Apri il menu principale

Rally di Monte Carlo 2018

Monaco Rally Monaco 2018
N. 1 su 13 del Campionato del mondo rally 2018
Data dal 25 al 28 gennaio 2018
Nome ufficiale 86ème Rallye Monte-Carlo
Percorso 388,59 km
Superficie Asfalto/Neve/Ghiaccio
Prove speciali 17
Equipaggi Partiti: 67
Arrivati: 47
Risultati
WRC
Podio
1. Francia Sébastien Ogier
M-Sport Ford
2. Estonia Ott Tänak
Toyota
3. Finlandia Jari-Matti Latvala
Toyota

Il Rally di Monte Carlo 2018, ufficialmente denominato 86ème Rallye Automobile Monte-Carlo, è stata la prima prova del campionato del mondo rally 2018 nonché l'ottantaseiesima edizione del Rally di Monte Carlo e la quarantesima con valenza mondiale. La manifestazione si è svolta dal 25 al 28 gennaio sugli asfalti ghiacciati delle Alpi francesi a nord del Principato di Monaco, con base a Gap[1].

L'evento è stato vinto dai campioni del mondo in carica, i francesi Sébastien Ogier e Julien Ingrassia al volante di una Ford Fiesta WRC della scuderia M-Sport Ford World Rally Team, davanti alla coppia estone formata da Ott Tänak e Martin Järveoja su Toyota Yaris WRC della squadra ufficiale Toyota Gazoo Racing WRT e a quella finlandese composta da Jari-Matti Latvala e Miikka Anttila, anch'essi su Yaris WRC del team Toyota.[2]

I cechi Jan Kopecký e Pavel Dresler, su Škoda Fabia R5 della squadra Škoda Motorsport, hanno invece conquistato la vittoria nella categoria WRC-2[3], mentre gli italiani Enrico Brazzoli e Luca Beltrame hanno vinto la classe WRC-3 alla guida di una Peugeot 208 R2 del team Vieffe Corse SRL.

ItinerarioModifica

 
Tornante affrontato da Andreas Mikkelsen e Anders Jæger

La manifestazione si disputò prevalentemente nella regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra con sconfinamenti in quella dell'Alvernia-Rodano-Alpi, nella Francia sud-orientale, articolandosi in 17 prove speciali distribuite in quattro giorni, per un totale di 388,59 km. Per il quarto anno consecutivo il rally ebbe sede a Gap, capoluogo del dipartimento delle Alte Alpi, dove venne allestito il parco assistenza per tutti i concorrenti, mentre nel Principato di Monaco ebbero luogo la cerimonia di apertura e quella premiazione.

Il rally iniziò la sera di giovedì 25 gennaio, con il trasferimento dalla piazza del Casinò verso la sede delle due speciali da disputarsi in notturna, entrambe nel dipartimento delle Alpi dell'Alta Provenza, la prima con partenza a Thoard e arrivo a Sisteron (da corrersi in direzione inversa rispetto al 2017), in questa edizione la più lunga del rally con 36,69 km, e la seconda tra Bayons, a nord del dipartimento, e Bréziers, oltre il confine con le Alte Alpi.

La seconda frazione (disputatasi venerdì 26 gennaio) fu la più lunga del rally, con oltre 144 km di percorrenza totale, e si articolava in due sezioni di tre prove ciascuna, da svolgersi una al mattino e una al pomeriggio, sulle tortuose strade a sud-ovest di Gap, comprendente la speciale da Vitrolles a Oze (nel dipartimento delle Alte Alpi), quella tra Roussieux ed Eygalayes, nel dipartimento della Drôme, e la Vaumeilh – Claret, nelle Alpi dell'Alta Provenza, a concludere il giro prima del ritorno serale nella vicina Gap per il pernottamento di concorrenti e vetture.

Durante la terza frazione (sabato 27 gennaio) si gareggiò a nord-ovest di Gap, nella sezione comprendente due prove da ripetere anche al pomeriggio: la prima con partenza a Agnières-en-Dévoluy (Alte Alpi) e arrivo a Corps (sconfinando nel dipartimento dell'Isère) e la seconda tra Saint-Léger-les-Mélèzes e La Bâtie-Neuve, sempre nella Alte Alpi; al termine di questo loop si disputò l'ultima speciale di giornata, che fu la ripetizione della Bayons - Bréziers, già corsa il giovedì in notturna.

Per la giornata finale di domenica 28 gennaio ci si spostò verso sud-est in direzione di Nizza e di Montecarlo, in pieno dipartimento delle Alpi Marittime e il programma prevedeva due prove da ripetersi nella stessa mattinata senza l'ausilio del parco assistenza, di cui la prima tra La Bollène-Vésubie e la località di Peïra-Cava, contenente il celebre Col de Turini, affrontato a circa metà percorso e la seconda (valevole anche come power stage nel secondo passaggio) sul tragitto che collega la località di La Cabanette al Col de Braus in territorio di Lucéram, quest'ultima una prova totalmente inedita.[4][5]

ResocontoModifica

I francesi campioni del mondo in carica Sébastien Ogier e Julien Ingrassia, su Ford Fiesta WRC della squadra M-Sport Ford, conquistarono la loro quinta vittoria consecutiva al Montecarlo, guidando la corsa dalla prima all'ultima speciale. Staccata a poco meno di un minuto la coppia estone formata da Ott Tänak e Martin Järveoja, al convincente debutto sulla Toyota Yaris WRC, precedendo di 53 secondi i compagni di squadra finlandesi Jari-Matti Latvala e Miikka Anttila, autori di una prova di consistenza pur non riuscendo a essere veloci come gli estoni.

 
Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul, quinti classificati

Quarti, a circa tre minuti dal podio, sono giunti Kris Meeke e Paul Nagle, alfieri della Citroën, i quali, nonostante i problemi accusati in tutto il week-end dalla loro C3 WRC, sono riusciti a vincere la power stage e a portare quindi punti importanti alla casa francese. Al quinto posto si è piazzata la prima delle vetture Hyundai, condotta da Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul, attardati sin dalle prime prove speciali del giovedì a causa di testacoda e forature ma capaci di recuperare dall'undicesima alla quinta posizione durante tutto il rally[6]. Sesti Elfyn Evans e Daniel Barritt, sulla seconda Fiesta WRC, e settimi gli altri finlandesi della Toyota Esapekka Lappi e Janne Ferm, sopravanzati in classifica soltanto nelle ultime prove proprio da Neuville e Gilsoul. A chiudere la top ten il francese Bryan Bouffier (M-Sport Ford), giunto all'ottavo posto davanti a Craig Breen (Citroën), nono, e al ceco Jan Kopecký, decimo su Škoda Fabia R5, prima vettura di classe WRC-2.[2]

Da segnalare il ritiro di Dani Sordo su Hyundai i20 Coupe WRC il quale, terzo in classifica al termine della seconda giornata, incappò in un incidente durante la PS9 e dovette quindi ritirarsi definitivamente[7]. Il suo compagno di squadra Andreas Mikkelsen è giunto invece al tredicesimo posto dopo essere stato costretto al ritiro nella giornata di venerdì a causa della rottura dell'alternatore[8]; rientrato in gara nella giornata successiva con la regola del rally 2, è riuscito infine a guadagnare tre punti nella power stage conclusiva.

RisultatiModifica

ClassificaModifica

Pos. Pilota Co-pilota Auto Squadra Classe Tempo Distacco Punti
Generale
1. 1   Sébastien Ogier   Julien Ingrassia Ford Fiesta WRC M-Sport Ford WRT WRC 4h18'55"5 26
2. 8   Ott Tänak   Martin Järveoja Toyota Yaris WRC Toyota Gazoo Racing WRT WRC 4h19'53"8 +58"3 18
3. 7   Jari-Matti Latvala   Miikka Anttila Toyota Yaris WRC Toyota Gazoo Racing WRT WRC 4h20'47"5 +1'52"0 17
4. 10   Kris Meeke   Paul Nagle Citroën C3 WRC Citroën Total Abu Dhabi WRT WRC 4h23'38"6 +4'43"1 17
5. 5   Thierry Neuville   Nicolas Gilsoul Hyundai i20 Coupe WRC Hyundai Shell Mobis WRT WRC 4h23'49"3 +4'53"8 14
6. 2   Elfyn Evans   Daniel Barritt Ford Fiesta WRC M-Sport World Rally Team WRC 4h23'50"3 +4'54"8 8
7. 9   Esapekka Lappi   Janne Ferm Toyota Yaris WRC Toyota Gazoo Racing WRT WRC 4h23'53"0 +4'57"5 6
8. 3   Bryan Bouffier   Xavier Panseri Ford Fiesta WRC M-Sport Ford WRT WRC 4h26'35"0 +7'39"5 4
9. 11   Craig Breen   Scott Martin Citroën C3 WRC Citroën Total Abu Dhabi WRT WRC 4h28'02"2 +9'06"7 2
10. 32   Jan Kopecký   Pavel Dresler Škoda Fabia R5 Škoda Motorsport II RC2 / WRC-2 4h35'38"5 +16'43"0 1
... ...
13. 4   Andreas Mikkelsen   Anders Jæger Hyundai i20 Coupe WRC Hyundai Shell Mobis WRT WRC 4h55'47"8 +36'52"3 3
WRC-2
1. (10.) 32   Jan Kopecký   Pavel Dresler Škoda Fabia R5 Škoda Motorsport II RC2 / WRC-2 4h35'38"5 25
2. (14.) 36   Eddie Sciessere   Flavio Zanella Citroën DS3 R5 - RC2 / WRC-2 4h58'26"2 +22'47"7 18
3. (18.) 33   Teemu Suninen   Mikko Markkula Ford Fiesta R5 M-Sport Ford WRT RC2 / WRC-2 5h09'09"6 +33'31"1 15
4. (19.) 35   Guillaume de Mevius   Louis Louka Peugeot 208 T16 - RC2 / WRC-2 5h09'24"6 +33'46"1 12
WRC-3
1. (20.) 61   Enrico Brazzoli   Luca Beltrame Peugeot 208 R2 Vieffe Corse RC4 / WRC-3 5h22'03"0 25
2. (31.) 64   Amaury Molle   Renaud Herman Peugeot 208 R2 - RC4 / WRC-3 5h44'27"9 +22'24"9 18
3. (35.) 62   Taisko Lario   Tatu Hämäläinen Peugeot 208 R2 - RC4 / WRC-3 5h55'00"2 +32'57"2 15
Principali ritiri
PS Pilota Copilota Auto Squadra Classe Causa Pos.
PS 9 6   Dani Sordo   Carlos del Barrio Hyundai i20 Coupe WRC Hyundai Shell Mobis WRT WRC Fuori strada

Legenda

Icona Note
WRC Equipaggio di classe WRC che può conquistare punti per il campionato costruttori
WRC Equipaggio di classe WRC che non può conquistare punti per il campionato costruttori
WRC-2 Equipaggio registrato al campionato WRC-2
WRC-3 Equipaggio registrato al campionato WRC-3
JWRC Equipaggio registrato al campionato Junior WRC
Ulteriori classificazioni


Prove specialiModifica

Frazione Prova Ora Nome Lunghezza Vincitori Tempo Leader del rally
Frazione 1 (25 Gen) PS1 21:43 Thoard - Sisteron 36,69 km   Sébastien Ogier
  Julien Ingrassia
23'16"6   Sébastien Ogier
  Julien Ingrassia
PS2 22:51 Bayons - Bréziers 1 25,49 km   Sébastien Ogier
  Julien Ingrassia
14'53"2
Frazione 2 (26 Gen) PS3 08:51 Vitrolles - Oze 1 26,72 km   Ott Tänak
  Martin Järveoja
16'32"3
PS4 10:04 Roussieux - Eygalayes 1 30,54 km   Sébastien Ogier
  Julien Ingrassia
18'25"3
PS5 11:37 Vaumeilh - Claret 1 15,18 km   Elfyn Evans
  Daniel Barritt
8'42"6
PS6 13:58 Vitrolles - Oze 2 26,72 km   Ott Tänak
  Martin Järveoja
16'45"5
PS7 15:11 Roussieux - Eygalayes 2 30,54 km   Elfyn Evans
  Daniel Barritt
19'03"5
PS8 16:44 Vaumeilh - Claret 1 15,18 km   Thierry Neuville
  Nicolas Gilsoul
8'36"2
Frazione 3 (27 Gen) PS9 08:08 Agnières-en-Dévoluy – Corps 1 29,16 km   Andreas Mikkelsen
  Anders Jæger
25'11"8
PS10 09:16 Saint-Léger-les-Mélèzes – La Bâtie-Neuve 1 16,87 km   Ott Tänak
  Martin Järveoja
12'16"8
PS11 11:57 Agnières-en-Dévoluy – Corps 2 29,16 km   Ott Tänak
  Martin Järveoja
19'06"4
PS12 13:08 Saint-Léger-les-Mélèzes – La Bâtie-Neuve 2 16,87 km   Thierry Neuville
  Nicolas Gilsoul
10'48"6
PS13 16:09 Bayons - Bréziers 2 25,49 km   Thierry Neuville
  Nicolas Gilsoul
14'32"8
Frazione 4 (28 Gen) PS14 08:32 La Bollène-Vésubie – Peïra-Cava 1 18,41 km   Sébastien Ogier
  Julien Ingrassia
13'51"4
PS15 09:08 La Cabanette - Col de Braus 1 13,58 km   Thierry Neuville
  Nicolas Gilsoul
10'34"1
PS16 10:55 La Bollène-Vésubie – Peïra-Cava 2 18,41 km   Thierry Neuville
  Nicolas Gilsoul
13'07"8
PS17 12:18 La Cabanette - Col de Braus 2 (power stage) 13,58 km   Kris Meeke
  Paul Nagle
10'06"7

Power stageModifica

PS17: La Cabanette - Col de Braus 2 di 13,58 km, disputatasi domenica 28 gennaio 2018 alle ore 12:18 (UTC+1).[9]

Pos. No. Pilota Co-pilota Auto Classe Tempo Distacco Punti
1 10   Kris Meeke   Paul Nagle Citroën C3 WRC WRC 10'06"7 5
2 5   Thierry Neuville   Nicolas Gilsoul Hyundai i20 Coupe WRC WRC 10'09"0 +2"3 4
3 4   Andreas Mikkelsen   Anders Jæger Hyundai i20 Coupe WRC WRC 10'11"1 +4"4 3
4 7   Jari-Matti Latvala   Miikka Anttila Toyota Yaris WRC WRC 10'13"6 +6"9 2
5 1   Sébastien Ogier   Julien Ingrassia Ford Fiesta WRC WRC 10'14"8 +8"1 1

Classifiche mondiali[10]Modifica

Classifica co-piloti
Pos. Co-pilota Punti
1   Julien Ingrassia 26
2   Martin Järveoja 18
3   Miikka Anttila 17
4   Paul Nagle 17
5   Nicolas Gilsoul 14
6   Daniel Barritt 8
7   Janne Ferm 6
8   Xavier Panseri 4
9   Anders Jæger 3
10   Scott Martin 2
11   Pavel Dresler 1
Classifica costruttori WRC
Pos. Squadra Punti
1   M-Sport Ford WRT 33
2   Toyota Gazoo Racing WRT 33
3   Citroën Total Abu Dhabi WRT 18
4   Hyundai Shell Mobis WRT 14

NoteModifica

  1. ^ (ENESFR) Rallye Monte-Carlo - Route and facts, su wrc.com, WRC Promoter GmbH. URL consultato il 23 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 30 gennaio 2018).
  2. ^ a b (ENESFR) Sunday’s Monte: Ogier victorious at home, su wrc.com, WRC Promoter GmbH, 28 gennaio 2018 (archiviato il 29 gennaio 2018).
  3. ^ (ENESFR) Sunday in WRC 2: Kopecký wins in style, su wrc.com, WRC Promoter GmbH, 28 gennaio 2018. URL consultato il 23 giugno 2019 (archiviato il 21 novembre 2018).
  4. ^ (ENESFR) Countdown: Monte-Carlo route, su wrc.com, WRC Promoter GmbH, 23 gennaio 2018 (archiviato il 28 gennaio 2018).
  5. ^ (DEENPL) Rally Monte-Carlo 2018, su rally-maps.com.
  6. ^ (ENESFR) Thursday's Monte: Ogier overcomes early scare, su wrc.com, WRC Promoter GmbH, 26 gennaio 2018 (archiviato il 27 gennaio 2018).
  7. ^ (ENESFR) Saturday’s Monte: Ogier withstands Tänak, su wrc.com, WRC Promoter GmbH, 27 gennaio 2018 (archiviato il 29 gennaio 2018).
  8. ^ (ENESFR) Friday's Monte: another lucky escape for Ogier, su wrc.com, WRC Promoter GmbH, 26 gennaio 2018 (archiviato il 29 gennaio 2018).
  9. ^ (DEENPL) SS 15+17 - La Cabanette - Col de Braus, su rally-maps.com.
  10. ^ (ENESFR) Standings after FIA World Rally Championship Round 1, su wrc.com, WRC Promoter GmbH, 29 gennaio 2018 (archiviato il 29 gennaio 2018).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Campionato del mondo rally - Stagione 2018
                         
 

Edizione precedente:
2017
Rally di Monte Carlo
Altre edizioni
Edizione successiva:
2019
  Portale Automobilismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobilismo