Gran Premio del Portogallo 2021

Portogallo Gran Premio del Portogallo 2021
1038º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 3 di 22 del Campionato 2021
Autódromo do Algarve F1 Sectors.svg
Data 2 maggio 2021
Nome ufficiale XXVII Heineken Grande Prémio de Portugal
Luogo Autódromo Internacional do Algarve
Percorso 4,653 km / 2,891 US mi
Pista permanente
Distanza 66 giri, 306,826 km/ 190,653 US mi
Clima Poco nuvoloso
Risultati
Pole position Giro più veloce
Finlandia Valtteri Bottas Finlandia Valtteri Bottas
Mercedes in 1'18"348 Mercedes in 1'19"865
(nel giro 65)
Podio
1. Regno Unito Lewis Hamilton
Mercedes
2. Paesi Bassi Max Verstappen
Red Bull Racing-Honda
3. Finlandia Valtteri Bottas
Mercedes

Il Gran Premio del Portogallo 2021 è stata la terza prova della stagione 2021 del campionato mondiale di Formula 1. La gara si è tenuta domenica 2 maggio all'Autódromo Internacional do Algarve, nei pressi della località di Portimão, ed è stata vinta dal britannico Lewis Hamilton su Mercedes, al novantasettesimo successo nel mondiale; Hamilton ha preceduto sotto la bandiera a scacchi l'olandese Max Verstappen su Red Bull Racing-Honda e il suo compagno di scuderia, il finlandese Valtteri Bottas.

VigiliaModifica

Sviluppi futuriModifica

La Ferrari annuncia l'ingaggio a partire dall'estate di Charlie Turner, ex direttore editoriale di Top Gear, trasmissione cult della BBC. Turner avrà la responsabilità della creazione, dell'elaborazione, della distribuzione e della commercializzazione di tutti i contenuti multimediali della scuderia.[1]

La McLaren annuncia di aver venduto la sede di Paragon a una società americana, la Global Net Lease (GNL) per 170 milioni di sterline. Nello stesso tempo ha sottoscritto un contratto di locazione ventennale per rimanere nell'avveniristica sede realizzata vent'anni fa.[2]

Il contratto per la disputa del Gran Premio del Giappone, sempre sul circuito di Suzuka, viene rinnovato fino alla stagione 2024.[3] Honda diviene title sponsor del Gran Premio in questa stagione,[4] come già fatto nell'edizione 2018.[5]

La Red Bull Racing annuncia che Ben Hodgkinson, Head of Mechanical Engineering da 20 anni alla Mercedes, sarà il direttore tecnico del reparto motori di Milton Keynes a partire dalla prossima stagione.[6]

La F1 Commission approva le Qualifiche Sprint (Sprint Qualifying) in tre Gran Premi per questa stagione dopo aver raggiunto un accordo all'unanimità tra i rappresentanti della Formula 1, della FIA e delle dieci squadre iscritte al campionato. Le modifiche apportano una riorganizzazione del weekend di gara: il venerdì vede la solita sessione di prove libere al mattino seguita però da una sessione di qualifiche con il format "standard" al pomeriggio, mentre il sabato vede la solita sessione di prove al mattino seguita dalla novità della Sprint Qualifying, ovvero una gara di 100 km con partenza dalla griglia per la quale saranno assegnati tre punti in classifica al vincitore, due punti al secondo ed un punto al terzo e che sancisce, in base all'ordine d'arrivo, l'ordine di partenza della gara della domenica.[7]

La Federazione annuncia l'annullamento del Gran Premio del Canada previsto il 13 giugno come settimo appuntamento della stagione a causa delle problematiche legate alla pandemia di COVID-19. Al suo posto viene inserito il Gran Premio di Turchia, il cui ritorno avvenne già nella stagione precedente, per rimpiazzare Gran Premi non disputati a causa della pandemia.[8]

Il Gran Premio di Gran Bretagna viene stabilito come il primo evento, di tre scelti per questa stagione, dove sarà applicato il nuovo format delle Qualifiche Sprint.[9]

Aspetti tecniciModifica

Per questa gara, la Pirelli, fornitrice unica degli pneumatici, porta gomme di mescola C1, C2 e C3, le più dure della gamma tra quelle disponibili.[10]

Rispetto all'edizione 2020, la Federazione aggiunge una seconda zona per l'utilizzo del Drag Reduction System; essa è stabilita tra la curva 4 e la curva 5 (VIP Tower), con detection point posizionato prima della curva 4. La seconda zona stabilita sul rettilineo dei box rispetto all'edizione precedente del Gran Premio è stata accorciata di 120 metri e il detection point è stato spostato da dopo la curva 14 (Sagres) a dopo l'inizio della curva 15 (Galp).[11]

Dopo l'incidente avvenuto nel precedente Gran Premio dell'Emilia-Romagna con George Russell prima della Variante del Tamburello che ha portato alla sospensione della gara, il pilota finlandese della Mercedes, Valtteri Bottas, corre il Gran Premio con un nuovo telaio. La precedente scocca, a causa del forte impatto, è rimasta seriamente danneggiata. La power unit e tutte le componenti elettroniche, invece, sono state recuperate.[12][13]

La Federazione stabilisce tre punti del tracciato in cui i piloti sono costretti a rispettare i limiti di quest'ultimo, pena l'annullamento del tempo sul giro. I punti in questione riguardano l'uscita della curva 1, della curva 4 e della curva 15 (Galp).[14] Prima dell'inizio della prima sessione di prove libere del venerdì la FIA aggiunge anche l'uscita della curva 5 (VIP Tower) come punto del tracciato in cui bisogna rispettare i limiti di esso.[15] Un'ulteriore zona del tracciato in cui vanno rispettati i limiti viene stabilita prima dell'inizio della terza sessione di prove libere del sabato; la zona in questione riguarda l'uscita della curva 14 (Sagres).[16]

Prima dell'inizio della prima sessione di prove libere del venerdì i meccanici della vettura di Max Verstappen, Sergio Pérez, Charles Leclerc, Carlos Sainz Jr., Pierre Gasly, Kimi Räikkönen e Antonio Giovinazzi sostituiscono l'impianto di scarico, montando la seconda unità. Sulla vettura di Yuki Tsunoda viene invece montata la terza unità. Tutti i piloti non sono penalizzati sulla griglia di partenza in quanto le unità montate rientrano tra le otto previste per tutta la stagione.[17]

Aspetti sportiviModifica

Inizialmente il Gran Premio non era previsto nel calendario della stagione 2021. A causa delle problematiche causate dalla pandemia di COVID-19, il 5 marzo 2021 come terzo appuntamento della stagione ancora da stabilire in sostituzione della cancellazione del Gran Premio del Vietnam, viene inserito il Gran Premio del Portogallo, il cui ritorno avvenne già nella stagione precedente, nel mese di ottobre, per rimpiazzare Gran Premi non disputati a causa della pandemia. L'Autódromo Internacional do Algarve di Portimão ospitò per la prima volta il campionato mondiale di Formula 1.[18][19]

L'evento, a differenza dell'edizione 2020 che ha visto la presenza di pubblico sugli spalti, si disputa a porte chiuse a causa della pandemia di COVID-19, come la precedente gara corsa a Imola in occasione del Gran Premio dell'Emilia-Romagna. Il Gran Premio del Bahrein, la gara inaugurale del campionato, è stato corso invece con la presenza degli spettatori sugli spalti, ma solo quelli che hanno ricevuto il vaccino anti COVID-19 o che sono guariti dal SARS-CoV-2.[20]

A partire da questa gara un pilota non verrà più punito se ha perso posizioni dietro la safety car nel momento in cui la vettura di sicurezza spegnerà le luci. Se un pilota perderà posizioni e non sarà in grado di recuperarle prima della linea della safety car dovrà imboccare la corsia dei box e partire dalla pit lane. La regola viene modificata dopo quanto successo al pilota finlandese Kimi Räikkönen nel corso del precedente Gran Premio, penalizzato a fine gara per non aver ripreso la sua posizione a seguito di un testacoda prima della ripartenza della corsa.[21]

La Mercedes corre la sua cinquecentesima gara come costruttore in Formula 1.[22]

Il pilota britannico Callum Ilott, già pilota di riserva della Ferrari, da questo Gran Premio ricopre lo stesso ruolo all'Alfa Romeo Racing. Ilott prende parte alla prima sessione di prove libere del venerdì al posto di Antonio Giovinazzi, facendo il suo debutto nella massima categoria.[23]

Il pilota danese Tom Kristensen è nominato commissario aggiunto da parte della FIA; ha già svolto tale funzione anche in passato, l'ultima nel precedente Gran Premio dell'Emilia-Romagna. Per questo Gran Premio, come il precedente, è la casa automobilistica tedesca Mercedes a fornire la safety car e la medical car.[24]

ProveModifica

ResocontoModifica

Il più veloce della prima sessione di prove libere è Valtteri Bottas, che stacca di 25 millesimi la Red Bull Racing di Max Verstappen, e di quasi due decimi quella di Sergio Pérez. Bottas ha colto il tempo, di oltre un secondo più lento del miglior tempo nell'analoga sessione del 2020, con gomme soft, anche se la vettura dimostra scarsa capacità di portare in temperatura le gomme, tanto che il tempo è stato ottenuto al terzo giro consecutivo, nonostante la temperatura dell'asfalto di 34 °C. Anche Lewis Hamilton si è lamentato della difficile tenuta in pista della sua monoposto. Il campione del mondo è quinto, preceduto anche da Charles Leclerc. I tempi sono comunque molto vicini, tanto che i primi otto piloti sono raccolti in un secondo.[25]

Sono stati 17 i tempi cancellati ai piloti per aver oltrepassato i limiti della pista all'uscita della curva 1 e 17 i tempi cancellati per aver oltrepassato i limiti all'uscita della curva 4, durante la prima sessione di prove. Nel primo caso si sono visti cancellare il tempo Daniel Ricciardo, Nicholas Latifi, Kimi Räikkönen, Valtteri Bottas, George Russell e Carlos Sainz Jr. (una volta), Sebastian Vettel (due volte), Charles Leclerc, Nikita Mazepin e Fernando Alonso (tre volte);[26] nel secondo caso si sono visti cancellare il tempo Nicholas Latifi, Lance Stroll, Yuki Tsunoda, Mick Schumacher e Lando Norris (una volta), Carlos Sainz Jr. e Charles Leclerc (due volte), Nikita Mazepin (tre volte), Pierre Gasly (cinque volte).[27]

La sessione del pomeriggio viene penalizzata da un forte vento, che non consente al più veloce, Lewis Hamilton, di battere il tempo di Bottas, della prima sessione, pur in presenza di una pista più gommata. Alle spalle del britannico, staccato di un decimo, rimane Verstappen, che precede Bottas. Hamilton si è comunque lamentato della difficoltà di guidare la vettura, imputando le difficoltà al vento e allo scarso bilanciamento della monoposto.[28] Le Red Bull hanno privilegiato l'impiego di gomme medie, nella simulazione di gara, a differenze della Mercedes, che ha maggiormente insistito sulla mescola morbida.

La Ferrari ha nuovamente colto il quarto tempo, questa volta però con Carlos Sainz Jr. (che ha beneficiato del nuovo fondo piatto che verrà fatto esordire in gara solo nel Gran Premio di Spagna), che ha preceduto il duo dell'Alpine. Da segnalare che Nicholas Latifi ha compiuto un errore di guida, finendo nella sabbia.[29]

Sono stati 18 i tempi cancellati ai piloti per aver oltrepassato i limiti della pista all'uscita della curva 1 e 12 i tempi cancellati per aver oltrepassato i limiti all'uscita della curva 4, durante la seconda sessione di prove. Nel primo caso si sono visti cancellare il tempo Kimi Räikkönen, Carlos Sainz Jr., Daniel Ricciardo, Lance Stroll, Lando Norris, Fernando Alonso, Max Verstappen e Yuki Tsunoda (una volta), Mick Schumacher e Lewis Hamilton (due volte), Nikita Mazepin (sei volte);[30] nel secondo caso si sono visti cancellare il tempo Yuki Tsunoda, Nikita Mazepin, Sebastian Vettel, Lance Stroll, Charles Leclerc, Kimi Räikkönen, George Russell e Mick Schumacher (una volta), Antonio Giovinazzi e Max Verstappen (due volte).[31]

Dopo le prove sulle vetture di Valtteri Bottas, George Russell e Yuki Tsunoda viene sostituito il cambio. I piloti non sono penalizzati sulla griglia di partenza perché il componente viene montato entro la disputa di sei Gran Premi.[32]

Verstappen è il pilota migliore della sessione del sabato; l'olandese ha ottenuto 1'18"489, con gomme a mescola morbida. Anche nella sessione del sabato le vetture hanno avuto delle difficoltà a portare in temperatura gli pneumatici, dovendo compiere due giri di riscaldamento prima di poter cercare il tempo.

Alle spalle del pilota della Red Bull Racing si sono classificate le due Mercedes, e il compagno di team di Verstappen, Pérez. Sulla vettura di Hamilton il team anglo-tedesco ha provato delle soluzioni avanzate, per cercare di colmare il divario rispetto alle prestazioni di Verstappen.[33]

Sono stati 18 i tempi cancellati ai piloti per aver oltrepassato i limiti della pista all'uscita della curva 1 e cinque i tempi cancellati per aver oltrepassato i limiti all'uscita della curva 4, durante la terza sessione di prove. Nel primo caso si sono visti cancellare il tempo Sergio Pérez, Carlos Sainz Jr., Lance Stroll e Lando Norris (una volta), Kimi Räikkönen, Lewis Hamilton, Fernando Alonso e Pierre Gasly (due volte), Nikita Mazepin e Sebastian Vettel (tre volte);[34] nel secondo caso si sono visti cancellare il tempo Pierre Gasly, Carlos Sainz Jr. e Mick Schumacher (una volta), Nikita Mazepin (due volte).[35]

RisultatiModifica

Nella prima sessione del venerdì[36] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 77   Valtteri Bottas   Mercedes 1'19"648 31
2 33   Max Verstappen   Red Bull Racing-Honda 1'19"673 +0"025 23
3 11   Sergio Pérez   Red Bull Racing-Honda 1'19"846 +0"198 22

Nella seconda sessione del venerdì[37] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 44   Lewis Hamilton   Mercedes 1'19"837 33
2 33   Max Verstappen   Red Bull Racing-Honda 1'19"980 +0"143 26
3 77   Valtteri Bottas   Mercedes 1'20"181 +0"344 28

Nella sessione del sabato mattina[38] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 33   Max Verstappen   Red Bull Racing-Honda 1'18"489 21
2 44   Lewis Hamilton   Mercedes 1'18"725 +0"236 21
3 77   Valtteri Bottas   Mercedes 1'18"820 +0"331 19

QualificheModifica

ResocontoModifica

I meccanici della Mercedes devono sistemare un sensore sulla monoposto di Valtteri Bottas, che riesce a partecipare regolarmente alle qualifiche.

Lando Norris è il primo pilota che fa segnare un tempo significativo in Q1, prima di essere battuto da Carlos Sainz Jr.; il tempo del ferrarista non viene battuto, inizialmente, nemmeno da Bottas e Max Verstappen. Sainz Jr. riesce anche a migliorare, prima di essere battuto da Lewis Hamilton (1'18"726): il tempo viene però annullato perché il britannico ha superato i limiti del tracciato. Sale, nel frattempo, al secondo posto, Sergio Pérez. Fa meglio Bottas che fa segnare 1'19"205, e si pone al comando; l'altro pilota della Red Bull, Verstappen, è terzo, non riuscendo a fare meglio di Pérez. Dopo un testacoda di Fernando Alonso, Hamilton conquista il quinto tempo e, poco dopo, anche Pérez commette anche lui un errore di guida, finendo in testacoda come lo spagnolo.

La pista tende a migliorare rapidamente. Norris, con gomme morbide, sale in vetta alla graduatoria dei tempi, scendendo sotto il minuto e 19 secondi. In seguito si migliora anche Hamilton, che però non riesce a battere il tempo del suo connazionale. Nei secondi finale della sessione Bottas si prende il miglior tempo, mentre Esteban Ocon scala fino al quarto posto. Vengono eliminati Daniel Ricciardo, i due canadesi Lance Stroll e Nicholas Latifi, e i due piloti della Haas.

In Q2, fase nella quale i piloti montano il tipo di gomma con cui dovranno partire per la gara, molti optano, almeno inizialmente, per l'utilizzo di gomme medie. Charles Leclerc, su questo tipo di gomme, segna 1'19"434, battuto da Verstappen (1'19"099). Successivamente Bottas scende sotto il minuto e 19 e Hamilton sotto il minuto e 18 (precisamente 1'17"968). Norris si avvicina a Bottas, ma utilizzando gomme soft. Il pilota della McLaren precede Ocon, mentre Vettel è sesto; anche Pierre Gasly e Alonso sono nei primi dieci classificati.

Dopo i primi tentativi tutti decidono, definitivamente, ad affrontare la pista con gomme soft. Non lo fa Leclerc, che resta su medie, a differenza del compagno di scuderia Sainz Jr.. Il monegasco non si migliora e, come lo spagnolo, rischia l'eliminazione. Solo alla fine Sainz Jr. rimonta al sesto posto, mentre Leclerc riesce a entrare in Q3, con gomme medie. George Russell è undicesimo, e sfiora l'entrata nella terza e ultima fase della sessione delle qualifiche, che per la Williams manca dal Gran Premio d'Azerbaigian 2018. Oltre al britannico non accedono alla fase successiva le due Alfa Romeo Racing, Fernando Alonso e Yuki Tsunoda.

All'inizio della fase conclusiva c'è una piccola incomprensione tra Sainz Jr. e Bottas. Anche in questa fase i piloti hanno bisogno di due giri di riscaldamento delle gomme. Il finlandese ottiene 1'18"348, battendo di sette millesimi il compagno di team, Hamilton. Terzo è Pérez, mentre Verstappen vede ancora annullato un tempo, sempre per aver superato i limiti del tracciato. Sale al quarto posto Sainz Jr., davanti a Norris e Leclerc.

Le Mercedes, a sorpresa, per il loro secondo tentativo veloce, decidono di montare gomme medie. Verstappen, nell'unico tentativo rimasto, sale terzo, mentre non si migliorano le due vetture anglo-tedesche. Valtteri Bottas fa sua la pole position per la diciassettesima volta in carriera. La prima linea è interamente Mercedes, per la settantanovesima volta, una in meno della Ferrari.[39]

Sono stati quindi tre i tempi cancellati ai piloti per aver oltrepassato i limiti della pista all'uscita della curva 1, tre i tempi cancellati per aver oltrepassato i limiti all'uscita della curva 4 e uno il tempo cancellato per aver oltreppassato i limiti all'uscita della curva 14 (Sagres), durante le qualifiche. Nel primo caso si sono visti cancellare il tempo Nikita Mazepin, Lewis Hamilton e Kimi Räikkönen;[40] nel secondo caso si sono visti cancellare il tempo Charles Leclerc, Kimi Räikkönen e Max Verstappen;[41] nel terzo caso si è visto cancellare il tempo Pierre Gasly.[42]

RisultatiModifica

Nella sessione di qualifica[43] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Q1 Q2 Q3 Griglia
1 77   Valtteri Bottas   Mercedes 1'18"722 1'18"458 1'18"348 1
2 44   Lewis Hamilton   Mercedes 1'18"857 1'17"968 1'18"355 2
3 33   Max Verstappen   Red Bull Racing-Honda 1'19"485 1'18"650 1'18"746 3
4 11   Sergio Pérez   Red Bull Racing-Honda 1'19"337 1'18"845 1'18"890 4
5 55   Carlos Sainz Jr.   Ferrari 1'19"309 1'18"813 1'19"039 5
6 31   Esteban Ocon   Alpine-Renault 1'19"092 1'18"586 1'19"042 6
7 4   Lando Norris   McLaren-Mercedes 1'18"794 1'18"481 1'19"116 7
8 16   Charles Leclerc   Ferrari 1'19"373 1'18"769 1'19"306 8
9 10   Pierre Gasly   AlphaTauri-Honda 1'19"464 1'19"052 1'19"475 9
10 5   Sebastian Vettel   Aston Martin-Mercedes 1'19"403 1'18"970 1'19"659 10
11 63   George Russell   Williams-Mercedes 1'19"797 1'19"109 N.D. 11
12 99   Antonio Giovinazzi   Alfa Romeo Racing-Ferrari 1'19"410 1'19"216 N.D. 12
13 14   Fernando Alonso   Alpine-Renault 1'19"728 1'19"456 N.D. 13
14 22   Yuki Tsunoda   AlphaTauri-Honda 1'19"684 1'19"463 N.D. 14
15 7   Kimi Räikkönen   Alfa Romeo Racing-Ferrari 1'19"748 1'19"812 N.D. 15
16 3   Daniel Ricciardo   McLaren-Mercedes 1'19"839 N.D. N.D. 16
17 18   Lance Stroll   Aston Martin-Mercedes 1'19"913 N.D. N.D. 17
18 6   Nicholas Latifi   Williams-Mercedes 1'20"285 N.D. N.D. 18
19 47   Mick Schumacher   Haas-Ferrari 1'20"452 N.D. N.D. 19
20 9   Nikita Mazepin[44]   Haas-Ferrari 1'20"912 N.D. N.D. 20
Tempo limite 107%: 1'24"232

In grassetto sono indicate le migliori prestazioni in Q1, Q2 e Q3.

GaraModifica

ResocontoModifica

In partenza il poleman Valtteri Bottas riesce a mantenere il comando, precedendo Lewis Hamilton e Max Verstappen. Carlos Sainz Jr. sfrutta bene le gomme morbide e passa Sergio Pérez. Seguono poi Lando Norris, Esteban Ocon e Charles Leclerc. Al termine del primo giro Kimi Räikkönen tampona il compagno di scuderia Antonio Giovinazzi, sul rettilineo dei box. Il finlandese danneggia irreparabilmente l'alettone anteriore, uscendo di pista. La direzione di gara, al fine di consentire la pulizia della pista, invia la safety car sul tracciato.

La gara riprende dopo cinque giri, con Verstappen capace di passare subito, alla prima curva, Hamilton, installandosi al secondo posto. All'ottavo giro Norris scavalca Pérez, per il quarto posto. Verstappen riesce ad avvicinarsi a Bottas, venendo però marcato da Hamilton, capace di riprendersi la seconda posizione già al decimo giro. Quattro giri dopo Norris cede nuovamente la quarta posizione a Pérez. Al diciannovesimo giro Hamilton completa la rimonta, passando il suo compagno di scuderia Bottas, a cui si avvicina di nuovo Verstappen.

Al ventunesimo giro va ai box Sainz Jr., che monta gomma media, così come, un giro dopo, Norris. Al venticinquesimo giro l'altro pilota della Ferrari, Leclerc, decide di montare gomme di mescola dura. A metà gara Hamilton ha, nel frattempo, portato il suo vantaggio a tre e secondi e mezzo su Bottas, 4"2 su Verstappen, 13"6 su Pérez e 34"9 su Ricciardo.

Verstappen tenta l'undercut, fermandosi al trentacinquesimo giro, montando la mescola dura, che sembra molto competitiva. Bottas attende un giro, rientra in pista davanti al pilota della Red Bull Racing, ma viene superato già alla terza curva. Poco dopo si ferma anche Hamilton, che riesce a mantenere il vantaggio su Verstappen. Al comando si posiziona Pérez, che non ha effettuato il cambio gomme. Il messicano regge in vetta fino al cinquantesimo giro, quando è passato, senza problemi, da Hamilton, alla prima curva. Il giro successivo Pérez è richiamato ai box, per il cambio gomme e il passaggio alle gomme morbide. Il britannico comanda con cinque secondi di vantaggio su Verstappen, 6"2 su Bottas e 32 secondi sullo stesso Pérez. Grazie alle nuove gomme, però, Pérez coglie il giro veloce.

Negli ultimi giri Sainz Jr., che al cambio gomme aveva preferito le coperture di mescola media, vede il degrado dei suoi pneumatici, e scende di diverse posizioni, finendo fuori dalla zona dei punti. La Mercedes richiama ai box Bottas, per montare gomme soft, e dare all'assalto al giro veloce e al punto addizionale. Il finlandese riesce, al penultimo giro, a strappare la miglior prestazione in gara a Pérez.

La scelta della scuderia anglo-tedesca viene seguita anche dalla Red Bull Racing, che richiama Verstappen, per tentare di riprendersi il giro veloce. L'olandese riesce, all'ultimo giro, a battere il tempo di Bottas, ma, in seguito, il tempo è cancellato perché Verstappen ha superato i limiti della pista. Hamilton coglie il novantasettesimo successo nel mondiale. Il podio si completa con Verstappen e Bottas. I tre si ritrovano sul podio per la quindicesima volta, nuovo record nella storia del mondiale di Formula 1.[45][46]

Sono stati 13 i tempi cancellati ai piloti per aver oltrepassato i limiti della pista all'uscita della curva 1, quattro i tempi cancellati per aver oltrepassato i limiti all'uscita della curva 4 e uno il tempo cancellato per aver oltrepassato i limiti all'uscita della curva 14 (Sagres), durante la gara. Nel primo caso si sono visti cancellare il tempo Yuki Tsunoda, Lance Stroll e Nicholas Latifi (una volta), Nikita Mazepin, Mick Schumacher, Sebastian Vettel, Fernando Alonso e Pierre Gasly (due volte);[47] nel secondo caso si sono visti cancellare il tempo Yuki Tsunoda, Lando Norris, Max Verstappen e Pierre Gasly;[48] nel terzo caso si è visto cancellare il tempo Max Verstappen.[49]

RisultatiModifica

I risultati del Gran Premio[50] sono i seguenti:

Pos Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 44   Lewis Hamilton   Mercedes 66 1h34'31"421 2 25
2 33   Max Verstappen   Red Bull Racing-Honda 66 +29"148 3 18
3 77   Valtteri Bottas   Mercedes 66 +33"530 1 16
4 11   Sergio Pérez   Red Bull Racing-Honda 66 +39"735 4 12
5 4   Lando Norris   McLaren-Mercedes 66 +51"369 7 10
6 16   Charles Leclerc   Ferrari 66 +55"781 8 8
7 31   Esteban Ocon   Alpine-Renault 66 +1'03"749 6 6
8 14   Fernando Alonso   Alpine-Renault 66 +1'04"808 13 4
9 3   Daniel Ricciardo   McLaren-Mercedes 66 +1'15"369 16 2
10 10   Pierre Gasly   AlphaTauri-Honda 66 +1'16"463 9 1
11 55   Carlos Sainz Jr.   Ferrari 66 +1'18"955 5
12 99   Antonio Giovinazzi   Alfa Romeo Racing-Ferrari 65 +1 giro 12
13 5   Sebastian Vettel   Aston Martin-Mercedes 65 +1 giro 10
14 18   Lance Stroll   Aston Martin-Mercedes 65 +1 giro 17
15 22   Yuki Tsunoda   AlphaTauri-Honda 65 +1 giro 14
16 63   George Russell   Williams-Mercedes 65 +1 giro 11
17 47   Mick Schumacher   Haas-Ferrari 64 +2 giri 19
18 6   Nicholas Latifi   Williams-Mercedes 64 +2 giri 18
19 9   Nikita Mazepin[44]   Haas-Ferrari 64 +2 giri[51] 20
Rit 7   Kimi Räikkönen   Alfa Romeo Racing-Ferrari 1 Collisione con A. Giovinazzi 15

Valtteri Bottas riceve un punto addizionale per aver segnato il giro più veloce della gara.

Classifiche mondialiModifica

NoteModifica

  1. ^ Franco Nugnes, Ferrari prende Turner da TopGear per fare un salto multimediale, su it.motorsport.com, 20 aprile 2021. URL consultato il 29 aprile 2021.
  2. ^ Giacomi Rauli, F1: la McLaren ha venduto la sua sede per 170 milioni di sterline, su it.motorsport.com, 20 aprile 2021. URL consultato il 29 aprile 2021.
  3. ^ Luke Smith, F1: rinnovo triennale per il GP del Giappone a Suzuka, su it.motorsport.com, 24 aprile 2021. URL consultato il 29 aprile 2021.
  4. ^ (EN) Honda To Be Title Sponsor Of The 2021 FIA Formula One Japanese Grand Prix, su honda.racing, 24 aprile 2021. URL consultato il 24 aprile 2021.
  5. ^ (EN) Formula 1 2018 Honda Japanese Grand Prix, su formula1.com, 7 ottobre 2018. URL consultato il 7 ottobre 2018.
  6. ^ Franco Nugnes, Mercedes blocca Hodgkinson fino a fine 2022?, su it.motorsport.com, 26 aprile 2021. URL consultato il 29 aprile 2021.
  7. ^ (EN) Sprint Qualifying to debut at three Grands Prix in 2021 following unanimous agreement from teams, su formula1.com, 26 aprile 2021. URL consultato il 26 aprile 2021.
  8. ^ Simone Peluso, Ufficiale: Turchia al posto del Canada, su formulapassion.it, 28 aprile 2021. URL consultato il 28 aprile 2021.
  9. ^ Matteo Senatore, Ufficiale, prime Qualifiche Sprint a Silverstone, su formulapassion.it, 28 aprile 2021. URL consultato il 28 aprile 2021.
  10. ^ Giacomo Rauli, F1 2021: Pirelli svela le scelte di gomme per tutti e 23 i GP!, su it-motorsport.com, 19 febbraio 2021. URL consultato il 25 marzo 2021.
  11. ^ (EN) Formula 1 Heineken Grande Prémio De Portugal 2021, su formula1.com. URL consultato il 29 aprile 2021.
  12. ^ Roberto Chinchero, Mercedes: Bottas a Portimao con una scocca nuova, su it.motorsport.com, 22 aprile 2021. URL consultato il 29 aprile 2021.
  13. ^ Roberto Chinchero, Mercedes: la power unit di Bottas è salva dopo il crash di Imola, su it.motorsport.com, 27 aprile 2021. URL consultato il 29 aprile 2021.
  14. ^ Valerio Barretta, GP Portogallo, track limits in curva 1, 4 e 15, su formulapassion.it, 29 aprile 2021. URL consultato il 29 aprile 2021.
  15. ^ (EN) Race Directors' Event Notes Version 2 (PDF), su fia.com, 30 aprile 2021. URL consultato il 30 aprile 2021.
  16. ^ (EN) Race Directors' Event Notes Version 3 (PDF), su fia.com, 1º maggio 2021. URL consultato il 1º maggio 2021.
  17. ^ (EN) New PU elements for this Event (PDF), su fia.com, 30 aprile 2021. URL consultato il 30 aprile 2021.
  18. ^ Jonathan Noble, F1: il GP del Portogallo entra nel calendario 2021!, su it.motorsport.com, 10 febbraio 2021. URL consultato il 10 febbraio 2021.
  19. ^ (EN) Formula 1 confirms Portuguese Grand Prix will take place on May 2 calendar slot, su formula1.com, 5 marzo 2021. URL consultato il 5 marzo 2021.
  20. ^ GP Bahrain col pubblico: biglietti in vendita, ma solo per vaccinati e guariti dal Covid, su sport.sky.it, 5 marzo 2021. URL consultato il 25 marzo 2021.
  21. ^ Marco Belloro, Dilemma Raikkonen, da Portimao cambia la regola, su formulapassion.it, 22 aprile 2021. URL consultato il 29 aprile 2021.
  22. ^ (EN) Lewis takes an impressive victory for the Mercedes-AMG Petronas F1 Team in Portugal with Valtteri completing the podium in P3, su mercedesamgf1.com, 2 maggio 2021. URL consultato il 4 maggio 2021.
  23. ^ Marco Di Marco, Alfa Romeo: Ilott pilota di riserva al fianco di Kubica, su it.motorsport.com, 27 aprile 2021. URL consultato il 29 aprile 2021.
  24. ^ (EN) 2021 Portuguese Grand Prix – Event&Timing Information, su fia.com, 29 aprile 2021. URL consultato il 29 aprile 2021.
