Apri il menu principale

Albinese Calcio

squadra calcistica italiana
Albinese Calcio
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Bianco, blu
Dati societari
Città Albino (Italia)
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Fondazione 1919
Scioglimento1998
Presidente Paolo Camozzi
Stadio Stadio John Fitzgerald Kennedy
(1.000 posti)
Palmarès
Scudetti 0
Trofei nazionali 0
Trofei internazionali 0
Si invita a seguire il modello di voce

L'Albinese Calcio è stata una società calcistica con sede ad Albino. Fondata nel 1919, giocò un campionato professionistico per poi fondersi con il Leffe, creando così l'Unione Calcio AlbinoLeffe. Dal 2002 è nata la Nuova Albinese, con l'iscrizione al campionato bergamasco di Terza Categoria. Nell'estate 2014 la Nuova Albinese si è fusa con il Gandino andando a formare l'AlbinoGandino, che nella stagione 2014-2015 è giunto terzo in Promozione Lombardia perdendo poi la finale playoff contro la Ghisalbese per 3-2.

StoriaModifica

Gli alboriModifica

Il calcio approda in Val Seriana dopo la Prima guerra mondiale. Era il 1919 quando alcuni appassionati di questo sport fondarono ad Albino il Circolo Sportivo Falco, nome derivante dall'aereo di Gabriele D'Annunzio che volò su Vienna per lanciare manifestini patriottici nella Grande Guerra. Il campo di gioco sorse inizialmente sull'area antistante le scuole elementari, in Piazza dei Caduti; in seguito la squadra disputo le gare casalinghe al "Centro Sportivo Comunale" in via Madonna del Pianto. Trentacinque anni più tardi, nel 1954, venne fondata un'altra formazione nel piccolo centro industriale all'inizio della valle: la Unione Sportiva Fulgor, formazione oratoriana fondata da Don Cristoforo Rossi che divenne il centro di aggregazione per i ragazzi della comunità.

La Fulgor si iscrisse ai campionati provinciali FIGC all'inizio della stagione 1957-1958 partendo dalla Seconda Divisione provinciale ed ottenendo la promozione in Seconda categoria nel 1960-1961.

Il derby con la Falco fu giocato per 4 stagioni consecutive a partire dal 1964-1965, prima della definitiva fusione delle due compagini.

La nascita dell'AlbineseModifica

Nel 1969 Falco e Fulgor, dopo un referendum popolare con la maggior parte dei votanti a favore (85%), si fusero creando la Polisportiva Albinese. Primo presidente della società è Pierino Remigi, il campo di gioco è lo stadio Kennedy mentre la sede trova posto presso l'oratorio Papa Giovanni XXIII nella casa dell'allora curato e direttore Don Pietro (Pierino) Corvo.

L'approdo ai professionisti e la fusioneModifica

La prima affermazione degna di nota viene ottenuta nel 1989, quando la società seriana viene promossa nel Campionato Nazionale Dilettanti. Due anni più tardi l'Albinese di Marco Falsettini si classifica al primo posto nel proprio girone e viene promossa in Serie C2. Nella stagione 1997-1998 la società giunge al 5º posto, disputando i play-off per la promozione in Serie C1.

Il risultato raggiunto in quella stagione rimarrà il punto più alto dell'Albinese, in quanto nell'estate del 1998 viene decisa la fusione con il Leffe, dando così vita all'AlbinoLeffe.

CronistoriaModifica

Cronistoria dell'Albinese
  • 1919 - Nasce il Circolo Sportivo Falco di Albino.
  • 1920 - Si iscrive al Campionato Bergamasco indetto dall'U.S. Bergamasca in ambito U.L.I.C..
  • 1920-1921 - nella Seconda Categoria U.L.I.C. bergamasca.[1]
  • 1921-1922 - Campionato non organizzato, attività calcistica in ambito locale.
  • 1922 - Si affilia al neocostituito Comitato U.L.I.C. di Bergamo[2].
  • 1922-1923 - 4° nel girone unico della Prima Categoria U.L.I.C. bergamasca.
  • 1923 - In seno al C.S. Falco viene formata la squadra dei ragazzi che viene chiamata Giovani Calciatori Albinesi. Dopo ripetuti episodi di violenza in campo il C.S. Falco fu invitato dai dirigenti U.L.I.C. di Torino a non iscrivere gli Albinesi alla stagione 1924-25.
  • 1923-1924 - ?? nel girone B della Prima Categoria U.L.I.C. bergamasca. Albinesi ultimi su 7.
  • 1924-1925 - 1° nel girone B della Prima Categoria U.L.I.C. bergamasca, è ammessa al girone di finale. 1° alla finale, battendo allo spareggio di Bergamo (alla Clementina, campo Atalanta) 1-0 l'Aurora di Lovere,[3] è campione bergamasco di Prima Categoria ed ammesso alle finali regionali. Superato al terzo turno di semifinale 1-2 dai G.C. Bresciani.
  • 1925-1926 - 1° nel girone B della Prima Categoria U.L.I.C. bergamasca, non è ammesso alla finale perché riconosciuto colpevole di professionismo avendo pagato alcuni giocatori. È escluso da ogni manifestazione uliciana: acquista un pulmino e disputa diversi incontri amichevoli con squadre affiliate alla F.I.G.C..
  • 1926 - Rifonda la squadra ragazzi a nome Giovani Calciatori Albinesi e la iscrive al campionato di Prima Categoria U.L.I.C. bergamasca.
  • 1926-1927 - ?? nel girone B della Prima Categoria U.L.I.C. bergamasca.
  • 1927 - A luglio l'U.L.I.C. diventa "Sezione Autonoma di Propaganda F.I.G.C.".
  • 1927-1928 - 2° nel girone A della Prima Categoria U.L.I.C. bergamasca, avendo perso 1-4 lo spareggio per il 1º posto contro l'Orobico di Bergamo.
  • 1928 - Si affilia alla F.I.G.C. con denominazione C.S. Falco iscrivendosi al campionato di Terza Divisione.
  • 1928-1929 - 1° nel girone A della Terza Divisione lombarda, ammesso alle finali Nord. 1° nel girone B delle finali Nord, promosso in Seconda Divisione Nord.
  • 1929-1930 - 10° nel girone C della Seconda Divisione Nord. La Seconda Divisione viene declassata a Campionato Regionale.
  • 1930-1931 - 5° nel girone C della Seconda Divisione lombarda.
  • 1931-1932 - 10° nel girone C della Seconda Divisione lombarda.
  • 1932-1933 - 4° nel girone D della Seconda Divisione lombarda, avendo perso 0-1 lo spareggio contro l'Orceana.
  • 1933 - Rinuncia alla Seconda Divisione e si iscrive in Terza Divisione.
  • 1933-1934 - 1° nel girone D della Terza Divisione lombarda, rinuncia a disputare le finali per la promozione in Seconda Divisione.
  • 1934 - Non rinnova l'affiliazione alla F.I.G.C.: inattivo fino al 1938.
  • 1938 - Si affilia alla F.I.G.C. con la nuova denominazione Associazione Sportiva Falco ed è ammesso a disputare la Prima Divisione lombarda.
  • 1938-1939 - 6° nel girone C della Prima Divisione lombarda.
  • 1939-1940 - 8° nel girone F della Prima Divisione lombarda.
  • 1940-1941 - Inserito nel girone G della Prima Divisione lombarda rinuncia al campionato alla 2ª giornata di ritorno.
  • 1941/1943 - Inattivo. Nel 1944 si riaffilia con la vecchia denominazione C.S. Falco e si iscrive al torneo misto Serie C-Prima Divisione indetto dal Direttorio II Zona Lombardia.
  • 1943-1944 - 3° nel girone E del Torneo Misto Serie C-Prima Divisione organizzato dal Direttorio II Zona Lombardia.
  • 1944-1945 - Inattivo causa eventi bellici. Alla ripresa ottiene l'ammissione alla Serie C Alta Italia.
  • 1945-1946 - 7° nel girone G di Serie C Alta Italia.
  • 1946-1947 - 9° nel girone F della Lega Nord di Serie C.
  • 1947 - Non rinnova l'affiliazione alla Lega Interregionale Nord e si scioglie.
  • 1949 - Rinasce da zero affiliandosi alla F.I.G.C. il 20 agosto, sempre con la medesima denominazione; sede: Caffè Garibaldi, Albino.[4]
  • 1949-1950 - 2° nel girone bergamasco A della Seconda Divisione Lombarda, avendo perso lo spareggio promozione contro la Nossese. Ripescato in Prima Divisione a completamento organici.
  • 1950-1951 - 2° nel girone B della Prima Divisione Lombarda.
  • 1951-1952 - 5° nel girone B della Prima Divisione Lombarda. Passa nella nuova Promozione Regionale per ripescaggio.
  • 1952-1953 - 12° nel girone B della Promozione Lombarda.
  • 1953-1954 - 11° nel girone A della Promozione Lombarda.
  • 1954-1955 - 14° nel girone A della Promozione Lombarda. Retrocessa in I Divisione.
  • 1955-1956 - 9° nel girone B della I Divisione Lombarda.
  • 1956-1957 - 3° nel girone B della I Divisione Lombarda.
  • 1957-1958 - 7° nel girone A della I Divisione Lombarda.
  • 1958-1959 - 1° nel girone B della I Divisione Lombarda. Promossa in Prima Categoria.
  • 1959-1960 - 9° nel girone A della Prima Categoria lombarda.
  • 1960-1961 - 14° nel girone A della Prima Categoria lombarda, retrocede in Seconda Categoria lombarda.
  • 1961-1962 - 1° nel girone B della Seconda Categoria lombarda, è promosso in Prima Categoria lombarda.
  • 1962-1963 - 14° nel girone D della Prima Categoria Lombarda, retrocede in Seconda Categoria lombarda.
  • 1963-1964 - 13° nel girone C della Seconda Categoria lombarda, retrocede in Terza Categoria. In seguito è riammesso a completamento organici.
  • 1964-1965 - 12° nel girone C della Seconda Categoria lombarda, retrocede in Terza Categoria. In seguito è riammesso a completamento organici.
  • 1965-1966 - 14° nel girone C della Seconda Categoria lombarda.
  • 1966-1967 - 11° nel girone C della Seconda Categoria lombarda.
  • 1967-1968 - 13° nel girone B della Seconda Categoria lombarda, retrocede in Terza Categoria del Comitato Provinciale di Bergamo.
  • 1968-1969 - 5° nel girone C della Terza Categoria bergamasca.
  • 1969 - Si fonde con la Società Sportiva Fulgor di Albino, promossa in Prima Categoria dalla Seconda gir. C, e diventa Polisportiva Albinese.
  • 1969-1970 - 5ª nel girone A della Prima Categoria lombarda.
  • 1970-1971 - 2ª nel girone B della Prima Categoria lombarda.
  • 1971-1972 - 2ª nel girone B della Prima Categoria lombarda, avendo perso 1-3 l'8 giugno 1972 lo spareggio a Zingonia contro la Alfonso Casati di Arcore.
  • 1972-1973 - 1ª nel girone B della Prima Categoria lombarda, è promossa in Promozione lombarda.
  • 1973-1974 - 1ª nel girone B della Promozione lombarda, perde gli spareggi per la Serie D: pareggia 1-1 col Biassono ed è sconfitta 1-2 dalla Rhodense.
  • 1974-1975 - 8ª nel girone B della Promozione lombarda.
  • 1975-1976 - 2ª nel girone B della Promozione lombarda.
  • 1976-1977 - 11ª nel girone B della Promozione lombarda.
  • 1977-1978 - 3ª nel girone B della Promozione lombarda.
  • 1978-1979 - 10ª nel girone B della Promozione lombarda.
  • 1979-1980 - 12ª nel girone B della Promozione lombarda.
  • 1980-1981 - 16ª nel girone B della Promozione lombarda, retrocede in Prima Categoria lombarda.
  • 1981-1982 - 1ª nel girone D della Prima Categoria lombarda, è promossa in Promozione lombarda.
  • 1982-1983 - 3ª nel girone B della Promozione lombarda.
  • 1983-1984 - 12ª nel girone B della Promozione lombarda.
  • 1984-1985 - 8ª nel girone B della Promozione lombarda.
  • 1985-1986 - 11ª nel girone B della Promozione lombarda.
  • 1986-1987 - 10ª nel girone C della Promozione lombarda.
  • 1987-1988 - 8ª nel girone C della Promozione lombarda.
  • 1988-1989 - 4ª nel girone D della Promozione lombarda. Cambia denominazione in Pol. Albinese Calcio.
  • 1989-1990 - 1ª nel girone C della Promozione lombarda, è promossa al Campionato Interregionale.
  • 1990-1991 - 10ª nel girone C dell'Interregionale.
  • 1991-1992 - 12ª nel girone B dell'Interregionale. Cambia denominazione in Albinese Calcio.
  • 1992-1993 - 11ª nel girone B del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1993-1994 - 6ª nel girone C del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1994-1995 - 11ª nel girone C del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1995-1996 - 7ª nel girone C del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1996-1997 - 1ª nel girone C del Campionato Nazionale Dilettanti, è promossa in Serie C2. Cambia denominazione in Albinese Calcio S.r.l..
  • 1997-1998 - 5ª nel girone A della Serie C2.
  • 1998 - Si fonde con il Leffe nella Unione Calcio AlbinoLeffe.
  • 2012-2013 - nel girone B della Seconda Categoria Bergamo.

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

1996-1997 (girone C)

Competizioni regionaliModifica

1973-1974 (girone B), 1989-1990 (girone C)
1972-1973 (girone B), 1981-1982 (girone D)
1933-1934 (girone D)
1961-1962 (girone B)

Altri piazzamentiModifica

Secondo posto: 1975-1976 (girone B)
Terzo posto: 1977-1978 (girone C), 1982-1983 (girone C)
Secondo posto: 1950-1951 (girone B)
Semifinalista: 1996-1997 (finalista della Fase C.N.D.)

NoteModifica

  1. ^ Risultati pubblicati dal quotidiano sportivo La Gazzetta dello Sport conservato presso la Biblioteca nazionale braidense di Milano nella Sezione Microfilm.
  2. ^ Il quotidiano bergamasco "Il Popolo" (a Bergamo Alta, Biblioteca Angelo Mai) ha pubblicato i risultati e i comunicati ufficiali con gli squalificati.
  3. ^ Il settimanale bergamasco "Il Fischietto" (a Bergamo Alta, Biblioteca Angelo Mai) ha pubblicato i risultati e i comunicati ufficiali con gli squalificati. I Comunicati successivi sono stati pubblicati dai giornali La Voce del Popolo e da L'Eco di Bergamo.
  4. ^ Dati, categorie, ripescaggi e classifiche ufficiali sono state tratte dai Comunicati Ufficiali conservati presso il Comitato Regionale Lombardia della F.I.G.C. L.N.D. in Via Pitteri 95/2 a Milano.

BibliografiaModifica

  • Tutto il calcio bergamasco di Pietro Serina (dalla stagione 1983-84 ad oggi) varie case editrici.
  • Bergamo in campo - 1905-1994: il nostro calcio, i suoi numeri di Pietro Serina (Impronta Edizioni, Zanica).

Voci correlateModifica