Apri il menu principale

Riti della Settimana Santa di Palermo

Riti della Settimana Santa di Palermo
Addolorata alla Guilla.jpg
Tipo di festareligiosa locale
Periododalla Domenica delle Palme alla Domenica di Pasqua
Celebrata aPalermo
ReligioneCattolicesimo
Oggetto della celebrazionePassione di Gesù
Tradizioni religioseProcessioni e rievocazioni sacre
Tradizioni culinariePupi cull'ova
Data d'istituzione? Martedì Santo Pasqua prima processione documentata a Palermo

I riti della Settimana Santa di Palermo (Bare o Barette in siciliano) sono una manifestazione religiosa popolare tipica.

Per cronologia, analogia, territorialità, emulazione, contaminazione di usi e costumi, al novero delle Passio figurate, inserite nel contesto isolano soggetto alla dominazione aragonese - spagnola rispettivamente sotto la Corona d'Aragona e Corona di Spagna, appartengono i riti della Settimana Santa di Palermo.

Indice

Origini cittadineModifica

 
Maria Santissima Addolorata ai Cassari.

I riti delle Bare trovano fondamento nella storia della Sicilia spagnola 1516 - 1713 quando l'intera isola soggetta alla dominazione della Corona d'Aragona, unita al Regno di Napoli passa sotto la giurisdizione della Corona di Spagna, note in tempi successivi come dominazioni aragonese e spagnola.

In rispetto della cronologia degli eventi, alcune rievocazioni sacre risultano già congruenti al giorno settimanale.

  • 1687, I Padri domenicani organizzano una processione con scene tratte dal Vecchio Testamento che richiedono la partecipazione di 150 personaggi.[12]
  • 21 aprile 1726, domenica di Resurrezione. La Compagnia della Resurrezione guidò la processione composta da oltre 1000 figuranti che impersonavano personaggi del Vecchio e Nuovo Testamento. L'itinerario dall'Ospedale Grande attraverso il Piano di Palazzo Reale, si snodava per il centro cittadino e trovava conclusione presso il baluardo di Sant'Agata.[13]
  • 1733, È documentata una delle ultime processioni dei sacri testamenti tra le più affollate e dispendiose. Godevano di molta popolarità i riti effettuati da sodalizi della chiesa di San Giuseppe e di San Nicola.[7]
  • 1780, Fino a quest'anno è documentato presso la chiesa di Santa Lucia dei Biscottai per opera della Compagnia della Resurrezione, l'incontro tra Cristo Risorto e Maria Addolorata presso Santa Elisabetta la Domenica di Pasqua. Durante la fase dell'abbraccio, l'effige della Madonna perdeva il manto a lutto e il figlio coronava la madre con un diadema.[3][4]

Il calendario e gli eventiModifica

Date del Venerdì Santo, 2015-2020
Anno giorno - mese
2015 3 aprile
2016 25 marzo
2017 14 aprile
2018 30 marzo
2019 19 aprile
2020 10 aprile

ProcessioniModifica

In tutte le processioni sono condotti i simulacri del "Cristo Morto" e della "Vergine Addolorata" accompagnati dalla Guardia Pretoriana (impropriamente chiamata "I Giudei"), stendardi, tamburini, incappucciati, portatori in livrea, figuranti e accoliti abbigliati da veroniche, nazareni, penitenti.

Sono più di trenta le singole manifestazioni che il Venerdì Santo si tengono nei quartieri di Palermo:[15]

Processione dei Santi Cosma e DamianoModifica

Processione del Santissimo CrocifissoModifica

Processione del Santissimo SalvatoreModifica

Processione del Santo Curato d'ArsModifica

Processione dell'Ecce HomoModifica

Processione della Madonna della ProvvidenzaModifica

Processione di Maria Santissima Regina degli ApostoliModifica

Processione di Maria Santissima AusiliatriceModifica

Processione dello Spirito SantoModifica

Processione di Sant'Antonio di PadovaModifica

Processione di San Basilio MagnoModifica

Processione di Santa Chiara d'AssisiModifica

Processione di Santa Cristina al Borgo NuovoModifica

Processione di Sant'ErnestoModifica

Processione di Sant'EspeditoModifica

Processione di Sant'Isidoro AgricolaModifica

Confraternita di Maria Santissima Addolorata dei Panettieri o dei Fornari in Sant'Isidoro Agricola
Stato  Italia
RegioneSicilia
LocalitàPalermo
Religionecattolica
Arcidiocesi Palermo

Processione di San Giovanni alla GuillaModifica

Confraternita di Maria Santissima Addolorata e Cristo morto del Venerdì Santo alla Guilla
Maria Santissima Addolorata alla Guilla
Stato  Italia
RegioneSicilia
LocalitàPalermo
Religionecattolica
Arcidiocesi Palermo
Inizio costruzione1947

Processione di San GirolamoModifica

Processione di San Giuseppe CafassoModifica

Processione di San Gregorio PapaModifica

Processione di San Matteo al CassaroModifica

Processione di San Michele ArcangeloModifica

Processione di San Nicolò da TolentinoModifica

Nel 1866 fu rubato il manto nero donato da Maria Cristina di Savoia. Nel marzo del 1895 S.M. la regina Margherita di Savoia dona un manto di velluto nero ricamato, che ancora oggi indossa l'Addolorata.

Processione di Maria Santissima AddolorataModifica

Processione di Maria Santissima della LetteraModifica

Processione di Maria Santissima delle GrazieModifica

Processione di Maria Santissima di LourdesModifica

Processione di Santa Maria AssuntaModifica

Processione di Santa Maria degli AngeliModifica

Processione di Santa Maria delle GrazieModifica

Processione di Santa Maria dell'Itria dei CocchieriModifica

In segno di rispetto, lutto e devozione il Venerdì Santo vigeva il divieto di spostarsi in carrozza, "pirchì 'u Signuri è 'nterra", quindi i cocchieri godevano un giorno libero e potevano partecipare numerosi a questo sacro evento. Circostanza che consentiva ai nobili di ingraziarsi il consenso delle autorità religiose ottenendo inoltre l'indulgenza plenaria per resa devozione. I cocchieri per converso in questa occasione potevano partecipare sfoggiando le livree della famiglia d'appartenenza con il maggiore sfarzo possibile.

  • 1896, Un incendio distrusse il simulacro mariano che subito fu rifatto da Vincenzo Piscitello.
  • 1941, A causa dell'ultima guerra la processione non ebbe luogo.

Processione di Santa Maria di MonserratoModifica

Processione di Santa Maria La NovaModifica

Confraternita di Maria Santissima Addolorata ai Cassari
Stato  Italia
RegioneSicilia
LocalitàPalermo
Religionecattolica
Arcidiocesi Palermo

Processione di Santa Maria La RealeModifica

Processione di Santa RitaModifica

Processione di Santa SilviaModifica

Processione di Santo Stefano alla ZisaModifica

Processione InterparrocchialeModifica

NoteModifica

  1. ^ Giuseppe Pitrè, pp. 83.
  2. ^ Giuseppe Pitrè, pp. 104.
  3. ^ a b Giuseppe Pitrè, pp. 128.
  4. ^ a b Società Siciliana per la Storia Patria, pp. 170.
  5. ^ Giuseppe Pitrè, pp. 125.
  6. ^ Società Siciliana per la Storia Patria, pp. 159 e 169.
  7. ^ a b Società Siciliana per la Storia Patria, pp. 173.
  8. ^ a b Giuseppe Pitrè, pp. 106.
  9. ^ Giuseppe Pitrè, pp. 105.
  10. ^ Società Siciliana per la Storia Patria, pp. 158.
  11. ^ Società Siciliana per la Storia Patria, pp. 159.
  12. ^ Giuseppe Pitrè, pp. 108.
  13. ^ Pagina 101 e 102, Gioacchino di Marzo, "Diari della città di Palermo dal secolo 16 al secolo 19" [1], Volume IX, Palermo, Luigi Pedone Laurel Editore, 1871.
  14. ^ Pagina 27, Gaspare Palermo, "Guida istruttiva per potersi conoscere ... tutte le magnificenze ... della Città di Palermo" [2], Volume primo, Palermo, Reale Stamperia, 1816.
  15. ^ Elenco delle manifestazioni storiche e attuali aggiornato al 2016

Bibliografia-DiscografiaModifica

Galleria d'immaginiModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica