolo di Drucilla, sia il personaggio del telefilm, la dottoressa Amanda Bentley. Il dottor Mark Sloan (Dick Van Dyke) si trova sul set di Febbre d'amore per indagare su dei misteriosi attentati. Eric Braeden, Jeanne Cooper, Lauralee Bell, Doug Davidson, Kristoff St. John, Heather Tom e J. Eddie Peck recitano nella parte di sé stessi. L'episodio, in Italia, è stato trasmesso in prima TV il 27 luglio 1998.

Altro cross-over è quello con la sitcom La tata, nel 24º episodio della quarta stagione, che nella versione italiana è intitolato proprio Febbre d'amore, in cui la protagonista Francesca Cacace (Fran Drescher) si reca nel set della soap, di cui è una fan appassionata, incontrandovi diversi attori (Joshua Morrow, Shemar Moore, Jeanne Cooper, Melody Thomas Scott, Peter Bergman) per andare a trovare l'amica-rivale Heather Biblow (interpretata da Pamela Anderson) che ha appena ottenuto un ruolo nel serial, scatenando l'invidia dell'amica. Anche in molti altri episodi della sitcom, la protagonista cita spesso la soap.

TematicheModifica

In America le relazioni interrazziali sono state un tabù nelle soap sino agli anni novanta. Anche la breve storia tra Neil Winters e Victoria Newman, nel 1998, non è stata gradita da parte del pubblico e, per questo, troncata dagli autori dopo poco tempo. Tra il 2004 e il 2005, con la relazione tra Damon Porter e Phyllis Summers il vento è mutato e non si è levata la minima protesta. Così, nel 2005, è stata battezzato il primo amore interrazziale versione teen: quello tra Daniel Romalotti e Lily Winters. Nel 2006 si sono sposati.

Nel 1977, Febbre d'amore affrontò il tema della bisessualità. La ricca Katherine Chancellor e la sua assistente Joann, entrambe alle prese con mariti fedifraghi, s'avvicinarono molto, con sentimenti che andavano oltre l'amicizia. Forse i tempi per una trama del genere erano troppo precoci. Il pubblicò infatti, sia non gradendo la storia in sé sia ritenendo che il personaggio di Katherine venisse snaturato, boicottò la soap, che perse ascolto. Così quella trama fu interrotta, con Brock, figlio della donna, che la blocca prima della partenza per un viaggio romantico con l'amica.

Febbre d'amore, negli anni, ha anche affrontato tematiche sociali come le gravidanze dei minorenni, l'aborto, i costi delle compagnie assicurative e delle assicurazioni sanitarie, le molestie sessuali sul lavoro, gli abusi sui minori, la violenza domestica, i minori abbandonati negli istituti per ragazzi difficili, l'analfabetismo, la fecondazione assistita, il tentato suicidio, l'alcolismo (Katherine, Nikki e Neil sono stati alcolisti, anche con ricadute), l'uso e lo spaccio di droga. Molte trame hanno riguardato problematiche legate alla salute: l'AIDS (Jessica, Keesha), il cancro (Olivia, Ashley), l'epilessia (Victor), l'anemia plastica (Olivia), il diabete (Raul), le malattie veneree (Nikki, Paul, Lily, Kevin), l'impotenza (John, Paul), la depressione (Lillie Bell), l'infarto (John), l'esaurimento nervoso (Ashley).

Impatto culturaleModifica

Citazione e parodieModifica

Febbre d'amore è stata citata in diversi film, tra cui Baby Boy - Una vita violenta, Taxi Driver, Mai stata baciata, Mister mamma e in serie TV, tra cui Beverly Hills 90210, Un detective in corsia, La tata, Friends, Willy, il principe di Bel-Air, Ultime dal cielo, The King of Queens, Dawson's Creek, A casa di Fran, Tutti odiano Chris.

Spesso Febbre d'amore utilizza citazioni letterarie. Una volta Michael Baldwin recitò a Phyllis Summers una poesia di Walt Whitman. Nel Natale 2004, invece, lo stesso Michael, redento dopo un passato burrascoso e ormai accettato dai concittadini, venne invitato come ospite al ranch dei Newman. Davanti a tanti ospiti, Michael fu invitato a leggere un passaggio tratto da Canto di Natale di Charles Dickens.

Fenomeno delle supercouplesModifica

Negli anni ottanta, nelle soap opera statunitensi ci fu il boom delle cosiddette supercouples. Cioè coppie che vivevano storie d'amore tanto passionali quanto tormentate, che affrontavano ostacoli su ostacoli per poter restare insieme. Non solo ostacoli sentimentali, ma anche avversità di ogni genere, compresi perfidi e folli criminali che minacciavano il mondo. Fondamentale per il riconoscimento del pubblico di una supercouple, oltre alla sceneggiatura solida e brillante, era l'alchimia che si creava tra gli attori interpreti della suddetta coppia. Tra le supercouples più famose ed amate delle varie soap statunitensi abbiamo: per General Hospital (il serial che diede il via al fenomeno) Laura e Luke, Holly e Robert, Felicia e Frisco, Anna e Duke, Brenda e Sonny; per Sentieri Reva e Josh, Nola e Quinton, Beth e Philip, Holly e Roger, Mindy e Rick, Michelle e Danny, Harley e Gus; per Così gira il mondo Lily e Holden; per Il tempo della nostra vita Kayla e Patch, Marlena e John; per La valle dei pini Nina e Cliff, Angie e Jesse; per Beautiful Brooke e Ridge, Macy e Thorne, Steffy e Rick, Katie e Bill, Hope e Liam; per Capitol Julie e Tyler, Kelly e Trey; per Santa Barbara Eden e Cruz.

Per Febbre d'amore la supercouple di maggior successo è quella formata da Nikki e Victor. I due si sono incontrati nel 1981 e, dopo varie vicissitudini, si sposarono per la prima volta nel 1984. Dopo un divorzio ed altri matrimoni, durante i quali la fiamma tra i due non si era mai del tutto spenta, la coppia si è risposata nel 2002. Nel 2007 la coppia ha divorziato per la seconda volta; dopo aver avuto ancora entrambi altre relazioni e vissuto varie vicissitudini, Victor e Nikki sono giunti all'altare per la terza volta con una cerimonia di nozze in grande stile, trasmessa il 26 marzo 2013, in occasione della puntata che festeggiava i 40 anni di messa in onda della soap opera. Altre supercouples di Febbre d'amore sono state: Cricket e Paul, Ashley e Brad, Phyllis e Jack (Ashley e Jack inoltre sono stati a lungo coinvolti, a momenti alterni, in triangoli amorosi assieme a Nikki e Victor), Lauren e Scott, Victoria e Ryan, Sharon e Nicholas, Colleen e JT, Lily e Daniel.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN179126024 · LCCN (ENn96084099
  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione