Asiana Airlines

compagnia aerea sudcoreana
Asiana Airlines
Logo
HL7626 LAX (24089875332).jpg
StatoCorea del Sud Corea del Sud
Forma societariaSocietà per azioni
Borse valoriBorsa di Corea: 020560
Fondazione17 febbraio 1988 (come Seoul Airlines) a Seul
Sede principaleSeoul
Controllate
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
Dipendenti10.380 (2015)
Slogan«Always With You
Sito webwww.flyasiana.com
Compagnia aerea maggiore
Codice IATAOZ
Codice ICAOAAR
Indicativo di chiamataASIANA
Primo volo23 dicembre 1988
HubSeul-Incheon
Frequent flyerAsiana Club
AlleanzaStar Alliance
Flotta83 (nel 2021)
Destinazioni90 (nel 2021)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Asiana Airlines (in coreano: Asiana Hanggong - Hangŭl: 아시아나 항공; Hanja: 아시아나 航空, Borsa di Corea: 020560), precedentemente Seoul Airlines, è la seconda compagnia aerea major sudcoreana dopo Korean Air. Asiana ha la sede presso l'Asiana Town nel quartiere Gangseo-gu di Seul. La compagnia ha il suo hub domestico presso l'Aeroporto Internazionale Gimpo e l'hub internazionale presso l'Aeroporto Internazionale Incheon, entrambi aeroporti della capitale Seul. È membro dell'alleanza globale delle compagnie aeree Star Alliance e serve 14 rotte domestiche, 90 internazionali e 27 cargo in Asia, Europa, Nord America e Oceania. A dicembre 2012 la compagnia aveva 9.595 dipendenti.

Asiana Airlines logo(prima del 2006)
Airbus A321-200 Asiana nella vecchia livrea a Taipei.

Asiana ha vinto il prestigioso premio Skytrax come Airline of The Year nel 2010. Ha anche vinto il premio come Best Overall Airline In The World assegnatole dalla rivista "Business Travel" nel 2012. Inoltre, Asiana è una delle sette compagnie aeree al mondo a cui è assegnata la valutazione massima di 5 stelle da Skytrax insieme a Cathay Pacific, Hainan Airlines, Malaysia Airlines, Qatar Airways, Singapore Airlines e All Nippon Airways.[1].

Asiana è anche azionista di maggioranza della compagnia aerea regionale-a basso costo Air Busan, compagnia in joint-venture con la città di Pusan.

Asiana è anche sponsor ufficiale della nazionale di calcio della Corea del Sud.

StoriaModifica

La fondazioneModifica

Korean Air (associata al gruppo Hanjin), che è stata privatizzata nel 1969, ebbe il monopolio nel settore del trasporto aereo sudcoreano fino alla fondazione di Asiana nel 1988.[2] È stata fondata dal Kumho Asiana Group (già Kumho Group) ed era originariamente conosciuta come Seoul Air International. Asiana è stata fondata il 17 febbraio 1988 ed ha iniziato ad operare nel dicembre 1988 con i voli tra Seul e Pusan. A partire dal 2007 la compagnia aerea è di proprietà di investitori privati (30,53%), Kumho Industrial (29,51%), Kumho Petrochemical (15.05%), investitori stranieri (11,9%), Korea Development Bank (7,18%), e altri (5,83%).[3]

L'inizio del servizio di lineaModifica

Asiana iniziò le operazioni di volo nel dicembre 1988 utilizzando Boeing 737 Classic con voli da Seul per Pusan e Gwangju. Nel 1989, Asiana ha cominciato servizi regolari per Jeju, Gwangju, e Taegu e più tardi nello stesso anno, Asiana ha iniziato i voli internazionali charter per Sendai in Giappone. Nel 1990, Asiana ha iniziato i suoi primi servizi di linea internazionali per Tokyo, Nagoya, Sendai e Fukuoka. Nello stesso anno, Asiana aveva 9 Boeing 747-400, 10 Boeing 767-300 e 8 Boeing 737-400. Nei primi mesi del 1991, Asiana attivò servizi per Bangkok, Singapore, Hong Kong e Taipei. I voli transpacifici per Los Angeles sono iniziati nel dicembre 1991 con un Boeing 747-400Combi. I voli per Vienna, Bruxelles, e Honolulu sono iniziati a metà degli anni novanta. Nel 1993, Asiana ha iniziato i collegamenti per Ho Chi Minh in Vietnam.

