Apri il menu principale

Maria di Borbone (13151387) fu principessa di Taranto e d'Acaia.

BiografiaModifica

Era figlia del duca Luigi I di Borbone e di Maria di Avesnes.

Il 29 novembre 1328 venne promessa in sposa a Guido di Lusignano, Principe titolare di Galilea e figlio di Ugo IV di Cipro e della prima moglie Maria d'Ibelin[1]. Il 20 dicembre 1328 avvenne il matrimonio per procura. La sposa arrivò a Famagosta nel mese di giugno 1329. Il 31 gennaio 1330 venne celebrata nella chiesa di Santa Sofia a Nicosia un'altra messa nuziale in presenza degli sposi[2].

Dall'unione nacque un solo figlio:

Guido venne nominato Conestabile di Cipro tra il 1336 e il 1338. Morì nel 1343. A Maria non venne permesso di lasciare Cipro fino al 1346 per ordine del suocero[3].

Nel 1347 si stabilì con il figlio a Napoli dove venne accolta dalla regina Giovanna I di Napoli.

Il 9 settembre 1347 sposò suo cugino Roberto di Taranto, pretendente al trono dell'Impero latino e titolare del Principato di Taranto e del Principato di Acaia. Roberto era inoltre capitano generale dell'esercito del Regno di Napoli e fratello di Luigi di Taranto, marito della regina Giovanna.

Maria e Roberto vissero alcuni anni separati. Giovanna fu infatti accusata di aver tramato l'assassinio del primo marito Andrea, duca di Calabria. Il 3 novembre 1347 Luigi I d'Ungheria, fratello di Andrea, invase il regno per compiere una rappresaglia. Mentre Giovanna e il suo secondo marito Luigi riuscirono a fuggire da Napoli, Roberto venne arrestato a Aversa. Nel 1348, la Morte Nera raggiunse la penisola italiana costringendo Luigi I e la maggior parte del suo esercito a ritirarsi. Roberto fu tra i prigionieri che seguirono Luigi I in Ungheria. Dopo quattro anni di prigionia Maria rivide il marito nel mese di marzo 1352[4].

Il 10 settembre 1364 Maria si ritrovò vedova. Dal secondo matrimonio non erano nati figli quindi il titolo di principe di Taranto andò al fratello di Roberto Filippo.

Maria contestò la successione per vedersi riconosciute le proprietà di sedici castelli del principato.

Per aiutare il figlio impegnato militarmente ad ottenere il trono di Cipro, Maria vendette successivamente quei titoli al cognato Filippo II mantenendo per sé stessa solo il feudo di Calamata.

Ugo premorì alla madre nel 1385. Il testamento di Maria lasciava tutto al nipote Luigi II, duca di Borbone.

NoteModifica

  1. ^ Louis, Count of Mas Latrie, A History of Cyprus (1865), pag. 144
  2. ^ Chronicle of Amadi, pages 403-404
  3. ^ Peter W. Edbury, The Kingdom of Cyprus and the Crusades, 1191-1374 (1991), page 148
  4. ^ Profile of Robert in "Medieval Lands" by Charles Cawley

Voci correlateModifica