Apri il menu principale
Motomondiale 2000
Edizione nº 52 del Motomondiale
Dati generali
Inizio19 marzo
Termine29 ottobre
Prove16
Titoli in palio
Classe 500Stati Uniti Kenny Roberts Junior
su Suzuki RGV Γ 500
Classe 250Francia Olivier Jacque
su Yamaha YZR 250
Classe 125Italia Roberto Locatelli
su Aprilia RS 125 R
Altre edizioni
Precedente - Successiva
Edizione in corso

La stagione 2000 è stata la cinquantaduesima del Motomondiale; il numero di prove restò invariato rispetto all'anno precedente però i Gran premi di Imola e d'Argentina lasciarono spazio al ritorno del Gran Premio motociclistico del Portogallo e al nuovo Gran Premio motociclistico del Pacifico con quest'ultimo che rappresentava una seconda prova disputatasi in territorio giapponese.

Il contestoModifica

Nessuna nuova regola venne introdotta, vennero però per la prima volta disputate delle sessioni di prova prima dell'inizio della stagione a cui partecipavano contemporaneamente tutti i team, organizzate sul circuito di Jerez de la Frontera e su quello di Valencia. Durante la stagione vennero anche fissate le basi per l'introduzione, dal motomondiale 2002 della nuova classe destinata a sostituire la 500, la MotoGP.

Iniziata il 19 marzo con il Gran Premio motociclistico del Sudafrica spostato come prima prova mentre l'anno precedente era la penultima, la stagione proseguì con le due trasferte asiatiche di Malaysia e Giappone e le 10 prove disputate in Europa fino a settembre. Per gli ultimi tre gran premi vi furono invece trasferte dapprima in Sudamerica (solo in Brasile data la sparizione della gara in Argentina), in Giappone come ad inizio anno e infine in Oceania dove il campionato terminò con il Gran Premio motociclistico d'Australia il 29 ottobre.

L'annata ha visto laurearsi campioni del mondo Kenny Roberts Junior nella classe 500, Olivier Jacque nella classe 250 e Roberto Locatelli nella classe 125.

Il calendarioModifica

Data
Resoconto
Gran Premio
(Circuito)
Vincitori
classe 125 classe 250 classe 500
19 marzo
Resoconto
  GP del Sudafrica
(Welkom)
  Arnaud Vincent   Shin'ya Nakano   Garry McCoy
2 aprile
Resoconto
  GP della Malesia
(Sepang)
  Roberto Locatelli   Shin'ya Nakano   Kenny Roberts Jr
9 aprile
Resoconto
  GP del Giappone
(Suzuka)
  Yōichi Ui   Daijirō Katō   Norifumi Abe
30 aprile
Resoconto
  GP di Spagna
(Jerez)
  Emilio Alzamora   Ralf Waldmann   Kenny Roberts Jr
14 maggio
Resoconto
  GP di Francia
(Le Mans)
  Yōichi Ui   Tōru Ukawa   Àlex Crivillé
28 maggio
Resoconto
  GP d'Italia
(Mugello)
  Roberto Locatelli   Shin'ya Nakano   Loris Capirossi
11 giugno
Resoconto
  GP di Catalogna
(Catalunya)
  Simone Sanna   Olivier Jacque   Kenny Roberts Jr
24 giugno
Resoconto
  GP d'Olanda
(Assen)
  Yōichi Ui   Tōru Ukawa   Alex Barros
9 luglio
Resoconto
  GP di Gran Bretagna
(Donington Park)
  Yōichi Ui   Ralf Waldmann   Valentino Rossi
23 luglio
Resoconto
  GP di Germania
(Sachsenring)
  Yōichi Ui   Olivier Jacque   Alex Barros
20 agosto
Resoconto
  GP della Repubblica Ceca
(Brno)
  Roberto Locatelli   Shin'ya Nakano   Max Biaggi
3 settembre
Resoconto
  GP del Portogallo
(Estoril)
  Emilio Alzamora   Daijirō Katō   Garry McCoy
17 settembre
Resoconto
  GP della Comunità Valenciana
(Valencia)
  Roberto Locatelli   Shin'ya Nakano   Garry McCoy
7 ottobre
Resoconto
  GP del Brasile
(Jacarepaguá)
  Simone Sanna   Daijirō Katō   Valentino Rossi
15 ottobre
Resoconto
  GP del Pacifico
(Motegi)
  Roberto Locatelli   Daijirō Katō   Kenny Roberts Jr
29 ottobre
Resoconto
  GP d'Australia
(Phillip Island)
  Masao Azuma   Olivier Jacque   Max Biaggi

Sistema di punteggio e legendaModifica

Pos. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 >
Punti 25 20 16 13 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1 0

Le classiModifica

Classe 500Modifica

 
La Suzuki RGV Γ 500 con cui Roberts Jr vinse il titolo mondiale

Le due case motociclistiche giapponesi Honda e Yamaha, oltre a presentarsi con due team interni che schieravano rispettivamente Àlex Crivillé, Sete Gibernau e Tadayuki Okada la prima, Max Biaggi e Carlos Checa la seconda, rifornirono anche alcuni team esterni. Così vennero equipaggiati di moto ufficiali Honda Valentino Rossi, Alex Barros e Loris Capirossi, di moto ufficiali Yamaha Régis Laconi, Garry McCoy e Norifumi Abe.

Il titolo piloti andò a Kenny Roberts Jr che se lo aggiudicò matematicamente alla terzultima gara della stagione, vincendo anche 4 Gran Premi e precedendo in classifica Valentino Rossi (passato in 500 dopo il titolo ottenuto l'anno precedente in classe 250 e vincitore di 2 prove) e Max Biaggi su Yamaha.

Nella classe 500, per quanto il vincitore del titolo piloti fosse alla guida di una Suzuki, il titolo costruttori venne conquistato dalla Yamaha, che vinse 6 gare con: Biaggi (2), Garry McCoy (3) e Norifumi Abe (1). Sei furono anche i gran premi vinti da piloti Honda con: Rossi (2), Barros (2), Capirossi (1) e Crivillé (1); con questi successi Honda ottenne il secondo posto nella classifica costruttori. Tra l'altro durante la stagione, con la vittoria di Crivillé al GP di Francia, Honda ottenne la sua 139ª vittoria nella classe regina, raggiungendo la MV Agusta che deteneva il record dal 1976.

Diverse gare nella stagione furono avversate da cattive condizioni meteorologiche, i Gran Premio motociclistico della Malesia (accorciato rispetto alla percorrenza prevista), di Spagna (disputato in due manches con risultato dato dalla somma dei tempi), di Catalogna, d'Olanda (disputato anch'esso in due manches) e quello di Gran Bretagna.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 2000.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto                                 P.ti
1   Kenny Roberts Jr Suzuki 6 1 2 1 6 6 1 Rit 2 3 4 2 2 6 1 7 258
2   Valentino Rossi Honda Rit Rit 11 3 3 12 3 6 1 2 2 3 Rit 1 2 3 209
3   Max Biaggi Yamaha Rit 4 Rit Rit Rit 9 5 4 9 4 1 4 3 5 3 1 170
4   Alex Barros Honda 4 8 7 5 5 Rit Rit 1 14 1 Rit 10 5 2 7 4 163
5   Garry McCoy Yamaha 1 3 9 Rit 4 Rit 16 15 17 10 3 1 1 3 Rit 5 161
Pos. Pilota Moto                                 P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.
Classifica costruttori (prime tre posizioni)
Pos Costruttore                                 P.ti
1   Yamaha 1 2 1 2 2 2 2 4 6 4 1 1 1 3 3 1 318
2   Honda 3 6 3 3 1 1 3 1 1 1 2 3 5 1 2 2 311
3   Suzuki 6 1 2 1 6 4 1 13 2 3 4 2 2 6 1 7 264
Pos Costruttore                                 Pti

Classe 250Modifica

 
La Yamaha YZR 250 di Shin'ya Nakano

Dato che il detentore del titolo dell'anno precedente, Valentino Rossi, era passato a gareggiare nella classe di cilindrata superiore, si ebbe un nuovo vincitore per la quarto di litro: il titolo piloti venne ottenuto da Olivier Jacque su Yamaha che precedette il compagno di squadra Shin'ya Nakano; le 8 vittorie conquistate dai due piloti consentirono alla casa motociclistica giapponese di ottenere anche il titolo riservato ai costruttori.

Al secondo posto tra i costruttori arrivò la Honda che ottenne 6 vittorie con i due piloti Daijirō Katō (4) e Tōru Ukawa (2). Due vittorie vennero ottenute anche dall'Aprilia, entrambe con Ralf Waldmann.

In occasione del GP d'Italia solo 14 piloti tagliarono il traguardo, di conseguenza non tutti i punti disponibili vennero assegnati.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 2000.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto                                 P.ti
1   Olivier Jacque Yamaha 4 2 4 4 3 2 1 2 2 1 3 2 2 Rit 4 1 279
2   Shin'ya Nakano Yamaha 1 1 3 15 2 1 3 3 7 3 1 Rit 1 4 2 2 272
3   Daijirō Katō Honda 2 3 1 2 6 3 4 8 10 4 6 1 5 1 1 3 259
4   Tōru Ukawa Honda 3 Rit 2 3 1 6 2 1 4 2 2 Rit 4 2 5 6 239
5   Marco Melandri Aprilia 13 5 5 6 4 4 6 Rit Rit Rit 4 3 3 3 3 5 159
Pos. Pilota Moto                                 P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.
Classifica costruttori (prime tre posizioni)
Pos Costruttore                                 P.ti
1   Yamaha 1 1 3 4 2 1 1 2 2 1 1 2 1 4 2 1 342
2   Honda 2 3 1 2 1 3 2 1 4 2 2 1 4 1 1 3 324
3   Aprilia 6 4 5 1 4 4 5 6 1 5 4 3 3 3 3 4 232
Pos Costruttore                                 Pti

Classe 125Modifica

Come già accaduto in classe 500, anche nella classe 125 a fronte della vittoria di un pilota Aprilia, il titolo costruttori fu appannaggio della Honda; il titolo piloti fu di Roberto Locatelli che ottenne anche 5 vittorie e precedette in classifica Yōichi Ui su Derbi (anch'egli 5 vittorie) e il già detentore del titolo 1999 Emilio Alzamora su Honda.

Sempre nella classe 125, in occasione del GP del Pacifico, Lucio Cecchinello aveva passato il traguardo in 4ª posizione ma è stato in seguito squalificato; i punti relativi alla sua posizione non sono però stati immediatamente riportati sulle seguenti posizioni in classifica. La conseguenza si è avuta anche in minima parte sulle classifiche finali del campionato che differiscono leggermente tra di loro in base alle fonti e alle date di pubblicazione; ciò non ha messo peraltro mai in dubbio la reale classifica finale per quanto riguarda le prime posizioni.

Tra le curiosità, da citare la presenza in gara di due fratelli sammarinesi, Alex e William De Angelis; tra l'altro vi era anche un terzo sammarinese in gara, Manuel Poggiali.

Anche in questa classe in una occasione vi furono solamente 14 piloti al traguardo: in occasione del GP di Catalogna non furono pertanto assegnati tutti i punti disponibili.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 2000.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto                                 P.ti
1   Roberto Locatelli Aprilia 4 1 Rit 3 4 1 Rit 6 4 2 1 2 1 Rit 1 Rit 230
2   Yōichi Ui Derbi Rit 2 1 21 1 Rit Rit 1 1 1 2 Rit 3 3 Rit 2 217
3   Emilio Alzamora Honda 3 4 5 1 3 7 Rit Rit 2 Rit 3 1 5 8 2 4 203
4   Masao Azuma Honda 9 8 3 4 Rit 3 2 9 5 Rit Rit Rit 2 2 4 1 176
5   Noboru Ueda Honda 5 5 2 5 Rit 6 Rit 2 3 13 5 Rit 11 6 7 3 153
Pos. Pilota Moto                                 P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.
Classifica costruttori (prime tre posizioni)
Pos Costruttore                                 P.ti
1   Honda 2 3 2 1 2 2 2 2 2 5 3 1 2 2 2 1 318
2   Aprilia 1 1 4 3 4 1 1 5 4 2 1 2 1 1 1 9 313
3   Derbi 15 2 1 9 1 11 6 1 1 1 2 12 3 3 9 2 251
Pos Costruttore                                 Pti

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica