Girolamo dai Libri

pittore e miniatore italiano
(Reindirizzamento da Girolamo Dai Libri)
Sacra Famiglia, opera di Girolamo conservata nella chiesa di San Paolo C.M. di Verona.
Madonna dell'Ombrello, 1530, Museo di Castelvecchio, Verona

Girolamo dai Libri (Verona, 1474Verona, 1555) è stato un pittore e miniatore italiano.

Indice

VitaModifica

Figlio di Francesco Dai Libri, celebre miniatore veronese, e di Granata, Girolamo nacque a Verona nel 1474 circa. I primi anni li passò a fare apprendistato, insieme al fratello Callisto (con il quale collaborerà)[1], presso suo padre, che era molto apprezzato e conosciuto in tutto il territorio della Repubblica Veneta. Divenne così miniatore; oggi ci rimangono numerosi esempi della sua produzione miniatoria. I primi committenti di Girolamo furono i padri olivetani della chiesa di Santa Maria in Organo, per i quali lavorava anche il padre; questi religiosi cominciarono a pagare il giovane artista in qualità di "fiolo de magistro Francesco miniador".[2] Essendo veronese fu fondamentale per Girolamo come per tutti i pittori del tempo l'esempio della Pala di San Zeno di Andrea Mantegna, primo esempio di Rinascimento compiuto in Verona.

Nonostante Vasari, nella descrizione che fa di Girolamo e della sua opera, parli della sua prima opera pittorica eseguita a soli sedici anni, si è più propensi pensare che in realtà sia stata realizzata da Girolamo in età più avanzata.[3] L'opera è una Deposizione, eseguita su commissione della nobile famiglia veronese dei Da Lisca e posta sino al XVIII secolo sull'altare della famiglia nella chiesa di Santa Maria in Organo e spostata poi nella chiesa di Santo Stefano a Malcesine. Si dice che i veronesi, vedendo la pala, dove è possibile notare sullo sfondo la città di Verona, siano andati a congratularsi presso Francesco per l'eccellente lavoro del figlio. Altra importante opera giovanile di Girolamo, di subito posteriore alla Deposizione, è il Presepio dei conigli pala realizzata per la famiglia dei marchesi Maffei e posta di fronte alla Deposizione in Santa Maria in Organo (1500).

Negli anni immediatamente successivi al 1500, Girolamo sposò una donna, che morì poco dopo e della quale non si ha alcuna notizia, se non che diede al pittore due figli, Chiara (1507) e Francesco (1509). Recenti studi hanno portato a pensare che la moglie del pittore sia morta a causa della peste che colpì Verona tra il 1510 e il 1512 in seguito alla guerra della Lega di Cambrai ed alle disfatte veneziane.[4] Di questi anni è la realizzazione de I Santi Rocco, Sebastiano e Giobbe conservato nella chiesa di San Tomaso Cantuariense.

Girolamo tornò a sposarsi con una donna molto più giovane di lui, Cecilia, dalla quale ebbe tre figli, Zuan Paolo, Agnese, Granata.

In seguito agli sconvolgimenti della trascorsa guerra, i padri di Santa Maria in Organo decisero di rinnovare la loro chiesa e commissionarono ai due migliori pittori cittadini, Francesco Morone e Girolamo Dai Libri, la decorazione delle portelle del nuovo organo. Secondo le testimonianze, i due maestri, grandi amici, lavorarono in perfetta sintonia e armonia, senza mai litigare e dividendosi il lavoro con equità.

Successive a questo lavoro di successo furono alcune delle maggiori opere di Girolamo, come la pala di San Leonardo e la Madonna con il Bambino e sant'Anna, oggi conservata alla National Gallery di Londra.

Importanti testimonianze attribuibili a Girolamo dai Libri come abile miniatore le troviamo in tre corali[5] custoditi presso l'Abbazia di San Benedetto in Polirone di San Benedetto Po, due dei quali datati 1154 e 1555, recanti anche la firma Theodorus de Castrogofredo (Teodoro da Castel Goffredo), valente amanuense (scriptor) del tempo.[6]

Il maestro si spense nel 1555 a Verona, dove aveva sempre vissuto e ottenuto grandi riconoscimenti.

AttualitàModifica

L'Assessorato alla Cultura del Comune di Verona, assieme all'Associazione Musei d'Arte e Monumenti ha organizzato una mostra dedicata al maestro veronese Girolamo Dai Libri aperta dal 12 luglio 2008 sino 15 febbraio 2009 nella Sala Boggian del Museo di Castelvecchio.

NoteModifica

  1. ^ Verona Arte - Callisto Dai Libri
  2. ^ Gino Castiglioni, per Girolamo Dai Libri, p.25
  3. ^ per Girolamo Dai Libri, p.90
  4. ^ per Girolamo Dai Libri, p.25
  5. ^ Castiglioni, p.275.
  6. ^ Castiglioni, p.274.

BibliografiaModifica

  • Gino Castiglioni, per Girolamo Dai Libri, Verona, Marsilio, 2008.
  • Gino Castiglioni, Sergio Marinelli (a cura di), Miniatura veronese del Rinascimento, Verona, 1986.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica