Apri il menu principale
LEGO Marvel's Avengers
videogioco
Lego marvel avengers logo.png
PiattaformaMicrosoft Windows, PlayStation 4, PlayStation 3, PlayStation Vita, Xbox One, Xbox 360, Wii U, Nintendo 3DS, macOS
Data di pubblicazioneFlags of Canada and the United States.svg 26 gennaio 2016
Flag of Europe.svg 27 gennaio 2016
Flag of the United Kingdom.svg 29 gennaio 2016
GenereAzione
TemaMarvel Comics
OrigineRegno Unito
SviluppoTraveller's Tales
PubblicazioneWarner Bros. Interactive Entertainment, Feral Interactive per macOS
DesignArthur Parsons
SerieLEGO
Modalità di giocoGiocatore singolo, Multigiocatore
Periferiche di inputSixaxis, DualShock 3, Mouse e Tastiera, DualShock 4, Wii U GamePad, Controller wireless
SupportoBlu-ray Disc, DVD-ROM, Cartuccia 3DS, Disco Ottico Wii
Fascia di etàESRBE · PEGI: 7 · USK: 12

LEGO Marvel's Avengers è un videogioco Lego del 2016 di azione e avventura, sviluppato da Traveller's Tales e pubblicato da Warner Bros. Interactive Entertainment su licenza della Marvel e della Disney. Il videogioco è uscito per PlayStation 4, PlayStation 3, PlayStation Vita, Nintendo 3DS, Wii U, Xbox One, Xbox 360, Microsoft Windows e macOS.

È uno spin-off del videogioco LEGO Marvel Super Heroes, che è incluso nel franchise LEGO Marvel.[1] Nel videogioco sono presenti numerosi personaggi tra cui: Iron Man, Capitan America, Thor, Hulk, Vedova Nera, Occhio di Falco, Scarlet, Quicksilver, Loki, Ultron, Soldato d'Inverno, Teschio Rosso, Arnim Zola, Crossbones, Falcon, Visione, War Machine, Pepper Potts, Barone Strucker, Klaw, Thanos, Aldrich Killian, Mandarino, Malekith e molti altri.[2] Il gioco è stato pubblicato il 29 gennaio 2016.[3][4]

Indice

TramaModifica

Il videogioco segue le trame dei film della Fase 1 e 2 del Marvel Cinematic Universe (escluso Guardiani della Galassia) partendo con l'inizio di Avengers: Age of Ultron :

A Sokovia, un paese dell'Europa orientale, gli Avengers (Tony Stark, Steve Rogers, Thor, Bruce Banner, Natasha Romanoff e Clint Barton) attaccano una base dell'HYDRA comandata dallo spietato Barone Strucker, il quale sta effettuando degli esperimenti sugli esseri umani utilizzando lo scettro di Loki. Il gruppo si scontra con due gemelli potenziati dagli esperimenti di Strucker: Pietro, in grado di correre a velocità superumane, e Wanda Maximoff, che può manipolare le menti e creare campi di energia. Dopo un duro scontro, gli Avengers riescono a catturare Strucker e a recuperare lo scettro di Loki.

Il gioco poi ci porta indietro alla trama del primo film :

The AvengersModifica

Il colonnello Nick Fury, direttore dello S.H.I.E.L.D. (Strategic Homeland Intervention, Enforcement & Logistic Division), raggiunge un complesso dove sono situati alcuni laboratori sperimentali. Qui il dottor Erik Selvig sta effettuando dei test sul Tesseract, recuperato da Howard Stark negli anni cinquanta nell'Oceano Atlantico settentrionale e usato per anni da Howard per finanziare il Progetto Pegasus. Improvvisamente il Tesseract, che già aveva manifestato delle anomalie, apre un varco dimensionale nella stanza ed appare Loki, che impugna uno strano scettro. Alla richiesta di Nick Fury di deporre l'arma, Loki uccide da solo gran parte degli agenti presenti e compie un incantesimo sul dott. Selvig e sull'agente Clint Barton mettendoli al suo servizio. Poi il dio fugge impadronendosi del Tesseract: a nulla valgono i tentativi del colonnello Fury e dell'agente Maria Hill di recuperare il Cubo Cosmico. Essendo un allarme di livello 7, Nick Fury mette in atto le contromosse ed invia gli agenti Coulson e Romanoff a localizzare un gruppo di persone già note alle cartelle dello S.H.I.E.L.D., con l'intento di creare una squadra d'azione speciale. Il progetto è chiamato Vendicatori.

Steve Rogers, Bruce Banner e Tony Stark si incontrano sull'Helicarrier, un enorme portaerei dotata di una tecnologia sofisticata in grado di alzarla in volo dall'oceano e di mimetizzarla rendendola invisibile. Intanto Loki manifesta le sue intenzioni: vuole iniziare una guerra, con l'esercito dei Chitauri al suo seguito, mentre deve inoltre recuperare il Tesseract per colui che gli ha fornito l'esercito e le armi, altrimenti quest'ultimo sperimenterà una nuova forma di dolore sull'asgardiano. Per comunicare sulla Terra, questo misterioso individuo usa The Other come portavoce, che si mette in contatto con Loki tramite lo scettro.

Il dio viene in poco tempo individuato dallo S.H.I.E.L.D. a Stoccarda, intento, con la forza, a scansionare e trasmettere il bulbo oculare del dottor Schäfer a Barton. Questi usa la scansione per aver accesso a una stanza contenente iridio, utile assieme al Tesseract, per aprire il portale comunicante coi Chitauri. Dopo un breve scontro con Iron Man e Capitan America, Loki viene catturato. Tuttavia durante il ritorno alla base, Thor giunge sul Quinjet dello S.H.I.E.L.D. dove stanno volando i supereroi e requisisce con la forza Loki. Thor intende portarlo con sé e sottoporlo al giudizio di Asgard ma Iron Man, deciso a recuperare il prigioniero, interrompe bruscamente il dibattito tra le due divinità. Lo scontro fra i due sembra ben lontano dalla conclusione, in quanto Thor è più forte, ma i suoi fulmini non fanno altro che potenziare l'armatura di Tony Stark. L'intervento di Capitan America riesce a placare gli animi e a convincere Thor a collaborare con lo S.H.I.E.L.D..

Tornati sull'Helicarrier, si manifestano litigi ed incomprensioni e sorgono le prime perplessità sulla coesione del gruppo. La presenza di Hulk rende inoltre tutti un po' irrequieti, ma il dottor Banner sembra aver sviluppato un notevole autocontrollo sulla rabbia che in lui scatena la trasformazione nel mostro. Vi è anche un clima di diffidenza verso le reali intenzioni dello S.H.I.E.L.D.: vengono scoperti prototipi e progetti di armi di distruzione di massa. Nick Fury rivela al gruppo che da quando è stata scoperta l'esistenza di altri mondi, dalla prima venuta di Thor, lo S.H.I.E.L.D. ha iniziato ad utilizzare il Tesseract per attuare un serio e pesante potenziamento militare, allo scopo di farsi trovare pronti ed evoluti in un possibile scontro con civiltà sconosciute. Durante questo momento di distrazione, Clint Barton ed altri agenti che hanno subito l'incantesimo di Loki assaltano l'Helicarrier per liberare il dio dalla sua prigione.

Nella confusione in seguito ad un'esplosione, Bruce Banner inizia a perdere il suo autocontrollo. A nulla valgono i tentativi di Natasha Romanoff di placare il dottor Banner che, dunque, si trasforma in Hulk e con una rabbia incontrollabile si scaglia contro la Vedova Nera. Solo l'intervento di Thor salva la donna. Dopo un'equa colluttazione tra i due, Hulk precipita dalla base volante mentre tentava di distruggere un cacciabombardiere che lo aveva attaccato. Iron Man e Capitan America tentano insieme di far ripartire i motori dell'Helicarrer, distrutti dai soldati di Loki, ma nel frattempo il dio, liberato dai suoi uomini, espelle dalla nave Thor, uccide l'agente S.H.I.E.L.D. Coulson e fugge nuovamente. Intanto, a causa di una forte botta in testa da parte di Natasha, Occhio di Falco rinviene dall'incantesimo di Loki. La morte dell'agente Coulson, amico di Tony Stark e di Thor e grande ammiratore di Capitan America, crea coesione tra gli eroi e dà loro una giusta motivazione per combattere insieme il nemico comune.

Stark capisce che il piano di Loki prevedeva di farsi arrestare e scatenare Hulk. Intuisce inoltre che l'asgardiano vuole portare a termine il suo piano di guerra in modo plateale, così che tutti lo possano ammirare. Il punto scelto per installare il Tesseract ed aprire un ponte spaziale non può che essere il più alto della città di New York, ovvero la Stark Tower. Giunto sul posto, Iron Man incontra Loki e il dott. Selvig sul tetto della Stark Tower. Qui si libera dell'armatura danneggiata e colloquia amichevolmente con Loki per distrarlo mentre indossa un paio di bracciali che comandano a distanza la nuova armatura di Iron Man, denominata "Mark 7". Loki punta sul petto di Stark lo scettro per praticare un incantesimo ma, fallendo nel tentativo (in quanto la tecnologia del dispositivo impiantato nel petto di Tony Stark deriva dallo stesso Tesseract), scaglia il miliardario giù dalla torre. Ma la nuova armatura "Mark 7" viene chiamata da Tony, che viene raggiunto e rivestito dell'armatura in volo. Intanto il portale spaziale generato dal Tesseract si apre in cielo ed escono i Chitauri, che assalgono l'isola di Manhattan. Iron Man ne uccide il più possibile, tuttavia un solo supereroe non basta. In città arrivano uno ad uno tutti i supereroi del progetto Vendicatori, compreso Banner, che rivela di riuscire a controllare la sua trasformazione e a riconoscere gli eroi alleati.

Thor raggiunge Loki e prova a farlo ragionare ma questi, esitante, ferisce il fratello adottivo e fugge. Benché i Vendicatori stiano avendo la meglio sugli invasori Chitauri, finché il portale spaziale rimarrà aperto i rinforzi alieni continueranno ad affluire. Hulk raggiunge Loki e, nonostante gli altezzosi proclami dell'asgardiano, lo sconfigge con irrisoria facilità. Il dottor Selvig, intanto, si è ripreso dall'incantesimo di Loki e lavora alla chiusura del portale con Natasha Romanoff. Ma nel frattempo, il consiglio ha deciso di inviare un missile nucleare per distruggere i nemici insieme alla popolazione residente: Iron Man, in un atto di estremo sacrificio, usa tutte le forze per deviare il missile verso il portale e lo attraversa, colpendo la nave madre dei Chitauri. Stark si trova nello spazio e sviene non riuscendo a respirare, ma fortunatamente spinto dall'onda d'urto dell'esplosione, oltrepassa nuovamente il portale prima che si chiuda definitivamente, tornando così sulla Terra. Nel precipitare, viene salvato da Hulk. Intanto tutti i Chitauri sulla Terra muoiono in seguito all'esplosione della nave madre.

Cessata la minaccia, Thor torna ad Asgard con il Tesseract e Loki prigioniero, mentre gli altri Vendicatori riprendono le rispettive strade. In caso di nuova minaccia il gruppo tornerà unito, dato che la gente sa che gli eroi non sono un pericolo, ma validi difensori del mondo, al contrario di quello che il governo sostiene.

Nella scena dopo i titoli di coda, The Other parla del fallito attacco alla Terra con il suo misterioso padrone, che si rivela essere Thanos sostenendo che sfidare gli umani sarebbe come lusingare la Morte. Successivamente si vedono i Vendicatori, esausti e silenziosi, mangiare lo shawerma promesso da Tony Stark al termine della battaglia in un ristorante semi distrutto.

Dopo gli eventi della battaglia di New York, il Barone Wolfgang von Strucker, in un laboratorio dell'HYDRA, afferma che l'"era dei miracoli" è cominciata, mentre alcuni scienziati studiano lo scettro di Loki e due prigionieri: uno è in grado di muoversi ad una velocità incredibile, mentre l'altra possiede poteri telecinetici.

Il gioco ci fa poi scegliere tra tre livelli ispirati ad :

Iron Man 3Modifica

Tony Stark ricorda un party avvenuto alla vigilia di Capodanno del 1999 a Berna, quando incontrò la scienziata Maya Hansen, inventrice di Extremis, un siero sperimentale rigenerante capace di guarire da lesioni invalidanti. Lo scienziato zoppo Aldrich Killian offre loro di unirsi alla sua azienda, l'A.I.M., ma Stark rifiuta l'offerta, umiliando Killian lasciandolo sul tetto dell'edificio in sua vana attesa. Anni dopo Stark soffre di attacchi di panico in seguito alla battaglia di New York contro i Chitauri. Non riuscendo a dormire, Stark costruisce dozzine di armature di Iron Man, cosa che lo porta a litigare con la sua fidanzata Pepper Potts. Nel frattempo una serie di attacchi rivendicati dal terrorista conosciuto come il Mandarino lasciano le agenzie di intelligence nel buio a causa della mancanza di indizi per rintracciare i colpevoli. Il capo della sicurezza di Stark, Happy Hogan, viene gravemente ferito in uno di questi attacchi, e Stark, in preda alla collera, sfida il Mandarino in diretta televisiva; quest'ultimo manda degli elicotteri a distruggere la villa di Tony a Malibù. Maya Hansen, andata a casa di Stark per avvertirlo, riesce a sopravvivere all'attacco insieme a Pepper. Stark fugge con una delle armature, che l'intelligenza artificiale J.A.R.V.I.S. indirizza verso una cittadina del Tennessee, dove Stark sperava di trovare indizi su una strage simile in modalità a quelle del Mandarino. L'armatura di Stark non ha abbastanza energia per tornare in California, e Stark viene creduto morto, anche se riesce ad avvertire Pepper.

Aiutato da Harley, un intelligente bambino di 10 anni, Stark indaga sulle rovine di un attacco riconducibile al Mandarino. Scopre che le esplosioni sono state causate da soldati sottoposti al siero Extremis, che essendo in fase sperimentale può provocare l'esplosione di alcuni soggetti a cui viene iniettato. Queste esplosioni sono state poi attribuite a un'organizzazione terroristica in modo da nascondere i difetti di Extremis. Stark affronta due agenti del Mandarino, Ellen Brandt ed Eric Savin, e con l'aiuto di Harley riesce a rintracciare la base del Mandarino a Miami. Tony si infiltra nella base del Mandarino, dove scopre che il Mandarino è in realtà un attore inglese, Trevor Slattery, che si dichiara estraneo agli attacchi. Il vero Mandarino si rivela essere Killian, che si è appropriato della ricerca di Maya per curare la sua gamba zoppa e ha poi allargato il programma Extremis ai veterani di guerraferiti, usando Slattery come copertura. Dopo aver catturato Stark e ucciso Maya, Killian rapisce Pepper e le inietta il siero Extremis in modo che Stark sia obbligato ad aiutarlo a rendere stabile il siero e salvare così Pepper.

Killian riesce a far credere ai servizi segreti americani che il Mandarino si trovi in Medio Oriente, portando James "Rhodey" Rhodes - ora chiamato Iron Patriot - in una trappola per rubare l'armatura. Stark riesce a fuggire e si riunisce con Rhodey; i due scoprono che Killian intende attaccare l'Air Force One per rapire il presidente Ellis. Stark riesce a salvare gran parte dei passeggeri ma non a impedire che Killian rapisca Ellis. Stark e Rhodes riescono a rintracciare Killian in una cisterna di petrolio in un cantiere navale, dove intende uccidere il presidente in diretta televisiva. Il vicepresidente, che ha una figlia disabile, diventerebbe così un presidente fantoccio agli ordini di Killian in modo da poter guarire la figlia con Extremis. Nella cisterna Stark va a salvare Pepper mentre Rhodes salva il presidente. Stark chiama in suo aiuto tutte le sue armature, controllate da J.A.R.V.I.S.. Rhodes riesce a salvare il presidente mentre Tony scopre che Pepper è sopravvissuta a Extremis. Prima che possa salvarla però la piattaforma su cui si trovano crolla e Pepper cade nel vuoto. Tony affronta Killian e riesce a rinchiuderlo in una delle sue armature, pronta all'autodistruzione, ma non riesce ad ucciderlo. Pepper, sopravvissuta alla caduta grazie a Extremis, va in aiuto di Tony e uccide Killian.

Dopo la battaglia Tony ordina a J.A.R.V.I.S. di distruggere tutte le armature, come segno di devozione verso Pepper, mentre il vicepresidente e Slattery vengono arrestati. Tony riesce poi a stabilizzare Extremis e a rimuoverlo dal corpo di Pepper, approfittando inoltre del siero per rimuovere la scheggia bloccata vicino al suo cuore. Tony si reca alla sua villa, distrutta, e butta in mare il reattore Arc.

Thor: The Dark WorldModifica

Molte migliaia di anni fa, Bor, padre di Odino, sconfisse in una sanguinosa battaglia a Svartalfaheimr gli Elfi Oscuri, una razza guidata dal temibile Malekith, che voleva impossessarsi dell'Aether, un materiale fluido dotato di un enorme potere che, sfruttando un rarissimo allineamento di pianeti chiamato "Convergenza", avrebbe potuto riportare l'universo nella sua oscurità originaria. L'asgardiano, ritenendo impossibile distruggere tale materiale, decise di rinchiuderlo e nasconderlo nel cosiddetto 'Mondo Oscuro', mentre Malekith e il suo fido aiutante Algrim fuggono dal campo di battaglia, giurando vendetta.

Nel presente, Loki è rinchiuso in prigione per colpa dei suoi crimini compiuti sulla Terra. Ad Asgard è stato ricostruito il Bifrǫst, mentre Thor e i suoi compagni Fandral, Volstagg e Lady Sif sono impegnati a riportare la pace nei Nove Regni, saccheggiati e devastati dai Marauders: completata la missione a Vanaheimr, il regno degli elfi della fertilità, e sconfitti gran parte dei Marauders, Thor, Lady Sif e i Tre guerrieri ritornano ad Asgard, dove Odino consiglia al figlio di dimenticare Jane Foster, dato il suo ciclo vitale molto breve rispetto a quello degli asgardiani consigliandogli contestualmente Lady Sif quale scelta migliore come compagna, e di andare avanti, essendo ormai pronto a sostituirlo come re.

Sulla Terra anche Jane, trasferitasi a Londra, sta cercando di dimenticare Thor, frequentando un uomo di nome Richard. Tuttavia, una scoperta sensazionale glielo impedisce: in un edificio di Londra lei, la sua stagista imbranata Darcy Lewis e il nuovo stagista Ian scoprono un punto in cui la gravità sembra interrompersi e le cose sparire nel nulla. Jane viene avvisata da Darcy e tutti e tre insieme vanno a cercare cosa sia. Dopo aver giocato con la gravità, Jane va da sola alla ricerca della fonte di questa anomalia e viene risucchiata da questo strano fenomeno, ritrovandosi nel mondo oscuro. In quest'occasione, Jane trova l'Aether, che si impossessa di lei al minimo contatto fisico facendola svenire.

Dopo essersi risvegliata nuovamente sulla Terra, trasportata inconsciamente dal passaggio dimensionale, Jane incontra Thor, giunto lì in quanto Heimdall, il guardiano del Bifrost capace di vedere ogni essere dell'universo, gli aveva detto che era sparita. Il guerriero scopre quindi che l'Aether è entrato in lei e decide di portarla su Asgard, in modo che la superiore scienza del suo mondo la curi. Odino, tuttavia, riconosce che la ragazza è condannata, mentre Frigga, la madre di Thor, stringe un buon rapporto con lei.

Essendosi riattivato l'Aether, si risvegliano anche Malekith e gli Elfi Oscuri, i quali decidono di portare a termine la loro vendetta, recuperando l'Aether: Algrim, dopo essersi mascherato, riesce a farsi imprigionare all'interno del palazzo reale di Asgard insieme ad alcuni Marauders catturati dai Tre guerrieri, ma una volta condotto in cella sfrutta l'arma segreta degli Elfi Oscuri. Egli si trasforma in un "Dannato" di nome Kurse, acquistando una forza brutale. In seguito riesce ad evadere ed a liberare tutti i Marauders rinchiusi, scatenando il panico. Loki, imprigionato anch'egli dopo gli eventi di New York, non viene liberato, ma osserva con attenzione la situazione, poi sedata da Thor, e dà anche delle indicazioni all'invasore per raggiungere la sala del trono.

Improvvisamente la nave madre degli Elfi oscuri riesce a penetrare ad Asgard, seminando distruzione. Nonostante gli sforzi di Heimdall, Malekith giunge sino alla sala del trono di Odino, per estrarre l'Aether dal corpo di Jane. Dopo essere stato sfidato da Frigga, Malekith viene salvato dal fedele Kurse che uccide la regina di Asgard sotto gli occhi di Thor e Jane, appena sopraggiunti sul luogo. Thor, accecato dall'ira, tenta di uccidere Malekith, sfigurandolo in volto. Pertanto, l'Elfo Oscuro decide di ritirarsi. Dopo il funerale di Frigga, Odino, colmo di dolore, decide di prendere misure drastiche, chiudendo il Bifröst. Sapendo che è solo questione di tempo prima che Malekith attacchi di nuovo Asgard, Thor convince i suoi compagni ad aiutarlo a evadere clandestinamente da Asgard, compiendo un atto di alto tradimento.

Thor e Jane, insieme a Loki, liberato da Thor in cambio della vendetta per Frigga, cui entrambi tenevano moltissimo, riescono ad uscire da Asgard grazie alla complicità dei Tre guerrieri, di Sif e di Heimdall. Per mezzo di alcune vie segrete note solo a Loki, i tre riescono a giungere nello Svartalfaheimr, il regno degli elfi oscuri. Avvistato Malekith, Loki tradisce Thor, tagliandogli la mano, e consegna Jane al sovrano degli elfi oscuri, il quale estrae l'Aether dal corpo della ragazza. Tuttavia, questo era tutto uno stratagemma ideato da Thor per far sì che Malekith estraesse l'Aether dal corpo di Jane. Rialzatosi, il Dio del Tuono si scaglia contro gli Elfi Oscuri, ma viene aggredito e quasi sconfitto da Kurse. Improvvisamente Loki accorre in aiuto del fratello, ma, nonostante riesca a distruggere Kurse, viene ferito mortalmente da quest'ultimo. Malekith ne approfitta per fuggire sulla Terra, in quanto la Convergenza, la causa dei vari collegamenti tra i mondi, sta per ripresentarsi. Dopo essersi riappacificato con Thor, Loki muore.

Thor e Jane, bloccati a Svartalfaheimr, riescono a tornare sulla Terra grazie ad un passaggio dimensionale scoperto dalla scienziata, che univa un edificio di Londra proprio con quel mondo. Nel frattempo, Darcy e Ian liberano da un manicomio il dottor Erik Selvig, rinchiuso dopo aver perso la testa in seguito al lavaggio mentale subito da Loki ai tempi di New York, ed aver corso nudo per Stonehenge, in quanto aveva intuito il luogo esatto in cui sarebbe avvenuta la Convergenza: Greenwich. Giunto a Greenwich, Thor ingaggia una lotta furente contro Malekith, che ha assimilato completamente l'Aether, spostandosi attraverso i Nove Regni a causa della Convergenza. Mentre Jane, Selvig, Ian e Darcy tentano di respingere i pochi Elfi Oscuri rimasti, Thor riesce a sconfiggere Malekith teletrasportandolo a Svartalfaheimr con un dispositivo che sfrutta la convergenza inventato da Selvig. A questo punto la nave aliena inizia a precipitare rischiando di cadere proprio su Thor e Jane, ma Selvig riesce a trasportare anch'essa su Svartalfaheimr dove, continuando la sua caduta, finisce per schiacciare proprio Malekith.

Ritornato su Asgard per scusarsi, Thor rifiuta il trono, con grande sorpresa di Odino, in modo da continuare a combattere per proteggere i Nove Regni, cosa che da re non avrebbe potuto fare liberamente. Odino permette tale scelta e Thor, dopo averlo ringraziato, se ne va: non appena uscito, tuttavia, Odino si trasforma rivelandosi Loki, il quale, sopravvissuto, ha preso il posto del re di Asgard all'insaputa di tutti.

Alla fine Sif e Volstagg consegnano l'Aether a Taneleer Tivan, il Collezionista, affermando che non è saggio conservarlo ad Asgard assieme al Tesseract; il Collezionista, soddisfatto, rivela che gli mancano solo cinque gemme.

Captain America: The Winter SoldierModifica

Due anni dopo la battaglia a New York, Steve Rogers vive a Washington D.C., dove continua a lavorare per lo S.H.I.E.L.D. mentre cerca di adattarsi alla società moderna. Rogers e Natasha Romanoff vengono mandati insieme alla squadra S.T.R.I.K.E., guidata dall'agente Rumlow, a liberare alcuni ostaggi su una nave dello S.H.I.E.LD. presa d'assalto dal mercenario Georges Batroc. A bordo, Steve scopre l'agente Natasha Romanoff mentre preleva a sua insaputa dei file dai computer della nave. Tornato al quartier generale dell'agenzia, il Triskelion, Rogers chiede spiegazioni a Fury, che gli mostra il progetto Insight: tre Helicarrier collegati a satelliti spia e progettati per prevenire qualsiasi tipo di minaccia. Fury non riesce a decriptare i dati recuperati da Natasha e, insospettitosi, chiede ad Alexander Pierce, segretario generale dello S.H.I.E.L.D., di rimandare il progetto Insight.

Mentre va a incontrarsi con Maria Hill, Fury viene attaccato da alcuni uomini guidati da un misterioso assassino conosciuto come il Soldato d'Inverno. Fury riesce a fuggire e si nasconde a casa di Rogers. Dopo aver consegnato al soldato la chiave USB con i dati acquisiti a bordo della nave, Fury viene colpito a morte dal Soldato d'Inverno. Fury viene dichiarato morto poco dopo in ospedale. Il giorno seguente Capitan America viene convocato dal segretario generale dello S.H.I.E.L.D. Alexander Pierce. Quando si rifiuta di rivelare a Pierce delle informazioni su Fury, Rogers viene dichiarato nemico dello S.H.I.E.L.D. ed è costretto a fuggire. Braccato da S.T.R.I.K.E., Rogers si incontra con Natasha; grazie ai dati della chiave USB i due scoprono un bunker segreto dello S.H.I.E.L.D. sotto Camp Leigh, nel New Jersey, la base militare dove Rogers era stato addestrato durante la seconda guerra mondiale; là attivano un supercomputer contenente la coscienza di Arnim Zola, il quale rivela loro che sin dalla fondazione dello S.H.I.E.L.D., l'HYDRA si è segretamente infiltrata nell'organizzazione, spargendo il caos in tutto il mondo nella speranza che l'umanità rinunciasse spontaneamente alla libertà in cambio della sicurezza ed eliminando le possibili minacce come Howard Stark. Rogers e Romanoff riescono poi a sopravvivere a un missile lanciato contro il bunker dallo S.H.I.E.L.D., e capiscono che Pierce è il leader dell'HYDRA.

I due vanno a chiedere aiuto a Samuel Wilson, amico di Steve ed ex paracadutista della USAF e pilota della tuta alare "Falcon". I tre interrogano l'agente Jasper Sitwell, in realtà membro dell'HYDRA, il quale rivela loro che Zola ha sviluppato un algoritmo capace di identificare gli individui che potrebbero in futuro opporsi ai piani dell'HYDRA. Grazie ai nuovi Helicarrier sarà possibile eliminare preventivamente questi individui con facilità. Rogers, Romanoff e Wilson vengono attaccati dal Soldato d'Inverno, che uccide Sitwell. Durante la battaglia Rogers scopre che il Soldato d'Inverno è in realtà Bucky Barnes, il suo migliore amico, catturato e sottoposto a crudeli esperimenti durante la seconda guerra mondiale. Il trio viene salvato da Maria Hill, che li conduce in un rifugio sicuro dove Fury, che aveva finto la sua morte, sta pianificando una missione per sabotare gli Helicarrier sostituendo i loro chip di controllo.

Al Triskelion giungono i membri del Consiglio Mondiale per la Sicurezza per assistere al lancio degli Helicarrier, e Steve comunica all'intera base S.H.I.E.L.D. il vero piano dell'HYDRA. La Vedova Nera, travestita da membro del Consiglio, disarma Pierce, il quale viene poi costretto da Fury a sbloccare il database dello S.H.I.E.L.D., in modo da poter rivelare al mondo intero i veri piani dell'HYDRA. Dopo una breve lotta Fury spara a Pierce, uccidendolo. Nel frattempo Rogers e Wilson attaccano gli Helicarrier e riescono a sostituire due dei tre chip, ma il Soldato d'Inverno distrugge l'armatura di Wilson e raggiunge Rogers sull'ultimo Helicarrier. Durante la lotta Rogers cerca di far tornare la memoria a Bucky e riesce a sostituire l'ultimo chip, permettendo così a Maria Hill di prendere il controllo e lasciare che i tre Helicarrier si distruggano a vicenda. L'Helicarrier su cui si trovano Rogers e il Soldato d'Inverno si schianta contro il Triskelion e Rogers cade nel fiume Potomac poco prima che l'Helicarrier si schianti al suolo. Il Soldato d'Inverno trascina fuori dall'acqua un Rogers privo di sensi e scompare nel bosco. Con lo S.H.I.E.L.D. compromesso Natasha compare di fronte a una commissione del Senato per dare spiegazioni e Fury, creduto morto, si dirige nell'Europa dell'est, alla ricerca delle restanti cellule dell'HYDRA. Maria Hill si reca a un colloquio per il settore risorse umane delle Stark Industries, mentre l'agente Rumlow viene ricoverato in ospedale a causa di gravi ustioni; Rogers e Wilson decidono di andare alla ricerca del Soldato d'Inverno.

Una Volta finito i livelli il gioco ci riporta alla trama del secondo film :

Avengers: Age of UltronModifica

Tornati alla Avengers Tower, Stark e Banner scoprono che all'interno della gemma dello scettro c'è un'intelligenza artificiale e in segreto la usano per completare il programma di difesa globale "Ultron". Durante la festa organizzata per festeggiare la vittoria, tuttavia, Ultron si attiva, distrugge J.A.R.V.I.S., l'intelligenza artificiale di Stark, e attacca la squadra. Ultron fugge poi con lo scettro di Loki e si rifugia nella base di Strucker a Sokovia, dove potenzia il suo corpo e costruisce un'armata di droni. Successivamente il robot recluta i gemelli Maximoff, che ritengono Stark colpevole della morte dei loro genitori e insieme si recano dal trafficante d'armi Ulysses Klaue, l'unico in grado di procurar loro del vibranio. Gli Avengers riescono tuttavia a intercettarli e li affrontano, ma Wanda li sottomette, manipolando le loro menti e facendo avere loro delle visioni tormentanti. Hulk, in preda alla follia causata dalle visioni, comincia a distruggere la città e Stark è costretto a usare l'armatura Hulkbuster per fermarlo.

Con Ultron presente in tutti i sistemi informatici del mondo e ancora scossi dalle visioni causate da Wanda, gli Avengers si rifugiano alla fattoria di Barton, dove incontrano sua moglie Laura e i suoi figli. Thor tuttavia decide di andarsene e di consultarsi con il dr. Erik Selvig sul significato della visione apocalittica indottagli da Wanda, mentre Romanoff e Banner, in intimità, pianificano di fuggire insieme alla fine della missione. L'arrivo di Nick Fury incoraggia la squadra a pensare a un piano per fermare Ultron, il quale, intanto, si è recato a Seul dalla dottoressa Helen Cho, alleata degli Avengers, e l'ha costretta a usare il tessuto sintetico da lei ideato, insieme alla gemma dello scettro, per creare il corpo perfetto. Quando Ultron comincia a trasferire la sua coscienza nel nuovo corpo, Wanda riesce a leggere nella sua mente, scoprendo così i suoi piani per l'eliminazione della razza umana, e insieme al fratello si rivolta contro il robot. Rogers, Romanoff e Barton arrivano a Seul per cercare Ultron: i tre riescono a recuperare il corpo sintetico, ma Ultron cattura Romanoff e fugge.

Nel frattempo, alla Avengers Tower, Stark e Banner decidono di provare a trasferire J.A.R.V.I.S. - che si era nascosto su Internet per sfuggire a Ultron - nel corpo sintetico. Thor ritorna e con un fulmine attiva il corpo, spiegando che la creazione di questo androide è parte della sua visione e che la gemma dello scettro è la Gemma della Mente, una delle sei Gemme dell'Infinito, i più potenti artefatti dell'Universo. Insieme alla neo-creata Visione e ai Maximoff, unitisi alla squadra, gli Avengers si recano a Sokovia, dove Ultron ha usato il vibranio per costruire una macchina in grado di sollevare la città nel cielo e farla schiantare al suolo, generando così un impatto talmente potente da causare l'estinzione totale della vita. Mentre la città comincia a sollevarsi, Banner salva Romanoff, che risveglia Hulk per la battaglia. Gli Avengers combattono l'esercito di Ultron e allo stesso tempo cercano di impedire al robot di mettere in pratica l'ultima parte del suo piano. Gli Avengers cercano di evacuare quanti più civili possibili e in loro aiuto arrivano Nick Fury e Maria Hill, a bordo di un helicarrier, e James Rhodes. Pietro tuttavia muore per salvare Barton e un bambino da un attacco di Ultron e Wanda, disperata, abbandona la sua postazione per distruggere l'androide, permettendo così a uno dei droni di attivare la macchina. La città comincia a precipitare, ma Stark e Thor riescono a sovraccaricare la macchina e a far esplodere la città in volo. Hulk temendo di mettere in pericolo Romanoff se dovessero fuggire insieme, si allontana a bordo di un quinjet, mentre la Visione affronta un Ultron ormai sconfitto e danneggiato e lo distrugge definitivamente.

Tempo dopo gli Avengers fondano una nuova base a nord di New York, gestita da Fury, Hill, Cho e Selvig. Thor, ritenendo che la Gemma della Mente sia al sicuro con la Visione, torna ad Asgard per scoprire di più sulle misteriose forze che hanno manipolato gli eventi recenti. Stark e Barton si ritirano dalla squadra, mentre Rogers e Romanoff si preparano ad addestrare una nuova squadra di Avengers, composta da Rhodes, Maximoff, Visione e Sam Wilson.

Nella scena alla fine dei titoli di coda l'alieno Thanos, insoddisfatto del fallimento delle sue pedine, indossa il Guanto dell'Infinito e afferma che recupererà le Gemme di persona.

Modalità di giocoModifica

Il gameplay è simile ai precedenti giochi Lego, con l'aggiunta dell'open world di New York City e degli hub worlds di Sokovia, della Base SHIELD, di Asgard, di Malibu, della fattoria di Occhio di Falco, di Washington DC e del Sud Africa.[5]

PersonaggiModifica

I personaggi principali sono Iron Man, Capitan America, Thor, Hulk, Vedova Nera e Occhio di Falco.[2]

Nel videogioco sono presenti oltre 100 personaggi, tra cui gli Avengers, i loro nemici, i personaggi secondari e due personaggi esclusivi: Stan-Buster, Iron Stan e Hulk Excelsior, in omaggio a Stan Lee, famoso fumettista della Marvel Comics.[6] Oltre ai personaggi dei film prima accennati, saranno presenti anche vari personaggi dei fumetti Marvel, come Speed, Crymson Dynamo, Devil il dinosauro, Falcon America, Kamala Khan, Thor (versione Jane Foster) e tanti altri.[7]

DLCModifica

Sono disponibili due pacchetti gratuiti di contenuti aggiuntivi (DLC).[8]

Il primo pacchetto è dedicato a Captain America: Civil War e include i seguenti personaggi: Capitan America, Iron Man Mark 46, Pantera Nera, Bucky Barnes, Falcon, War Machine, Scarlet Witch, Crossbones e Sharon Carter.[8]

Il secondo contenuto aggiuntivo è invece tratto dal film

Ant-ManModifica

Nel 1989 lo scienziato Hank Pym si dimette dallo S.H.I.E.L.D. dopo aver scoperto che l'agenzia ha tentato di replicare la sua formula per il restringimento, le Particelle Pym. Hank crede che la sua tecnologia sia pericolosa e giura di tenerla segreta. Nel presente, alcuni mesi dopo gli eventi di Sokovia, Pym è stato costretto a lasciare la propria azienda a sua figlia, Hope van Dyne, e al suo ex pupillo, Darren Cross. Quest'ultimo è vicino a perfezionare una tuta di contrazione di sua creazione, chiamata il Calabrone, che intende usare per scopi militari.

Intanto Scott Lang, ex-ingegnere elettronico, viene scarcerato dalla prigione ed è intenzionato a cominciare una nuova vita. Lang fa una visita a sorpresa a sua figlia Cassie, ma l'ex-moglie Maggie e il suo nuovo marito Jim Paxton, un poliziotto, lo rimproverano per non essere mai stato vicino alla figlia e lo cacciano. Incapace di tenersi un lavoro a causa della sua fedina penale, Lang accetta di unirsi alla banda del suo migliore amico Luis, per commettere un furto a casa di un vecchio ricco. Lang, grazie alle sue abili doti, irrompe in casa e apre la cassaforte, ma all'interno trova solo una strana tuta, che porta a casa. Dopo aver provato il costume, Lang si restringe accidentalmente alle dimensioni di un insetto. Terrorizzato da questa esperienza, Lang riporta il vestito nella casa, ma viene arrestato. Pym, il proprietario della casa, fa visita a Lang e lo aiuta a fuggire dalla cella con l'aiuto delle formiche.

Nella sua casa, Pym rivela di osservare Scott da tempo e di averlo manipolato per fargli rubare e provare la sua tuta, in modo che possa diventare il nuovo "Ant-Man" e rubare il Calabrone a Cross. Hope, che da tempo sta spiando Cross per conto del padre nonostante il difficile rapporto tra di loro, aiuta Lang ad allenarsi e a comunicare con le formiche, poiché teme quello che Cross potrebbe fare con la tecnologia restringente. Scott viene mandato a rubare un dispositivo nel nuovo quartier generale dei nuovi Avengers, dove si scontra brevemente e con successo con Falcon. Hope mostra rimorso verso il padre per la morte della madre, Janet, e così Pym rivela che Janet, nota come Wasp, si restrinse fino al limite per disinnescare un missile sovietico e scomparve in un regno quantico subatomico. Pym avverte Lang che potrebbe subire un destino simile se manomettesse il regolatore della sua tuta.

Cross perfeziona il Calabrone e ospita una cerimonia di inaugurazione nel suo quartier generale. Lang, insieme alla sua banda e uno sciame di formiche volanti, si infiltra nell'edificio durante l'evento, sabota i server della società e piazza degli esplosivi. Tuttavia quando tenta di rubare il Calabrone viene catturato da Cross, che intende vendere sia la tuta del Calabrone che la tuta di Ant-Man all'HYDRA, guidata da Mitchell Carson. Lang si libera e sconfigge gli agenti dell'HYDRA, ma Carson riesce a fuggire con una fiala di particelle restringenti. Lang si lancia all'inseguimento di Cross, mentre gli esplosivi si attivano facendo implodere l'edificio.

Cross indossa la tuta di Calabrone e affronta Lang, ma quest'ultimo viene arrestato da Paxton dopo aver imprigionato Cross in una zanzariera. Tuttavia, Cross si libera e prende Cassie in ostaggio per attirare Lang in un'altra lotta. Lang manomette il regolatore della tuta e si riduce a misura subatomica per penetrare nella tuta di Cross e sabotarla, uccidendolo. Lang scompare nel regno quantico, ma riesce a invertire gli effetti e ritorna nel mondo macroscopico. In segno di gratitudine per il suo eroismo, Paxton copre Lang per tenerlo fuori di prigione. Vedendo che Lang è sopravvissuto ed è tornato dal regno quantico, Pym si domanda se sua moglie sia viva. Più tardi, Lang si incontra con Luis, che lo informa che Sam Wilson lo sta cercando.

Il livello presenta undici nuovi eroi, più un livello basato su una sequenza del film. Il DLC Ant-Man Pack offre invece accesso ai seguenti supereroi: Ant-Man (Scott Lang), Ant-Man (Hank Pym), Ant-Thony (Formica Volante), Cassie Lang, Darren Cross, Scott Lang, Hank Pym, Hope Van Dyne, Luis, Wasp (Janet Van Dyne) e Calabrone.[8]

Il terzo contenuto è composto da 5 Pack livello ispirati ad

Black Panther (classico)Modifica

Black Panter insieme alla sorella Shuri devono impedire a Klaw e al Cavaliere Nero di rubare il Vibranio dal Wakanda.

Captain Marvel (classico)Modifica

Captain Marvel insieme a Captain America devono fermare un piano diabolico degli Skrull prima che distruggano il Mondo

I Signori del MaleModifica

Il Barone Zemo organizza una squadra di supercattivi (composta dal Cavaliere Nero, L'Uomo Radioattivo, L'incantatrice e Skurge L'Esecutore) per sconfiggere gli Avengers fallendo miseramente.

Doctor Strange (classico)Modifica

Il Dottore per sconfiggere il Barone Mordo e Dormammu si allea con Clea (nipote di Dormammu) prima che raggiungano la sua dimensione.

LEGO Agents of S.H.I.E.L.DModifica

Il Livello rivisita in versione LEGO il finale della Seconda Stagione nei panni del Agente May.

Inoltre è uscito un altro DLC basato su Spider-Man con 6 nuovi personaggi: Spider-Man, Spider-Man (Civil War), Iron Spider, Spider-Man (Miles Morales), Spider-Girl e Ragno Rosso

SviluppoModifica

AudioModifica

A differenza di LEGO Marvel Super Heroes, che ha usato il doppiaggio originale, LEGO Marvel's Avengers utilizza l'audio dai sei film presenti nel gioco, tra cui voce e musica, similmente a LEGO Il Signore degli Anelli, The LEGO Movie Videogame, LEGO Lo Hobbit, e LEGO Jurassic World.[9] Tuttavia, Clark Gregg, Cobie Smulders, Ashley Johnson e Hayley Atwell hanno registrato un dialogo addizionale per i loro rispettivi ruoli dei film[10], mentre il co-creatore della Marvel Stan Lee è tornato ad esprimere se stesso.[11] Robbie Daymond dà la voce a Rick Jones.[12] Lou Ferrigno dà la voce a se stesso; mentre Greg Miller dà la voce ad Aldrich Killian. I doppiatori italiani di Phil Coulson (Pasquale Anselmo), Maria Hill (Federica De Bortoli) e Captain America (Marco Vivio) sono tornati a doppiare i rispettivi personaggi del Marvel Cinematic Universe.

NoteModifica

  1. ^ Matt Cabral, Arthur Parsons Assembles 'Lego Marvel's Avengers, Marvel, 29 giugno 2015. URL consultato il 26 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 1º luglio 2015).
  2. ^ a b Tom Phillips, Lego Marvel's Avengers covers six Marvel films, su Eurogamer, 12 ottobre 2015. URL consultato il 12 ottobre 2015.
  3. ^ Mike Futter, Lego Marvel Avengers Delayed Into 2016, su Game Informer, 5 agosto 2015. URL consultato il 5 agosto 2015 (archiviato dall'url originale l'8 agosto 2015).
  4. ^ Lego Marvel's Avengers: Nuove immagini e data d'uscita spaziogames.it
  5. ^ Dean Takadashi, Lego Marvel’s Avengers is loaded with superheroes, villians, cities, and open-world gameplay, su Venturebeat, 9 dicembre 2015. URL consultato il 26 gennaio 2016.
  6. ^ LEGO Marvel's Avengers avrà oltre 100 nuovi personaggi spaziogames.it
  7. ^ Luke Brown, Kamala Khan, Jane Foster and More Join ‘Lego Marvel’s Avengers’ This January, su Comics Alliance, 5 agosto 2015.
  8. ^ a b c LEGO Marvel's Avengers ottiene i DLC gratuiti di Captain America Civil War a Ant Man spaziogames.it
  9. ^ [1]
  10. ^ Jonathan Dornbush, Lego Marvel's Avengers to include Phase 2, Agent Carter, more content, su Entertainment Weekly, 12 ottobre 2015. URL consultato l'11 novembre 2015.
  11. ^ [2]
  12. ^ Robbie Daymond Talks Sailor Moon and More

Voci correlateModifica