Barni Racing

squadra motociclistica con sede in Italia
Barni Racing
Motociclismo IlmorX3-003.png
PaeseItalia Italia
Nome completoBarni Racing
CategorieCIV Superbike
Superstock 1000
Superbike
SedeVia Venezia, 1 - 24040 Calvenzano (BG)
Team managerMarco Barnabò
Piloti nel 2019
CIV SuperbikeItalia Michele Pirro
Italia Alex Bernardi
SuperbikeItalia Michael Ruben Rinaldi
Moto nel 2019Ducati Panigale V4 R
Pneumatici nel 2019Pirelli
Campioni del Mondo
Superstock 10002014 - Argentina Leandro Mercado

Barni Racing è una squadra motociclistica con sede in Italia nata nel 1996 con il nome di team Spring. All'epoca della nascita, i titolari della squadra erano Marco Barnabò (tuttora team manager) e il pilota Matteo Colombo.

StoriaModifica

La squadra è stata negli anni principalmente impegnata in competizioni di livello nazionale come il CIV e l'italiano Sport Production e in trofei mono-marca Ducati. Da sempre legato alle moto della casa di Borgo Panigale, la squadra ha utilizzato per alcune stagioni anche moto Honda e Suzuki. Nel biennio 1996/97 la squadra partecipa come wild card ad alcune gare del campionato europeo Supersport e nella stagione successiva a una gara del mondiale Supersport senza ottenere punti iridati.[1][2]

Nel 2004 e nel 2005, la squadra partecipa al campionato mondiale Endurance con una Ducati 999 classificandosi rispettivamente al 23º e al 14º posto finale. Da ricordare il 5º posto alla 200 miglia di Vallelunga del 2005.[3][4] Dalla stagione 2006 Matteo Colombo abbandona l'attività agonistica che da 10 anni portava avanti con la squadra, affiancato di volta in volta da altri piloti italiani e nel 2009 la squadra cambia nome per scegliere l'attuale denominazione di "Barni Racing". Il 2009 è anche l'anno in cui la squadra sfiora la conquista dei titoli italiani Superstock e Superbike grazie al secondo posto di Luca Conforti nella Superbike e al terzo di Domenico Colucci nella Stock 1000. Nel 2010 partecipa al campionato italiano Superbike con quattro Ducati 1098R affidate a Lorenzo Mauri, Stefano Cruciani, Luca Conforti e Alessandro Polita.[5] Polita vince il titolo piloti con una gara d'anticipo rispetto al termine della stagione, avanzando di 41 punti il compagno di squadra Cruciani.[6]

Nel 2011, con il supporto del team Italia e della Federazione Motociclistica Italiana, partecipa alla Superstock 1000 FIM Cup ed al campionato Italiano Velocità categoria Stock 1000 affidando la Ducati 1098R a Danilo Petrucci che, nella Stock 1000 sfiora il titolo di campione arrivando a tre punti dall'altro ducatista Davide Giugliano.[7] Sempre nella stessa stagione continua la partecipazione al campionato italiano Superbike con il riconfermato Alessandro Polita e con Matteo Baiocco, che ottengono anche delle Wild card per partecipare ad alcune gare del mondiale Superbike riuscendo ad ottenere entrambi qualche punto. Nel 2012 il team partecipa alla Superstock 1000 FIM Cup affidando la Ducati Panigale R agli italiani Lorenzo Savadori e Eddi La Marra, che chiuderanno la stagione rispettivamente quinto e secondo in classifica, andando a vincere una gara a testa. Per quanto concerne il campionato Italiano Velocità i piloti sono Matteo Baiocco e Luca Conforti. Baiocco è campione italiano classe Superbike oltre a partecipare ad alcune gare del mondiale Superbike raccogliendo otto punti.[8]

Nel 2013 la squadra non partecipa al mondiale Superbike, mentre partecipa alla Superstock 1000 FIM Cup sempre con motociclette Ducati affidandole agli italiani Eddi La Marra e Niccolò Canepa. La Marra, pur chiudendo la stagione al settimo posto, sarà capace di far sua una gara, il Gran Premio d'Olanda ad Assen[9] mentre Canepa, pur non vincendo gare, si laurea vice-campione di categoria con sei piazzamenti a podio in dieci gare. Nel campionato Italiano Velocità i piloti schierati sono Ivan Goi e Kevin Calia, che chiudono la stagione rispettivamente al quarto e al nono posto in classifica.

Nel 2014 la partecipazione al mondiale Superbike è limitata a un paio di wild card per Ivan Goi mentre nella Superstock 1000 FIM Cup vengono schierate due moto affidate all'argentino Leandro Mercado e al ceco Ondřej Ježek. Proprio Mercado porta alla squadra il primo titolo della sua storia, superando all'ultima gara stagionale l'italiano Lorenzo Savadori.[10] Ježek chiude sesto in classifica con una vittoria all'attivo. Sul fronte del campionato Italiano Velocità i piloti schierati sono l'italiano Ivan Goi e il sammarinese Manuel Poggiali. Proprio Goi si laurea campione italiano classe Superbike. Nel 2015 la squadra fa il suo esordio come compagine titolare nel campionato mondiale Superbike, schierando una Ducati Panigale R affidata all'argentino, già campione della Superstock 1000 FIM Cup, Leandro Mercado. Mercado porta a termine una stagione regolare, nella quale riesce a totalizzare 142 punti che gli valgono l'ottavo posto finale. Risulta inoltre il secondo ducatista in classifica finale, solo il gallese Chaz Davies sulla Ducati ufficiale, ottiene più punti. Nella Superstock 1000 FIM Cup le due moto vengono affidate al confermato Ondřej Ježek e al tedesco Marc Moser. Chiudono la stagione rispettivamente al quinto e tredicesimo posto, senza ottenere vittorie in gara.

Nel 2016 l'unica Ducati Panigale R del team nel campionato mondiale Superbike viene affidata allo spagnolo Xavi Forés, mentre nella Superstock 1000 FIM Cup viene schierata un'unica moto, affidata all'italiano Emanuele Pusceddu. Per quanto concerne il campionato mondiale Superbike, Forés chiude la stagione al nono posto in classifica piloti, con 151 punti all'attivo. Da segnalare il terzo posto in Gara 2 nel Gran Premio di Germania dove lo spagnolo ottiene anche il giro più veloce.[11] Nella Superstock 1000 FIM Cup invece Pusceddu non ottiene punti validi per il campionato.

Nel 2017 la squadra partecipa nuovamente al mondiale Superbike con la Ducati Panigale R affidata al confermato Xavi Forés. Non viene schierata alcuna moto nella Superstock 1000 FIM Cup. Per quanto concerne il CIV Superbike, al confermato Michele Pirro e a Matteo Ferrari viene affiancato il giovane, classe 97, Samuele Cavalieri.[12] Nel 2018 la squadra è nuovamente impegnata sul mondiale Superbike e sul CIV Superbike, con gli stessi tre piloti della stagione precedente. In occasione del Gran Premio d'Argentina, grazie al secondo posto ottenuto in gara 2, Xavi Forés vince il trofeo Indipendenti.[13] Al termine della stagione Forés è settimo in classifica piloti mentre la squadra è quinta nella classifica riservata ai team.[14] Per quanto concerne la Superstock 1000 la presenza di Barni si limita alle due gare in territorio italiano con i piloti wild card Samuele Cavalieri e Matteo Ferrari, quest'ultimo ottiene un'affermazione a Imola.[15] Nel CIV Pirro è nuovamente campione, Ferrari si piazza secondo e Cavalieri nono. Nel 2019 la squadra mette in pista la Ducati Panigale a quattro cilindri affidandola a Michele Pirro e Alex Bernardi nel CIV e a Michael Ruben Rinaldi nel mondiale Superbike.[16] Pirro si conferma campione italiano Superbike mentre Rinaldi chiude tredicesimo nel mondiale e sesto nel trofeo Indipendenti risultando, in un paio di occasioni, il miglior pilota Ducati al traguardo.[17]

NoteModifica

  1. ^ (FR) Vincent Glon, Classifica dell'europeo Supersport 1996, su racingmemo.free.fr, Racingmemo, 23 aprile 2011.
  2. ^ (FR) Vincent Glon, Classifica dell'europeo Supersport 1997, su racingmemo.free.fr, Racingmemo, 23 aprile 2011.
  3. ^ (FR) Vincent Glon, Classifica del mondiale Endurance 2004, su racingmemo.free.fr, Racingmemo, 23 aprile 2011.
  4. ^ (FR) Vincent Glon, Classifica del mondiale Endurance 2005, su racingmemo.free.fr, Racingmemo, 23 aprile 2011.
  5. ^ Redazione Perugiatiming, CIV 2011 Vallelunga- Risultati in Gara, su perugiatiming.com, Federazione Italiana Motociclismo, 18 aprile 2010.
  6. ^ Redazione Perugiatiming, CIV 2010 - Classifica piloti, su perugiatiming.com, Federazione Italiana Motociclismo, 17 ottobre 2010.
  7. ^ (EN) Redazione Worldsbk, STK1000 2011 - Championship Standings (PDF), su worldsbk.com, Dorna Sports S.L., 16 ottobre 2011.
  8. ^ (EN) Redazione Worldsbk, STK1000 2012 - Championship Standings (PDF), su worldsbk.com, Dorna Sports S.L., 14 ottobre 2012.
  9. ^ (EN) Redazione Worldsbk, STK1000 2013 Assen - Results Race (PDF), su worldsbk.com, Dorna Sports S.L., 28 aprile 2013.
  10. ^ Adriano Bestetti, FIM Superstock 1000, Mercado campione in Francia: "Un weekend pazzesco!", su motoblog.it, Triboo Media S.r.l., 6 ottobre 2014.
  11. ^ Redazione Gpone, Lausitzring, festa per Forés: "podio doppiamente meritato", su gpone.com, Buffer Overflow S.r.l., 18 settembre 2016.
  12. ^ Redazione Civ, Il Barni Racing Team torna in pista per la stagione 2017 del CIV SBK, su civ.tv, Federazione Italiana Motociclismo, 17 febbraio 2017.
  13. ^ Lorenzo Moro, Villicum, Gara 2: ancora Rea davanti a tutti, ma Forés è secondo e campione Indipendenti, su it.motorsport.com, Motorsport Network, 14 ottobre 2018.
  14. ^ (EN) Redazione Worldsbk, Superbike 2018 - Teams Standings (PDF), su worldsbk.com, Dorna Sports S.L., 27 ottobre 2018.
  15. ^ Nicolas Patrini, STK 1000: Matteo Ferrari vola con la Ducati a Imola, su motociclismo.it, Editorialie Edisport S.r.l., 13 maggio 2018.
  16. ^ Redazione Dueruote, A Verona il Barni Racing Team lancia la sfida, su dueruote.it, Editoriale Domus S.p.A., 29 gennaio 2019.
  17. ^ (EN) Redazione Worldsbk, SBK 2019 - Championship Standings (PDF), su worldsbk.com, Dorna Sport S.L., 26 ottobre 2019.

Collegamenti esterniModifica