Apri il menu principale
Motomondiale 2002
Edizione nº 54 del Motomondiale
Dati generali
Inizio7 aprile
Termine3 novembre
Prove16
Titoli in palio
MotoGPItalia Valentino Rossi
su Honda RC211V
Classe 250Italia Marco Melandri
su Aprilia RSV 250
Classe 125Francia Arnaud Vincent
su Aprilia RS 125 R
Altre edizioni
Precedente - Successiva
Edizione in corso

La stagione del motomondiale 2002 è stata la cinquantaquattresima edizione del motomondiale riconosciuta dalla F.I.M; per il terzo anno consecutivo non vi furono modifiche nei gran premi presenti se non in alcuni cambi di date: le prove restarono sempre 16.

Indice

Il contestoModifica

Si trattò della prima stagione in cui al via si presentava la nuova classe MotoGP in sostituzione della precedente classe 500; per questo primo anno anche le motociclette della classe abolita, dotate di motore a due tempi da 500 cm³ di cilindrata, furono ammesse al via a fianco dei nuovi modelli dotati di motore a quattro tempi da 1.000 cm³.

La stagione cominciò il 7 aprile con il Gran Premio motociclistico del Giappone e continuò senza particolari modifiche rispetto all'anno precedente fino al Gran Premio motociclistico d'Australia; l'unica variazione fu quella che per l'ultima prova si tornò in Spagna per l'effettuazione del Gran Premio motociclistico della Comunità Valenciana del 3 novembre (negli anni precedenti l'ultima prova era sempre stata al di fuori del territorio europeo).

Valentino Rossi vinse la prima stagione dell'era MotoGP mentre Marco Melandri e Arnaud Vincent la spuntarono rispettivamente in 250 e 125.

Il calendarioModifica

Data,
Resoconto
Gran Premio
(Circuito)
Vincitori
classe 125 classe 250 MotoGP
7 aprile
Resoconto
  GP del Giappone
(Suzuka)
  Arnaud Vincent   Osamu Miyazaki   Valentino Rossi
21 aprile
Resoconto
  GP del Sudafrica
(Welkom)
  Manuel Poggiali   Marco Melandri   Tōru Ukawa
5 maggio
Resoconto
  GP di Spagna
(Jerez)
  Lucio Cecchinello   Fonsi Nieto   Valentino Rossi
19 maggio
Resoconto
  GP di Francia
(Le Mans)
  Lucio Cecchinello   Fonsi Nieto   Valentino Rossi
2 giugno
Resoconto
  GP d'Italia
(Mugello)
  Manuel Poggiali   Marco Melandri   Valentino Rossi
16 giugno
Resoconto
  GP di Catalogna
(Catalunya)
  Manuel Poggiali   Marco Melandri   Valentino Rossi
29 giugno
Resoconto
  GP d'Olanda
(Assen)
  Daniel Pedrosa   Marco Melandri   Valentino Rossi
14 luglio
Resoconto
  GP di Gran Bretagna
(Donington Park)
  Arnaud Vincent   Marco Melandri   Valentino Rossi
21 luglio
Resoconto
  GP di Germania
(Sachsenring)
  Arnaud Vincent   Marco Melandri   Valentino Rossi
25 agosto
Resoconto
  GP della Repubblica Ceca
(Brno)
  Lucio Cecchinello   Marco Melandri   Max Biaggi
8 settembre
Resoconto
  GP del Portogallo
(Estoril)
  Arnaud Vincent   Fonsi Nieto   Valentino Rossi
21 settembre
Resoconto
  GP del Brasile
(Jacarepaguà)
  Masao Azuma   Sebastián Porto   Valentino Rossi
6 ottobre
Resoconto
  GP del Pacifico
(Motegi)
  Daniel Pedrosa   Toni Elías   Alex Barros
13 ottobre
Resoconto
  GP della Malesia
(Sepang)
  Arnaud Vincent   Fonsi Nieto   Max Biaggi
20 ottobre
Resoconto
  GP d'Australia
(Phillip Island)
  Manuel Poggiali   Marco Melandri   Valentino Rossi
3 novembre
Resoconto
  GP di Valencia
(Valencia)
  Daniel Pedrosa   Marco Melandri   Alex Barros

Sistema di punteggio e legendaModifica

Pos. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 >
Punti 25 20 16 13 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1 0

Le classiModifica

MotoGPModifica

Seguendo in un certo qual modo quanto già si stava facendo in Formula 1, anche l'associazione che raggruppava le case motociclistiche, nel varare la nuova classe, decise di avere un numero fisso di posti disponibili assegnati alle varie squadre; in questa prima edizione le squadre iscritte furono 12 e venne considerata una nuova classifica, specificatamente destinata ai team e il cui metodo di punteggio, diversamente da quella destinata ai costruttori, prevedeva la somma di tutti i punti ottenuti dai piloti e non solo il miglior risultato.

 
La Yamaha YZR-M1 di Biaggi

Furono quattro le case che si presentarono al via della stagione con modelli preparati in base al nuovo regolamento: Honda, Yamaha, Suzuki e Aprilia; Ducati e Kawasaki avevano invece presentato i loro piani, che prevedevano l'entrata ufficiale in gara solo dal campionato seguente (la seconda delle due fece comunque alcune apparizioni in corsa verso il termine della stagione). Al via dei primi gran premi furono comunque ancora più numerose le moto dell'anno precedente con cilindrata di 500 cm³ a 2 tempi, rispetto ai nuovi modelli a 4 tempi.

Prima dell'inizio delle gare si registrò anche il ritiro ufficiale dalle competizioni da parte di Àlex Crivillé per una grave forma di epilessia; il pilota spagnolo, che era stato campione mondiale della classe regina nel motomondiale 1999, fu costretto a rinunciare ad un contratto già firmato con il team D'Antin.[1]

Questa prima stagione della nuova classe vide l'assegnazione del titolo piloti a Valentino Rossi sulla Honda RC211V, passato quest'anno al team Repsol Honda, che vinse in 11 dei 16 Gran Premi, precedendo Max Biaggi su Yamaha YZR-M1 (2 successi). Al terzo posto giunse Tōru Ukawa, compagno di squadra di Rossi, che ottenne un successo, al quarto Alex Barros che vinse nelle due occasioni restanti.

Anche la classifica riservata ai costruttori vide Honda precedere Yamaha e la nuova classifica per i team vide la Repsol Honda precedere la Marlboro Yamaha.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 2002.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto                                 P.ti
1   Valentino Rossi Honda 1 2 1 1 1 1 1 1 1 Rit 1 1 2 2 1 2 355
2   Max Biaggi Yamaha Rit 9 SQ 3 2 4 4 2 2 1 6 2 Rit 1 6 3 215
3   Tōru Ukawa Honda Rit 1 3 2 3 2 5 NQ 3 3 3 Rit 4 4 3 5 209
4   Alex Barros Honda 6 Rit 5 8 5 5 2 3 Rit 9 5 4 1 3 2 1 204
5   Carlos Checa Yamaha 3 5 Rit Rit 4 3 3 Rit 4 5 2 Rit 5 7 11 Rit 141
Pos. Pilota Moto                                 P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.
Classifica costruttori (prime tre posizioni)
Pos Costruttore                                 P.ti
1   Honda 1 1 1 1 1 1 1 1 1 2 1 1 1 2 1 1 390
2   Yamaha 3 5 6 3 2 3 3 2 2 1 2 2 5 1 6 3 272
3   Suzuki 2 16 8 5 Rit 7 6 6 11 4 4 3 6 8 9 13 143
Classifica squadre (prime tre posizioni)
Pos Squadra Pilota                                 P.ti
1   Repsol Honda Rossi 1 2 1 1 1 1 1 1 1 Rit 1 1 2 2 1 2 564
Ukawa Rit 1 3 2 3 2 5 NQ 3 3 3 Rit 4 4 3 5
2   Marlboro Yamaha Biaggi Rit 9 SQ 3 2 4 4 2 2 1 6 2 Rit 1 6 3 356
Checa 3 5 Rit Rit 4 3 3 Rit 4 5 2 Rit 5 7 11 Rit
3   West Honda Pons Barros 6 Rit 5 8 5 5 2 3 Rit 9 5 4 1 3 2 1 319
Capirossi 9 3 4 7 6 6 Rit INF INF 6 Rit 5 3 9 Rit Rit
Hofmann 17 10
Pos Squadra Pilota                                 Punti

Classe 250Modifica

Anche quest'anno era accaduto che il detentore del titolo dell'anno precedente, in questo caso Daijirō Katō, passasse a gareggiare nella classe di cilindrata superiore; il titolo piloti fu così conquistato da Marco Melandri su Aprilia RSW del team MS Aprilia Racing, con il pilota italiano che vinse anche 9 gran premi sui 16 previsti; precedette in classifica Fonsi Nieto sempre su Aprilia (4 successi) e Roberto Rolfo su Honda NSR del team Fortuna Honda Gresini.

Il titolo costruttori fu vinto da Aprilia che precedette Honda e Yamaha.

Da segnalare la presenza, in occasione del GP di Francia, di Thierry van den Bosch, pilota pluriiridato del supermotard; non porterà però a termine la gara, si ripresenterà anche in Olanda senza centrare la qualificazione e in Germania ritirandosi nuovamente.

In occasione del GP del Portogallo solo 13 piloti tagliarono il traguardo e, di conseguenza, non tutti i punti disponibili vennero assegnati.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 2002.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto                                 P.ti
1   Marco Melandri Aprilia Rit 1 Rit 2 1 1 1 1 1 1 2 4 2 Rit 1 1 298
2   Fonsi Nieto Aprilia 13 3 1 1 3 3 5 2 4 4 1 Rit 4 1 2 Rit 241
3   Roberto Rolfo Honda 8 4 2 5 8 2 3 5 2 Rit 4 2 6 3 4 2 219
4   Toni Elías Aprilia 11 16 10 6 4 10 2 3 6 3 13 5 1 2 5 10 178
5   Sebastián Porto Yamaha 5 8 7 8 7 Rit 4 Rit 3 2 3 1 8 4 3 Rit 172
Pos. Pilota Moto                                 P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.
Classifica costruttori
Pos Costruttore                                 P.ti
1   Aprilia 3 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 3 1 1 1 1 382
2   Honda 2 4 2 5 8 2 3 5 2 9 4 2 3 3 4 2 244
3   Yamaha 1 8 7 8 7 7 4 8 3 2 3 1 8 4 3 8 211

Classe 125Modifica

 
Arnaud Vincent festeggia il titolo mondiale

Il titolo iridato piloti fu ottenuto dal pilota francese Arnaud Vincent su Aprilia del team Imola Circuit Exalt Cycle Race, che precedette il campione iridato dell'anno precedente Manuel Poggiali su Gilera e Daniel Pedrosa su Honda.

Per quanto riguarda il titolo costruttori i primi tre posti furono occupati rispettivamente da Aprilia, Honda e Gilera.

Da segnalare, in occasione del GP di Spagna, il debutto di Jorge Lorenzo che, con 15 anni e 1 giorno, segna il primato di pilota più giovane ad aver preso parte ad una gare del motomondiale.[2]

In occasione del GP del Portogallo, disturbato dal maltempo, solo 14 piloti tagliarono il traguardo e non vennero assegnati tutti i punti disponibili.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 2002.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto                                 P.ti
1   Arnaud Vincent Aprilia 1 2 2 4 9 11 4 1 1 3 1 2 15 1 4 2 273
2   Manuel Poggiali Gilera 3 1 SQ 2 1 1 2 3 4 5 Rit 3 2 4 1 7 254
3   Daniel Pedrosa Honda 8 3 4 3 4 2 1 2 7 2 10 Rit 1 3 5 1 243
4   Lucio Cecchinello Aprilia 9 Rit 1 1 6 4 5 Rit Rit 1 6 10 Rit 2 2 8 180
5   Steve Jenkner Aprilia 15 4 3 11 8 3 6 5 3 6 3 18 3 6 7 5 168
Pos. Pilota Moto                                 P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.
Classifica costruttori (prime tre posizioni)
Pos Costruttore                                 P.ti
1   Aprilia 1 2 1 1 3 3 4 1 1 1 1 2 3 1 2 2 341
2   Honda 2 3 4 3 4 2 1 2 7 2 5 1 1 3 5 1 285
3   Gilera 3 1 18 2 1 1 2 3 4 5 Rit 3 2 4 1 7 254

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica