Apri il menu principale
Massimo Roccoli
Massimo Roccoli, Lorenzo by Leoni, WSBK, R1 2011, Sam Tickell.jpg
Nazionalità Italia Italia
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera in Supersport
Esordio 2004
Miglior risultato finale
Gare disputate 109
Gare vinte 1
Podi 3
Punti ottenuti 565
Giri veloci 1
Carriera in Superbike
Esordio 2005
Miglior risultato finale 40º
Gare disputate 4
Punti ottenuti 1
Carriera nel Motomondiale
Esordio 2012
Gare disputate 1
 

Massimo Roccoli (Rimini, 27 novembre 1984) è un pilota motociclistico italiano, sei volte campione italiano della classe supersport.

CarrieraModifica

Esordisce nel campionato mondiale Supersport nel 2004, correndo i Gran Premi di Misano Adriatico, Monza e Magny-Cours in qualità di wildcard a bordo di una Yamaha YZF-R6, ottenendo 15 punti. Nello stesso anno corre un altro Gran Premio in qualità di wildcard nella Superstock 1000 FIM Cup a bordo di una Yamaha YZF-R1, ottenendo 11 punti.

Dopo aver concluso in 5ª posizione con 119 punti la Superstock 1000 FIM Cup nel 2005 e aver partecipato nello stesso anno al Gran Premio di Silverstone nel mondiale Superbike con il team Italia Lorenzini by Leoni al posto di Gianluca Vizziello (in entrambe le categorie ha corso a bordo di una Yamaha YZF-R1), nel 2006 diventa pilota titolare nel mondiale Supersport, ingaggiato dal team Yamaha Italia, che gli affida una Yamaha YZF-R6; il suo compagno di squadra è Gianluca Vizziello. Ottiene una vittoria a Misano Adriatico e termina la stagione al 6º posto con 96 punti.

Nel 2007 resta nello stesso team, ed ottiene un terzo posto a Brands Hatch e termina la stagione al 6º posto con 90 punti. Nel 2008 ottiene come miglior risultato un sesto posto a Magny-Cours e termina la stagione al 12º posto con 58 punti. Contestualmente alle sue apparizioni in competizioni mondiali, dal 2006 al 2008 vinse il titolo nel campionato Italiano Velocità della classe Supersport. Nel 2009 passa a guidare la Honda CBR600RR del team Intermoto Czech, con compagno di squadra Patrik Vostárek. Ottiene un terzo posto a Misano Adriatico e termina la stagione all'11º posto con 70 punti. Nel 2010 resta nello stesso team, con compagno di squadra Gino Rea. Ottiene come miglior risultato un quarto posto a Magny-Cours e termina la stagione all'8º posto con 84 punti. Nel 2011 passa alla guida della Kawasaki ZX-6R del team Lorenzini by Leoni, con compagno di squadra Vittorio Iannuzzo, terminando al 10º posto con 71 punti in classifica generale.

Nel 2012 inizia la stagione nel team Bike Service a bordo di una Yamaha YZF R6, ma dopo il GP di Donington viene sostituito da Andrea Antonelli. Corre a Misano Adriatico in sostituzione dell'infortunato Vladimir Leonov nel team Yakhnich Motorsport. Nello stesso anno corre nella classe Moto2 del motomondiale il Gran Premio d'Italia sulla Bimota HB4 del team Desguaces La Torre SAG, al posto di Damian Cudlin. Torna a correre nel mondiale Supersport a Brno, chiamato a sostituire Roberto Anastasia, sulla Honda CBR600RR del team KUJA Racing, mentre a partire dal Nürburgring corre per il team PATA by Martini alla guida di una Yamaha. Nel 2014 torna nel campionato italiano nella categoria Supersport, alla guida della MV Agusta F3 del team Laguna Moto Racing, ottenendo nel corso della stagione cinque vittorie ed un terzo posto nelle dieci gare in calendario, concludendo il campionato al 2º posto con 167 punti, a 2 punti dal vincitore (Federico Caricasulo con 169 punti).

Nel 2015 continua nel campionato italiano Supersport con il team Laguna Moto Racing e con la F3 675 come motocicletta. Il responso di fine stagione lo vede ottenere 4 vittorie, 2 secondi e 1 terzo posto, per un totale di 168 punti, che gli valgono la vittoria finale, ottenuta con due gare di anticipo rispetto alla conclusione della stagione. Con questa vittoria Roccoli raggiunge il quarto titolo nel CIV, tutti ottenuti nella categoria Supersport. Torna a disputare una gara mondiale nel 2016 quando partecipa, in sella alla MV Agusta F3 675 del team ufficiale, alla gara finale in Qatar del mondiale Supersport, chiude la gara al nono posto e ventisettesimo in classifica mondiale.

Nel 2017 torna nel mondiale Superbike per disputare, in qualità di pilota sostitutivo, il Gran Premio di Germania al Lausitzring in sella ad una Yamaha YZF-R1 del team Guandalini Racing.[1] Non ottiene punti validi per la classifica piloti. Nel 2018 prende parte al Gran Premio d'Italia a Imola nel mondiale Supersport, in sella ad una Yamaha YZF-R6 del G.A.S. Racing Team.[2] Nello stesso anno e con la stessa squadra, vince il suo sesto titolo (il quarto con Yamaha) nella categoria supersport del campionato italiano velocità. Nel 2019 disputa i Gran Premi in territorio italianoː Imola e Misano nel mondiale Supersport. Gareggia come wild card con una Yamaha YZF-R6 del team Rosso Corsa.[3]

Risultati in garaModifica

Campionato mondiale SupersportModifica

2004 Moto                     Punti Pos.
Yamaha 11 11 11 15 21º
2006 Moto                         Punti Pos.
Yamaha 7 10 8 4 6 1 Rit 9 8 12 10 Rit 96
2007 Moto                           Punti Pos.
Yamaha 7 26 8 7 14 11 Rit 4 4 3 7 Rit 10 90
2008 Moto                           Punti Pos.
Yamaha Rit 9 7 Rit 7 Rit 7 10 8 17 17 6 Rit 58 12º
2009 Moto                             Punti Pos.
Honda 9 8 14 13 Rit 12 23 3 Rit 7 4 Rit 8 Rit 70 11º
2010 Moto                           Punti Pos.
Honda 6 9 Rit 9 11 Rit 13 7 12 9 7 6 4 84
2011 Moto                         Punti Pos.
Kawasaki Rit 7 6 9 Rit 4 15 5 5 Rit Rit 7 71 10º
2012 Moto                           Punti Pos.
Yamaha e Honda Rit 9 Rit 7 14 Rit Rit 10 11 15 30 15º
2013 Moto                           Punti Pos.
Yamaha 9 12 13 NP Rit 12 18 AN Rit 16 14 13 17 23 20º
2014 Moto                       Punti Pos.
MV Agusta 14 10 Rit 15 10 15 20º
2016 Moto                         Punti Pos.
MV Agusta 9 7 27º
2018 Moto                         Punti Pos.
Yamaha Rit 0
2019 Moto                         Punti Pos.
Yamaha NC 10 6
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.

Campionato mondiale SuperbikeModifica

2005 Moto                         Punti Pos.
Yamaha Rit 15 1 40º
2017 Moto                           Punti Pos.
Yamaha Rit 19 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Non disputata/Non valida Non qual./Non part. Squalificato Ritirato

MotomondialeModifica

2012 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto2 Bimota Rit NE 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

NoteModifica

  1. ^ Mirko Colombi, SBK, Roccoli al Lausitzring con Guandalini, su gpone.com, 8 agosto 2017. URL consultato il 18 agosto 2017.
  2. ^ Alessandro Palma, Supersport Imola: Cinque wild card al via, su corsedimoto.com, 8 maggio 2018. URL consultato l'11 maggio 2018.
  3. ^ Icaro Sport, Massimo Roccoli wild card ad Imola nel Mondiale Supersport, su newsrimini.it, 2 maggio 2019. URL consultato il 12 maggio 2019.

Collegamenti esterniModifica