Apri il menu principale
Daniel Bessa
Daniel Bessa.JPG
Nazionalità Brasile Brasile
Italia Italia
Altezza 173[1] cm
Peso 65 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista, ala
Squadra Verona
Carriera
Giovanili
2003-2006Coritiba
2007-2008Atl. Paranaense
2008-2012Inter
Squadre di club1
2012-2013Inter0 (0)
2013Vicenza3 (0)
2013-2014Olhanense1 (0)
2014Sparta Rotterdam7 (0)
2014-2015Bologna26 (1)[2]
2015-2016Como36 (3)
2016-2018Verona58 (9)
2018-2019Genoa45 (3)
2019-Verona0 (0)
Nazionale
2012Italia Italia U-180 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 1º luglio 2019

Daniel Bessa (San Paolo, 14 gennaio 1993) è un calciatore brasiliano naturalizzato italiano, centrocampista o ala del Verona.

BiografiaModifica

Il fratello Raphael ha fatto parte della nazionale a 5 italiana.

Caratteristiche tecnicheModifica

Bessa è una mezz'ala sinistra[3] dotata di dinamismo e buona tecnica di base.[4] Può giocare anche da esterno d'attacco o da trequartista.[5] I suoi inserimenti gli consentono[4] talvolta di trovare la via del gol, nonostante non sia un grande finalizzatore. È dotato anche di un forte tiro dalla distanza[6] e visione di gioco.[6]

CarrieraModifica

ClubModifica

Inter ed i vari prestitiModifica

L'Inter lo notò quando giocava nelle giovanili dell'Atl. Paranaense e lo portò in Italia nel 2008. Il 2012 fu l'anno in cui esplose nella Primavera dell'Inter, quando trasportò la squadra alla vittoria delle NextGen Series segnando tre gol. Sfortunatamente, si infortunò e non fu disponibile per il neo allenatore della prima squadra Stramaccioni, suo ex allenatore della Primavera.

Tornò in tempo per i play-off del campionato Primavera; nella finale subì un nuovo infortunio al ginocchio che lo tenne fuori per il resto dell'anno. Nel novembre 2012 ha rinnovato il suo contratto con l'Inter. Il 31 gennaio 2013 viene ceduto in prestito in Serie B al L.R. Vicenza, con cui fa il suo debutto il 9 marzo subentrando dalla panchina contro il Padova.

Non riesce a giocare con continuità e ad evitare la retrocessione a causa del lungo infortunio che lo aveva tenuto lontano dai campi per un anno e mezzo. Il 15 luglio 2013 viene ceduto in prestito, insieme al suo compagno di squadra Belec, all'Olhanense. Il suo debutto nella Primeira Liga, nonché unica presenza portoghese, avviene il 17 agosto contro il Vitória Guimarães.

Il 27 novembre l'allenatore dell'Olhanense annuncia che Bessa non fa parte dei suoi piani e da quel momento il centrocampista non vede più il terreno di gioco. Il 22 gennaio 2014 passa in prestito allo Sparta Rotterdam, in Eerste Divisie (seconda divisione olandese). Dopo altri problemi legati agli infortuni, fa il suo esordio nei Paesi Bassi contro lo Jong Twente il 9 marzo. Torna all'Inter dopo solo 7 presenze senza reti. Il 27 agosto 2014 viene girato nuovamente in prestito in Serie B al Bologna: fa il suo debutto il 21 settembre contro il Crotone. Trova la sua prima rete in Serie B il 13 dicembre contro il Frosinone.

Nell'estate del 2015 passa al Como, neopromosso in serie B, giocando da titolare per tutto il girone d'andata e andando a segno per 3 volte nei pareggi contro Vicenza, Spezia e nella sconfitta interna contro il Cesena. Il 4 luglio 2016 ricomincia ad allenarsi con l'Inter e, due giorni dopo, parte insieme alla squadra nerazzurra per il ritiro estivo a Riscone di Brunico.

VeronaModifica

Il 12 agosto 2016 si trasferisce a titolo temporaneo con obbligo di trasformazione della cessione temporanea in cessione definitiva al Verona[7]. Il 23 agosto 2017 rinnova il suo contratto con il club scaligero per altre 4 stagioni.[8] Il 17 dicembre 2017 segna la rete del definitivo 3-0 contro il Milan, realizzando così la sua prima rete in Serie A.[9]

Prestito al GenoaModifica

Il 31 gennaio 2018 passa in prestito per 6 mesi con diritto di riscatto al Genoa.[10] Trova il primo gol in maglia rossoblu il 14 aprile seguente contro il Crotone, decidendo l'incontro finito 1-0. Chiude la sua prima esperienza in rossoblù con 11 presenze e 2 gol.

La stagione successiva esordisce l'11 agosto 2018, in occasione della vittoria casalinga (4-0) contro il Template:Calcio Leccce valida per il terzo turno di Coppa Italia, subentrando nel secondo tempo al posto di Goran Pandev. Torna al gol il 20 ottobre seguente nel pareggio per 1-1 sul campo della Juventus, interrompendo la striscia dei bianconeri di 8 vittorie consecutive.[11][12]

Ritorno al VeronaModifica

Al termine dell'annata, il Grifone decide di non riscattarlo; il centrocampista fa così ritorno al Verona,[13] dove ritrova Ivan Jurić, suo allenatore al Genoa.[14] Tuttavia la sua seconda avventura in Veneto inizia in modo tribolato per via di un infortunio.[15]

NazionaleModifica

Essendo in possesso della cittadinanza italiana, è stato convocato nel 2012 per la nazionale Under-18 italiana, senza tuttavia mai scendere in campo.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 22 maggio 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2012-gen. 2013   Inter A 0 0 CI 0 0 UEL 0 0 - - - 0 0
gen.-giu. 2013   L.R. Vicenza B 3 0 CI 0 0 - - - - - - 3 0
2013-gen. 2014   Olhanense PL 1 0 CP+CdL 0+0 0 - - - - - - 1 0
gen.-giu. 2014   Sparta Rotterdam EE 7 0 CO 0 0 - - - - - - 7 0
2014-2015   Bologna B 26+1[16] 1+0 CI 0 0 - - - - - - 27 1
2015-2016   Como B 36 3 CI 0 0 - - - - - - 36 3
2016-2017   Verona B 41 8 CI 1 0 - - - - - - 42 8
2017-gen. 2018 A 17 1 CI 3 0 - - - - - - 20 1
gen.-giu. 2018   Genoa A 11 2 CI - - - - - - - - 11 2
2018-2019 A 34 1 CI 2 0 - - - - - - 36 1
Totale Genoa 45 3 2 0 - - - - 47 3
2019-2020   Verona A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
Totale Verona 58 9 4 0 - - - - 62 9
Totale carriera 176+1 16+0 6 0 0 0 - - 183 16

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni giovaniliModifica

Inter: 2011-2012
Inter: 2011-2012

NoteModifica

  1. ^ Profilo sul sito ufficiale del Bologna, bolognafc.it, 17 febbraio 2015. URL consultato il 17 febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 7 febbraio 2015).
  2. ^ 27 (1) se si comprendono le presenze nei play-off.
  3. ^ Guida ufficiosa alla Serie B 2016-17, su L'Ultimo Uomo, 2 settembre 2016. URL consultato il 28 agosto 2019.
  4. ^ a b Gianmarco Lotti, Daniel Bessa, caratteristiche tecniche e ruolo, su Calcio News 24, 16 gennaio 2018. URL consultato il 28 agosto 2019.
  5. ^ Cosa è successo a Genoa e Fiorentina, su L'Ultimo Uomo, 24 maggio 2019. URL consultato il 28 agosto 2019.
  6. ^ a b Andrea Riefolo, Benvenuti in A – Daniel Bessa, Verona: la scheda fantacalcio, su Fantamagazine. URL consultato il 28 agosto 2019.
  7. ^ Daniel Bessa all'Hellas Verona, su inter.it. URL consultato il 12 agosto 2016.
  8. ^ UFFICIALE: Hellas Verona, Bessa rinnova fino al 2021, su tuttomercatoweb.com, 23 agosto 2017.
  9. ^ goal.com, http://www.goal.com/it/notizie/verona-bessa-bestia-nera-milan-fece-goal-anche-con-linter/yayqguec42u01wc1s49uzvxgk.
  10. ^ Bessa-Genoa, riscatto a 5 milioni, su hellas1903.it. URL consultato il 10 giugno 2018.
  11. ^ Sky Sport, Bessa: "Il gol è per mia madre: sconfisse tumore", su sport.sky.it. URL consultato il 3 settembre 2019.
  12. ^ Serie A, Juventus-Genoa: 1-1. Gol di Ronaldo e Bessa, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 3 settembre 2019.
  13. ^ Genoa, Bessa non verrà riscattato, fantamagazine.com, 14 giugno 2019.
  14. ^ Redazione Hellas1903, Juric su Bessa: “Uno dei pochi giocatori già da Serie A in rosa”, su Hellas1903. URL consultato il 3 settembre 2019.
  15. ^ Infortunio per Bessa. L’annuncio sui social del centrocampista gialloblù, su Hellaslive. URL consultato il 3 settembre 2019.
  16. ^ Play-off.

Collegamenti esterniModifica