Rally del Messico 2018

Messico Rally Messico 2018
N. 3 su 13 del Campionato del mondo rally 2018
I primi tre equipaggi classificati al 15º Rally del Messico, sullo sfondo la città di Guanajuato
I primi tre equipaggi classificati al 15º Rally del Messico, sullo sfondo la città di Guanajuato
Data dall'8 all'11 marzo 2018
Nome ufficiale 15º Rally Guanajuato Corona México
Luogo León
Percorso 344,49 km
Superficie Sterrato
Prove speciali 22
Equipaggi Partiti: 29
Arrivati: 21
Risultati
WRC
Podio
1. Francia Sébastien Ogier
M-Sport Ford
2. Spagna Dani Sordo
Hyundai
3. Regno Unito Kris Meeke
Citroën

Il Rally del Messico 2018, ufficialmente denominato 15º Rally Guanajuato Corona México, è stata la terza prova del campionato del mondo rally 2018 nonché la trentaduesima edizione del Rally del Messico, la quindicesima da quando è entrata a far parte del campionato WRC e la quattordicesima con valenza mondiale. La manifestazione si è svolta dall'8 all'11 marzo sugli sterrati polverosi che attraversano gli altopiani dello stato del Guanajuato, al centro del paese centroamericano.

L'evento è stato vinto dal francese Sébastien Ogier, navigato dal connazionale Julien Ingrassia, al volante di una Ford Fiesta WRC della scuderia M-Sport Ford WRT, davanti alla coppia spagnola formata da Dani Sordo e Carlos del Barrio, su Hyundai i20 Coupe WRC della squadra Hyundai Shell Mobis WRT e a quella costituita dal britannico Kris Meeke e dall'irlandese Paul Nagle, su Citroën C3 WRC del team Citroën Total Abu Dhabi WRT.

ItinerarioModifica

La manifestazione si disputò interamente (fatta eccezione per le mini-tappe cittadine) negli altipiani polverosi dello Stato di Guanajuato, articolandosi in 22 prove speciali, distribuite in quattro giorni, per un totale di 344,49 km ed ebbe sede a León, città situata a circa 370 km a nord-ovest di Città del Messico, dove venne allestito anche il parco assistenza per tutti i concorrenti e la cerimonia finale di premiazione.

Il rally ebbe inizio giovedì 8 marzo nella cittadina di Guanajuato, circa 40 km a sud-est di León, con la suggestiva prova di 2,53 km svoltasi nel cuore del centro storico attraverso i tunnel che portavano alle miniere d'argento, e con la successiva cerimonia di apertura, tenutasi di fronte alla Alhóndiga de Granaditas, antico deposito di grano e iconico simbolo della rivoluzione messicana.

La seconda frazione (venerdì 9 marzo), la più lunga del rally con oltre 155 km di percorrenza, si corse negli altipiani a est di León e si articolava in due classiche sezioni di tre prove ciascuna, da disputarsi una al mattino e una al pomeriggio, comprendenti la Duarte - Derramadero, la classica El Chocolate, in questa edizione la più lunga del rally con i suoi 31,44 km nonché il punto più elevato dell'intero campionato con i suoi 2 700 m s.l.m., e quella di Ortega, a nord di Guanajuato. Al termine del primo passaggio i concorrenti si spostarono a León per correre una mini-speciale (la Street Stage León) mentre in chiusura di giornata, dopo il secondo passaggio sugli altipiani, si disputarono le ultime due prove super speciali nell'Autódromo de León, circuito di 2,30 km allestito nella periferia della città.

Durante la terza frazione (sabato 11 marzo) si gareggiò sempre lungo gli altipiani attorno a León, nell'impegnativo giro comprendente le prove di Guanajuatito, a nord della città, Otates ed El Brinco, verso est. Dopo la ripetizione pomeridiana della sezione, la giornata terminò con due prove da correre nell'Autódromo de León e la Street Stage León, entrambe già corse al venerdì.

Per la giornata finale di domenica 12 marzo si disputarono le ultime tre speciali del rally: Alfaro, a nord-est di León, e Las Minas, nei pressi di Guanajuato, ripetuta due volte e valevole anche come power stage nel secondo passaggio[1][2].

ResocontoModifica

Sébastien Ogier centrò la sua quarantaduesima vittoria in carriera (la quarta in Messico) prendendo il comando nella mattinata di sabato e mantenendolo sino alla fine; dopo aver faticato nella frazione del venerdì per via della sua posizione di partenza e per alcuni errori, il francese riuscì ad avere la meglio su Dani Sordo (Hyundai), giunto secondo a 1 minuto e 13 secondi dal vincitore e dopo essere stato in testa alla corsa per tutta la giornata di giovedì. Sul terzo gradino del podio è salito invece Kris Meeke (Citroën), vincitore dell'edizione 2017, il quale dovette cedere la seconda piazza a Sordo a causa di un errore di guida compiuto in una delle ultime prove che gli fece perdere 45 secondi e danneggiò l'ala posteriore della sua C3 WRC, terminando a circa 15 secondi dallo spagnolo.

 
Andreas Mikkelsen, quarto classificato

Quarto, a 19 secondi dal podio, è giunto il norvegese Andreas Mikkelsen, non in perfetta sintonia con l'assetto della sua Hyundai i20 Coupe WRC durante tutto il week end. Al quinto posto si è piazzata la coppia composta da Sébastien Loeb e Daniel Elena, al rientro dopo tre anni di assenza dal mondiale alla guida di una C3 WRC ufficiale, capaci di passare al comando del rally dopo la prima prova del sabato, ma costretti poi a cedere la testa della corsa a Ogier a causa di una foratura che costò ai nove volte campioni del mondo circa due minuti e mezzo. Sesto il belga Thierry Neuville, in testa al campionato prima di questo appuntamento e per questo apripista durante la lunga frazione del venerdì, accusò inoltre problemi di pressione al carburante e al servosterzo e condusse la sua corsa esclusivamente cercando di salvaguardare il piazzamento in zona punti. A chiudere la top ten lo svedese Pontus Tidemand, giunto al settimo posto al volante di una Škoda Fabia R5 e vincitore della categoria WRC-2, ottavo il finlandese Jari-Matti Latvala, primo classificato della squadra Toyota e attardato dalla rottura dell'alternatore, davanti al britannico Gus Greensmith e al cileno Pedro Heller, rispettivamente nono e decimo, entrambi su Ford Fiesta R5.

Il vincitore Ogier era stato inoltre penalizzato di 10 secondi per non aver affrontato correttamente la chicane artificiale posta nella parte finale della power stage, la prova conclusiva Las Minas 2, passando dal secondo al settimo posto nella speciale e dovendo quindi rinunciare ai 4 punti conquistati nella stessa[3][4][5]. La scuderia M-Sport Ford presentò appello contro tale decisione subito dopo il termine della gara ma il 18 maggio seguente la FIA lo respinse, confermando quindi la penalizzazione inflitta a Ogier[6].

 
Thierry Neuville, sesto classificato

Da segnalare il ritiro di Elfyn Evans, seconda guida M-Sport, incorso in un incidente che causò l'infortunio del suo copilota Daniel Barritt e non permise quindi loro di ripartire il giorno successivo. Il suo compagno di squadra Teemu Suninen fu anch'egli costretto al ritiro momentaneo per aver urtato una barriera ma riuscì a ripartire al sabato con la regola del rally 2 e a concludere al dodicesimo posto finale. I due piloti della Toyota, Esapekka Lappi e Ott Tänak, hanno terminato rispettivamente all'undicesimo e al quattordicesimo posto, con il primo incidentatosi al venerdì e il secondo afflitto da problemi alla turbina della sua Yaris WRC nella giornata di sabato; Tänak, ripartito la domenica, è riuscito ad aggiudicarsi la power stage e i relativi 5 punti in palio[3][4][5].

Ogier e il suo navigatore Julien Ingrassia tornarono quindi in vetta alle classifiche piloti e copiloti con 56 punti, scavalcando Neuville e Gilsoul di quattro lunghezze; terzi Mikkelsen/Jæger a 35 punti, davanti a Meeke/Nagle e Latvala/Anttila, rispettivamente a quota 32 e 31 punti. Tra i costruttori Hyundai mantenne la testa con 84 punti mentre M-Sport Ford balzò al secondo posto con 72, tallonata da Citroën a quota 71 e da Toyota con 67.

RisultatiModifica

ClassificaModifica

Pos. Pilota Co-pilota Auto Squadra Classe Tempo Distacco Punti
Generale
1. 1   Sébastien Ogier   Julien Ingrassia Ford Fiesta WRC M-Sport Ford WRT WRC 3h54'08"8 25
2. 6   Dani Sordo   Carlos del Barrio Hyundai i20 Coupe WRC Hyundai Shell Mobis WRT WRC 3h55'11"6 +1'03"6 18
3. 10   Kris Meeke   Paul Nagle Citroën C3 WRC Citroën Total Abu Dhabi WRT WRC 3h55'27"2 +1'19"2 15
4. 4   Andreas Mikkelsen   Anders Jæger Hyundai i20 Coupe WRC Hyundai Shell Mobis WRT WRC 3h55'16"4 +1'38"4 14
5. 11   Sébastien Loeb   Daniel Elena Citroën C3 WRC Citroën Total Abu Dhabi WRT WRC 3h56'32"6 +2'24"6 11
6. 5   Thierry Neuville   Nicolas Gilsoul Hyundai i20 Coupe WRC Hyundai Shell Mobis WRT WRC 4h03'11"0 +9'03"0 11
7. 31   Pontus Tidemand   Jonas Andersson Škoda Fabia R5 Škoda Motorsport RC2 / WRC-2 4h04'32"7 +10'24"7 6
8. 7   Jari-Matti Latvala   Miikka Anttila Toyota Yaris WRC Toyota Gazoo Racing WRT WRC 4h09'45"1 +15'37"1 8
9. 38   Gus Greensmith   Craig Parry Ford Fiesta R5 - RC2 / WRC-2 4h11'17"3 +17'09"3 2
10. 39   Pedro Heller   Pablo Olmos Ford Fiesta R5 - RC2 / WRC-2 4h18'26"1 +24'18"1 1
... ...
14. 8   Ott Tänak   Martin Järveoja Toyota Yaris WRC Toyota Gazoo Racing WRT WRC 4h56'50"8 +1h02'42"8 5
WRC-2
1. (7.) 31   Pontus Tidemand   Jonas Andersson Škoda Fabia R5 Škoda Motorsport RC2 / WRC-2 4h04'32"7 25
2. (9.) 38   Gus Greensmith   Craig Parry Ford Fiesta R5 - RC2 / WRC-2 4h11'17"3 +6'44"6 18
3. (10.) 39   Pedro Heller   Pablo Olmos Ford Fiesta R5 - RC2 / WRC-2 4h18'26"1 +13'53"4 15
4. (13.) 35   Marco Bulacia Wilkinson   Fernando Mussano Ford Fiesta R5 - RC2 / WRC-2 4h27'18"6 +22'45"9 12
5. (15.) 33   Kalle Rovanperä   Jonne Halttunen Škoda Fabia R5 Škoda Motorsport RC2 / WRC-2 5h07'26"8 +1h02'54"1 10
6. (18.) 32   Jari Huttunen   Antti Linnaketo Hyundai i20 R5 Hyundai Motorsport RC2 / WRC-2 5h24'46"5 +1h20'13"8 8
7. (21.) 36   Nil Solans   Miquel Ibáñez Sotos Ford Fiesta R5 - RC2 / WRC-2 5h52'32"8 +1h48'00"1 6
Principali ritiri
PS Pilota Copilota Auto Squadra Classe Causa Pos.
PS 6 2   Elfyn Evans   Daniel Barritt Ford Fiesta WRC M-Sport Ford WRT WRC Infortunio del copilota 12º

Legenda

Icona Note
WRC Equipaggio di classe WRC che può conquistare punti per il campionato costruttori
WRC Equipaggio di classe WRC che non può conquistare punti per il campionato costruttori
WRC-2 Equipaggio registrato al campionato WRC-2
WRC-3 Equipaggio registrato al campionato WRC-3
JWRC Equipaggio registrato al campionato Junior WRC
Ulteriori classificazioni


Prove specialiModifica

Frazione Prova Ora Nome Lunghezza Vincitori Tempo Leader del rally
Frazione 1 (8 Mar) PS1 20:08 Monster Street Stage GTO 2,53 km   Thierry Neuville
  Nicolas Gilsoul
2'06"7   Thierry Neuville
  Nicolas Gilsoul
Frazione 2 (10 Mar) PS2 10:33 Duarte - Derramadero 1 26,05 km   Kris Meeke
  Paul Nagle
17'08"9   Kris Meeke
  Paul Nagle
PS3 11:21 El Chocolate 1 31,44 km   Dani Sordo
  Carlos del Barrio
24'05"6   Dani Sordo
  Carlos del Barrio
PS4 12:14 Ortega 1 17,23 km   Dani Sordo
  Carlos del Barrio
9'33"2
PS5 14:02 Street Stage León 1 1,11 km   Teemu Suninen
  Mikko Markkula
1'03"7
PS6 16:00 Duarte - Derramadero 2 26,05 km   Kris Meeke
  Paul Nagle
16'56"7
PS7 16:48 El Chocolate 2 31,44 km   Sébastien Loeb
  Daniel Elena
23'54"2
PS8 17:41 Ortega 1 17,23 km   Ott Tänak
  Martin Järveoja
9'24"8
PS9 20:06 Autódromo de León 1 2,30 km   Ott Tänak
  Martin Järveoja
1'37"8
PS10 20:11 Autódromo de León 2 2,30 km   Sébastien Ogier
  Julien Ingrassia
e
  Ott Tänak
  Martin Järveoja
1'37"3
Frazione 3 (10 Mar) PS11 08:33 Guanajuatito 1 30,97 km   Sébastien Loeb
  Daniel Elena
20'35"6   Sébastien Loeb
  Daniel Elena
PS12 10:11 Otates 1 26,37 km   Kris Meeke
  Paul Nagle
20'26"9
PS13 11:08 El Brinco 1 9,98 km   Sébastien Ogier
  Julien Ingrassia
5'29"2
PS14 14:21 Guanajuatito 2 30,97 km   Sébastien Ogier
  Julien Ingrassia
20'10"1   Sébastien Ogier
  Julien Ingrassia
PS15 16:14 Otates 2 26,37 km   Sébastien Ogier
  Julien Ingrassia
20'05"1
PS16 16:58 El Brinco 1 9,98 km   Sébastien Ogier
  Julien Ingrassia
5'24"6
PS17 17:58 Autódromo de León 3 2,30 km   Dani Sordo
  Carlos del Barrio
e
  Kris Meeke
  Paul Nagle
1'38"0
PS18 18:03 Autódromo de León 4 2,30 km   Kris Meeke
  Paul Nagle
1'36"6
PS19 20:46 Street Stage León 2 1,11 km   Andreas Mikkelsen
  Anders Jæger
1'02"7
Frazione 4 (11 Mar) PS20 08:18 Alfaro 24,32 km   Jari-Matti Latvala
  Miikka Anttila
15'23"7
PS21 10:08 Las Minas 1 11,07 km   Ott Tänak
  Martin Järveoja
6'42"9
PS22 12:18 Las Minas 2 (power stage) 11,07 km   Ott Tänak
  Martin Järveoja
6'33"1

Power stageModifica

PS22: Las Minas 2 di 11,07 km, disputatasi domenica 11 marzo 2018 alle ore 12:18 (UTC-6)[7].

Il risultato era sub judice per via dell'appello presentato dalla scuderia M-Sport, in quanto il suo pilota Sébastien Ogier venne penalizzato di 10 secondi per non aver affrontato correttamente la chicane artificiale posta nella parte finale della prova, passando quindi dal secondo al settimo posto[3]. Il 18 maggio seguente la FIA respinse il reclamo, confermando quindi la penalizzazione inflitta a Ogier[6].

Pos. No. Pilota Co-pilota Auto Classe Tempo Distacco Punti
1 8   Ott Tänak   Martin Järveoja Toyota Yaris WRC WRC 6'33"1 5
2 7   Jari-Matti Latvala   Miikka Anttila Toyota Yaris WRC WRC 6'34"4 +1"3 4
3 5   Thierry Neuville   Nicolas Gilsoul Hyundai i20 Coupe WRC WRC 6'34"5 +1"4 3
4 4   Andreas Mikkelsen   Anders Jæger Hyundai i20 Coupe WRC WRC 6'36"0 +2"9 2
5 11   Sébastien Loeb   Daniel Elena Citroën C3 WRC WRC 6'38"9 +5"8 1

Classifiche mondialiModifica

Classifica piloti
Pos. Pilota Punti
1   1   Sébastien Ogier 56
2   1   Thierry Neuville 52
3   3   Andreas Mikkelsen 35
4   4   Kris Meeke 32
5   2   Jari-Matti Latvala 31
6   1   Ott Tänak 26
7   3   Esapekka Lappi 23
8   1   Craig Breen 20
9   N   Dani Sordo 18
10   N   Sébastien Loeb 11
11   2   Hayden Paddon 10
12   2   Elfyn Evans 8
13   2   Mads Østberg 8
14   N   Pontus Tidemand 6
15   3   Teemu Suninen 4
16   4   Bryan Bouffier 4
17   N   Gus Greensmith 2
18   4   Jan Kopecký 1
  N   Pedro Heller 1
Classifica copiloti
Pos. Pilota Punti
1   1   Julien Ingrassia 56
2   1   Nicolas Gilsoul 52
3   3   Anders Jæger 35
4   4   Paul Nagle 32
5   2   Miikka Anttila 31
6   1   Martin Järveoja 26
7   3   Janne Ferm 23
8   1   Scott Martin 20
9   N   Carlos del Barrio 18
10   N   Daniel Elena 11
11   2   Sebastian Marshall 10
12   2   Daniel Barritt 8
13   2   Torstein Eriksen 8
14   N   Jonas Andersson 6
15   3   Mikko Markkula 4
16   4   Xavier Panseri 4
17   N   Craig Parry 2
18   4   Pavel Dresler 1
  N   Pablo Olmos 1
Classifica costruttori WRC
Pos. Squadra Punti
1     Hyundai Shell Mobis WRT 84
2   2   M-Sport Ford WRT 72
3     Citroën Total Abu Dhabi WRT 71
4   2   Toyota Gazoo Racing WRT 67

NoteModifica

  1. ^ (ENESFR) Mexico countdown: rally route, su wrc.com, WRC Promoter GmbH, 6 marzo 2018 (archiviato l'11 marzo 2018).
  2. ^ (DEENPL) Rally México 2018, su rally-maps.com.
  3. ^ a b c (ENESFR) Sunday in Mexico: Ogier nets fourth win, su wrc.com, WRC Promoter GmbH, 11 marzo 2018 (archiviato il 12 marzo 2018).
  4. ^ a b (ENESFR) Saturday in Mexico: Ogier springs clear, su wrc.com, WRC Promoter GmbH, 11 marzo 2018 (archiviato il 28 marzo 2018).
  5. ^ a b (ENESFR) Friday in Mexico: Sensational comeback for Loeb, su wrc.com, WRC Promoter GmbH, 10 marzo 2018 (archiviato il 13 marzo 2018).
  6. ^ a b (ENESFR) Ogier loses Mexico appeal, su wrc.com, WRC Promoter GmbH, 18 maggio 2018 (archiviato il 18 maggio 2018).
  7. ^ (DEENPL) SS 21+22 - Las Minas, su rally-maps.com. URL consultato il 27 marzo 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Campionato del mondo rally - Stagione 2018
                         
   

Edizione precedente:
2017
Rally del Messico
Altre edizioni
Edizione successiva:
2019
  Portale Automobilismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobilismo