Premier League 2009-2010

edizione del torneo calcistico
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Premier League 2009-2010 (disambigua).
Premier League 2009-2010
Barclays Premier League 2009-2010
Competizione Premier League
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 111ª ª (18ª di Premier League)
Organizzatore Federazione calcistica dell'Inghilterra
Date dal 15 agosto 2009
al 9 maggio 2010
Luogo Inghilterra Inghilterra
Partecipanti 20
Formula Girone all'italiana
Risultati
Vincitore Chelsea
(4º titolo)
Retrocessioni Portsmouth
Hull City
Burnley
Statistiche
Miglior giocatore Inghilterra Wayne Rooney[1]
Miglior marcatore Costa d'Avorio Didier Drogba (29)
Miglior portiere Rep. Ceca Petr Čech[2]
Premier League 2009-2010.PNG
La distribuzione geografica delle squadre della Premier League 2009-2010
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2008-09 2010-11 Right arrow.svg

La Premier League 2009-2010 è stata la 111ª edizione della massima serie del campionato inglese di calcio, disputato tra il 15 agosto 2009 e il 9 maggio 2010 e concluso con la vittoria del Chelsea, al suo quarto titolo.

Capocannoniere del torneo è stato Didier Drogba (Chelsea) con 29 reti[3].

StagioneModifica

NovitàModifica

Al posto delle retrocesse Newcastle Utd, Middlesbrough e West Bromwich sono saliti dalla Championship il Wolverhampton, il Birmingham City e, dopo i play-off, il Burnley, dopo un'assenza di più di 40 anni dalla massima serie inglese.

Per motivi di sponsorizzazione lo stadio del Wigan cambia denominazione in DW Stadium.

AvvenimentiModifica

Il campionato si aprì con una striscia di successi del rinnovato Chelsea di Carlo Ancelotti che prese il comando della classifica. Riemerse ben presto dopo un inizio balbettante il solito Manchester Utd: i Red Devils si lanciarono all'inseguimento dopo un pirotecnico 4-3 nel derby vinto al 96'. Proprio il Manchester City, assieme a Tottenham ed Arsenal imbastirono una lotta per la zona Champions League. Una serie di pareggi consecutivi portò all'allontanamento di Mark Hughes dalla guida dei Citizens con Roberto Mancini che ne prese il posto. Nella lotta per l'Europa si inserì anche l'Aston Villa. In vetta il Chelsea aprì una minifuga durante l'inverno ma a primavera le sorti del torneo sembrarono rovesciarsi quando lo United vinse il derby nuovamente nel recupero mentre il Chelsea perse contro il Tottenham. Da lì in poi però il Chelsea vinse tutte le partite, alcune in goleada come il 7-0 allo Stoke City e l'8-0 al Wigan) che consegnarono il titolo ai londinesi che stabilirono anche il nuovo record di reti segnate. L'Arsenal concluse tranquillamente al terzo posto mentre per il quarto posto ci fu una corsa ad eliminazione decisa nelle ultime giornate: l'Aston Villa venne tagliato fuori da una sconfitta in casa del Manchester City che a sua volta perse pochi giorni dopo contro il Tottenham che si aggiudicò così l'ambito accesso ai preliminari della massima competizione europea. Il Liverpool chiuse solamente settimo e questa stagione dunque pose fine all'epoca di dominio delle Big Four. In coda caddero l'Hull City cui non riuscì l'impresa della passata stagione, il neopromosso Burnley che subì 82 reti ed il Portsmouth che divenne la prima squadra ad entrare in amministrazione controllata nella storia della Premier League e venne penalizzato di 9 punti in inverno con il club già ultimo e che di fatto non fu mai in lotta per la salvezza.

Squadre partecipantiModifica

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Arsenal dettagli Londra Emirates Stadium 4º posto in Premier League
Aston Villa dettagli Birmingham Villa Park 6º posto in Premier League
Blackburn dettagli Blackburn Ewood Park 15º posto in Premier League
Birmingham City dettagli Birmingham St Andrew's 2º posto Football League Championship, promosso
Burnley dettagli Burnley Turf Moor 5º posto Football League Championship, promosso dopo i play-off
Bolton dettagli Bolton Reebok Stadium 13º posto in Premier League
Chelsea dettagli Londra Stamford Bridge 3º posto in Premier League
Everton dettagli Liverpool Goodison Park 5º posto in Premier League
Fulham dettagli Londra Craven Cottage 7º posto in Premier League
Hull City dettagli Kingston upon Hull KC Stadium 17º posto in Premier League
Liverpool dettagli Liverpool Anfield 2º posto in Premier League
Manchester City dettagli Manchester City of Manchester Stadium 10º posto in Premier League
Manchester Utd dettagli Manchester Old Trafford 1º posto in Premier League
Portsmouth dettagli Portsmouth Fratton Park 14º posto in Premier League
Sunderland dettagli Sunderland Stadium of Light 16º posto in Premier League
Stoke City dettagli Stoke-on-Trent Britannia Stadium 12º posto in Premier League
Tottenham dettagli Londra White Hart Lane 8º posto in Premier League
West Ham Utd dettagli Londra Boleyn Ground 9º posto in Premier League
Wigan dettagli Wigan DW Stadium 11º posto in Premier League
Wolverhampton dettagli Wolverhampton Molineux Stadium 1º posto Football League Championship, promosso

AllenatoriModifica

Allenatori e primatistiModifica

Squadra Allenatore Calciatore più presente Cannoniere[4]
Arsenal   Arsène Wenger   Bacary Sagna (35)   Cesc Fàbregas (15)
Aston Villa   Martin O'Neill   Brad Friedel (38)   Gabriel Agbonlahor (13)
Birmingham City   Alex McLeish   Roger Johnson (38)   Cameron Jerome (10)
Blackburn   Sam Allardyce   Paul Robinson (37)   David Dunn (9)
Bolton   Gary Megson (1ª-19ª)
  Owen Coyle (20ª-38ª)
  Jussi Jääskeläinen (38)   Ivan Klasnić,
  Matthew Taylor (8)
Burnley   Owen Coyle (1ª-19ª)
  Brian Laws (20ª-38ª)
  Brian Paldan Jensen,
  Tyrone Mears (38)
  Steven Fletcher (8)
Chelsea   Carlo Ancelotti   John Terry (37)   Didier Drogba (29)
Everton   David Moyes   Tim Howard (38)   Louis Saha (13)
Fulham   Roy Hodgson   Mark Schwarzer (37)   Bobby Zamora (8)
Hull City   Phil Brown (1ª-28ª)
  Iain Dowie (29ª-38ª)
  Andy Dawson (35)   Stephen Hunt (6)
Liverpool   Rafael Benítez   José Manuel Reina (38)   Fernando Torres (18)
Manchester City   Mark Hughes (1ª-18ª)
  Roberto Mancini (19ª-38ª)
  Shay Given,
  Carlos Tevez (35)
  Carlos Tevez (23)
Manchester Utd   Alex Ferguson   Patrice Evra (38)   Wayne Rooney (26)
Portsmouth   Paul Hart (1ª-13ª)
  Avram Grant (14ª-38ª)
  Frédéric Piquionne (34)   Aruna Dindane (8)
Stoke City   Tony Pulis   Rory Delap,
  Dean Whitehead (36)
  Matthew Etherington (5)
Sunderland   Steve Bruce   Darren Bent (38)   Darren Bent (24)
Tottenham   Harry Redknapp   Peter Crouch (38)   Jermain Defoe (18)
West Ham Utd   Gianfranco Zola   Robert Green (38)   Carlton Cole (10)
Wigan   Roberto Martínez   Hugo Rodallega,
  Paul Scharner (38)
  Hugo Rodallega (10)
Wolverhampton   Mick McCarthy   Kevin Doyle,
  Karl Henry,
  Matthew Jarvis (34)
  Kevin Doyle (9)

Classifica finaleModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Chelsea 86 38 27 5 6 103 32 +71
2. Manchester Utd 85 38 27 4 7 86 28 +58
3. Arsenal 75 38 23 6 9 83 41 +42
4. Tottenham 70 38 21 7 10 67 41 +26
5. Manchester City 67 38 18 13 7 73 45 +28
[5] 6. Aston Villa 64 38 17 13 8 52 39 +13
[6] 7. Liverpool 63 38 18 9 11 61 35 +26
8. Everton 61 38 16 13 9 60 49 +11
9. Birmingham City 50 38 13 11 14 38 47 -9
10. Blackburn 50 38 13 11 14 41 55 -14
11. Stoke City 47 38 11 14 13 34 48 -14
12. Fulham 46 38 12 10 16 39 46 -7
13. Sunderland 44 38 11 11 16 48 56 -8
14. Bolton 39 38 10 9 19 42 67 -25
15. Wolverhampton 38 38 9 11 18 32 56 -24
16. Wigan 36 38 9 9 20 37 79 -42
17. West Ham Utd 35 38 8 11 19 47 66 -19
  18. Burnley 30 38 8 6 24 42 82 -40
  18. Hull City 30 38 6 12 20 34 75 -41
  18. Portsmouth (-9) 19 38 7 7 24 34 66 -32

Legenda:

      Campione d'Inghilterra e ammessa alla fase a gironi della UEFA Champions League 2010-2011
      Ammessa alla fase a gironi della UEFA Champions League 2010-2011
      Ammessa agli spareggi (percorso piazzate) della UEFA Champions League 2010-2011
      Ammesse ai play-off della UEFA Europa League 2010-2011
      Ammessa al terzo turno di qualificazione della UEFA Europa League 2010-2011
      Retrocesse in Football League Championship 2010-2011

Regolamento:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
A parità di punti le squadre vengono classificate secondo la differenza reti.

Note:

Il Portsmouth ha scontato 9 punti di penalizzazione[7].

Squadra campioneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Chelsea Football Club 2009-2010.
Formazione tipo Giocatori (presenze)
  Petr Cech (34)
  Branislav Ivanovic (28)
  John Terry (37)
  Ricardo Carvalho (22)
  Ashley Cole (27)
  Florent Malouda (33)
  Michael Ballack (32)
  Mikel John Obi (25)
  Frank Lampard (36)
  Didier Drogba (32)
  Nicolas Anelka (33)
Allenatore:   Carlo Ancelotti
Altri giocatori: Joe Cole (26), Salomon Kalou (23), Deco (19), Jurij Žirkov (17), Alex (16), Michael Essien (14), Paulo Ferreira (13), Daniel Sturridge (13), Juliano Belletti (11), José Bosingwa (8), Fabio Borini (4), Henrique Hilário (3), Jeffrey Bruma (2), Sam Hutchinson (2), Nemanja Matić (2), Ross Turnbull (2), Patrick van Aanholt (2), Gaël Kakuta (1), Andrij Ševčenko (1).

StatisticheModifica

SquadreModifica

Capoliste solitarieModifica

————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
CheCheMnUChelseaMnUChelsea
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª35ª36ª37ª38ª

Primati stagionaliModifica

Squadre

  • Maggior numero di vittorie: Chelsea e Manchester Utd (27)
  • Minor numero di sconfitte: Chelsea (6)
  • Migliore attacco: Chelsea (103 gol segnati)
  • Miglior difesa: Manchester Utd (28 gol subiti)
  • Miglior differenza reti: Chelsea (+71)
  • Maggior numero di pareggi: Stoke City (14)
  • Minor numero di pareggi: Manchester Utd (4)
  • Minor numero di vittorie: Hull City (6)
  • Maggior numero di sconfitte: Burnley e Portsmouth (24)
  • Peggiore attacco: Wolverhampton (32 gol segnati)
  • Peggior difesa: Burnley (82 gol subiti)
  • Peggior differenza reti: Wigan (-42)

Partite

  • Più gol (10):
Tottenham-Wigan 9-1[8], 22 novembre 2009
  • Maggiore scarto di gol (8):
Tottenham-Wigan 9-1[8], 22 novembre 2009
Chelsea-Wigan 8-0[9], 9 maggio 2010

IndividualiModifica

Classifica marcatoriModifica

Fonte:[4]

Gol Rigori Giocatore Squadra
29 1   Didier Drogba Chelsea
26 4   Wayne Rooney Manchester Utd
24 5   Darren Bent Sunderland
23 5   Carlos Tévez Manchester City
22 10   Frank Lampard Chelsea
18   Fernando Torres Liverpool
18 1   Jermain Defoe Tottenham
15 3   Cesc Fàbregas Arsenal
14   Emmanuel Adebayor Manchester City
13   Gabriel Agbonlahor Aston Villa
13 2   Louis Saha Everton
12   Florent Malouda Chelsea
12   Dimităr Berbatov Manchester Utd
11   Nicolas Anelka Chelsea
10   Andrej Aršavin Arsenal

NoteModifica

  1. ^ (EN) PFA pays tribute to Wayne Rooney and James Milner, givemefootball.com, 25 aprile 2010 (archiviato dall'url originale il 29 aprile 2010).
  2. ^ (EN) premierleague.com, https://www.premierleague.com/news/1206130. URL consultato il 30 marzo 2020.
  3. ^ Premier League & Football League Div 1 Leading Goalscorers 1993-2004, su rsssf.com.
  4. ^ a b (EN) Premier League 2009/2010 .:. Top scorers, worldfootball.net. URL consultato il 30 marzo 2020.
  5. ^ Qualificata ai play-off della UEFA Europa League 2010-2011 in quanto finalista perdente della Football League Cup. La squadre vincitrice (il Manchester Utd) è già qualificata in europa attraverso il campionato.
  6. ^ Qualficata al posto del Portsmouth. I Pompey avrebbero dovuto disputare il terzo turno di qualificazione dell'UEFA Europa League 2010-2011 in quanto finalista perdente dell'FA Cup (la squadra vincente, il Chelsea è già qualificata in europa attraverso il campionato) solo che non ottennero la licenza UEFA. Quindi la settima classificata prese il loro posto.
  7. ^ Portsmouth lose nine points for entering administration, BBC. URL consultato il 30 marzo 2020.
  8. ^ a b (EN) Tottenham 9-1 Wigan, news.bbc.co.uk, 22 novembre 2009.
  9. ^ (EN) Chelsea 8-0 Wigan, news.bbc.co.uk, 9 maggio 2010.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio