Apri il menu principale

Shinsuke Nakamura

wrestler e artista marziale misto giapponese
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il calciatore giapponese, vedi Shunsuke Nakamura.
Shinsuke Nakamura
Shinsuke.jpg
Nakamura nel novembre del 2017
NomeShinsuke Nakamura[1]
Ring nameNakamura[2]
Shinsuke Nakamura[1]
NazionalitàGiappone Giappone
NascitaMineyama[1][3]
24 febbraio 1980 (39 anni)[1][3]
Residenza dichiarataOrlando, Florida
Altezza dichiarata188[1][3][4] cm
Peso dichiarato104[1][3][4] kg
AllenatoreInoki Dojo[5]
Koketsu Yamamoto
Osamu Kido[5]
Debutto29 agosto 2002[1][3][4]
FederazioneWWE[6]
Progetto Wrestling

Shinsuke Nakamura (中邑 真輔 Nakamura Shinsuke?; Mineyama, 24 febbraio 1980) è un wrestler ed ex artista marziale misto giapponese attualmente sotto contratto con la WWE, dove lotta nel roster di SmackDown ed è l'attuale detentore dell'Intercontinental Championship al suo primo regno.

Nakamura è principalmente ricordato per i suoi trascorsi tra il 2002 e il 2016 nella New Japan Pro-Wrestling (NJPW), dove ha vinto tre volte l'IWGP Heavyweight Championship, cinque volte l'IWGP Intercontinental Championship (record), una volta l'IWGP Tag Team Championship (con Hiroshi Tanahashi) e una volta l'IWGP U-30 Openweight Championship; ha inoltre vinto il G1 Climax nel 2011 e la New Japan Cup nel 2014.

In WWE Nakamura ha vinto due volte lo United States Championship e una volta l'Intercontinental Championship. Ha inoltre vinto l'edizione 2018 del Royal Rumble match, risultando essere il decimo wrestler nella storia a raggiungere questo traguardo alla sua prima partecipazione.[7] Quando si trovava nel territorio di sviluppo di NXT, ha vinto l'NXT Championship per due volte (record condiviso con Samoa Joe).

Carriera nel wrestlingModifica

New Japan Pro-Wrestling (2002–2016)Modifica

Nakamura ha fatto il suo debutto nella New Japan Pro-Wrestling (NJPW) il 29 agosto 2002 iniziando subito una rapida ascesa al vertice, tant'è che era soprannominato "Super Rookie" ("la super matricola"). Il suo stile, basato principalmente sullo strong style, impressionò positivamente sia i fan sia i dirigenti della NJPW. Insieme agli altri giovani wrestler come Hiroshi Tanahashi e Katsuyori Shibata, i tre sono divenuti noti come i "nuovi tre moschettieri" (i precedenti "tre moschettieri" della federazione erano Shinya Hashimoto, Masahiro Chono e Keiji Mutoh).

Il 9 dicembre 2003 ha vinto l'IWGP Heavyweight Championship sconfiggendo Hiroyoshi Tenzan e diventando il più giovane detentore di tale titolo all'età di 23 anni. Sebbene sia stato costretto a rinunciare al titolo a causa di un infortunio poco meno di due mesi dopo, Nakamura lo ha unificato contro Yoshihiro Takayama (vincendo allo stesso tempo anche il NWF Heavyweight Championship) e ha successivamente vinto l'IWGP U-30 Openweight Championship contro Hiroshi Tanahashi, il suo più grande rivale, le cui due carriere si sarebbero spesso incrociate, tant'è che i due si sono affrontati in diverse occasioni, formando anche un tag team e vincendo per una volta l'IWGP Tag Team Championship.

Nel 2008 ha riconquistato l'IWGP Heavyweight Championship e ha affrontato Kurt Angle: lo ha sconfitto in un match di unificazione che vedeva in palio anche l'IWGP Third Belt Championship detenuto da Angle. Nakamura ha formato una stable nota come "Chaos", vincendo per la terza e ultima volta l'IWGP Heavyweight Championship nel 2009. Assieme allo stesso Tanahashi, Nakamura è diventato il volto simbolo della NJPW e uno dei volti più riconoscibili del puroresu in generale degli anni duemila.

Quando Kazuchika Okada ha fatto il suo ritorno alla NJPW unendosi al Chaos e sconfiggendo Tanahashi per l'IWGP Heavyweight Championship nel 2012, Nakamura si è defilato ed è stato usato per dare prestigio al nuovo IWGP Intercontinental Championship, titolo considerato al livello dell'IWGP Heavyweight Championship. Nakamura ha raggiunto tale scopo nel 2014, quando l'IWGP Intercontinental Championship è stato difeso nel main event di Wrestle Kingdom, l'evento della NJPW più importante dell'anno; più precisamente, Nakamura ha difeso il titolo contro Tanahashi a Wrestle Kingdom 8, anche se ne è uscito sconfitto.

Complessivamente Nakamura ha vinto l'IWGP Intercontinental Championship per un record di cinque volte e lo ha detenuto per un totale di 901 giorni. Ha inoltre vinto numerosi tornei quali G1 Tag League (2006) con Masahiro Chono, il G1 Climax (2011), la New Japan Cup (2014) e altri ancora, tra cui il Teisen Hall Cup Six Man Tag Team Tournament (2003) con Hiro Saito e Tatsutoshi Goto, lo Yuko Six Man Tag Team Tournament (2004) con Blue Wolf e Katsuhiko Nakajima, lo 10.000.000 Yin Tag Tournament (2004) con Hiroyoshi Tenzan e il National District Tournament (2006) con Koji Kanemoto. La NJPW lo ha premiato con il New Wave Award (2003), la Tag Team Best Bout (2004), il Technique Award (2004) e l'Heavyweight Tag MVP Award (2005) con Hiroshi Tanahashi.

Dopo aver difeso con successo l'IWGP Intercontinental Championship contro A.J. Styles il 4 gennaio 2016 a Wrestle Kingdom 10,[8] è stato riportato che Nakamura aveva avvisato la NJPW che stava lasciando la federazione.[9][10] Nakamura è comunque rimasto sotto contratto con la NJPW e ha rispettato gli ultimi impegni con la federazione.[11][12] Il 12 gennaio la NJPW ha confermato l'imminente abbandono di Nakamura, privandolo pertanto dell'IWGP Intercontinental Championship.[13][14] Nakamura ha riconsegnato il titolo il 25 gennaio, sancendo ufficialmente la fine del suo quinto regno come campione.[15][16] Nakamura ha lottato il suo ultimo match con la NJPW il 30 gennaio, quando lui, Kazuchika Okada e Tomohiro Ishii hanno sconfitto Hirooki Goto, Hiroshi Tanahashi e Katsuyori Shibata.[17]

World Wrestling Entertainment (2016–presente)Modifica

NXT (2016–2017)Modifica

Il 6 gennaio 2016 Nakamura ha confermato in un'intervista al Tokyo Sports che avrebbe lasciato la NJPW alla fine del mese per andare alla WWE,[18][19] che ha pubblicato un articolo in cui parlava delle voci che vedevano Nakamura e altri wrestler della NJPW in procinto di arrivare alla WWE.[20] Il 27 gennaio 2016 la WWE ha pubblicato, sul proprio sito ufficiale, un articolo in cui confermava l'arrivo di Nakamura, che si sarebbe trasferito a NXT e che avrebbe fatto il suo debutto in un match singolo contro Sami Zayn il 1º aprile a NXT TakeOver: Dallas.[6] Il 31 gennaio è stato confermato che Nakamura aveva concluso i suoi impegni con la NJPW e che sarebbe arrivato al WWE Performance Center per allenarsi e per questioni logistiche riguardanti il suo arrivo nella WWE,[21] mentre il 2 febbraio è andato a Pittsburgh per sottoporsi alle visite mediche.[22] Il 22 febbraio la WWE ha tenuto una conferenza stampa a Tokyo in cui annunciava ufficialmente che Nakamura sarebbe approdato a NXT.[23] Compie il suo debutto il 1º aprile, sconfiggendo Zayn ad NXT TakeOver.[24] A fine match offre la mano al suo avversario che la accetta tra il tripudio del pubblico. Fa il suo debutto nella puntata di NXT del 13 aprile sconfiggendo Tye Dillinger. Nella puntata di NXT dell'11 maggio sconfigge Alex Riley. Nella puntata di NXT del 25 maggio fa coppia con Austin Aries nell'affrontare Blake e Murphy. Durante il match il giapponese si rifiuta di dare il cambio all'ex TNA World Champion, andando a chiudere il match con la sua Kinshasa Knee. La settimana successiva il general manager di NXT William Regal annuncia un match proprio tra Aries e Nakamura per NXT TakeOver: The End, dove Nakamura sconfigge Austin Aries. La settimana successiva interrompe un promo di Finn Bálor. Dopo averlo elogiato per il suo passato in giappone, lo sfida in un match per la gioia del pubblico. Al termine del confronto i due si stringono la mano. Il 13 luglio a NXT, Nakamura sconfigge Finn Bàlor.

Il 20 agosto, a NXT TakeOver: Brooklyn II, Nakamura ha sconfitto Samoa Joe conquistando l'NXT Championship per la prima volta. Il 19 novembre, Nakamura ha perso il titolo contro Samoa Joe a NXT TakeOver: Toronto, ma riesce a riconquistarlo battendo lo stesso Joe in un live event svoltosi il 3 dicembre ad Osaka. Successivamente Nakamura ha difeso con successo il titolo contro Samoa Joe in uno Steel Cage match durante un evento dal vivo a Melbourne. Il 28 gennaio 2017 a NXT TakeOver: San Antonio Nakamura ha perso l'NXT Championship contro Bobby Roode dopo 56 giorni di regno. Dopo un periodo di assenza, Nakamura è tornato nella puntata di NXT del 9 marzo dove ha sconfitto T.J. Perkins (membro del roster di Raw). Il 1º aprile a NXT TakeOver: Orlando Nakamura ha affrontato Bobby Roode per l'NXT Championship, ma è stato sconfitto.

Roster principale (2017–2018)Modifica

Nakamura ha fatto la sua prima apparizione nel roster principale nella puntata di SmackDown del 4 aprile 2017, dove è apparso alla fine del segmento di The Miz e sua moglie Maryse. Nella successiva puntata di SmackDown dell'11 aprile Nakamura ha avuto un confronto verbale con Dolph Ziggler. Nella puntata di SmackDown del 25 aprile Nakamura ha avuto un altro confronto verbale con Ziggler, il quale ha attaccato il giapponese prima di venire colpito a sua volta e battere in ritirata. Il 21 maggio, a Backlash, Nakamura ha fatto il suo esordio in pay-per-view sconfiggendo Dolph Ziggler. Nella puntata di SmackDown del 23 maggio Nakamura ha fatto il suo debutto ufficiale nello show blu sconfiggendo, assieme ad AJ Styles, Dolph Ziggler e lo United States Champion Kevin Owens. Nella puntata di SmackDown del 30 maggio Nakamura e Sami Zayn hanno sconfitto Baron Corbin e Kevin Owens. Nella puntata di SmackDown del 6 giugno Nakamura ha sconfitto Kevin Owens in un match non titolato ma, nel post match, il giapponese è stato attaccato da Baron Corbin. Nella puntata di SmackDown del 13 giugno Nakamura, AJ Styles e Sami Zayn hanno sconfitto Baron Corbin, Dolph Ziggler e Kevin Owens. Il 18 giugno, a Money in the Bank, Nakamura ha partecipato all'omonimo Ladder match assieme a AJ Styles, Baron Corbin, Dolph Ziggler e Sami Zayn ma il match è stato vinto da Corbin. Nella puntata di SmackDown del 20 giugno Nakamura ha sconfitto Dolph Ziggler. Nella puntata di SmackDown del 18 luglio Nakamura e AJ Styles sono stati sconfitti da Baron Corbin e Kevin Owens. Il 23 luglio, a Battleground, Nakamura ha sconfitto Baron Corbin per squalifica a causa di un colpo basso. Nella puntata di SmackDown del 25 luglio Nakamura ha sconfitto Baron Corbin. Nella puntata di SmackDown del 1º agosto Nakamura ha sconfitto John Cena, diventando il contendente n°1 al WWE Championship di Jinder Mahal per SummerSlam. Il 20 agosto, a SummerSlam, Nakamura ha affrontato Mahal per il WWE Championship ma è stato sconfitto, fallendo l'assalto al titolo e subendo la prima sconfitta per schienamento nel roster principale. Nella puntata di SmackDown del 22 agosto Nakamura ha sconfitto i Singh Brothers (Samir Singh e Sunil Singh) in un 2-on-1 Handicap match. Nella puntata di SmackDown del 29 agosto Nakamura e Randy Orton hanno sconfitto Jinder Mahal e Rusev. Nella puntata di SmackDown del 5 settembre Nakamura ha sconfitto Randy Orton, difendendo dunque il suo status di contendente n°1 al WWE Championship. L'8 ottobre, a Hell in a Cell, Nakamura ha affrontato nuovamente Jinder Mahal per il WWE Championship ma è stato sconfitto. Nella puntata di SmackDown del 10 ottobre Nakamura e Randy Orton hanno sconfitto Aiden English e Rusev. Nella puntata di SmackDown del 17 ottobre Nakamura e Randy Orton sono stati sconfitti da Kevin Owens e Sami Zayn. Nella puntata di SmackDown del 31 ottobre Nakamura ha sconfitto Kevin Owens, conquistando così un posto nel Team SmackDown per Survivor Series. Il 19 novembre, a Survivor Series, Nakamura ha preso parte al 5-on-5 Traditional Survivor Series Elimination match contro il Team Raw ma è stato eliminato da Braun Strowman; alla fine, il Team Raw ha vinto la contesa. Nella puntata di SmackDown del 12 dicembre Nakamura è stato sconfitto da Kevin Owens. Il 17 dicembre, a Clash of Champions, Nakamura e Randy Orton sono stati sconfitti da Kevin Owens e Sami Zayn in un match arbitrato dal General Manager di SmackDown Daniel Bryan e il Commissioner Shane McMahon. Nella puntata di SmackDown del 19 dicembre Nakamura, AJ Styles e Randy Orton hanno sconfitto Jinder Mahal, Kevin Owens e Sami Zayn. Nella puntata di SmackDown del 9 gennaio 2018 Nakamura, AJ Styles e Randy Orton hanno sconfitto Kevin Owens e Sami Zayn in un 3-on-2 Handicap match. Nella puntata di SmackDown del 23 gennaio Nakamura ha sconfitto Baron Corbin per squalifica a causa dell'intervento di Randy Orton ai suoi danni.

Il 28 gennaio, alla Royal Rumble, Nakamura ha fatto il suo ingresso nel match omonimo col numero 14 e ha vinto la contesa eliminando per ultimo Roman Reigns. Nella puntata di SmackDown del 30 gennaio Nakamura e il WWE Champion AJ Styles hanno sconfitto Kevin Owens e Sami Zayn. Nella puntata di SmackDown del 27 febbraio Nakamura ha sconfitto facilmente Aiden English. L'11 marzo, a Fastlane, Nakamura ha sconfitto Rusev. Nella puntata di SmackDown del 20 marzo Nakamura ha sconfitto Rusev nel rematch di Fastlane. Nella puntata di SmackDown del 27 marzo Nakamura ha sconfitto Shelton Benjamin. Nella puntata di SmackDown del 3 aprile Nakamura e AJ Styles hanno sconfitto Chad Gable e Shelton Benjamin. L'8 aprile, a WrestleMania 34, Nakamura ha affrontato AJ Styles per il WWE Championship ma è stato sconfitto; al termine del match Nakamura ha attaccato Styles, effettuando un turn-heel. Nella puntata di SmackDown del 24 aprile Nakamura e i Rusev Day (Aiden English e Rusev) hanno sconfitto AJ Styles, Karl Anderson e Luke Gallows. Il 27 aprile, a Greatest Royal Rumble, Nakamura ha affrontato AJ Styles per il WWE Championship ma il match è terminato in doppio count-out. Il 6 maggio, a Backlash, il No Disqualification match fra Nakamura e AJ Styles per il WWE Championship è terminato in no-contest. Nella puntata di SmackDown del 15 maggio Nakamura ha sconfitto AJ Styles in un match non titolato (in tal modo Nakamura avrà il diritto di scegliere la stipulazione del match con in palio il WWE Championship a Money in the Bank). Nella puntata di SmackDown del 29 maggio Nakamura ha sconfitto senza problemi Tye Dillinger. Nella puntata di SmackDown del 12 giugno Nakamura è stato sconfitto dallo United States Champion Jeff Hardy per squalifica in un match non titolato. Il 17 giugno, a Money in the Bank, Nakamura ha affrontato AJ Styles per il WWE Championship in un Last Man Standing match ma è stato sconfitto.

Campione degli Stati Uniti (2018–2019)Modifica

Nella puntata di SmackDown del 10 luglio Nakamura è stato sconfitto dal WWE Champion AJ Styles in un match non titolato per squalifica a causa dell'intervento di Rusev; poco dopo, Nakamura e lo stesso Rusev hanno sconfitto AJ Styles e lo United States Champion Jeff Hardy. Il 15 luglio, a Extreme Rules, Nakamura ha sconfitto Jeff Hardy in sei secondi (grazie anche ad un colpo nelle parti basse non visto dall'arbitro) conquistando così lo United States Championship per la prima volta. Nella puntata di SmackDown del 17 luglio Nakamura ha sconfitto Jeff Hardy per squalifica a causa dell'intervento di Randy Orton ai danni dello stesso Hardy (permettendo dunque a Nakamura di mantenere il titolo). Nella puntata di SmackDown del 7 agosto Nakamura ha sconfitto facilmente R-Truth in un match non titolato. Il 19 agosto, a SummerSlam, Nakamura ha difeso con successo il titolo contro Jeff Hardy. Nella puntata di SmackDown dell'11 settembre Nakamura è stato sconfitto da Jeff Hardy per squalifica in un match non titolato. Nella puntata di SmackDown del 18 settembre Nakamura ha difeso con successo il titolo contro Rusev. Nella puntata di SmackDown 1000 del 16 ottobre Nakamura è stato sconfitto dal rientrante Rey Mysterio in un match non titolato. Nella puntata di SmackDown del 30 ottobre Nakamura ha sconfitto nuovamente R-Truth in un match non titolato. Il 2 novembre, nel Kick-off di Crown Jewel, Nakamura ha difeso con successo il titolo contro Rusev. Il 18 novembre, a Survivor Series, Nakamura è stato sconfitto dall'Intercontinental Champion Seth Rollins (appartenente al roster di Raw). Nella puntata di SmackDown dell'11 dicembre Nakamura e Samoa Joe sono stati sconfitti da Jeff Hardy e Rusev. Nella puntata di SmackDown del 18 dicembre (andata in onda il 25 dicembre) Nakamura ha perso il titolo contro Rusev dopo 156 giorni di regno. Il 27 gennaio, nel Kick-off della Royal Rumble, Nakamura ha sconfitto Rusev riconquistando così lo United States Championship; più tardi, nella serata, Nakamura ha partecipato al Royal Rumble match entrando col numero 3 ma è stato eliminato da Mustafa Ali. Due giorni dopo, a SmackDown, ha perso il titolo contro R-Truth.

Campione Intercontinentale (2019–presente)Modifica

Nella puntata di SmackDown del 5 febbraio Nakamura si è alleato con il suo ex rivale Rusev e i due hanno sconfitto Luke Gallows e Karl Anderson. Nella puntata di SmackDown del 26 febbraio Nakamura e Rusev sono stati sconfitti da Aleister Black e Ricochet. Il 10 marzo, nel Kick-off di Fastlane, Nakamura e Rusev sono stati sconfitti da Big E e Xavier Woods del New Day. Nella puntata di SmackDown del 12 marzo il match tra Nakamura, Rusev e i The Bar (Cesaro e Sheamus) contro Aleister Black, Ricochet e gli Hardy Boyz (Jeff Hardy e Matt Hardy) è terminato in no-contest. Nella puntata di SmackDown del 2 aprile Nakamura, Rusev e i The Bar sono stati sconfitti da Aleister Black, Ricochet e gli Usos (Jey Uso e Jimmy Uso). Il 7 aprile, a WrestleMania 35, Nakamura e Rusev hanno partecipato ad un Fatal 4-Way Tag Team match per lo SmackDown Tag Team Championship che comprendeva anche i campioni, gli Usos, Aleister Black e Ricochet e i The Bar ma il match è stato vinto dagli stessi Usos. Nella puntata di SmackDown del 9 aprile Rusev, Nakamura e Andrade sono stati sconfitti da Aleister Black, Ali e Ricochet. Nella puntata di SmackDown del 16 aprile Nakamura, Rusev e Cesaro sono stati sconfitti da Kevin Owens, Kofi Kingston e Xavier Woods. Nella puntata di SmackDown del 23 aprile Nakamura è stato sconfitto dal WWE Champion Kofi Kingston per squalifica a causa dell'intervento di Rusev. Il 7 giugno, a Super ShowDown, Nakamura ha partecipato alla 51-man Battle Royal ma è stato eliminato.

Conclusa la sua alleanza con Rusev, nella puntata di SmackDown del 9 luglio Nakamura è tornato in azione sconfiggendo l'Intercontinental Champion Finn Bálor in un match non titolato. Il 14 luglio, nel Kick-off di Extreme Rules, Nakamura ha sconfitto Finn Bálor conquistando l'Intercontinental Championship per la prima volta (risultando il primo wresler giapponese a vincere tale riconoscimento). Nella puntata di SmackDown del 23 luglio Nakamura ha sconfitto Apollo Crews in un match non titolato. Il 27 luglio, a Smackville, Nakamura ha difeso con successo il titolo contro Ali. Nella puntata di SmackDown del 30 luglio Nakamura è stato sconfitto da Ali in un match non titolato. Nella puntata di SmackDown del 3 settembre Nakamura ha sconfitto facilmente il jobber Andrew Howard. Il 15 settembre, a Clash of Champions, Nakamura ha difeso con successo il titolo contro The Miz (appartenente al roster di Raw). Nella puntata di Raw del 23 settembre Nakamura ha partecipato ad un Fatal 5-Way Elimination match per determinare il contendente n°1 all'Universal Championship ma è stato eliminato dallo United States Champion AJ Styles. Nella puntata di SmackDown del 24 settembre Nakamura ha sconfitto Ali in un match non titolato. Nella puntata di SmackDown del 4 ottobre Nakamura ha affrontato l'Universal Champion Seth Rollins (appartenente al roster di Raw) ma il match è terminato in no-contest a causa dell'intervento di Bray Wyatt.

Carriera nelle arti marziali misteModifica

In totale Nakamura ha combattuto cinque match nelle arti marziali miste (MMA), di cui due con la federazione giapponese della K-1 (entrambi contro il bielorusso Alexey Ignashov):[25][26] il primo, disputato il 31 dicembre 2003 a Nagoya, è terminato in un no-contest, mentre il secondo, tenutosi il 22 maggio 2004 a Saitama, lo ha visto uscire vittorioso per sottomissione al minuto 1:51 del secondo round. La sua unica sconfitta è arrivata il 31 dicembre 2002, a Saitama, in un incontro con il brasiliano Daniel Grace.

Risultati nelle arti marziali misteModifica

Risultato Record Avversario Metodo Evento Data Round Tempo Città Note
Vittoria 3–1 (1)   Alexey Ignashov Sottomissione (forearm choke) K-1 MMA ROMANEX 22 maggio 2004 2 1:51   Saitama, Giappone
No contest 2–1 (1)   Alexey Ignashov No contest K-1 PREMIUM 2003 Dynamite!! 31 dicembre 2003 3 1:19   Nagoya, Giappone
Vittoria 2–1   Shane Ether Sottomissione (keylock) Jungle Fight 1 13 settembre 2003 1 4:29   Manaus, Brasile
Vittoria 1–1   Jan Nortje Sottomissione (guillotine choke) NJPW - Ultimate Crush 2 maggio 2003 2 3:12   Tokyo, Giappone
Sconfitta 0–1   Daniel Grace Sottomissione (armlock) Inoki Bom-Ba-Ye 2002 31 dicembre 2002 2 2:14   Saitama, Giappone

Vita privataModifica

Il 1º settembre 2007 Shinsuke Nakamura si è sposato con la presentatrice giapponese Harumi Maekawa.[27]

Altri mediaModifica

Nel maggio del 2014 Shinsuke Nakamura è apparso, insieme a Kazuchika Okada, nella versione giapponese del video musicale della canzone Happy di Pharrell Williams.[28]

Il 27 maggio 2014 ha pubblicato la sua prima autobiografia, intitolata King of Strong Style 1980–2004.[29]

Nel wrestlingModifica

 
Shinsuke Nakamura mentre esegue la Bomaye su Karl Anderson.
 
Shinsuke Nakamura mentre applica lo Shining Triangle su Sami Zayn.

Mosse finaliModifica

Mosse finali in coppiaModifica

Mosse caratteristicheModifica

ManagerModifica

SoprannomiModifica

  • "The Artist"
  • "The Artist known as Shinsuke Nakamura"
  • "The Black Savior"[5]
  • "Child of God"[5]
  • "El Samurai de NJPW"[37]
  • "The King of Strong Style"[38]
  • "The Rockstar"
  • "Supernova"[5]

Musiche d'ingressoModifica

  • "Moving City" (NJPW; 2002–2004)
  • "Subconscious (Entry Version)" di Julia Claris (NJPW; 2004–2016)[1]
  • "The Rising Sun" di CFO$ (NXT/WWE; 1º aprile 2016–17 aprile 2018)
  • "Shadows of a Setting Sun" degli Shadows of the Sun (WWE; 24 aprile 2018–presente)

Titoli e riconoscimentiModifica

 
Nakamura con l'IWGP Intercontinental Championship, titolo che ha detenuto cinque volte (record)
 
Nakamura con l'Intercontinental Championship, titolo che ha detenuto una volta
  • WWE NXT
    • NXT Championship (2)
    • NXT Year–End Award (2)
      • Male Competitor of the Year (2016)
      • Overall Competitor of the Year (2016)

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j k (JA) 中邑 真輔, New Japan Pro Wrestlingdata=24 dicembre 2010. URL consultato il 14 gennaio 2016.
  2. ^ (ES) Viernes 3 de Junio '11, su cmll.com, Consejo Mundial de Lucha Libre, 3 giugno 2011. URL consultato il 14 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 4 giugno 2011).
  3. ^ a b c d e f (EN) Shinsuke Nakamura, su purolove.com, Puroresu Love, 9 dicembre 2009. URL consultato il 14 gennaio 2015.
  4. ^ a b c d e f g h i j k l (EN) Shinsuke Nakamura, su puroresucentral.com, Puroresu Central, 9 dicembre 2009. URL consultato il 14 gennaio 2016.
  5. ^ a b c d e f g h i j (EN) Shinsuke Nakamura, su cagematch.net, Cagematch, 9 dicembre 2009. URL consultato il 14 gennaio 2016.
  6. ^ a b (EN) Bobby Melok, Shinsuke Nakamura is coming to NXT, su wwe.com, WWE, 27 gennaio 2016.
  7. ^ Il vincitore della Royal Rumble del 1993 fu Yokozuna ma, nonostante egli fosse giapponese (secondo storyline), in realtà era samoano, il che rende Nakamura il primo effettivo wrestler giapponese ad aver vinto un Royal Rumble match.
  8. ^ (EN) Dave Meltzer, Wrestle Kingdom 10 live results: Kazuchika Okada vs Hiroshi Tanahashi, su f4wonline.com, Wrestling Observer Newsletter, 3 gennaio 2016. URL consultato il 28 gennaio 2016.
  9. ^ (EN) Bryan Rose, NJPW stars Nakamura, AJ Styles, Luke Gallows and Karl Anderson headed to WWE, su f4wonline.com, Wrestling Observer Newsletter, 4 gennaio 2016. URL consultato il 28 gennaio 2016.
  10. ^ (EN) James Caldwell, PWTorch Report – Four big names leaving New Japan, heading to WWE, su pwtorchc.com, Pro Wrestling Torch, 4 gennaio 2016. URL consultato il 28 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 5 gennaio 2016).
  11. ^ (EN) Mike Johnson, Bullet Club/Nakamura-WWE update, su pwinsider.com, Pro Wrestling Insider, 5 gennaio 2016. URL consultato il 28 gennaio 2016.
  12. ^ (EN) Wrestling Observer Staff, Daily Update: Styles, Nakamura, Bullet Club to WWE, Rousey to host SNL, su f4wonline.com, Wrestling Observer Newsletter, 5 gennaio 2016. URL consultato il 28 gennaio 2016.
  13. ^ (JA) 中邑真輔選手、退団のお知らせ, New Japan Pro Wrestling, 12 gennaio 2016. URL consultato il 28 gennaio 2016.
  14. ^ (EN) Dave Meltzer, New Japan strips Shinsuke Nakamura of the Intercontinental Title, su f4wonline.com, Wrestling Observer Newsletter, 12 gennaio 2016. URL consultato il 28 gennaio 2016.
  15. ^ (JA) 中邑が新日退団会見「新たな刺激、環境、舞台を求めて挑戦し続ける」, Tokyo Sports, 25 gennaio 2016. URL consultato il 28 gennaio 2016.
  16. ^ (JA) James Caldwell, Nakamura formally announces NJPW exit, stripped of IC Title, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 25 gennaio 2016. URL consultato il 28 gennaio 2016.
  17. ^ (JA) Road to the New Beginning, New Japan Pro Wrestling, 30 gennaio 2016. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  18. ^ (JA) インターコンチ王者・中邑が新日プロ退団!WWE入り, Tokyo Sports, 7 gennaio 2016. URL consultato il 28 gennaio 2016.
  19. ^ (EN) James Caldwell e Sean Radican, NJPW to WWE Update – Tokyo Sports reports Nakamura’s exit, su pwtorch.com, 6 gennaio 2016. URL consultato il 28 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 7 gennaio 2016).
  20. ^ (EN) John Clapp, Are AJ Styles, Shinsuke Nakamura, Karl Anderson and Doc Gallows coming to WWE?, su wwe.com, WWE, 6 gennaio 2016. URL consultato il 28 gennaio 2016.
  21. ^ (EN) Mike Johnson, Shinsuke Nakamura-WWE update, su pwtorch.com, Pro Wrestling Insider, 31 gennaio 2016. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  22. ^ (JA) 中邑が初激白した「WWE挑戦の目的」, Tokyo Sports, 2 febbraio 2016. URL consultato il 2 febbraio 2016.
  23. ^ (EN) Bobby Melok, Shinsuke Nakamura signs with WWE NXT, su wwe.com, WWE, 21 febbraio 2016. URL consultato il 22 febbraio 2016.
  24. ^ James Caldwell, 4/1 “NXT Takeover: Dallas” Results – Caldwell's Ongoing Live Report, su Pro Wrestling Torch, 1º aprile 2016. URL consultato il 1º aprile 2016.
  25. ^ (EN) Shinsuke Nakamura, su sherdog.com, Sherdog. URL consultato il 2 marzo 2008.
  26. ^ (EN) Shinsuke Nakamura, su fcfighter.blinkster.net, Blinkster. URL consultato il 2 marzo 2008 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2007).
  27. ^ Liger pins CIMA in DG, Nakamura to be married!, su puroresufan.com, Strong Style Spirit, 5 giugno 2007-06-05. URL consultato il 14 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 19 giugno 2007).
  28. ^ (JA) あのファレル・ウィリアムスの大ヒットシングル『ハッピー』日本版ミュージックビデオに、中邑真輔&オカダ・カズチカが出演!, New Japan Pro Wrestling, 30 aprile 2014. URL consultato il 14 gennaio 2016.
  29. ^ (JA) 【いよいよ本日より!!】5月27日(火)発売! 中邑真輔"自伝" 『King of Strong Style 1980-2004』!!, New Japan Pro Wrestling, 27 maggio 2014. URL consultato il 14 gennaio 2016.
  30. ^ (EN) Jason Namako, 8/10 NJPW G-1 Climax Finals Recap (Okada/Nakamura), su wrestleview.com, Wrestleview, 10 agosto 2014.
  31. ^ Cagematch profile, su Cagematch. URL consultato il 9 dicembre 2009.
  32. ^ (DE) New Japan Pro Wrestling - "Tsuyoku-Are ~ Toukon Series 2004", su purolove.com, Puroresu Love, 1º novembre 2015. URL consultato il 14 gennaio 2016.
  33. ^ (EN) James Caldwell, Caldwell's New Japan "Invasion Attack" iPPV report 4/7: Complete "virtual-time" coverage of new IWGP World champion, U.S. stars in title matches, more, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 7 aprile 2013. URL consultato il 14 gennaio 2016.
  34. ^ (EN) Jason Powell, 1/4 Powell's NJPW Wrestle Kingdom 9 results and review: Hiroshi Tanahashi vs. Kazuchika Okada for the IWGP Heavyweight Championship, A.J. Styles vs. Tetsuya Naito, Red Dragon vs. The Time Splitters vs. The Young Bucks vs. Forever Hooligans, su prowrestling.net, Pro Wrestling Dot Net, 4 gennaio 2015. URL consultato il 14 gennaio 2016.
  35. ^ (EN) Sean Radican, Radican's NJPW "Dominion" PPV Report 7/5: Okada vs. Styles main event, Shibata-Sakuraba, Goto-Nakamura, more, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 6 luglio 2015. URL consultato il 14 gennaio 2016.
  36. ^ (EN) Sean Radican, Radican's "NJPW G1 Climax Night 18" PPV Blog 8/15: Elgin-Ishii war, B Block finalist determined, G1 match analysis & ratings, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 15 agosto 2015. URL consultato il 14 gennaio 2016.
  37. ^ (ES) Viernes 31 de Mayo '13, su cmll.com, Consejo Mundial de Lucha Libre, 31 maggio 2013. URL consultato il 14 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 1º giugno 2013).
  38. ^ (JA) G1 Climax 22 ~The One And Only~ Entry Fighter, su youtube.com, New Japan Pro Wrestling, 7 luglio 2012. URL consultato il 14 gennaio 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica