Qatar Airways

Compagnia aerea di bandiera del Qatar
Qatar Airways
Logo
StatoQatar Qatar
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione22 novembre 1993 a Doha
Sede principaleDoha
GruppoQatar Airways Company Q.C.S.C.
Persone chiaveAkbar Al Baker (CEO)
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
Dipendenti46 633 (2018)
Slogan«Going places together.»
Sito webwww.qatarairways.com
Compagnia aerea di bandiera
Codice IATAQR
Codice ICAOQTR
Indicativo di chiamataQATARI
Primo volo20 gennaio 1994
HubDoha
Frequent flyerQmiles
AlleanzaOneworld
Flotta252 (nel 2020)
Destinazioni169 (nel 2020)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

La Qatar Airways Company Q.C.S.C. (in lingua araba: القطرية, Al Qatariyah), o più semplicemente Qatar Airways, è la compagnia aerea di bandiera del Qatar. Opera principalmente dall'Aeroporto Internazionale di Doha, dove ha il proprio quartier generale, all'interno della Qatar Airways Tower[1]. Essa serve 1 destinazione nazionale e 168 destinazioni internazionali e opera in Africa, Asia Centrale, Europa, Estremo Oriente, Asia meridionale, Medio Oriente, Nord America, Sud America e Oceania ed è membro della Arab Air Carriers Organization (Organizzazione Araba dei Trasporti Aerei).

La compagnia offre lavoro a più di 46 000 persone di cui 32 000 lavorano direttamente per Qatar Airways.[2] e dal 30 ottobre 2013, la compagnia è a tutti gli effetti un membro dell'alleanza Oneworld.[3]

StoriaModifica

 
Un Boeing 727-200 di Qatar Airways al Dubai International Airport nel 1996.

La Qatar Airways è stata fondata il 22 novembre 1993 e le operazioni sono iniziate il 20 gennaio 1994. Nell'aprile 1995 il CEO era lo sceicco Hamad Bin Ali Bin Jabor Al Thani che impegava uno staff di 15 persone, con una flotta di due Airbus A310 e più di dieci destinazioni che includevano Abu Dhabi, Bangkok, il Cairo, Dubai, Khartoum, Kuwait, London, Madras, Manila, Muscat, Sharjah, Taipei, Tokyo e Trivandrum. Nel 1995, due boeing 747 della All Nippon Airways furono acquisiti dalla Boeing e nel 1996 un altro esemplare fu acquistato dalla Air Mauritius[4].

 
Un Airbus A320-200 di Qatar Airways nella vecchia livrea al Domodedovo International Airport nel 2005.

Le destinazioni di Atene, Istanbul, Madrasa e Tunisi furono sospese dopo il 1996 mentre nel 1997 fu lanciato il primo volo verso Londra[5]. La compagnia prese in leasing tre Airbus A300-600r da AWAS per sostituire i due Boeing 747 e introdusse il nuovo logo; nel luglio del 1998, ordinò sei Airbus A320-200 a Airbus con consegna prevista tra il 2001 e il 2005. Sempre nello stesso anno il vettore qatariota siglò con SALE (Singapore Aircraft Leasing Enterprise) un accordo per il leasing di quattro Airbus A320-200 con consegne tra febbraio ad aprile 1999 per sostituire il vecchi Boeing 727-200. Un quarto Airbus A300-600r di AWAS entrò in flotta nel 2000 e nel 2001 la compagnia oridinò due Airbus A380 più due opzioni; nello stesso anno, ripresero i collegamenti con Giacarta e il governo del Qatar uscì dalla Gulf Air[6]. Nel giugno del 2003 un A320 della Qatar Airways ha ripreso i voli verso l'Iraq e nello stesso anno è entrato in flotta un A300-600R per le attività cargo; inoltre, al Paris Air Show sono stati ordinati 2 Airbus A321, 14 Airbus A330 e due Airbus A340-600 per 5,1 miliardi di dollari[7]. Nel 2004 iniziò il collegamento con Shanghai mentre un anno prima introdusse il collegamento con le città di Manchester, Tripoli, Cebu e Singapore. Il gruppo Qatar Airways, che comprendeva l'aeroporto internazionale di Doha e suoi servizi aerei aziendali, le società di assistenza a terra e il catering a bordo, fece il suo primo profitto nell'anno fiscale 2004; mentre nel 2005 trasportò 3,35 milioni di passeggeri[8].

Successivamente, nel corso degli anni, sono state introdotte le destinazioni di Zurigo, Yangon, Osaka e l'8 settembre 2006 è stato acquisito alla flotta il primo A340. Nel maggio 2007, Qatar Airways e Airbus hanno firmato un memorandum d'intesa per l'acquisizione di 80 Airbus A350 XWB (20 A350-800, 40 A350-900 e 20 A350-1000) con il primo velivolo inizialmente previsto per la consegna nel 2013 e di altri 3 Airbus A380. Nel novembre dello stesso anno è stato confermato un ordine per 30 Boeing 787-8, più opzioni per altri 35 velivoli della variante -9 o -10; l'ordine, inoltre, comprendeva anche 14 Boeing 777-300ER, sei Boeing 777-200LR e sette Boeing 777F, mentre altri cinque aerei erano in opzione. L'ordine nel suo insieme è stato valutato in US $ 13,5 miliardi.

La compagnia ha preso in consegna il suo primo Boeing 777-300ER con 135 posti a sedere nel novembre 2007 e suoi collegamenti sono aumentati grazie all'introduzione di Newark, Nagpur, Stoccolma ed infine New-york che ha sostituito Newark nel novembre 2008.

I primi due Boeing 777-200LR sono stati consegnati da Boeing nel febbraio 2009[9]

Il 15 giugno 2009 al Paris Air Show Qatar Airways ha ordinato 20 Airbus A320 e 4 Airbus A321 per 1,9 miliardi di dollari.

Nel 2009 si sono aggiunte le destinazioni di Melbourne, Chengdu, Hangzhou, Phnom Penh e Clark International Airport nelle Filippine e la compagnia ha effettuato il primo volo passeggeri commerciale al mondo alimentato da un combustibile ricavato da gas naturale[10]. Tokyo-Narita è entrata far parte del network di Qatar Airways nel 2010[11] e nello stesso anno è entrato in flotta il primo 777F[12]; sempre nel 2009 Skytrax assegna il rating massimo di 5 stelle a Qatar Airways[13] e l'ha premiata come compagnia aerea dell'anno nel 2011, 2012, 2015 e 2017[14].

Con la consegna da parte di Boeing di un Boeing 777-200LR nel settembre 2011 Qatar Airways riceve il suo centesimo velivolo da questo produttore di aeromobili[15] e nel novembre dello stesso anno, al Dubai Airshow, la compagnia aerea ordina 55 aeroplani Airbus: 50 A320neo e 5 A380, oltre a due Boeing 777F. Nel luglio 2012, Perth divenne la seconda città servita in Australia[16] e l'8 ottobre 2012, Qatar Airways ha annunciato l'intenzione di aderire all'alleanza Oneworld.

La compagnia qatariota è diventata la settima compagnia aerea al mondo ad utilizzare il Boeing Dreamliner e contemporaneamente ha introdotto le destinazioni di Gassim in Arabia Saudita, Bassora e Najaf in Iraq, Phnom Penh, Salalah e Chicago[17].

Nel febbraio 2013, Qatar Airways, apre il suo primo centro di assistenza in Europa, a Varsavia.

Nello stesso anno viene effettuato un ordine per due Boeing 777-300ER più 7 opzioni[18], 50 777-9x più 50 opzioni e 4 777F per il valore di 2,7 miliardi di dollari e con consegne dal 2020. La consegna del primo A380 è avvenuta il 16 settembre 2014[19] ed il primo volo è stato effettuato verso Londra[20]. Sempre nel 2014 Qatar Airways ha ricevuto il suo primo A350-900 ed il 15 gennaio 2015 ha effettuato il suo primo volo verso Francoforte[21].

Nel 2015 la compagnia ha concluso un ordine per quattro Boeing 777F in un accordo del valore di 1,24 miliardi di dollari[22], successivamente ha firmato un ordine di 10 777-8x e 4 777F per il valore di 4,18 miliardi di dollari[23].

Dal 6 giugno 2017, in seguito alla crisi diplomatica del 5 giugno 2017, Qatar Airways ha annunciato di aver sospeso “sine die” tutti i voli verso Arabia Saudita, Emirati Arabi, Bahrein ed Egitto, dopo la rottura delle relazioni diplomatiche di questi quattro Paesi con Doha. A partire dal 5 febbraio 2017, la compagnia aerea opera il volo più lungo regolarmente programmato, tra Doha e Auckland[24].

Il 1º settembre 2017 è stato annunciato che Qatar Airways aveva acquistato il 49% di AQA Holding, azionista di Meridiana; la compagnia è stata ribattezzata Air Italy e sono state aperte nuove rotte nazionali ed intercontinentali. L'11 febbraio 2020 la compagnia è stata messa in liquidazione.

Nel gennaio del 2019 per far fronte al divieto di sorvolo, conseguente all'embargo imposto da Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Egitto e Bahrein, inizia un negoziato con l'Unione europea per accedere liberamente a tutti i suoi aeroporti. Tra le condizioni l'Unione europea richiede la revisione delle condizioni di lavoro per i dipendenti e, allo scopo di preservare la concorrenza, la fine del sistema dei sussidi del governo del Qatar.[25]

Il 18 giugno 2019 Qatar Airways è diventata secondo Skytrax la compagnia aerea migliore del mondo, superando Singapore Airlines, diventata la seconda. Qatar Airways è stata premiata anche per la miglior Business Class del mondo ed è diventata anche la miglior compagnia aerea del Medio Oriente.[26]

Accordi di codeshareModifica

FlottaModifica

 
Un Airbus A330-200 con la vecchia livrea in atterraggio.
 
Un Boeing 777-300ER durante un atterraggio.
 
Un Boeing 787-8 in fase di decollo
 
Un Airbus A350-900 in fase di decollo
 
Un Airbus A380 in fase d'atteraggio

A marzo 2020 la flotta di Qatar Airways consiste nei seguenti aeromobili[32]:

Aereo In flotta Ordini Passeggeri Note
F J Y Totale
Airbus A319-100LR 2 8 102 110 Verranno gradualmente dismessi e sostituiti dagli A321neo entro i prossimi quattro anni.
Airbus A320-200 31 12 132 144 A7-AHL e A7-AHO in livrea Oneworld.

Verranno gradualmente dismessi e sostituiti dagli A321neo entro i prossimi quattro anni.

12 120 132
Airbus A321-200 6 12 170 182 Verranno gradualmente dismessi e sostituiti dagli A321neo entro i prossimi quattro anni.
Airbus A321neo 40 16 150 166 Consegne previste dal 2020.
Airbus A321LR 10 16 150 166
Airbus A330-200 6 24 236 260 Verranno gradualmente dismessi e sostituiti dagli Airbus A350 e dai Boeing 787 entro i prossimi due anni.
Airbus A330-300 13 30 275 305
Airbus A350-900 39 36 247 283 Cliente di lancio[33]A7-ALZ in livrea Oneworld. 5 in leasing da LATAM Airlines Brasil.

A7-ALA

Airbus A350-1000 14 29 46 281 327 Cliente di lancio.

A7-ANB

Airbus A380-800 10 8 48 461 517 Verranno ritirati dal 2024 e sostituiti dai Boeing 777X
Boeing 777-200LR 9 42 217 259
42 230 272
Boeing 777-300ER 48 42 316 358 A7-BAA, A7-BAG, A7-BAB, A7-BAF in livrea Oneworld.

A7-BAX in livrea "2022 FIFA World Cup".

A7-BED

42 312 354
24 388 412
Boeing 777-8 10 TBA Consegne dal 2022.
Boeing 777-9 50 TBA Consegne dal 2021.
Boeing 787-8 30 22 232 254
Boeing 787-9 23 TBA 7 aerei sono parcheggiati in attesa del completamento degli interni
Totale 215 162
Flotta di Qatar Airways Executive
Bombardier Challenger 605 1 N/A
Bombardier Global 5000 2 N/A
Bombardier Global XRS 2 N/A
Gulfstram G500/G600 5 27 N/A
Gulfstream G650ER 6 N/A
Totale 16 27
Flotta di Qatar Airways Cargo
Airbus A330-200F 5 Cargo
Boeing 747-8F 2 Cargo
Boeing 777F 21 5 Cargo
Totale 28 5

Entro il 2024 la flotta Qatar Airways sarà composta da soli 4 modelli di aeromobili: Airbus A350, Airbus a321, Boeing B787 e Boeing B777.

Classi a bordoModifica

First classModifica

Qatar Airways offre ai passeggeri di prima classe circa 2 metri di spazio per le gambe e sedili che si piegano fino a diventare un vero e proprio letto con piumini d'oca. Inoltre questi posti sono dotati di una funzione per il massaggio e ovviamente una vasta funzione di intrattenimento visualizzabile su ogni schermo di 26 pollici. La configurazione per questa classe è 1-2-1 ed è presente su Airbus A330 e su Airbus A380.

Business classModifica

Qatar airways, offre ai suoi passeggeri 3 configurazioni di Business Class: 1-2-1, 2-2-2 e QSuite. La prima configurazione è presente sui modelli di Airbus A380, Boeing 787 Dreamliner e Airbus A350; in questa configurazione il passeggero ha a disposizione un sedile-letto, un grande schermo e un tavolino. La seconda configurazione è presente sui modelli di Boeing 777 e consiste in un sedile-letto, con però un altro passeggero proprio di fianco.Nella QSuite, presente su alcuni modelli di Boeing 777 e Airbus A350, si è seduti un vero e proprio scompartimento isolato, simile ad una First class. I passeggeri seduti nei posti della zona centrale, possono formare una stanza quadrupla oppure, possono ottenere dei letti matrimoniali.

Economy classModifica

Qatar Airways offre un'economy class definita la migliore del mondo da skytrax. La compagnia aerea offre su ogni aeromobile a lungo, medio e corto raggio un proprio televisore. Con il lancio dei nuovi Boeing 787 Dreamliner, sono stati introdotti nuovi sedili di economy class con configurazione 3-3-3. Inoltre è possibile usufruire di wi-fi a bordo e di porte USB, per ogni posto, per ogni aereo.

SponsorizzazioniModifica

La Qatar Airways è stata più volte avvicinata al nome della ACF Fiorentina nell'ambito di una possibile acquisizione della società di calcio italiana, ma senza successo. Dalla stagione calcistica 2013-14 fino alla 2016-17 è stata lo sponsor del Barcellona.

Nell'aprile 2018 la compagnia aerea diventa lo sponsor di maglia della Roma, con un accordo del valore di 40 milioni di Euro, valido fino al termine della stagione 2020-21. È altresì sponsor principale di maglia del Boca Juniors.

RotteModifica

QR39: Doha (DOH) - Parigi (CDG)

QR8320: Doha (DOH) - Parigi (CDG)

QR40: Parigi (CDG) - Doha (DOH)

NoteModifica

  1. ^ Qatar Airways, Qatar Airways – Legal Information, su qatarairways.com.
  2. ^ Qatar Airways, Qatar Airways Fact Sheet (PDF), su qatarairways.com, novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 31 ottobre 2012).
  3. ^ Carlo Dedoni, Qatar Airways entra ufficialmente in oneworld, su ilvolo.it, 30 ottobre 2013.
  4. ^ Aircraft news - 4/1/1996 - Flight Global, su flightglobal.com, 13 giugno 2014. URL consultato il 10 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 13 giugno 2014).
  5. ^ Second to none ? - 11/1/1997 - Flight Global, su flightglobal.com, 13 giugno 2014. URL consultato il 10 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 13 giugno 2014).
  6. ^ The Gulf's ambitious airlines - 4/1/2003 - Flight Global, su flightglobal.com, 5 luglio 2014. URL consultato il 10 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 5 luglio 2014).
  7. ^ Qatar adds to fleet - 7/1/2003 - Flight Global, su flightglobal.com, 9 luglio 2014. URL consultato il 10 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 9 luglio 2014).
  8. ^ Qatar Airways group flies into profitability - 7/21/2004 - Flight Global, su flightglobal.com, 16 agosto 2014. URL consultato il 10 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 16 agosto 2014).
  9. ^ PICTURE: Qatar Airways prepares to introduce new 777-200LRs - 3/4/2009 - Flight Global, su flightglobal.com, 25 maggio 2014. URL consultato l'11 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 25 maggio 2014).
  10. ^ World's First Commercial Passenger Flight Powered By Fuel Made From Natural Gas Lands In Qatar | Qatar Airways Press Release, su qatarairways.com, 16 ottobre 2009. URL consultato l'11 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 16 ottobre 2009).
  11. ^ Qatar Airways to launch its third route to Japan - Travel & Hospitality - ArabianBusiness.com, su arabianbusiness.com, 26 maggio 2014. URL consultato l'11 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 26 maggio 2014).
  12. ^ (EN) News Channel | Homepage | flightglobal.com, su Flightglobal.com. URL consultato l'11 dicembre 2017.
  13. ^ Skytrax, The World's 5-Star Airlines Official 5-Star Airlines, su airlinequality.com.
  14. ^ The World Has Chosen Qatar, su qatarairways.com.
  15. ^ Boeing Delivers Qatar Airways' 100th Airplane - Sep 30, 2011, su boeing.mediaroom.com, 25 maggio 2014. URL consultato l'11 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 25 maggio 2014).
  16. ^ Qatar Airways plans to increase capacity on Perth route - Transport - ArabianBusiness.com, su arabianbusiness.com, 9 agosto 2014. URL consultato l'11 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 9 agosto 2014).
  17. ^ Qatar Airways to go triple daily to Cairo - Press Releases - ArabianBusiness.com, su arabianbusiness.com, 23 agosto 2014. URL consultato l'11 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 23 agosto 2014).
  18. ^ Boeing, Qatar Airways Announce Agreement for Nine 777-300ERs - Jun 17, 2013, su boeing.mediaroom.com, 25 maggio 2014. URL consultato l'11 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 25 maggio 2014).
  19. ^ VIDEO: Qatar receives first A380, hints at further orders - 9/17/2014 - Flight Global, su flightglobal.com, 17 settembre 2014. URL consultato l'11 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 17 settembre 2014).
  20. ^ Qatar to have eight A350s within one year - 10/20/2014 - Flight Global, su flightglobal.com, 20 ottobre 2014. URL consultato l'11 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 20 ottobre 2014).
  21. ^ Qatar Airways takes delivery of first Airbus A350 XWB | Airframes content from ATWOnline, su atwonline.com, 22 dicembre 2014. URL consultato l'11 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 22 dicembre 2014).
  22. ^ Boeing, Qatar Airways Finalize Order for Four 777 Freighters - Jan 6, 2015, su boeing.mediaroom.com, 6 gennaio 2015. URL consultato l'11 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 6 gennaio 2015).
  23. ^ PARIS: Qatar orders 10 777-8Xs and four more 777Fs - 6/15/2015 - Flight Global, su flightglobal.com, 15 giugno 2015. URL consultato l'11 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 15 giugno 2015).
  24. ^ (EN) This 17-hour flight is now the longest in the world, in USA TODAY. URL consultato l'11 dicembre 2017.
  25. ^ L'Unione Europea sta per dare una mano al Qatar, su Il Post, 21 gennaio 2019. URL consultato il 22 gennaio 2019.
  26. ^ Skytrax Awards: Qatar Airways migliore compagnia al mondo - Avio-Italia.com, su www.trasporti-italia.com. URL consultato il 19 giugno 2019.
  27. ^ giornalediplomatico.it, https://www.giornalediplomatico.it/Meridana-diventa-Air-Italy-cambiano-look-e-stile-accordo-di-code-share-fra-Qatar-Airways.htm.
  28. ^ routesonline.com, http://www.routesonline.com/news/38/airlineroute/271877/qatar-airways-iberia-plans-codeshare-from-late-march-2017/ (archiviato il 17 marzo 2017).
  29. ^ S7 Airlines and Qatar Airways have extended the code-share agreement, su www.s7.ru, S7 Airlines. URL consultato il 24 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 1º dicembre 2017).
  30. ^ Qatar Airways Signs Code-share Agreement with Sun-Air, Qatarairways.com. URL consultato il 25 febbraio 2015 (archiviato il 29 dicembre 2016).
  31. ^ End-to-end services for business travelers, su SNCF. URL consultato il 29 ottobre 2016 (archiviato il 29 ottobre 2016).
  32. ^ (EN) Qatar Airways Fleet Details and History, su www.planespotters.net. URL consultato il 21 ottobre 2018.
  33. ^ (EN) Qatar A350 delivery deal does not reverse cancellations, in Flightglobal.com, 1º novembre 2017. URL consultato il 7 dicembre 2017.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica