Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il Digimon omonimo che appare in Digimon Fusion Battles, vedi Personaggi di Digimon Fusion Battles#Lucemon.
Lucemon
(ルーチェモン)
Lucemon.png
LivelloIntermedio
Prima apparizioneDigimon Frontier
DoppiatoreKumiko Nishihara
Doppiatore it.Sabrina Duranti
Digievoluzione
IntermedioLucemon
EvolutoLucemon Chaos Mode
MegaLucemon Shadowlord Mode
e Lucemon Larva
TipoAntivirus
GruppoDigimon angelo
FamigliaVirus Busters
Nessuna

Lucemon (ルーチェモン?) è un Digimon di livello intermedio del media franchise giapponese Digimon, che comprende anime, manga, giocattoli, videogiochi, carte collezionabili ed altri media.

L'apparizione maggiormente conosciuta di Lucemon avviene nella quarta serie dell'anime di Digimon, Digimon Frontier, e ne è l'antagonista principale, colui che si nasconde dietro tutte le trame della serie.

Malgrado il suo stato di antagonista, è un Digimon angelo di tipo Antivirus.

Lucemon è doppiato da Kumiko Nishihara in lingua giapponese e da Mona Marshall nel doppiaggio inglese. In Italia è doppiato da Sabrina Duranti.

Indice

Aspetto e caratteristicheModifica

Il nome "Lucemon" deriva parzialmente dalla parola italiana "luce" e dal suffisso "-mon" (abbreviazione di "monster"), che tutti i Digimon hanno alla fine del loro nome. Tuttavia, il nome e l'aspetto originale di Lucemon sono stati ispirati da Lucifero, il cui nome in lingua latina significa "portatore di luce". "Lucemon" significa quindi "mostro portatore di luce".

Lucifero è anche considerato il demone patrono e simbolo per eccellenza del peccato capitale della superbia; tratto che ben si confà al complesso del messia di Lucemon e la sua convinzione di essere una creatura superiore, e che solo lui possa migliorare il mondo.

L'aspetto fisico di Lucemon è quello di un bellissimo bambino biondo con gli occhi azzurri che indossa una veste bianca, la quale ne ricopre in gran parte il corpo. Ha dodici grandi ali bianche ed ha volto, braccio sinistro, petto e stomaco segnati da trame di disegni di colore blu. Sulle sue mani e sui suoi piedi è inoltre presente il simbolo del Digital Hazard, mentre intorno ad ogni polso e ad ogni caviglia Lucemon porta un anello sacro.

Nonostante sembri piuttosto fragile dal punto di vista fisico, e benché sia solo un Digimon di livello intermedio, Lucemon è estremamente potente ed intelligente; anche i Digimon di livello mega lo temono, poiché il Digimon angelo può facilmente eliminare anche uno di essi con un solo attacco. La sua aria da bambino indifeso ed innocente in realtà maschera la sua natura spietata. La sua voce ha dei tratti femminili, benché duri, poiché riesce a stento a trattenere la sua natura sprezzante. Si dice che le abilità di Lucemon siano state ereditate e divise tra i Digimon Angelici.

Attacchi
  • Croce Galattica: Lucemon crea una versione in miniatura del sistema solare, configurato nella forma di quello che in astrologia viene chiamato Grand cross, e scaglia questo costrutto sul nemico.
  • Divine Feat (Prodezza Divina): Lucemon crea una grande spada o lancia di luce e con essa trafigge il nemico.

PersonalitàModifica

In origine un messia che portò la pace a Digiworld fermando l'orribile guerra che lo dilaniava, Lucemon venne in seguito corrotto dal suo stesso potere, divenendo ossessionato dall'idea che il mondo sia un luogo caotico e imperfetto, e che solo lui possa renderlo un paradiso perfetto, a condizione di possedere assoluto controllo su di esso e i suoi abitanti. Per realizzare questo obbiettivo, è disposto a qualsiasi cosa, anche a distruggere il mondo vecchio al fine di ricostruirlo. Comparato ad altri antagonisti, Lucemon appare mentalmente instabile: può passare da un sofisticato e raffinato narcisista a un tiranno brutale e iracondo in pochi attimi, o a furioso, impaziente e violento. Come ammesso da Lucemon egli disprezza tremendamente il suo vecchio se stesso ritenendosi di essere stato debole. È molto abile a manipolare e spingere altri digimon a fare ciò che vuole, manipolando nell'ombra i sentimenti di Kerpymon, amplificandone i lati oscuri, e portando dalla sua parte i un tempo nobili Cavalieri Reali. Non mostra alcun attaccamento verso nessuno di loro, facendosi sottilmente beffe dei sospetti di Crusadermon verso di lui, e assorbendo i loro dati una volta sconfitti in battaglia senza alcun rimorso. Lucemon è un personaggio dalla mentalità contraddittoria: è convinto di stare perseguendo uno scopo nobile, portare la vera pace, ma non esita a commettere azioni terribili e infliggere grandi sofferenze pur di realizzarlo. Allo stesso modo, dice di amare tutti i digimon, promettendo loro di farli rinascere in un mondo migliore e pacifico, ma arriva anche a sterminarli senza mostrare alcun rimorso e togliendo loro ogni libertà. La sua superbia, comunque, è tale da non permettergli di mettere in alcuna discussione il suo punto di vista, affermando che non è lui a essere nel torto, ma sono gli altri, imperfetti, a non comprendere lui, creatura perfetta. Ogni traccia di buone intenzioni scompare completamente quando perde i suoi dati positivi e rinasce solo con quelli negativi: in tale forma, Lucemon persegue la sua sete di potere, sia su Digiworld che sul mondo reale, verso cui prima non mostrava particolare interesse, senza più citare la sua utopia, mostrando aperto disprezzo per entrambi i mondi e coloro che vi abitano. La sua megalomania, infine, è ai massimi assoluti, arrivando a dichiarare che non solo il mondo gli appartiene, ma che esiste solo per lui.

ApparizioniModifica

Lucemon apparve per la prima volta molti anni prima dell'inizio della serie di Frontier, in un periodo in cui Digiworld era dilaniato da una guerra civile che coinvolgeva i Digimon di tipo Umano e i Digimon di tipo Animale. Lucemon, Digimon angelo dai grandi poteri, intervenne in quella battaglia, ponendovi fine e provvedendo a riportare la pace tra le due fazioni e a governare il mondo digitale con saggezza. Tuttavia, il potere presto lo corruppe, facendolo diventare un Digimon malvagio e spietato. Digiworld minacciava di essere scosso da una nuova guerra, ma fu allora che intervennero i dieci Leggendari Guerrieri, dieci Digimon dal grande potere che, unendo le loro forze, riuscirono a fermare Lucemon e le sue aspirazioni di dominio. Nonostante fosse stato sconfitto, però, il Digimon angelo non poteva essere eliminato e ciò costrinse i Leggendari Guerrieri a sigillarlo all'interno dell'Area Oscura, un luogo inospitale posto in profondità nel nucleo centrale di Digiworld, il quale fungeva da prigione per il Digimon malvagio.

Alla morte dei Leggendari Guerrieri, questi lasciarono dietro di sé dieci coppie di Digispirit, reliquie contenenti i loro sconfinati poteri. Questi furono custoditi gelosamente dai Digimon Angelici - Seraphimon, Ophanimon e Kerpymon - tre Digimon angelo che si erano suddivisi l'onere di governare giustamente Digiworld: Seraphimon si occupava delle leggi del mondo digitale, Ophanimon di amore e vita, Kerpymon della conoscenza. Tuttavia, alcune decisioni a lui sgradite iniziarono a instillare il dubbio in Kerpymon: egli temeva che i suoi due compagni tramassero alle sue spalle per sfavorire i Digimon di tipo Animale, di cui Kerpymon faceva parte, piuttosto che i Digimon di tipo Umano, di cui Seraphimon e Ophanimon facevano parte. Lucemon, benché rinchiuso e praticamente impotente, riuscì ad influenzare Kerpymon con le sue tenebre, trasformandolo in una versione corrotta, non più in grado di ragionare lucidamente. Kerpymon radunò tutti i Digimon di tipo Animale ed assaltò Seraphimon ed Ophanimon, inducendo il primo in un coma apparentemente interminabile ed imprigionando la seconda.

Tuttavia, Ophanimon non si diede per vinta e convocò a Digiworld un considerevole numero di bambini umani per provare a far evocare loro i leggendari Digispirit, conoscendo potenzialità e collocazione di cinque coppie di essi. Kerpymon, nonostante Ophanimon agisse in gran segreto, era perfettamente a conoscenza di quanto stesse accadendo e provvide a portare in vita quattro dei cinque Digispirit di tipo Umano in suo possesso - generando Grumblemon, Arbormon, Lanamon e Mercurymon - e ad affidare l'ultimo, più instabile degli altri, ad un altro essere umano, Koichi Kimura, trasformandolo in Duskmon. Lo scopo dei Leggendari Guerrieri corrotti era quello di recuperare tutti i Digicodici che componevano Digiworld e di consegnarli a Kerpymon, così da renderlo di gran lunga il Digimon più potente nel mondo digitale. Tuttavia, dietro a questo piano c'era, ancora una volta, la mano di Lucemon, che bramava per sé i Digicodici, in modo da potersi liberare dall'Area Oscura e tornare finalmente in libertà.

Dopo la sconfitta di tutti i Leggendari Guerrieri corrotti e, infine, anche di Kerpymon per mano dei Digiprescelti Lucemon assorbì tutti i Digicodici raccolti fino a quel momento e li tenne per sé, inviando poi i Cavalieri Reali - Dynasmon e Crusadermon - a completare il lavoro.[1] Questi ultimi, infinitamente più forti di ogni avversario affrontato fino a quel momento dai Leggendari Guerrieri, riuscirono a raccogliere ogni Digicodice presente a Digiworld e ad inviarlo al loro padrone. Con l'assorbimento dell'ultimo Digicodice, l'inevitabile avviene: Lucemon riesce infine a liberarsi dalla sua prigione nell'episodio "Lucemon si rivela", più potente che mai grazie ai Digicodici dell'intero mondo digitale, affermando di voler creare un nuovo mondo perfetto al posto del vecchio Digiworld. Quindi, senza alcuna difficoltà, spazza via i sei Digiprescelti e li spedisce sulla luna di Ophanimon, confinandoli lì.[2]

Nell'episodio "Il destino dei Cavalieri Reali", Lucemon invia i Cavalieri Reali sulla luna di Ophanimon con la missione di eliminare i Leggendari Guerrieri, che possono essere ancora un ostacolo per i suoi piani, convincendoli con la promessa di consegnare loro successivamente il Digicodice per permettergli di recarsi nel mondo reale. I Cavalieri Reali raggiungono quindi la luna di Ophanimon, ma Takuya Kanbara, digievoluto in KaiserGreymon, e Koji Minamoto, digievoluto in MagnaGarurumon, riescono finalmente nell'impresa di sconfiggerli in combattimento. I due stanno per essere acquisiti, ma Lucemon interviene nel combattimento ed assorbe lui stesso i Digicodici dei suoi alleati, tradendoli. Grazie ai potenti Digicodici di Dynasmon e Crusadermon, Lucemon digievolve in una nuova, potentissima forma: Lucemon Chaos Mode.[3]

Grazie a questa nuova forma, Lucemon sconfigge agevolmente KaiserGreymon e MagnaGarurumon e fa esplodere la luna di Ophanimon, tornando poi nell'Area Oscura, unico luogo ancora integro di tutta la struttura di Digiworld. I Digiprescelti lo raggiungono, ma vengono tutti sconfitti e sono sul punto di essere distrutti: tuttavia Koichi li salva, sacrificando sé stesso. Ciò conferisce a Takuya e Koji la forza di digievolvere in Susanoomon, Digievoluzione leggendaria di tutti i venti Digispirit uniti insieme.[4] Lucemon Chaos Mode viene quindi sconfitto dalla straordinaria forza di Susanoomon e viene assorbito: tuttavia, solo la sua parte positiva viene acquisita dai Digiprescelti. La sua parte negativa, invece, si riconfigura in un Digimon ancora più potente: Lucemon Shadowlord Mode.[5]

Sciolta la Digievoluzione leggendaria, i Digiprescelti non riescono a fermare il Digimon con le loro normali Digievoluzioni e si perdono d'animo, ma grazie ai Digispirit dei dieci Leggendari Guerrieri riescono nuovamente a dar vita alla Leggendaria Digievoluzione Spirit e digievolvono nuovamente, stavolta tutti e cinque, in Susanoomon, riuscendo ad impedire a Lucemon Shadowlord Mode di penetrare nel mondo reale, avvenimento che avrebbe comportato il suo totale sconvolgimento, e rispedendolo a Digiworld, dove avviene la battaglia finale. Susanoomon scopre che Lucemon Shadowlord Mode è controllato da un altro Digimon, Lucemon Larva, nascosto in una sfera oscura che Lucemon Shadowlord Mode ha sempre tra le mani. Susanoomon sconfigge quindi prima Lucemon Larva e poi Lucemon Shadowlord Mode, ormai senza controllo. Tuttavia, Lucemon Larva è sopravvissuto e attacca Susanoomon, ma viene infine sconfitto dai dieci Leggendari Guerrieri che uno ad uno si separano dal corpo di Susanoomon e lo colpiscono, eliminandolo definitivamente e ripristinando Digiworld al suo stato originale, riportando così la pace.[6]

Altre formeModifica

Il nome "Lucemon" si riferisce solo alla forma al livello intermedio di questo Digimon. Durante la serie, Lucemon acquisisce l'abilità di digievolvere in altre forme, con nomi e attacchi speciali differenti. Tuttavia, il livello intermedio costituisce la sua forma preferita e quella in cui passa la maggior parte del tempo.

Lucemon Chaos ModeModifica

Lucemon Chaos Mode (ルーチェモンフォールダウンモード Lucemon Falldown Mode?) è la forma al livello evoluto di Lucemon. Lucemon assume questo nome probabilmente per la sua duplice natura di essere angelico e demoniaco.

Lucemon Chaos Mode è un Digimon umanoide dall'apparenza adulta il cui aspetto rispecchia la sua natura ed i suoi poteri bipolari: questo Digimon, infatti, ha infuse in lui sia la Luce che le Tenebre ed è in grado di utilizzare i poteri derivanti da entrambi gli elementi. Per questo motivo, la parte destra del suo corpo conserva il suo originario aspetto angelico, con sei ali d'angelo bianche, mentre la parte sinistra è stata contaminata dall'oscurità e presenta sei ali demoniache.

Nell'episodio "Il destino dei Cavalieri Reali", dopo la sconfitta dei Cavalieri Reali Dynasmon e Crusadermon per mano di KaiserGreymon e MagnaGarurumon, Lucemon interviene ed impedisce ai Digiprescelti l'acquisizione dei suoi alleati poiché intende effettuarla lui stesso. Assorbe quindi i Digicodici dei due potentissimi Digimon, riportandoli allo stadio di Digiuovo. Quest'acquisizione comporta un grosso aumento di potere per Lucemon, che digievolve al livello evoluto di Lucemon Chaos Mode. In questa forma il Digimon sconfigge agevolmente KaiserGreymon e MagnaGarurumon e distrugge le tre lune che orbitano intorno a Digiworld.[3] Nell'episodio successivo, "Il sacrificio di Koichi", Lucemon Chaos Mode inizia ad aprire un portale per il mondo reale allo scopo di recarvisi ed acquisire i dati anche di quel mondo. I Digiprescelti intervengono per fermarlo, ma Lucemon Chaos Mode rivela di essere imbattibile grazie ai poteri di Luce e Tenebre insiti in lui. Koichi capisce cosa intende davvero il loro nemico e si sacrifica per i suoi amici, donando i suoi Digispirit delle Tenebre a suo fratello Koji. Questo gesto porta alla nascita di Susanoomon, la Digievoluzione leggendaria di tutti i Digispirit dei Leggendari Guerrieri.[4] Nell'episodio ancora successivo, "Pericolo sulla Terra", la battaglia tra Susanoomon e Lucemon Chaos Mode ha inizio. Inizialmente nemmeno Susanoomon sembra essere all'altezza di Lucemon Chaos Mode, ma quando quest'ultimo decide di utilizzare il suo attacco Ultimate Sacrifice contro il Digimon leggendario, quest'ultimo separa Takuya e Koji dai Digispirit e poi si riforma, sfuggendo al potentissimo attacco del Digimon. Susanoomon, poco dopo, riuscirà a sconfiggere il suo avversario con la Lama Celestiale, acquisendo i dati di Lucemon Choas Mode. Tuttavia, Susanoomon riuscirà ad acquisire solo i dati positivi di Lucemon Chaos Mode: i suoi dati negativi si ricompatteranno insieme, formando un Digiuovo nero, che poco dopo si schiuderà e darà vita a Lucemon Shadowlord Mode.[5]

Lucemon Chaos Mode è doppiato da Massimiliano Alto.

Attacchi
  • Pugni Inarrestabili (Paradise Lost) : Un attacco combinato che inizia con una raffica di pugni velocissimi, seguita da un calcio verso l'alto e subito dopo da un piledriver che causa la caduta dell'avversario con la testa contro il suolo.
  • Luce e Ombra (Dead or Alive): Utilizza una sfera di luce per tenere fermo il nemico e la combina con una sfera di oscurità che intrappola il bersaglio all'interno delle due sfere rotanti. Quindi le due sfere implodono, distruggendo chiunque sia intrappolato al loro interno.

Lucemon Shadowlord ModeModifica

Lucemon Shadowlord Mode (ルーチェモン:サタンモード Lucemon: Satan Mode?) è la forma al livello mega di Lucemon. Lucemon assume questa denominazione per denotare l'alta componente demoniaca presente in lui ("Shadowlord" significa "Signore delle Ombre").

L'aspetto fisico di Lucemon Shadowlord Mode è ispirato al drago del Libro della Rivelazione della Bibbia. È un drago di colore viola con una sorta di maschera dorata applicata sul volto e tre artigli, anch'essi dorati, per ogni zampa. Come Lucemon e Lucemon Chaos Mode, ha dodici ali; ha inoltre una lunga coda triforcuta. Secondo quanto viene narrato nel Libro della Rivelazione, sul suo dorso sono presenti i simboli dei sette peccati capitali, mentre tra le sue zampe anteriori porta la "Gehenna", che in ebraico significa "Inferno", un globo composta di pura oscurità che è in grado di assorbire ogni attacco. Contro la Gehenna ogni attacco è vano; inoltre, si dice che quando Lucemon assumerà questa forma il mondo finirà. Ciò nonostante, la vera forma di Lucemon, Lucemon Larva, vive all'interno della Gehenna: Lucemon Shadowlord Mode non è null'altro che una sorta di "riflesso" di Lucemon, non una sua vera forma. Per cui non importa quante volte Lucemon Shadowlord Mode possa essere colpito: gli attacchi a lui inflitti non potranno comunque raggiungere in alcun modo la sua vera forma, Lucemon Larva. Senza il controllo mentale di Lucemon Larva, Lucemon Shadowlord Mode perde il controllo ed impazzisce, attaccando furiosamente qualsiasi cosa entri in contatto con lui. Il nome iniziale di questa forma era "Behemon", che avrebbe dovuto richiamare la creatura biblica Behemoth.

Quando i dati positivi di Lucemon Chaos Mode vengono assorbiti nell'episodio "Pericolo sulla Terra", i dati rimanenti di Lucemon assorbono in sé il potere dell'Area Oscura, riformattandosi in un Digiuovo nero che poco dopo si schiude, dando vita a Lucemon Shadowlord Mode. In questa nuova forma, Lucemon continua a perseguire lo scopo di recarsi nel mondo reale. A nulla valgono i tentativi dei Digiprescelti di fermarlo, Lucemon Shadowlord Mode è invulnerabile a tutti gli attacchi a lui portati. Quest'ultimo attacca i Digiprescelti e li fa precipitare alla Stazione di Shibuya, continuando il suo cammino verso il mondo reale.[5] Grazie ai dieci Leggendari Guerrieri, i Digispirit sono però in grado di digievolvere nuovamente in Susanoomon e bloccano Lucemon Shadowlord Mode, riportandolo a Digiworld. Nella battaglia contro Susanoomon, Lucemon Shadowlord Mode distrugge anche gli ultimi frammenti di ciò che rimaneva di Digiworld e di ciò che lo circondava, ma viene infine separato dalla Gehenna e da Lucemon Larva. Senza più alcun controllo mentale, Lucemon Shadowlord Mode impazzisce ed inizia ad attaccare qualsiasi cosa lo circondi. Tuttavia, viene comunque sconfitto da Susanoomon senza neppure essere acquisito per essere purificato.[6]

Lucemon Shadowlord Mode non ha doppiatore: questo Digimon, infatti, emette solo versi strazianti. Anche i nomi dei suoi attacchi vengono pronunciati dal suo vero io, Lucemon Larva.

Attacchi
  • Magma Liquido: Esala un'ondata inarrestabile di fiamme del Purgatorio.
  • Energia Antimateria: Emette una luce di annichilimento dai simboli dei sette peccati capitali posti sul suo dorso.

Lucemon LarvaModifica

Lucemon Larva (ルーチェモン・ラルバ?) è la vera forma al livello mega di Lucemon. Lucemon assume questa denominazione per l'aspetto simile a quello di una larva.

È la vera forma di livello mega di Lucemon che si trova all'interno della Gehenna, la sfera di oscurità pura portata da Lucemon Shadowlord Mode, che in realtà non è nient'altro che il riflesso di Lucemon stesso. Lucemon Shadowlord Mode e la Gehenna lo proteggono da ogni attacco, che non avranno alcun effetto. Ha l'aspetto di una larva di colore bianco, dall'estremità appuntita, simile ad un pungiglione, di colore viola. Ha gli occhi rossi e anche lui, come tutte le sue forme precedenti, ha dodici ali, in questa forma di colore dorato.

Lucemon Larva appare solo nell'ultimo episodio della serie, "La vittoria finale". Quando Susanoomon si rende conto che Lucemon Shadowlord Mode è invulnerabile e sembra non avere coscienza, capisce che è controllato da qualcun altro. Attacca quindi la Gehenna e vi scova Lucemon Larva, che però lo scaglia lontano. Susanoomon decide quindi di provare il tutto per tutto e riesce a penetrare nella Gehenna. Lucemon Larva lo attacca, ma Susanoomon resiste e lo colpisce, spezzando la Gehenna e di conseguenza il legame mentale che legava il Digimon a Lucemon Shadowlord Mode. Susanoomon elimina quindi Lucemon Shadowlord Mode e sembra aver battuto finalmente Lucemon, ma Lucemon Larva lo attacca alle spalle. Susanoomon espelle quindi dal suo corpo i cinque Digiprescelti ed assorbe il colpo. Lucemon Larva crede di averlo battuto, ma il Digimon leggendario si divide nei dieci Leggendari Guerrieri di livello Umano che lo compongono e, impugnando la spada ZERO ARMS: Orochi, ognuno di essi infligge un colpo mortale a Lucemon Larva. Così facendo, Lucemon Larva, e di conseguenza Lucemon stesso, vengono sconfitti una volta per tutte, liberando Digiworld dall'eterna minaccia del Digimon angelo.[6]

Attacchi
  • Raggi Letali: Lucemon Larva utilizza il suo pungiglione per scagliare potenti raffiche di colpi ad energia sugli avversari.

NoteModifica

  1. ^ Digimon Frontier: "La fine di Kerpymon", Rai 2, 24 dicembre 2003.
  2. ^ Digimon Frontier: "Lucemon si rivela", Rai 2, 15 gennaio 2004.
  3. ^ a b Digimon Frontier: "Il destino dei Cavalieri Reali", Rai 2, 16 gennaio 2004.
  4. ^ a b Digimon Frontier: "Il sacrificio di Koichi", Rai 2, 19 gennaio 2004.
  5. ^ a b c Digimon Frontier: "Pericolo sulla Terra", Rai 2, 23 gennaio 2004.
  6. ^ a b c Digimon Frontier: "La vittoria finale", Rai 2, 26 gennaio 2004.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga