Apri il menu principale

Manuel Poggiali

giocatore di calcio a 5 e ex pilota motociclistico sammarinese
Manuel Poggiali
Manuel Poggiali Assen 2008.jpg
Manuel Poggiali ad Assen nel 2008
Nazionalità San Marino San Marino
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 1998 in classe 125
Stagioni dal 1998 al 2008
Mondiali vinti 2
Gare disputate 131
Gare vinte 12
Podi 35
Punti ottenuti 1111
Pole position 11
Giri veloci 7
Calcio a 5 Futsal pictogram.svg
Ruolo laterale
Squadra Pennarossa
Carriera
Squadre di club
2006-2007Pennarossa35 (4)
Nazionale
2010 San Marino San Marino 2 (0)
Statistiche aggiornate al 20/01/2011

Manuel Poggiali (Città di San Marino, 14 febbraio 1983) è un pilota motociclistico e giocatore di calcio a 5 sammarinese, due volte campione del mondo, nel 2001 in classe 125 e nel 2003 in 250.

È ufficialmente un giocatore della rosa della Società Sportiva Pennarossa, squadra di calcio sammarinese del castello di Chiesanuova e fa parte della lista degli atleti di interesse nazionale stilata dal Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese[1]; il primo francobollo in Euro [2] emesso dalla Repubblica di San Marino lo raffigurava.

Ha corso tutte le stagioni nel motomondiale, eccezion fatta per il 2002, con il numero 54 sulla carena.

CarrieraModifica

Gli esordiModifica

Manuel Poggiali si appassionò alle corse motociclistiche quasi per caso, precisamente nel 1993 quando gli zii lo portarono a Rimini per vedere una corsa delle minimoto. Dopo questa esperienza decise dunque di iscriversi al campionato italiano delle minimoto.

Nel 1994 partecipò così al suo primo campionato nazionale, chiudendo la classifica al secondo posto. Questo brillante risultato lo portò ad avere la riconferma ed una moto ufficiale, una Pasini. Nel 1995 vinse la sua prima gara, a Civitanova Marche, e concluse quinto in classifica generale mentre l'anno successivo chiuse all'undicesimo posto. Il 1997 fu l'ultimo anno di Manuel con le minimoto, un'ottima annata nella quale riuscì a laurearsi campione italiano di categoria.

Nel 1998, Poggiali abbandonò le minimoto per partecipare, e vincere, con la squadra di Massimo Matteoni il Trofeo Honda e campionato italiano 125 nonché due prove del campionato europeo. Nello stesso anno esordì nel Motomondiale.

Motomondiale (1998-2008)Modifica

Classe 125 (1998-2002)Modifica

Nel 1998 Poggiali esordì nel Motomondiale, classe 125, nel Gran Premio di Imola. Non fu però un'esperienza positiva in quanto, a causa dell'inesperienza sul bagnato, cadde nelle prove del venerdì e del sabato, fratturandosi una clavicola e dovendo rinunciare a partecipare alla gara. Il 1999 fu la prima stagione completa di Poggiali nel Motomondiale in sella ad una Aprilia. Disputò tutte le gare eccetto quella della Repubblica Ceca a causa di un'operazione, concludendo in diciassettesima posizione.

Nella stagione 2000, stavolta in sella alla Derbi, centrò il suo primo podio in carriera con un terzo posto ad Assen e concluse l'annata con la sedicesima posizione in classifica. Il motomondiale 2001 coincise con il trionfo di Manuel Poggiali nel campionato mondiale 125: in sella alla Gilera, vinse tre Gran Premi (Francia, Portogallo e Valencia), e conquistò undici podi che lo portarono in testa alla classifica generale davanti a Youichi Ui, vincitore di sei prove. In questo modo ha riportato il titolo in casa Gilera dopo 44 anni, quando a vincere fu Libero Liberati.

Con questa vittoria è anche stato il primo sammarinese ad aver vinto un Gran Premio nel Motomondiale e il primo ad aver vinto un titolo mondiale in tale competizione. Per la vittoria del Mondiale al motociclista fu conferita la Medaglia d'oro di prima classe, il massimo riconoscimento della Repubblica di San Marino. Nella stagione 2002 Poggiali, nonostante avesse ricevuto varie offerte dalla classe 250, decise di rimanere un altro anno in 125. In quest'annata abbandonò il numero portafortuna, il 54, per il numero 1, riservato al campione in carica.

Vinse 4 gare (Italia, Sudafrica, Catalogna ed Australia) e conquistò 5 volte la pole position, ma questo non gli fu sufficiente per la conquista del titolo, andato al francese Arnaud Vincent. La classifica finale vide il francese a quota 273, Poggiali secondo a 254, terzo fu lo spagnolo Daniel Pedrosa.

Classe 250 (2003-2008)Modifica

Nella stagione 2003 decise di fare il salto dalla 125 alla 250, con la Aprilia RSV 250 del team ufficiale MS Aprilia; l'esordio fu molto positivo con vittoria nelle prime due corse della stagione (Giappone e Sudafrica). Con altri due successi, nei Gran Premi di Italia ed Brasile, ed un totale di 10 podi, conquistò il titolo di campione del mondo, al primo anno nella categoria 250.

Nel motomondiale 2004 ci si aspettava la riconferma ma ciò non avvenne; concluse la stagione al 9º posto in classifica generale. Riuscì comunque a centrare due terzi posti ed una vittoria, sul circuito di Rio de Janeiro. Dopo la deludente stagione 2004 lascia la classe 250, per ritornare in sella alla Gilera 125 GP del team ufficiale Metis Gilera Racing, con la quale aveva vinto il mondiale 4 anni prima. La straordinaria stagione del 2001 però non si ripeté e Poggiali chiuse il campionato in decima posizione non riuscendo mai a salire sul podio.

Nella stagione 2006 Poggiali è ritornato nella classe 250 con la KTM 250 FRR del team ufficiale Red Bull KTM GP 250, senza ottenere però risultati di particolare rilievo; al termine dell'annata ha quindi deciso di prendersi un "anno sabbatico". Nel motomondiale 2008 è tornato a correre nella 250, in sella ad una Gilera RSV 250 del team Campetella Racing; dopo che l'anno era cominciato discretamente, fino ad arrivare in sesta posizione al gran premio di Le Mans, il 26 agosto, Manuel Poggiali ha comunicato ufficialmente il suo ritiro dalle competizioni[3].

Ritorno alle competizioni (dal 2013)Modifica

Nel 2013, passati quattro anni dall'annuncio del ritiro, Poggiali torna alle competizioni motociclistiche prendendo parte al campionato Italiano Velocità nella categoria Superbike in sella ad una Ducati Panigale 1199R del team Grandi Corse[4]. Torna alla vittoria di una gara ufficiale il 25 agosto dello stesso anno, in occasione del GP del Mugello durante la terza prova della Master Cup 2013.[5], chiudendo la stagione al 14º posto in classifica generale. Nel 2014 continua a gareggiare in sella ad una Ducati Panigale 1199R, correndo per il team Barni Racing.[6]

OnorificenzeModifica

  Medaglia d'oro di 1ª classe al valore della Serenissima Repubblica di San Marino

Risultati nel motomondialeModifica

1998 Classe Moto                             Punti Pos.
125 Honda NP 0
1999 Classe Moto                                 Punti Pos.
125 Aprilia 12 18 9 Rit 13 Rit 13 Rit 11 NQ 8 Rit 9 Rit 7 Rit 46[7] 17º
2000 Classe Moto                                 Punti Pos.
125 Derbi NP NQ 9 8 Rit Rit 3 Rit Rit 12 Rit 14 Rit 11 5 53[8] 16º
2001 Classe Moto                                 Punti Pos.
125 Gilera 5 2 Rit 1 3 3 Rit 3 3 Rit 1 1 2 2 2 5 241[9] 1º
2002 Classe Moto                                 Punti Pos.
125 Gilera 3 1 SQ 2 1 1 2 3 4 5 Rit 3 2 4 1 7 254[10]
2003 Classe Moto                                 Punti Pos.
250 Aprilia 1 1 4 Rit 1 Rit 4 2 8 3 2 1 3 2 9 3 249[11] 1º
2004 Classe Moto                                 Punti Pos.
250 Aprilia 4 Rit Rit 3 Rit 7 1 Rit Rit 9 7 17 3 Rit 95[12]
2005 Classe Moto                                   Punti Pos.
125 Gilera 6 5 12 10 6 6 8 NE 25 11 8 6 8 7 13 11 Rit 107[13] 10º
2006 Classe Moto                                   Punti Pos.
250 KTM 11 14 15 11 17 12 11 10 Rit 13 NE Rit Rit 13 12 12 8 50[14] 14º
2008 Classe Moto                                     Punti Pos.
250 Gilera 14 Rit 17 Rit 6 Rit 14 14 Rit NP NE NP 16[15] 19º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

NoteModifica

  1. ^ La 'seconda vita' di Poggiali, su repubblica.it, 19 gennaio 2011. URL consultato il 24 ottobre 2013.
  2. ^ Photogallery I FRANCOBOLLI, su manuelpoggialionline.it. URL consultato il 5 novembre 2016.
  3. ^ Articolo su motogp[collegamento interrotto]
  4. ^ CIV Superbike: ufficiale il ritorno alle corse di Manuel Poggiali - dal sito bikeracing.it Archiviato il 4 aprile 2013 in Internet Archive.
  5. ^ Manuel Poggiali torna alla vittoria [collegamento interrotto], su nuovoquotidianonews.it, 28 agosto 2013. URL consultato il 24 ottobre 2013.
  6. ^ Goi e Poggiali con il BRT, su barniracingteam.it, 20 dicembre 2014. URL consultato il 30 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2014).
  7. ^ Risultati del 1999 su Racingmemo.free
  8. ^ Risultati del 2000 su Racingmemo.free
  9. ^ Risultati del 2001 su Racingmemo.free
  10. ^ Risultati del 2002 su Racingmemo.free
  11. ^ Risultati del 2003 su Racingmemo.free
  12. ^ Risultati del 2004 su Racingmemo.free
  13. ^ Risultati del 2005 su Racingmemo.free
  14. ^ Risultati del 2006 su Racingmemo.free
  15. ^ Risultati del 2008 su Racingmemo.free

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica