Apri il menu principale

Atletica leggera ai Giochi della XXII Olimpiade - Pentathlon

Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
Pentathlon
Mosca 1980
Informazioni generali
Luogo Stadio Lenin di Mosca
Periodo 24 luglio 1980
Partecipanti 19
Podio
Medaglia d'oro Nadežda Tkachenko URSS URSS
Medaglia d'argento Olga Rukavichnikova URSS URSS
Medaglia di bronzo Olga Kuragina URSS URSS
Edizione precedente e successiva
Montréal 1976 Ultima apparizione
Atletica leggera ai
Giochi di Mosca 1980
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini donne
800 metri uomini donne
1500 metri uomini donne
5000 metri uomini
10000 metri uomini
3000 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/100 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini
Marcia 20 km uomini
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini
Lancio del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Pentathlon donne

Il pentathlon ha fatto parte del programma femminile di atletica leggera ai Giochi della XXII Olimpiade. La competizione si è svolta il 24 luglio 1980 allo Stadio Lenin di Mosca.

L'eccellenza mondialeModifica

Camp.ssa olimpica 1976 4745   Sigrun Siegl Solo Lungo
Camp.ssa europea 1978 4744   Nadežda Tkachenko Presente
Primatista mondiale 4856 (1980)   Olga Kuragina Presente

RisultatiModifica

La sovietica Tkachenko stabilisce il proprio primato personale in ben quattro delle cinque prove (non si migliora solo nell'alto, dove ha un personale di 1,86). Grazie alla sua prestazione eccezionale conquista l'oro con il nuovo record del mondo.

Pos Paese Atleta Punti
    URSS Nadežda Tkachenko 5083  
CORSE
100 ost. 13"29
800 m: 2'05"20
CONCORSI
Alto: 1,84
Peso: 16,84
Lungo: 6,73
    URSS Olga Rukavichnikova 4937
    URSS Olga Kuragina 4875

La Tkachenko viene da una brutta storia di doping. Nel 1978, infatti, si era vista revocare il titolo europeo di Pentathlon per essere risultata positiva. Fu anche sospesa dall'attività internazionale per 18 mesi.