Apri il menu principale

Se la strada potesse parlare

Film del 2018 diretto da Barry Jenkins
Se la strada potesse parlare
Se la strada potesse parlare.jpg
KiKi Layne e Stephan James in una scena del film
Titolo originaleIf Beale Street Could Talk
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2018
Durata119 min
Rapporto2,00 : 1
Generedrammatico, sentimentale
RegiaBarry Jenkins
Soggettodal romanzo di James Baldwin
SceneggiaturaBarry Jenkins
ProduttoreAdele Romanski, Sara Murphy, Barry Jenkins, Dede Gardner, Jeremy Kleiner, Megan Ellison
Produttore esecutivoBrad Pitt, Sarah Esberg, Chelsea Barnard, Jillian Longnecker, Mark Ceryak, Caroline Jaczko
Casa di produzioneAnnapurna Pictures, Pastel Productions, Plan B Entertainment
Distribuzione in italianoLucky Red
FotografiaJames Laxton
MontaggioJoi McMillon, Nat Sanders
MusicheNicholas Britell
ScenografiaMark Friedberg
CostumiCaroline Eselin
TruccoRegina de Lemos
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Se la strada potesse parlare (If Beale Street Could Talk) è un film del 2018 scritto e diretto da Barry Jenkins.

La pellicola è l'adattamento cinematografico del romanzo del 1974 Se la strada potesse parlare, scritto da James Baldwin.

Indice

TramaModifica

Tish e Fonny raccontano la storia della loro vita vissuta nell'America degli anni '70. Tish, afroamericana diciannovenne in attesa del primogenito avuto con Fonny, si batte insieme alla sua famiglia per cercare di fare giustizia e scagionare Fonny, ingiustamente detenuto, dall'accusa di stupro nei confronti di una donna bianca. La falsa accusa di un poliziotto razzista, è stata architettata con la complicità della vittima, una donna psicolabile e facilmente manipolata dall'imperante sentimento razzista di quegli anni.

ProduzioneModifica

Il 10 luglio 2017 viene annunciato che Barry Jenkins avrebbe diretto un film basato sul romanzo Se la strada potesse parlare di James Baldwin.[1]

La sceneggiatura è stata scritta dallo stesso Jenkins nell'estate 2013, parallelamente a quella del film del 2016 Moonlight.[1]

PromozioneModifica

Il primo trailer del film viene diffuso il 2 agosto 2018.[2]

DistribuzioneModifica

Il film, presentato in anteprima al Toronto International Film Festival il 9 settembre 2018[3] e nell'ottobre alla Festa del Cinema di Roma 2018, è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 30 novembre 2018[4] ed in quelle italiane dal 24 gennaio 2019.[5]

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Justin Kroll, ‘Moonlight’ Director Barry Jenkins Sets Next Movie, Variety, 10 luglio 2017. URL consultato il 2 agosto 2018.
  2. ^   Annapurna Pictures, IF BEALE STREET COULD TALK, su YouTube, 2 agosto 2018. URL consultato il 2 agosto 2018.
  3. ^ (EN) Etan Vlessing, Toronto: Timothee Chalamet Starrer 'Beautiful Boy,' Dan Fogelman's 'Life Itself' Among Festival Lineup, The Hollywood Reporter, 24 luglio 2018. URL consultato il 2 agosto 2018.
  4. ^ (EN) Zack Sharf, ‘If Beale Street Could Talk’ First Trailer: Oscar Winner Barry Jenkins Returns After ‘Moonlight’ Breakout, indiewire.com, 2 agosto 2018. URL consultato il 2 agosto 2018.
  5. ^   Lucky Red, Se la strada potesse parlare - Trailer Italiano HD, su YouTube, 4 gennaio 2019. URL consultato il 4 gennaio 2019.
  6. ^ Andrea Francesco Berni, Oscar 2019: tutte le nomination, Roma e La Favorita candidati a 10 statuette!, badtaste.it, 22 gennaio 2019. URL consultato il 22 gennaio 2019.
  7. ^ Andrea Francesco Berni, Oscar 2019: Green Book miglior film, Alfonso Cuarón miglior regista. Tutti i vincitori!, su badtaste.it, 25 febbraio 2019. URL consultato il 25 febbraio 2019.
  8. ^ Karin Ebnet, Golden Globe 2019, tutte le nomination, Best Movie, 6 dicembre 2018. URL consultato il 6 dicembre 2018.
  9. ^ Andrea Francesco Berni, Golden Globes 2019: Bohemian Rhapsody e Green Book trionfano a sorpresa, tutti i vincitori!, badtaste.it, 7 gennaio 2019. URL consultato il 7 gennaio 2019.
  10. ^ (EN) AFI Awards 2018 Movies: ‘Black Panther’, ‘A Star Is Born’ & More; ‘Roma’ Scores Special Honor, deadline.com. URL consultato il 4 dicembre 2018.
  11. ^ a b c d Andrea Francesco Berni, Roma conquista i premi della critica di Chicago, Los Angeles, Toronto, New York, Philadelpha, badtaste.it, 10 dicembre 2018. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  12. ^ (EN) ‘First Reformed’ And ‘The Favourite’ Top Gotham Awards Nominations, su deadline.com, 18 ottobre 2018. URL consultato il 18 ottobre 2018.
  13. ^ Pierre Hombrebueno, National Board of Review 2018: trionfano Green Book e A Star is Born, Best Movie, 27 novembre 2018. URL consultato il 28 novembre 2018.
  14. ^ (EN) Dino-Ray Ramos, National Society Of Film Critics Names Chloe Zhao’s ‘The Rider’ As Best Picture, deadline.com, 5 gennaio 2019. URL consultato il 6 gennaio 2019.
  15. ^ Pierre Hombrebueno, New York Film Critics Circle Awards 2018: Roma vince 3 premi. Ethan Hawke è il Miglior Attore, Best Movie, 29 novembre 2018. URL consultato il 30 novembre 2018.
  16. ^ Pierre Hombrebueno, BAFTA 2019: tutte le candidature agli Oscar britannici. Dogman è nominato come Miglior Film Straniero, Best Movie, 9 gennaio 2019. URL consultato il 9 gennaio 2019.
  17. ^ Andrea Francesco Berni, BAFTA 2019: La Favorita domina le nomination agli Oscar inglesi, badtaste.it, 9 gennaio 2019. URL consultato il 9 gennaio 2019.
  18. ^ (EN) 2019 CRITICS CHOICE AWARDS NOMINATIONS: THE FULL LIST, Rotten Tomatoes, 10 dicembre 2018. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  19. ^ Pierre Hombrebueno, Critics’ Choice Awards 2019: Christian Bale batte Rami Malek. Qui tutti i vincitori, Best Movie, 14 gennaio 2019. URL consultato il 14 gennaio 2019.
  20. ^ Pierre Hombrebueno, Independent Spirit Awards 2019: svelate tutte le nomination, Best Movie, 16 novembre 2018. URL consultato il 16 novembre 2018.
  21. ^ Andrea Francesco Berni, Independent Spirit Awards 2019: Se la Strada Potesse Parlare è il miglior film, due premi a Suspiria, badtaste.it, 24 febbraio 2019. URL consultato il 24 febbraio 2019.
  22. ^ (EN) 2018 NOMINEES, pressacademy.com. URL consultato il 2 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2018).
  23. ^ (EN) Quendrith Johnson, ROMA, A STAR IS BORN, Set for Top Honors at 23rd Satellite™ Awards, pressacademy.com, 3 gennaio 2019. URL consultato il 19 gennaio 2019.
  24. ^ (EN) WRITERS GUILD: 2019 FILM NOMINATIONS ANNOUNCED, Rotten Tomatoes, 7 gennaio 2019. URL consultato l'8 gennaio 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica