Apri il menu principale
San Marino GP di San Marino 1981
338º GP della storia del Motomondiale
10ª prova su 14 del 1981
Imola 1981.jpg
Data 12 luglio 1981
Nome ufficiale 1º Gran Premio di San Marino
Luogo Autodromo Enzo e Dino Ferrari
Percorso 5,04 km
Risultati
Classe 500
297º GP nella storia della classe
Distanza 21 giri, totale 105,84 km
Pole position Giro veloce
Italia Marco Lucchinelli Regno Unito Barry Sheene
Suzuki in 1:56.300 Yamaha in 1:57.640
Podio
1. Italia Marco Lucchinelli
Suzuki
2. Regno Unito Barry Sheene
Yamaha
3. Nuova Zelanda Graeme Crosby
Suzuki
Classe 250
304º GP nella storia della classe
Distanza 22 giri, totale 110,88 km
Pole position Giro veloce
Germania Ovest Anton Mang Germania Ovest Anton Mang
Kawasaki in 2:01.980 Kawasaki in 2:03.130
Podio
1. Germania Ovest Anton Mang
Kawasaki
2. Svizzera Roland Freymond
Ad Maiora
3. Francia Jean-François Baldé
Kawasaki
Classe 125
296º GP nella storia della classe
Distanza 20 giri, totale 100,8 km
Pole position Giro veloce
Italia Loris Reggiani Spagna Ángel Nieto
Minarelli in 2:09.300 Minarelli in 2:09.320
Podio
1. Italia Loris Reggiani
Minarelli
2. Spagna Ángel Nieto
Minarelli
3. Italia Pier Paolo Bianchi
MBA
Classe 50
158º GP nella storia della classe
Distanza 13 giri, totale 65,52 km
Pole position Giro veloce
Spagna Ricardo Tormo Spagna Ricardo Tormo
Bultaco in 2:23.830 Bultaco
Podio
1. Spagna Ricardo Tormo
Bultaco
2. Paesi Bassi Henk van Kessel
Kreidler
3. Paesi Bassi Theo Timmer
Bultaco

Il Gran Premio motociclistico di San Marino 1981 fu il decimo appuntamento del motomondiale 1981; si è trattato della prima edizione assoluta del Gran Premio motociclistico di San Marino.

Si svolse il 12 luglio 1981 all'autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola e vide la vittoria di Marco Lucchinelli nella Classe 500, di Anton Mang nella Classe 250, di Loris Reggiani nella Classe 125 e di Ricardo Tormo nella Classe 50.

Durante le prove della 250, Sauro Pazzaglia è caduto, riportando gravi lesioni craniche. Muore il lunedì successivo presso un ospedale di Bologna.

Indice

Classe 500Modifica

Il pilota italiano Marco Lucchinelli ottiene il quarto successo stagionale, terzo consecutivo, consolidando in tal modo la sua prima posizione in classifica iridata; alle sue spalle giungono il britannico Barry Sheene e il neozelandese Graeme Crosby.

Uno dei suoi maggiori contendenti, lo statunitense Kenny Roberts, dopo aver ottenuto il secondo posto in prova non prende il via alla gara a causa di un'intossicazione alimentare che ha colpito lui e la sua famiglia.

Arrivati al traguardoModifica

Pos Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Marco Lucchinelli Suzuki 42:19.980 1 15
2   Barry Sheene Yamaha +3.310 6 12
3   Graeme Crosby Suzuki +6.460 4 10
4   Randy Mamola Suzuki +44.780 3 8
5   Kork Ballington Kawasaki +1:12.190 7 6
6   Guido Paci Yamaha +1:21.280 21 5
7   Jack Middelburg Suzuki +1:22.720 5 4
8   Marc Fontan Yamaha +1:22.850 8 3
9   Giovanni Pelletier Suzuki +1:27.380 12 2
10   Keith Huewen Yamaha +1:35.230 20 1
11   Sergio Pellandini Suzuki +1:43.040 15
12   Christian Sarron Yamaha +2:07.320 28
13   Walter Migliorati Suzuki +2:21.660 22
14   Seppo Rossi Suzuki +2:22.680 19
15   Kimmo Kopra Suzuki +1 giro 26
16   Michel Frutschi Yamaha 23
17   Fabio Biliotti Suzuki 16
18   Raffaele Pasqual Yamaha 31
19   Virginio Ferrari Cagiva 29

RitiratiModifica

Pilota Moto Motivo Griglia
  Boet van Dulmen Yamaha 9
  Franco Uncini Suzuki 10
  Bernard Fau Suzuki 11
  Philippe Coulon Suzuki 13
  Willem Zoet Suzuki 14
  Carlo Perugini Sanvenero 17
  Gianni Rolando Lombardini 18
  Christian Estrosi Yamaha 24
  Steve Parrish Yamaha 25
  Børge Nielsen Suzuki 27
  Sadao Asami Yamaha 25

Non partitoModifica

Pilota Moto Motivo Griglia
  Kenny Roberts Yamaha Intossicazione 2

Classe 250Modifica

Il pilota tedesco Anton Mang continua a dominare la categoria, con questo successo ottiene la sesta vittoria stagionale e quinta consecutiva su 8 gare sin qui disputate. In quest'occasione precede lo svizzero Roland Freymond e il francese Jean-François Baldé.

Oltre all'incidente che si rivelerà in seguito mortale per Sauro Pazzaglia, un grave incidente è occorso nelle prove al venezuelano Carlos Lavado che dice così addio ad ogni speranza di titolo.

Arrivati al traguardoModifica

Pos Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Anton Mang Kawasaki 45:43.810 1 15
2   Roland Freymond Ad Maiora +19.910 5 12
3   Jean-François Baldé Kawasaki +23.020 7 10
4   Pierluigi Conforti Kawasaki +33.200 9 8
5   Thierry Espié Pernod +40.320 8 6
6   Jean-Louis Tournadre Yamaha +46.150 15 5
7   Christian Estrosi Yamaha +47.070 3 4
8   Patrick Fernandez Bimota-Yamaha +49.570 6 3
9   Jacques Bolle Yamaha +52.550 17 2
10   Didier de Radiguès Yamaha +59.160 12 1
11   Jeffrey Sayle Armstrong-Rotax +59.600 21
12   Jean-Louis Guignabodet Kawasaki +1:15.690 16
13   Mick Grant Armstrong-Rotax +1:22.960 30
14   Martin Wimmer Yamaha +1:30.230 13
15   Pierre Bolle Yamaha +1:31.770 14
16   Jean-Marc Toffolo Armstrong-Rotax +1:31.870 10
17   Alan North Yamaha +1:39.960 27
18   Franco Marchegiani Yamaha +1:40.170 25
19   Richard Schlachter Yamaha +1:44.140 26
20   Eero Hyvärinen Yamaha +1:45.160 31
21   Graeme Geddes Yamaha +1:53.050 18
22   Peter Looijesteijn Rotax +2:01.630 23

Classe 125Modifica

Nella ottavo di litro per la prima volta nell'anno, Loris Reggiani precede il suo compagno di squadra Ángel Nieto, ottenendo il secondo successo della stagione (nell'occasione precedente in Jugoslavia Nieto si era ritirato). Sul terzo gradino del podio l'altro italiano Pier Paolo Bianchi.

Arrivati al traguardoModifica

Pos Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Loris Reggiani Minarelli 43:57.520 1 15
2   Ángel Nieto Minarelli +1.800 2 12
3   Pier Paolo Bianchi MBA +2.100 6 10
4   Ricardo Tormo Sanvenero +21.910 4 8
5   Jacques Bolle Motobécane +27.670 7 6
6   Hugo Vignetti MBA +33.580 9 5
7   Roberto Ruosi MBA +1:13.230 10 4
8   Gerhard Waibel MBA +1:13.550 13 3
9   August Auinger MBA +1:13.700 11 2
10   Willy Pérez MBA +1:18.480 20 1
11   Thierry Noblesse MBA +1:25.300 14
12   Anton Straver MBA +1:41.200 21
13   Johnny Wickström MBA +2:09.140 12
14   Olivier Liégeois MBA +2:17.010 17
15   Joe Genoud MBA +1 giro 24
16   Per Carlsson MBA 22
17   Hans Müller MBA 15
18   Jacky Hutteau Afam 26
19   Peter Baláz MBA 27

Classe 50Modifica

Con la vittoria nel Gran Premio, la sesta stagionale, e mancando una sola prova al termine della stagione, lo spagnolo Ricardo Tormo si laurea campione mondiale della categoria. In questa prova ha preceduto sul traguardo due piloti olandesi, Henk van Kessel e Theo Timmer.

Arrivati al traguardoModifica

Pos Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Ricardo Tormo Bultaco 31:43.750 1 15
2   Henk van Kessel Kreidler +5.550 2 12
3   Theo Timmer Bultaco +29.120 3 10
4   Giuseppe Ascareggi Minarelli +31.870 5 8
5   Hans-Jürgen Hummel Sachs +1:15.940 7 6
6   Hagen Klein Kreidler +1:15.950 4 5
7   Claudio Lusuardi Moto Villa +1:41.250 8 4
8   George Looijesteijn Kreidler +1:50.770 9 3
9   Joaquín Galí Bultaco +1:50.930 10 2
10   Ingo Emmerich Kreidler +1:51.240 11 1
11   Giuliano Gerani BBFT +2:16.000 12
12   Günter Schirnhofer Kreidler +2:19.070 13
13   Otto Machinek Kreidler +2:24.570 22
14   Claudio Granata Kreidler +2:25.000 15
15   Giuliano Tabanelli Ringhini +2:25.810 16
16   Ramon Gali Kreidler +2:34.430 20
17   Enrico Cereda Kreidler +1 giro 28
18   Thomas Engl PCR 23
19   Enzo Saffiotti UFO 19
20   Pascale Buonfante UFO 27
21   Reiner Koster Malanca 29
22   Kasimir Rapczynski Kreidler 25
23   Klaus Kull Kreidler 30
24   Joe Genoud RYB 14
25   Gerhard Singer Kreidler 21

RitiratiModifica

Pilota Moto Motivo Griglia
  Rolf Blatter Kreidler 6
  Peter Verbic Kreidler 17
  Salvatore Milano UFO 18
  Chris Baert CVD 26

Collegamenti esterniModifica

Motomondiale - Stagione 1981
                           
   

Gran Premio motociclistico di San Marino
Altre edizioni
Edizione successiva:
1982