  25. ^ Franco Nugnes, F1, Portimao, Libere 1: Bottas precede Verstappen, Leclerc quarto, su it.motorsport.com, 30 aprile 2021. URL consultato il 30 aprile 2021.
  26. ^ (EN) P1 deleted lap times turn 1 (PDF), su fia.com, 30 aprile 2021. URL consultato il 30 aprile 2021.
  27. ^ (EN) P1 deleted lap times turn 4 (PDF), su fia.com, 30 aprile 2021. URL consultato il 30 aprile 2021.
  28. ^ Marco Di Marco, Hamilton: "Ho faticato per tenere la Mercedes in pista", su it.motorsport.com, 30 aprile 2021. URL consultato il 30 aprile 2021.
  29. ^ Franco Nugnes, F1, Portimao, Libere 2: Hamilton davanti, Sainz quarto, su it.motorsport.com, 30 aprile 2021. URL consultato il 30 aprile 2021.
  30. ^ (EN) P2 deleted lap times turn 1 (PDF), su fia.com, 30 aprile 2021. URL consultato il 30 aprile 2021.
  31. ^ (EN) P2 deleted lap times turn 4 (PDF), su fia.com, 30 aprile 2021. URL consultato il 30 aprile 2021.
  32. ^ (EN) New gearboxes for this Event (PDF), su fia.com, 30 aprile 2021. URL consultato il 30 aprile 2021.
  33. ^ Franco Nugnes, F1, Portimao, Libere 3: Verstappen detta il passo, su it.motorsport.com, 1º maggio 2021. URL consultato il 1º maggio 2021.
  34. ^ (EN) P3 deleted lap times turn 1 (PDF), su fia.com, 1º maggio 2021. URL consultato il 1º maggio 2021.
  35. ^ (EN) P3 deleted lap times turn 4 (PDF), su fia.com, 1º maggio 2021. URL consultato il 1º maggio 2021.
  36. ^ Prima sessione di prove libere del venerdì
  37. ^ Seconda sessione di prove libere del venerdì
  38. ^ Sessione di prove libere del sabato
  39. ^ (FR) Emmanuel Touzot, Bottas bat Hamilton pour la pole à Portimão devant les Red Bull, su motorsport.nextgen-auto.com, 1º maggio 2021. URL consultato il 1º maggio 2021.
  40. ^ (EN) Qualifying deleted lap times turn 1 (PDF), su fia.com, 1º maggio 2021. URL consultato il 1º maggio 2021.
  41. ^ (EN) Qualifying deleted lap times turn 4 (PDF), su fia.com, 1º maggio 2021. URL consultato il 1º maggio 2021.
  42. ^ (EN) Qualifying deleted lap times turn 14 (PDF), su fia.com, 1º maggio 2021. URL consultato il 1º maggio 2021.
  43. ^ Sessione di qualifica
  44. ^ a b Nikita Mazepin è un pilota russo, ma è costretto a correre da atleta neutrale usando la designazione RAF (Russian Automobile Federation) per rispettare le restrizioni imposte dal TAS di Losanna dopo la sentenza sul doping di Stato che ha coinvolto l'agenzia antidoping russa, cfr. Simone Peluso, Doping di Stato Russia: Mazepin correrà come atleta indipendente, su formulapassion.it, 6 febbraio 2021. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  45. ^ Portimao - La cronaca-Hamilton vince di forza, su italiaracing.net, 2 maggio 2021. URL consultato il 2 maggio 2021.
  46. ^ (FR) Statistiques Pilotes-Podiums-Trio le plus souvent ensemble, su statsf1.com. URL consultato il 2 maggio 2021.
  47. ^ (EN) Race deleted lap times turn 1 (PDF), su fia.com, 2 maggio 2021. URL consultato il 2 maggio 2021.
  48. ^ (EN) Race deleted lap times turn 4 (PDF), su fia.com, 2 maggio 2021. URL consultato il 2 maggio 2021.
  49. ^ (EN) Race deleted lap times turn 14 (PDF), su fia.com, 2 maggio 2021. URL consultato il 2 maggio 2021.
  50. ^ Risultati del Gran Premio
  51. ^ Nikita Mazepin penalizzato di cinque secondi sul tempo di gara e di un punto sulla superlicenza per non aver rispettato le bandiere blu. La penalità non ha effetto pratico visto che il russo arriva ultimo, cfr. (EN) Offence - Car 9 - Ignoring blue flags (PDF), su fia.com, 2 maggio 2021. URL consultato il 2 maggio 2021.
Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 2021
                                           
   

Edizione precedente:
2020
Gran Premio del Portogallo
  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1