L'espansione e l'ingresso in Star AllianceModifica

Asiana Airlines si è rapidamente espansa fin da quando venne fondata nel 1988, per diventare da una di medie dimensioni a un importante vettore globale con una flotta di 80 aeromobili.[4] Il 1º marzo 2003, la compagnia aerea è diventata membro di Star Alliance, ampliando la propria rete e marchio su scala globale. Nel 2004, la compagnia aerea ha aggiunto gli Airbus A330 e i Boeing 777-200ER alla sua flotta e ha rapidamente ampliato il network nella Cina continentale. Attualmente fornisce servizi internazionali per 71 città in 23 paesi su 91 rotte e in Corea del Sud serve 12 città su 14 rotte. Fornisce inoltre servizi di trasporto merci internazionale su 29 città in 14 paesi operando 28 rotte di Asiana Cargo, la divisione trasporto merci della compagnia aerea. Nel 2012, la compagnia aerea ha registrato un fatturato netto di 5,3 miliardi di dollari.[5]

Nuova immagineModifica

Nel febbraio del 2006, Asiana Airlines ha rinnovato logo e colori per standardizzarle con quelle di altre divisioni della società controllante dal Kumho Asiana Group. I nomi delle classi di viaggio sono cambiati da First Class, Business Class ed Economy Class a First, Business, e Travel e ad ognuna di viene assegnato un colore che arreda anche gli interni degli aeromobili: rosso per la First, blu per la Business e giallo per la Travel. Sono state anche adottate nuove divise per l'equipaggio.[6]

Sviluppi futuriModifica

Sin dagli 2000, Asiana si è concentrata sulle attività di lungo raggio e la modernizzazione della flotta. Entro dicembre 2013, Asiana aumenterà le sue rotte passeggeri transpacifiche da 44 a 49 voli a settimana. La compagnia aerea prevede di aumentare le dimensioni della sua flotta da 80 a 85 aerei entro la stessa data. Con la consegna del Airbus A380 a fine 2014, la flotta crescerà a 88, e per il 2015 comprenderà 36 narrow-body, 40 wide-body, e 12 aerei cargo.

Traguardi importantiModifica

Asiana ha cominciato a concentrarsi sull'essere una società ecocompatibile dalla metà degli anni '90 ed è stato leader nel settore con alcuni dei suoi sforzi in campo ecologista come il divieto di totale divieto di fumare e vendere sigarette in volo dal 1995.[7] Nel 2001, Asiana Airlines è stata riconosciuta per essere la "prima società ecologica dell'industria dei servizi" da parte del Ministero dell'Ambiente della Repubblica di Corea.[7]

Il 17 febbraio 2009, Air Transport World (ATW) ha assegnato a Asiana il premio di "Airline of the Year", che è considerato uno dei premi più onorevoli nel settore del trasporto aereo.[8] Nel maggio 2010, Asiana Airlines è stata nominata la migliore compagnia aerea al mondo da Skytrax ai World Airline Awards 2010.[9] Asiana è poi scesa al secondo posto dietro Qatar Airways nel 2011 e 2012.

Accordi di code-shareModifica

Attualmente Asiana Airlines ha accordi di codeshare con le seguenti compagnie (marzo 2018):

FlottaModifica

Flotta attualeModifica

A febbraio 2021 la flotta di Asiana Airlines risulta composta dai seguenti aerei[10]:

Asiana Airlines
Aereo In flotta Ordini Passeggeri Note
F J Y+ Y Totale
Airbus A320-200 4 159 159
Airbus A321-100 1 200 200
Airbus A321-200 14 12 159 171
Airbus A321neo 3 22 8 180 188
Airbus A330-300 15 30 260 290
Airbus A350-900 13 8 28 36 247 311 Consegnati entro il 2025.[11]
Airbus A350-1000 9 TBA
Airbus A380-800 6 12 66 417 495
Boeing 747-400 1 10 24 364 398
Boeing 767-300 5 15 235 250 Ritirati entro il 2024.[12]
290 290
Boeing 777-200ER 9 24 277 301
Asiana Cargo
Boeing 747-400(BDSF) 7 cargo
Boeing 747-400F 4 cargo
Boeing 767-300ERF 1 cargo
Totale 83 39

Flotta storicaModifica

Asiana Airlines operava in precedenza con i seguenti aeromobili[10]:

Aereo Esemplari Inserimento Dismissione Note
Boeing 737-200 1 1998 1998
Boeing 737-400 26 1988 2013
Boeing 737-500 7 1990 2008

IncidentiModifica

NoteModifica

  1. ^ The World's 5-Star Airlines Official 5-Star Airlines from SKYTRAX, su airlinequality.com. URL consultato il 16 novembre 2009.
  2. ^ Greg J. et al. Bamber, Up In the Air: how airlines can improve their performance by engaging their employees, Ithaca, New York, Cornell University Press, 2009, pp. 51–52, ISBN 978-0-8014-4747-1. URL consultato il 15 febbraio 2013.
  3. ^ Directory: World Airlines, in Flight International, 27 marzo 2007, p. 78.
  4. ^ 1999~1994 | 연혁 | 소개 및 연혁 | 회사소개 | 아시아나항공 Archiviato il 4 ottobre 2013 in Internet Archive..
  5. ^ Asiana Airlines Sustainability Report 2012 Archiviato il 22 novembre 2012 in Internet Archive..
  6. ^ Asiana Airlines new colours Archiviato il 29 giugno 2012 in Archive.is..
  7. ^ a b BCSD Korea, Asiana Airlines: Environmentally friendly management and sustainability, Case Study (2009) (PDF) [collegamento interrotto], su http://www.wbcsd.ch/plugins/DocSearch/details.asp?MenuId=ODY&ClickMenu=RightMenu&doOpen=1&type=DocDet&ObjectId=MzMwNjE, Geneva, World Business Council for Sustainable Development, 15 gennaio 2009. URL consultato il 14 febbraio 2013.
  8. ^ ATW's 2009 Airline of the Year Archiviato il 24 febbraio 2009 in Internet Archive..
  9. ^ Asiana Airlines named Airline of the Year 2010 at the 2010 World Airline Awards– known as the Passenger's Choice awards, SkyTrax. URL consultato il 14 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 4 giugno 2011).
  10. ^ a b (EN) Asiana Airlines Fleet Details and History, su www.planespotters.net.
  11. ^ (EN) Joyce Lee, Sohee Kim, UPDATE 2-Asiana Airlines orders 25 planes after returning to profit, in Reuters, 11 febbraio 2015. URL consultato il 7 marzo 2021.
  12. ^ (KO) 머니투데이, 현대家 새식구 '아시아나' 약점 지우고 오명 벗는다 - 머니투데이, su news.mt.co.kr, 12 novembre 2019. URL consultato il 7 marzo 2021.
  13. ^ (EN) Harro Ranter, ASN Aircraft accident Boeing 737-5L9 HL7229 Mokpo Airport (MPK), su aviation-safety.net. URL consultato il 7 marzo 2021.
  14. ^ (EN) Harro Ranter, ASN Aircraft accident Boeing 747-48EF HL7604 Jeju, South Korea [East China Sea], su aviation-safety.net. URL consultato il 7 marzo 2021.
  15. ^ (EN) Harro Ranter, ASN Aircraft accident Boeing 777-28EER HL7742 San Francisco International Airport, CA (SFO), su aviation-safety.net. URL consultato il 7 marzo 2021.
  16. ^ (EN) Harro Ranter, ASN Aircraft accident Airbus A320-232 HL7762 Hiroshima International Airport (HIJ), su aviation-safety.net. URL consultato il 7 marzo 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN316797309 · WorldCat Identities (ENlccn-no2015094967