Apri il menu principale

Abel Xavier

allenatore di calcio ed ex calciatore portoghese
Abel Xavier
Nazionalità Portogallo Portogallo
Altezza 189 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Squadra Mozambico Mozambico
Ritirato 22 dicembre 2009 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1990-1993Estrela Amadora85 (5)
1993-1995Benfica45 (4)
1995-1996Bari8 (0)
1996-1998Real Oviedo58 (0)
1998-1999PSV19 (2)
1999-2001Everton43 (0)
2001-2002Liverpool14 (1)
2002-2003Galatasaray11 (0)
2003-2004Hannover 965 (0)
2004-2005Roma3 (0)
2005-2007Middlesbrough18 (1)
2007-2009L.A. Galaxy21 (0)
Nazionale
1988-1989Portogallo Portogallo U-1614 (1)
1989Portogallo Portogallo U-176 (0)
1988-1990Portogallo Portogallo U-189 (0)
1990-1991Portogallo Portogallo U-209 (0)
1991-1994Portogallo Portogallo U-2121 (1)
1993-2002Portogallo Portogallo20 (2)
Carriera da allenatore
2013-2014Olhanense
2014-2015Farense
2015Desp. Aves
2016-Mozambico Mozambico
Palmarès
Transparent.png Mondiali Under-20
Oro Portogallo 1991
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Argento Francia 1994
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 26 gennaio 2016

Abel Luís da Silva Costa Xavier (Nampula, 30 novembre 1972) è un allenatore di calcio ed ex calciatore portoghese, di ruolo difensore, commissario tecnico della Nazionale mozambicana.

Indice

CarrieraModifica

ClubModifica

Iniziò la sua carriera in Portogallo, nel Clube de Futebol Estrela da Amadora, con cui disputò la sua prima stagione in Primeira Liga, la massima divisione portoghese: nell'anno del suo arrivo la squadra si piazzò al diciottesimo posto e venne retrocessa in Liga de Honra, dove restò per due anni; in tre anni Xavier collezionò 85 presenze e 5 reti.

Nel 1993 venne ceduto al Benfica, dove restò per due stagioni, vincendo anche il campionato portoghese, prima di passare in prestito al Bari nella stagione 1995-1996 per 500 milioni di lire.[1]

Dal 1996 al 1999 ha giocato per diverse squadre: Real Oviedo, PSV (con la quale vinse la Johan Cruijff Schaal) ed Everton. Con quest'ultima ha disputato due stagioni in Premier League, prima di essere ceduto agli avversari del Liverpool. Dopo aver passato un anno nella squadra inglese, militò per tre anni in tre squadre diverse (Galatasaray, Hannover e Roma).

Dopo aver trascorso qualche tempo senza un club, passò al Middlesbrough. Durante la sua militanza nel club venne accusato di aver usato steroidi e subì una pena di 18 mesi, ridotta a 12 mesi.[2]

Il 14 maggio 2007 firmò per i Los Angeles Galaxy, con i quali ha giocato due stagioni, collezionando più di 40 presenze, e terminando la sua carriera agonistica.

Il 23 dicembre 2009 ha annunciato il suo ritiro dal calcio e la sua conversione all'Islam, cambiando nome in Feisal.[3]

NazionaleModifica

Con la Nazionale di calcio del Portogallo ha partecipato al campionato d'Europa 2000, dove divenne uno dei punti di forza della difesa portoghese. A macchiare il suo europeo fu un controverso fallo di mano nella semifinale contro la Francia, che causò un calcio di rigore per gli avversari, poi realizzato da Zinédine Zidane, che eliminò il Portogallo. La scelta dell'assegnazione del rigore da parte dell'arbitro Günter Benkö, nonostante la sua limpidezza, fu contestata dai giocatori portoghesi, fino a portare all'espulsione proprio di Xavier per le ripetute proteste, poiché incredibilmente autoproclamatosi innocente, che gli costarono anche 9 mesi di squalifica da parte dell'UEFA per aver aggredito l'arbitro.[4]

Venne convocato anche per il campionato del mondo 2002, scendendo in campo solo nei minuti finali della partita della fase a gironi contro la Corea del Sud.

StatisticheModifica

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Portogallo
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
31-3-1993 Berna Svizzera   1 – 1   Portogallo Qual. Mondiali 1994 -   56’
28-4-1993 Lisbona Portogallo   5 – 0   Scozia Qual. Mondiali 1994 -
19-6-1993 Porto Portogallo   4 – 0   Malta Qual. Mondiali 1994 -
5-9-1993 Tallinn Estonia   0 – 2   Portogallo Qual. Mondiali 1994 -
22-4-1998 Londra Inghilterra   3 – 0   Portogallo Amichevole -
19-8-1998 Ponta Delgada Portogallo   2 – 1   Mozambico Amichevole -
10-10-1998 Porto Portogallo   0 – 1   Romania Qual. Euro 2000 -   84’
14-10-1998 Bratislava Slovacchia   0 – 3   Portogallo Qual. Euro 2000 1
18-11-1998 Setúbal Portogallo   2 – 0   Israele Amichevole -
5-6-1999 Lisbona Portogallo   1 – 0   Slovacchia Qual. Euro 2000 -   32’
9-10-1999 Lisbona Portogallo   3 – 0   Ungheria Qual. Euro 2000 1   46’
29-3-2000 Leiria Portogallo   2 – 1   Danimarca Amichevole -   81’
26-4-2000 Reggio Calabria Italia   2 – 0   Portogallo Amichevole -
12-6-2000 Eindhoven Portogallo   3 – 2   Inghilterra Euro 2000 - 1º Turno -
28-6-2000 Bruxelles Francia   2 – 1 gg   Portogallo Euro 2000 - Semifinale -
28-2-2001 Funchal Portogallo   3 – 0   Andorra Qual. Mondiali 2002 -
25-4-2001 Saint-Denis Francia   4 – 0   Portogallo Amichevole -   51’
17-4-2002 Lisbona Portogallo   1 – 1   Brasile Amichevole -
25-5-2002 Macao Cina   0 – 2   Portogallo Amichevole -   46’
14-6-2002 Incheon Portogallo   0 – 1   Corea del Sud Mondiali 2002 - 1º Turno -   73’
Totale Presenze 20 Reti 2

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

Estrela Amadora: 1992-1993
Benfica: 1993-1994
PSV: 1998
Liverpool: 2001

Competizioni internazionaliModifica

Liverpool: 2001

NoteModifica

  1. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 12 (1995-1996), Panini, 23 luglio 2012, p. 5.
  2. ^ Notizie di sport, su repubblica.it, GEDI Gruppo Editoriale S.p.A., 12 luglio 2006. URL consultato il 3 giugno 2019 (archiviato il 4 marzo 2016).
  3. ^ (EN) Abel Xavier Quits Football And Converts To Islam - Goal.com, 24 dicembre 2009
  4. ^ Dura stangata al Portogallo - La Gazzetta dello Sport, 3 luglio 2000

Collegamenti esterniModifica