Apri il menu principale

Katsuyuki Nakasuga

pilota motociclistico giapponese
Katsuyuki Nakasuga
Katsuyuki Nakasuga JSB1000 Motegi 2016.jpg
Nakasuga nel 2016
Nazionalità Giappone Giappone
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 2002 in classe 250
Stagioni dal 2002
Miglior risultato finale 18°
Gare disputate 12
Podi 1
Punti ottenuti 69
 

Katsuyuki Nakasuga (Shizuoka, 9 agosto 1981) è un pilota motociclistico giapponese.

Indice

CarrieraModifica

Per quanto riguarda le competizioni del motomondiale la sua prima presenza è stata registrata nella stagione 2002.

Corre come wild card il Gran Premio motociclistico del Pacifico 2002 e i GP del Giappone nel 2003 e nel 2004, sempre con la Yamaha e sempre nella classe 250. Va a punti solo nella prima partecipazione, con un 31º posto a fine stagione.

La sua carriera si è svolta principalmente nel campo delle competizioni nazionali giapponesi di velocità e ha conquistato sei titoli nelle Superbike, nel 2008, nel 2009 e dal 2012 al 2015[1].

Nella stagione 2011 sostituisce l'infortunato Jorge Lorenzo nel GP di Malesia (gara poi cancellata a seguito del decesso di Marco Simoncelli) ed in quello della Comunità Valenciana, ottenendo 10 punti.[2]

Nel 2012 disputa il Gran Premio del Giappone in qualità di wildcard a bordo di una Yamaha, concludendo al 9º posto, e, nuovamente chiamato dalla Yamaha per sostituire l'infortunato Ben Spies, il Gran Premio di Valencia, nel quale, a seguito di una gara rocambolesca tra asciutto e bagnato e con numerosi ritiri, arriva al traguardo ottenendo un sorprendente 2º posto, ottenendo quindi il suo primo podio in carriera nel motomondiale e riportando il Giappone sul podio un anno e mezzo dopo l'ultimo podio giapponese, ovvero il 2º posto di Yūki Takahashi in Moto2 nel Gran Premio di Francia. La classifica finale del 2012 vede Katsuyuki al 18º posto con 27 punti, a pari punti con Danilo Petrucci e Colin Edwards.

Nel 2013 corre in Giappone in qualità di wildcard a bordo di una Yamaha, ottenendo cinque punti.

Nel 2014 corre in Giappone in qualità di wildcard a bordo di una Yamaha, ottenendo quattro punti.

Nel 2015 vince la 8 Ore di Suzuka, avvicendandosi alla guida della Yamaha YZF-R1 con Pol Espargaró e Bradley Smith. Nello stesso anno corre in MotoGP in Giappone in qualità di wildcard a bordo di una Yamaha, concludendo la gara con un ottimo ottavo posto che gli vale il ventitreesimo posto in classifica finale.

Nel 2016 vince nuovamente la 8 Ore di Suzuka, avvicendandosi alla guida della Yamaha YZF-R1 con Pol Espargaró e Alex Lowes.[3] Nello stesso anno corre nuovamente nel motomondiale in Giappone in qualità di wildcard a bordo di una Yamaha, totalizzando 5 punti che gli valgono il ventitreesimo posto in classifica piloti.

Nel 2017 vince nuovamente la 8 Ore di Suzuka, avvicendandosi alla guida della Yamaha YZF-R1 con Alex Lowes e Michael van der Mark.[4] Nello stesso anno corre nuovamente nel motomondiale in Giappone in qualità di wildcard a bordo di una Yamaha, totalizzando 4 punti.

Nel 2018 viene nuovamente iscritto alla 8 Ore di Suzuka, programmando di avvicendarsi alla guida della Yamaha YZF-R1 con Alex Lowes e Michael van der Mark ma infortunatosi il giorno precedente la gara, non partecipa ma viene comunque considerato vincitore[5]. Nello stesso anno corre nuovamente nel motomondiale in Giappone in qualità di wildcard a bordo di una Yamaha, totalizzando 2 punti. In questa occasione è costretto a rinunciare all'utilizzo del suo numero di gara abituale (il 21) in quanto già in uso da Franco Morbidelli, ripiega così sul numero 89[6].

Risultati nel motomondialeModifica

2002 Classe Moto                                 Punti Pos.
250 Yamaha 12 4 31º
2003 Classe Moto                                 Punti Pos.
250 Yamaha Rit 0
2004 Classe Moto                                 Punti Pos.
250 Yamaha 20 0
2011 Classe Moto                                     Punti Pos.
MotoGP Yamaha AN 6 10 18º
2012 Classe Moto                                     Punti Pos.
MotoGP Yamaha 9 2 27 18º
2013 Classe Moto                                     Punti Pos.
MotoGP Yamaha 11 5 22º
2014 Classe Moto                                     Punti Pos.
MotoGP Yamaha 12 4 26º
2015 Classe Moto                                     Punti Pos.
MotoGP Yamaha 8 8 23º
2016 Classe Moto                                     Punti Pos.
MotoGP Yamaha 11 5 23º
2017 Classe Moto                                     Punti Pos.
MotoGP Yamaha 12 4 26º
2018 Classe Moto                                       Punti Pos.
MotoGP Yamaha 14 2 26º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica