Apri il menu principale
Aeroporto di Lamezia Terme
aeroporto
Aeroporto Lamezia.jpg
Panoramica dell'aeroporto di Lamezia Terme
Codice IATASUF
Codice ICAOLICA
Codice WMO16362
Nome commercialeAeroporto Internazionale di Lamezia Terme
Descrizione
TipoCivile e militare
GestoreSocietà Aeroportuale Calabrese
Gestore torre di controlloENAV
StatoItalia Italia
RegioneCalabria Calabria
CittàLamezia Terme-Stemma.png Lamezia Terme
PosizioneSant'Eufemia Lamezia, circa 10 km dal centro di Lamezia Terme
BaseRyanair
Costruzione1976
Classe ICAO4D
Cat. antincendioICAO
Altitudine14 m s.l.m.
Coordinate38°54′N 16°14′E / 38.9°N 16.233333°E38.9; 16.233333Coordinate: 38°54′N 16°14′E / 38.9°N 16.233333°E38.9; 16.233333
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
LICA
LICA
Sito web
Piste
Orientamento (QFU)LunghezzaSuperficie
10/283017 x 45 mAsfalto
PAPI-ILS-VOR
Statistiche
Passeggeri in transito2.756.211 (2018)
Movimenti aeromobili22.713 (2018)
Cargo (tonnellate)1.007 (2018)
Dati traffico - Assaeroporti

L'Aeroporto di Lamezia Terme "Sant'Eufemia" (IATA: SUF, ICAO: LICA) è situato nel quartiere omonimo del comune di Lamezia Terme, è il principale scalo della Calabria e uno dei primi del Mezzogiorno per traffico passeggeri. Lo scalo lametino effettua collegamenti di linea sia per voli nazionali che per voli internazionali e collegamenti charter organizzati dai tour operator per voli intercontinentali. Grazie alla sua posizione geografica centrale nella regione, e quindi facilmente raggiungibile, serve tutta la Calabria e anche alcuni comuni delle vicine regioni.

Indice

StoriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Società Aeroportuale Calabrese.
Principali aeroporti italiani
 
Aeroporti più trafficati in Italia

Nel 1965 venne istituito il consorzio Consaer con lo scopo di costruire un nuovo aeroporto che potesse essere collegato con l'autostrada A2, la ferrovia Tirrenica Meridionale e il porto di Gioia Tauro, per questo motivo venne scelta un'ampia area pianeggiante a Lamezia Terme.

Lo scalo venne inaugurato nel giugno del 1976 e nel dicembre successivo la compagnia aerea Itavia cominciò ad effettuare voli di linea verso Roma-Ciampino, Milano-Linate, Catania e Palermo. Il progetto dell'aerostazione passeggeri si deve al gruppo di progettisti costituito dall'architetto Piero Moroli (capogruppo), con ing. A. Maffey, G. e G. Pennestri, risultato vincitore del concorso bandito nel 1971[1].

Nel 1982 l'aerostazione venne ampliata e rimodernata e nel 1990 la gestione passò ad una società mista pubblico-privata, denominata SACAL.

Terminal merciModifica

L'aeroporto dispone di un terminal merci, sempre attivo e gestito dalla SACAL come handler merci, in grado di poter effettuare movimentazione di merci varie. Inoltre, è dotato di un vasto magazzino per la temporanea custodia doganale, con doppio accessi air-side e land-side che agevolano le operazioni in ingresso ed in uscita delle merci soggette alle procedure di custodia temporanea.

Sono a buon punto inoltre i lavori per l'allestimento del PIF che ha la finalità di sdoganamento diretto sullo scalo di prodotti di origine animale, destinati anche all'alimentazione umana e pertanto soggetti a visita ispettiva sanitaria.

Importanti risultano anche le attività dei corrieri espressi, tenendo conto dello stretto rapporto di sinergia esistente con Aeroporti di Roma e in particolare con lo scalo di Roma-Ciampino, che risulta essere tutt'oggi la base operativa dell'Italia centrale per le principali compagnie di Express Couriers.

Infine, la grande opportunità in termini di traffico è offerta principalmente dal potenziamento dell'intermodalità dell'aeroporto con il porto di Gioia Tauro, il maggiore del Mediterraneo per questo tipo di movimentazioni.

Dati tecniciModifica

L'aeroporto di Lamezia Terme è dotato di un'unica pista a due testate (10-28), lunga 3017 m e larga 45 m orientata a 096º/276º.[2]. La piena operatività della pista, nella nuova configurazione, è avvenuta il 21 luglio 2016 (AIRAC A6/16).

La pista 28 è dotata di ILS/DME Cat. I ed è usata principalmente per i decolli (e gli atterraggi in caso di alto traffico o maltempo, essendo l'unica pista strumentale di precisione dell'aeroporto), mentre la pista 10 è utilizzata per gli atterraggi (e i decolli quando il vento non consente il decollo per pista 28).

Il servizio di controllo del traffico aereo è fornito dall'ENAV che gestisce il servizio di controllo di avvicinamento (Radar dalle 09:00LT alle 18:00LT e procedurale dalle 18:00LT alle 09:00LT, sulla frequenza 118.800 MHz - Lamezia Approach) e di torre (sulla frequenza 125.900 MHz - Lamezia Tower) H24.

L'ufficio meteo di riferimento è quello di Lamezia MET, mentre il servizio informazioni volo viene assicurato dal CBO di Roma situato presso l'aeroporto di Roma Ciampino.

Luci di avvicinamento e luci pistaModifica

  • pista 28
    • luci di avvicinamento CAT I ad alta intensità
    • luci PAPI entrambi i lati
    • luci di soglia pista
    • luci di bordo pista
    • luci di fine pista
  • pista 10
    • luci PAPI entrambi i lati
    • luci di soglia pista
    • luci di bordo pista
    • luci di fine pista

StatisticheModifica

 
Andamento dei passeggeri delle singole rotte dall'aeroporto di Lamezia Terme tra il 2003 e il 2016.
Rotte domestiche più trafficate da e per Lamezia Terme (2018)[3]
Pos. Var. Aeroporto Passeggeri Compagnia/e aerea/e
1     Milano-Malpensa, Lombardia   557 529 easyJet, Air Italy, Ryanair
2     Roma-Fiumicino, Lazio   455 605 Alitalia
3     Bergamo, Lombardia   327 232 Ryanair
4     Bologna, Emilia-Romagna   165 552 Ryanair
5     Milano-Linate, Lombardia   158 145 Alitalia
6     Treviso, Veneto   125 857 Ryanair
7     Pisa, Toscana   123 531 Ryanair
8     Torino, Piemonte   107 685 Blue Air
Rotte europee più trafficate da e per Lamezia Terme (2018)[4]
Pos. Var. Aeroporto Passeggeri Compagnia/e aerea/e
1     Londra-Stansted, Regno Unito   61 384 Ryanair
2     Monaco di Baviera, Germania   53 370 Lufthansa, Eurowings
 
Grafico sui passeggeri totali in partenza o arrivo presso l'aeroporto dal 1999 al 2016.
Traffico[5]
Anno Passeggeri Movimenti Cargo(tons)
1998 670.368 7.592 1.913
1999 697.584 8.132 2.320
2000 785.060 8.720 3.081
2001 775.236 9.016 2.827
2002 901.503 11.130 2.391
2003 1.132.119 14.105 2.391
2004 1.274.997 15.199 2.703
2005 1.163.121 13.713 2.565
2006 1.356.998 14.641 2.286
2007 1.458.612 14.596 2.081
2008 1.502.997 14.942 1.978
2009 1.645.730 15.482 1.988
2010 1.916.987 17.592 1.940
2011 2.301.408 19.566 1.774
2012 2.208.382 18.740 1.698
2013 2.184.102 17.611 1.642
2014 2.411.486 19.472 1.460
2015 2.342.452 21.524 1.406
2016 2.521.781 21.856 1.182
2017 2.545.203 21.830 988
2018 2.756.211 22.713 1.007
2019 (fino a marzo) 507.529 4.632 272,51
Nazionalità dei passeggeri (2018).[6]
Italiani  U.E.  Altri Paesi
2.059.237 606.749 90.225

CollegamentiModifica

  • In auto da NORD
  (SA-RC), svincoli di:   Lamezia Terme-Aeroporto e   Falerna o   svincolo per   Aeroporto di Lamezia Terme.
  • In auto da SUD
  (SA-RC), svincoli di:   Lamezia Terme-Aeroporto e   Pizzo o   svincolo per   Aeroporto di Lamezia Terme.
  • Con la città di Lamezia Terme
 , svincolo di   Lamezia Terme Ovest e vie cittadine
L'aeroporto è collegato con il centro della città di Lamezia Terme tramite bus della Lamezia Multiservizi S.p.A. con collegamenti anche per la Stazione di Lamezia Terme Centrale.
  • Con il versante Ionico e Catanzaro
 , svincolo di   Lamezia Terme Ovest.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ monitor/D -Piero Moroli, su www.architettiroma.it. URL consultato il 21 dicembre 2018.
  2. ^ AIP Italia[collegamento interrotto].
  3. ^ Dati di traffico 2017 (PDF), su enac.gov.it, ENAC, pp. 32-35. URL consultato il 15 marzo 2018.
  4. ^ Dati di traffico 2017 (PDF), su enac.gov.it, ENAC, p. 43. URL consultato il 15 marzo 2018.
  5. ^ Statistiche | Assaeroporti.
  6. ^ http://www.enac.gov.it/repository/ContentManagement/information/N853051579/Dati_di_traffico_2013.pdf.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàBNF (FRcb13749209f (data)