Walhalla (tempio)

edificio celebrativo a Donaustauf, Germania

Il Walhalla è un tempio neoclassico ubicato a Donaustauf, nei pressi di Ratisbona, su una collina posta lungo le sponde del Danubio.

Il Walhalla
Interno (verso l'ingresso)

Storia e descrizioneModifica

Il vasto complesso fu voluto dal re Ludovico I di Baviera, che volle incarnare in un'architettura la tradizione nordica del Valhalla, ovvero del luogo in cui si riunivano le anime degli eroi deceduti in guerra. L'edificio, che doveva servire per ospitare busti e tavole commemorative di personaggi importanti della storia e della cultura della Germania, fu progettato da Leo von Klenze sulla base di un concorso indetto nel 1814. I primi progetti furono rielaborati tra il 1819 ed il 1821, mentre i lavori furono portati a termine tra il 1830 ed il 1842.

Tra le tavole commemorative ed i busti collocati al suo interno si ricordano ad esempio quelli di uomini di stato, come Otto von Bismarck, scienziati, come Albert Einstein e Carl Friedrich Gauss, musicisti, come Johann Sebastian Bach, Wolfgang Amadeus Mozart, Richard Strauss, Ludwig van Beethoven e Richard Wagner, poeti, come Johann Wolfgang von Goethe, artisti, come Hans Holbein, Peter Vischer il Vecchio, nonché di altre personalità, come Martin Lutero, Sophie Scholl, Immanuel Kant, Josef Radetzky ed altri.

Dal punto di vista architettonico, il monumento è costituito da un tempio periptero in stile dorico, ispirato al Partenone e posto su un possente basamento al quale si accede mediante ampie scalinate. La costruzione richiama in maniera straordinaria al monumento ideato da Friedrich Gilly per Federico il Grande, ma von Klenze conferisce all'opera un'impronta più romantica per la presenza al suo interno dei suddetti busti e di un bassorilievo che illustra la storia della Germania.

Elenco dei personaggi commemoratiModifica

BustiModifica

Segue l'elenco dei 131 busti secondo la numerazione della guida ufficiale del monumento, con il nome dell'autore e l'anno di realizzazione, in base alla loro posizione rispetto alla statua di Ludovico I di Baviera (aggiunta nel 1890 e identificata col numero 68).

All'apertura, figuravano 96 busti disposti in due file:

  • 70 sulla fila superiore (da Enrico I a Maria Teresa);
  • 26 sulla fila inferiore (da Lessing a Goethe).

Dal 1842 ad oggi sono stati aggiunti altri 35 ritratti: il primo fu quello di Lutero nel 1847. L'aggiunta più recente è il busto di Käthe Kollwitz nel 2019; pertanto sono disponibili i posti per altri 4 busti (o 3 contando quello di Max Planck la cui collocazione, prevista per il 2019, non ha avuto luogo).

Fila superioreModifica

Busti a sinistra della statua di Ludovico I (35)
1. Enrico I di Sassonia (Schadow, 1809)
2. Ottone I di Sassonia (Schadow, 1809)
3. Corrado II il Salico (Schadow, 1809)
6. Federico Barbarossa (Schwanthaler, 1838)
7. Enrico il Leone (Schadow, 1811)
8. Federico II di Svevia (Tieck, 1814)
9 Rodolfo I d'Asburgo (Tieck, 1832)
15. Erwin von Steinbach (Ohmacht, 1811)
16. Johannes Gutenberg (Matthiä, 1835)
17. Jan van Eyck (Tieck, 1817–1842)
18. Federico I del Palatinato (Lossow, 1842)
24. Regiomontano (Lossow, 1842)
25. Nicola di Flüe (Tieck, 1812)
26. Eberardo V di Württemberg (Wagner, 1830)
27. Hans Memling (Woltreck, 1841)
28. Johann von Dalberg (Lossow, aggiunto dopo il 1867)
29. Hans von Hallwyl (Christen, 1812)
35. Bertold von Henneberg-Römhild (Mayer, 1824)
36. Massimiliano I d'Asburgo (P. Kaufmann, 1811)
37. Johannes Reuchlin (Imhof, 1835)
38. Franz von Sickingen (von Bandel, 1827)
39. Ulrich von Hutten (Kirchmayer, 1811)
40. Albrecht Dürer (Rauch, 1837)
41. Georg von Frundsberg (Widnmann, 1841)
47. Peter Vischer il Vecchio (F. Müller, 1839)
48. Giovanni Aventino (Horchler, 1841)
49. Wolter von Plettenberg (L. Schwanthaler, 1832)
50. Erasmo da Rotterdam (Tieck, 1813)
51. Paracelso (E. Wolff, 1827)
52. Niccolò Copernico (Schadow, 1807)
58. Hans Holbein il Giovane (Lossow, 1840)
59. Carlo V d'Asburgo (Schwanthaler, 1842)
60. Cristoforo di Württemberg (Bissen, 1831)
61. Aegidius Tschudi (Tieck, 1817)
67. Guglielmo I d'Orange (Tieck, 1815)
Busti alla destra della statua di Ludovico I (35)
69. Augusto II di Polonia (Rietschel, 1840)
70. Julius Echter von Mespelbrunn (Scholl, 1840)
71. Maurizio di Nassau (Tieck, 1815)
72. Giovanni Keplero (Schöpf, 1842)
73. Albrecht von Wallenstein (Tieck, 1812)
79. Bernardo di Sassonia-Weimar (Tieck, 1812/13)
80. Pieter Paul Rubens (Lamine, 1809)
81. Antoon van Dyck (Rauch, 1812)
82. Ugo Grozio (Tieck, 1814)
88. Maximilian von und zu Trauttmansdorff (Schaller, 1824)
89. Massimiliano I di Baviera (Imhof, 1832)
90. Amalia Elisabetta di Hanau-Münzenberg (Tieck, 1817)
91. Maarten Tromp (Kessels, 1825)
92. Paride Lodron (Eberhard, 1814)
93. Frans Snyders (Rauch, 1814)
99. Carlo X Gustavo di Svezia (Tieck, 1816)
100. Johann Philipp von Schönborn (Tieck, 1818)
101. Ernesto I di Sassonia-Gotha-Altenburg (Tieck, 1815)
102. Michiel de Ruyter (Tieck, 1817)
103. Otto von Guericke (Rathgeber, 1811)
104. Federico Guglielmo I di Brandeburgo (Wichmann, 1828)
105. Carlo V di Lorena (Tieck, 1817)
111. Guglielmo III d'Inghilterra (Haller, 1816)
112. Luigi Guglielmo di Baden-Baden (Widnmann, 1842)
113. Gottfried Wilhelm von Leibniz (Schadow, 1808)
114. Herman Boerhaave (Leeb, 1823)
115. Maurizio I, Elettore di Sassonia (Tieck, 1813)
116. Georg Friedrich Händel (Schadow, 1815)
122. Nikolaus Ludwig von Zinzendorf (Tieck, 1818)
123. Burkhard Christoph von Münnich (Lossow, 1841)
124. Johann Joachim Winckelmann (Schadow, 1814)
125. Guglielmo di Schaumburg-Lippe (Schadow, 1809)
128. Albrecht von Haller (Schadow, 1808)
129. Anton Raphael Mengs (Rauch, 1808)
130. Maria Teresa d'Austria (Eberhard, 1811/2)

Fila inferioreModifica

Busti a sinistra della statua di Ludovico I (32)
4. Gotthold Ephraim Lessing (Tieck, 1813)
5. Federico II di Prussia (Schadow, 1807)
10. Christoph Willibald Gluck (Dannecker, 1812)
11. Ernst Gideon von Laudon (Kiesling, 1813)
12. Wolfgang Amadeus Mozart (Schwanthaler, 1846)
13. Carlo Guglielmo Ferdinando di Brunswick-Wolfenbüttel (Schadow, 1808)
14. Justus Möser (Schmidt von der Launitz, 1821)
19. Gottfried August Bürger (Tieck, 1817)
20. Caterina II di Russia (Wredow, 1831)
21. Friedrich Gottlieb Klopstock (Schadow, 1808)
22. Wilhelm Heinse (Haller / Mayer, 1826)
23. Johann Gottfried Herder (Tieck, 1815)
30. Immanuel Kant (Schadow, 1808)
31. Friedrich Schiller (Dannecker, 1794)
32. Franz Joseph Haydn (Robatz, 1810)
33. Johannes von Müller (Schadow, 1808)
34. Christoph Martin Wieland (Schadow, 1807)
42. Gerhard von Scharnhorst (Rauch, 1830)
43. Michael Andreas Barclay de Tolly (Widnmann, 1841)
44. Gebhard Leberecht von Blücher (Rauch, 1817)
45. Karl Philipp Schwarzenberg (Schaller, 1821)
46. William Herschel (Eberhard, 1816)
53. Hans Karl von Diebitsch (Rauch, 1830)
54. Heinrich Friedrich Karl von Stein (Leeb, 1825)
55. August Neidhardt von Gneisenau (Tieck, 1842)
56. Johann Wolfgang von Goethe (Tieck, 1808)
57. Martin Lutero (Rietschel, 1848)
62. Carlo d'Asburgo-Teschen (Zauner, 1853)
63. Josef Radetzky (Halbig, 1858)
64. Friedrich Schelling (Lossow, 1860)
65. Ludwig van Beethoven (Lossow, 1866)
66. Guglielmo I di Germania (Knoll 1898)
Busti a destra della statua di Ludovico I (28)
74. Otto von Bismarck (Kurz, 1908)
75. Helmuth Karl Bernhard von Moltke (Hahn, 1910)
76. Richard Wagner (Bleeker, 1913)
77. Johann Sebastian Bach (Behn, 1916)
78. Justus von Liebig (Georgii, 1925)
83. Friedrich Ludwig Jahn (Müller, 1928)
84. Franz Schubert (Weckbecker, 1925)
85. Johann Joseph von Görres (Mattes, 1931)
86. Anton Bruckner (Rothenburger, 1937)
87. Max Reger (Müller, 1948)
94. Adalbert Stifter (Hajek, 1954)
95. Joseph Freiherr von Eichendorff (Knecht, 1957)
96. Wilhelm Conrad Röntgen (Rothenburger, 1959)
97. Max Joseph von Pettenkofer (Fiedler, 1962)
98. Jacob Fugger (Ladner, 1967)
106. Jean Paul (Sonnleitner, 1973)
107. Richard Strauss (Mikorey, 1973)
108. Carl Maria von Weber (Schorer, 1978)
109. Gregor Mendel (Hafner, 1983)
110. Albert Einstein (Uhlig, 1990)
117. Karolina Gerhardinger (Uhlig, 1998)
118. Konrad Adenauer (Weiland, 1999)
119. Johannes Brahms (Knobloch, 2000)
120. Carl Friedrich Gauss (Arfmann, 2007)
121. Edith Stein (Brunner, 2009)
126. Heinrich Heine (Gerresheim, 2010)
127. Käthe Kollwitz (Spiekermann, 2019)
131. Sophie Scholl (Eckert, 2003)

TargheModifica

In aggiunta a questi, sono ricordati altri 64 personaggi. Poiché non esistono ritratti o descrizioni da cui trarne busti, si scelse di commemorarli con delle targhe (disposte in 2 file da 32). L'ordine prescelto era sempre quello cronologico, in base alla data di morte (indicata sulla targa e qui riportata anche ove diverga dalle successive conclusioni storiografiche).

Nr Nome Data di morte (d.C.) Descrizione
1 Arminio 21 Condottiero dei cherusci
2 Maroboduo 40 Condottiero dei marcomanni
3 Velleda dopo il 65 Profetessa dei bructeri
4 Gaio Giulio Civile prima del 100 Condottiero dei batavi
5 Ermanarico 375 Re dei grutungi
6 Ulfila prima del 380 Evangelizzatore dei goti
7 Fritigerno dopo il 390 Re dei tervingi
8 Alarico I 410 Re dei Visigoti
9 Ataulfo 415 Re dei Visigoti
10 Teodorico I 451 Re dei Visigoti
11 Horsa 451 Condottiero degli juti del Kent
12 Genserico 477 Re dei Vandali
13 Hengest 480 Condottiero degli juti del Kent
14 Odoacre 497 Re di eruli e gepidi
15 Clodoveo I 511 Re dei Franchi
16 Teodorico il Grande 526 Re degli Ostrogoti
17 Totila 552 Re degli Ostrogoti
18 Alboino 573 Re dei Longobardi
19 Teodolinda c. 626 Regina dei longobardi
20 Emmerano di Ratisbona 680 Vescovo e santo
21 Pipino di Herstal 716 Maestro di palazzo d'Austrasia
22 Beda il Venerabile 735 Abate e storico
23 Vilibrordo di Utrecht 739 Vescovo e santo
24 Carlo Martello 741 Maestro di palazzo dei Merovingi
25 Bonifacio di Magonza 755 Vescovo e santo
26 Pipino il Breve 768 Re dei Franchi
27 Vitichindo c. 800 Condottiero dei sassoni
28 Paolo Diacono dopo l'800 Storico dei longobardi
29 Alcuino di York 804 Abate e studioso
30 Egberto del Wessex c. 810 Re d'Inghilterra
31 Carlo Magno 814 Re dei Franchi e Imperatore
32 Eginardo 839 Storico e biografo di Carlo Magno
33 Rabano Mauro 856 Vescovo ed erudito
34 Arnolfo di Carinzia 900 Re dei Franchi Orientali e Imperatore
35 Alfredo il Grande 900 Re d'Inghilterra
36 Ottone I di Sassonia prima del 919 Duca di Sassonia
37 Arnolfo di Baviera 937 Duca di Baviera
38 Matilde di Ringelheim 968 Regina consorte di Germania, santa
39 Roswitha di Gandersheim prima del 1000 Religiosa e drammaturga
40 Bernoardo di Hildesheim 1028 Vescovo e santo
41 Eriberto di Colonia 1028 Vescovo e santo
42 Enrico III il Nero 1056 Imperatore del Sacro Romano Impero
43 Lamberto di Hersfeld 1077 Storico
44 Ottone di Bamberga 1139 Vescovo
45 Ottone di Frisinga 1158 Vescovo e storico
46 Ildegarda di Bingen 1179 Badessa e santa
47 Ottone I di Baviera 1183 Duca di Baviera
48 Engelberto di Berg 1226 Vescovo e santo
49 L'anonimo autore de La canzone dei Nibelunghi
50 Walther von der Vogelweide 1230 Poeta autore di Minnesang
51 Elisabetta d'Ungheria 1231 Principessa e santa
52 Leopoldo VI di Babenberg 1234 Duca d'Austria
53 Ermanno di Salza 1240 Gran maestro dell'Ordine teutonico
54 Wolfram von Eschenbach 1251 Poeta autore di Minnesang
55 Mastro Gerardus 1271 Architetto del Duomo di Colonia
56 Arnold zum Turm 1264 Fondatore della Lega della Renania
57 Alberto Magno 1280 Vescovo ed erudito
58 Patto del Grütli dopo il 1306 Fondazione della Vecchia Confederazione svizzera
59 Federico I d'Asburgo 1330 Duca d'Austria
60 Bruno von Warendorp 1369 Sindaco di Lubecca, comandante della Lega anseatica
61 Arnold von Winkelried 1386 Cavaliere svizzero
62 Guglielmo di Colonia 1388 Pittore
63 Adrian von Bubenberg 1479 Generale svizzero
64 Peter Henlein 1542 Inventore dell'orologio portatile

Nel 2003 assieme al busto di Sophie Scholl è stata aggiunta una targa fuori serie, commemorativa della Resistenza tedesca al nazismo.

NoteModifica


BibliografiaModifica

  • Renato De Fusco, Mille anni d'architettura in Europa, Bari, Laterza, 1999.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN263257904 · LCCN (ENno2013054299 · GND (DE4064441-8 · WorldCat Identities (ENlccn-no2013054299